La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Aggiornamento PST ADAMELLO 2009/2013 SISTEMA TURISTICO INTERREGIONALE ADAMELLO 2009/2013 … per un turismo per tutte le stagioni Riconosciuto con D.G.R.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Aggiornamento PST ADAMELLO 2009/2013 SISTEMA TURISTICO INTERREGIONALE ADAMELLO 2009/2013 … per un turismo per tutte le stagioni Riconosciuto con D.G.R."— Transcript della presentazione:

1 Aggiornamento PST ADAMELLO 2009/2013 SISTEMA TURISTICO INTERREGIONALE ADAMELLO 2009/2013 … per un turismo per tutte le stagioni Riconosciuto con D.G.R. n. VIII/3264 del 04/10/2006

2 LAlta Valle Camonica, in provincia di Brescia, e lAlta Val di Sole, in provincia di Trento, sono le parti apicali rispettivamente della Vallecamonica e della Val di Sole. Il comprensorio ha nel Passo del Tonale il proprio naturale baricentro, nonché segna il confine amministrativo fra Regione Lombardia e Provincia Autonoma di Trento. I Comuni che compongono il comprensorio sono legati da diversi fattori comuni, primo dei quali è da ricercarsi nella rilevanza del settore turistico per leconomia locale, a partire dal comprensorio sciistico interregionale, e quindi nella compresenza e comunanza daree e patrimoni di notevole valore e rilevanza ambientale e naturalistica quali le aree protette del Parco Nazionale dello Stelvio e del Parco dellAdamello ovvero di siti, reperti e memorie storiche e culturali, quali in primo luogo i manufatti storici connessi alla Grande Guerra e alle tradizionali attività lavorative alpine. Larea territoriale interessata dal Sistema Turistico interregionaleAdamello

3 Ente promotore e coordinatore: Unione dei Comuni dellalta Valle Camonica Enti Pubblici aderenti: Regione Lombardia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia di Brescia, Comunità Montana di Valle Camonica, Consorzio BIM di Valle Camonica, Consorzio Due Parchi, Parco Nazionale dello Stelvio e Parco dellAdamello Amministrazioni Comunali aderenti: Comune di Vermiglio (TN), Comune di Incudine (BS), Comune di Monno (BS), Comune di Ponte di Legno (BS), Comune di Temù (BS), Comune di Vezza dOglio (BS) e Comune di Vione (BS). Autonomie funzionali: CCIAA di Brescia e CCIAA di Trento Principali soggetti privati aderenti: Consorzio Adamello Ski Società degli impianti di risalita: Carosello Tonale Spa e S.I.T Spa Associazione maestri di sci: Ass. Maestri di sci Ponte di Legno – Tonale e Scuola Sci Tonale – Presena Associazioni albergatori: Ass. Alb. Alta Valle Camonica e Ass. Alb. Passo del Tonale Oltre 100 soggetti fra società immobiliari, imprese turistiche, ristoratori e commercianti. Il parternariato del Sistema Turistico interregionale Adamello

4 Soggetto coordinatore con funzioni di segreteria tecnica: Unione dei Comuni dellalta Valle Camonica Principali ruoli e funzioni: Presidenza e segreteria tecnica delle strutture di governace del Sistema turistico Convocare tramite la segreteria tecnica la Struttura organizzativa del sistema turistico ovvero lOrganismo di coordinamento; Coordinare gli aggiornamenti del P.S.T. e le presentazioni dei Piani Integrati Attuativi del PST; Mantenere i rapporti con gli uffici regionali e provinciali; Curare la predisposizione delle relazioni sullo stato di avanzamento del P.S.T.; Mantenere i rapporti con i soggetti attuatori e coordinatori dei piani dazione; Strutture di governace e rappresentanza: coordinamento tecnico - politico a. Organismo di coordinamento (Cabina di Regia) con funzioni operative, decisionali e esecutive b. Struttura organizzativa con funzioni consultive e propositive è convocata, con cadenza almeno semestrale, tramite comunicazione da parte dellOrganismo di coordinamento attraverso la segreteria tecnica istituita presso il soggetto coordinatore. La governace del Sistema Turistico interregionale Adamello

5 Organismo di coordinamento (Cabina di Regia) Organigramma: Unione dei Comuni dellalta Valle Camonica 7 Amministrazioni comunali CCIAA di Trento CCIAA di Brescia Consorzio Adamello ski Principali ruoli e funzioni: Convocare la Struttura organizzativa; Approvare il Programma di Sviluppo Turistico; Presentare a mezzo del soggetto coordinatore il Programma di Sistema Turistico; Definire le priorità ed approvare lelenco delle domande di cofinanziamento; Approvare le relazioni periodiche sullo stato davanzamento degli interventi; Proporre azioni integrative e correttive per il conseguimento degli obiettivi del sistema turistico; Proporre lingresso di Enti e soggetti privati allinterno dellOrganismo di Coordinamento; Promuovere e coordinare strumenti, Piani e Programmi, Protocolli dIntesa e Accodi di Programma. Lorganismo di coordinamento del Sistema Turistico interregionaleAdamello

6 Struttura organizzativa Organigramma: Enti e soggetti dellOrganismo di coordinamento Provincia di Brescia Provincia Autonoma di Trento Comunità Montana di Valle Camonica Associazioni di categoria Società di gestione degli impianti di risalita Consorzi e Associazioni Portatori dinteresse ambientale Principali ruoli e funzioni: Struttura finalizzata ad offrire adeguata rappresentanza alle diverse forme di aggregazione delle autonomie locali, delle imprese e degli operatori attivi nel territorio di riferimento. La struttura organizzativa intende perseguire e facilitare: la valorizzazione dei diversi livelli di governo del territorio; le integrazioni e le sinergie intersettoriali; la massima coerenza e integrazione con gli strumenti di programmazione negoziata e i piani e programmi settoriali; il coinvolgimento di soggetti attuatori e promotori del sistema turistico ed eventuali potenziali aderenti. La Struttura organizzativa del Sistema Turistico interregionaleAdamello

7 Il Sistema turistico interregionale nasce a partire dalla Legge nazionale del 29 marzo 2001, n. 135 Riforma della legislazione nazionale del turismo che allart. 5, comma 1, definisce i sistemi turistici locali i contesti turistici omogenei o integrati, comprendenti ambiti territoriali appartenenti anche a regioni diverse, caratterizzati dallofferta integrata di beni culturali, ambientali e di attrazioni turistiche, compresi i prodotti tipici dellagricoltura e dellartigianato locale, o dalla presenza diffusa di imprese turistiche singole o associate. In data 13 agosto 2004 è stato sottoscritto il Protocollo dIntesa Interregionale per la valorizzazione del Comprensorio Adamello sottoscritto da Regione Lombardia e Provincia Autonoma di Trento, oltre che dallUnione dei Comuni dellAlta Valle Camonica, dalla Provincia di Brescia, dalla Comunità di Valle Camonica e dal Comune di Vermiglio che ha previsto tre diverse tipologie dattività fra loro correlate ed integrate: 1) promozione turistica; 2) recupero infrastrutturale di immobili; 3) formazione degli operatori del settore turistico. Regione Lombardia ha quindi recepito ed integrato la legislazione nazionale in materia di turismo (L. 135/01) e con lart. 3, comma 5, della l.r. 14 aprile 2004, n. 8, Norme per il turismo in Lombardia, ha previsto il riconoscimento dei Sistemi turistici e relativi programmi di sviluppo turistico. In data 27 luglio 2006 il parternariato locale ha quindi condiviso il Protocollo dIntesa per la realizzazione del Sistema Turistico Interregionale Adamello con il quale si è avviato liter per il riconoscimento di Sistema Turistico, ai sensi delle sopracitate leggi. Regione Lombardia ha riconosciuto con D.G.R. n. VIII/3264 del 4 ottobre 2006 il Sistema Turistico interregionale Adamello e approvato il relativo Programma di Sviluppo Turistico. In data 12 ottobre 2007 è stato sottoscritto il Protocollo dIntesa fra Regione Lombardia e Provincia Autonoma di Trento avente come obiettivo principale di rendere stabile la proficua collaborazione di un partenariato interregionale composto da enti locali, e operatori economici e turistici attivi nellambito del sistema turistico promuovendo lo sviluppo dello stesso sistema turistico e favorendo lintegrazione fra le risorse e le opportunità presenti nellambito territoriale interregionale, con particolare riferimento alla qualificazione e valorizzazione delle infrastrutture e dellofferta turistiche; allo sviluppo dei servizi e delle attività imprenditoriali; alla promozione e commercializzazione integrata dellofferta. Regione Lombardia con DGR n. 8/5255 del 2 agosto 2007 ha definito la Modalità per laggiornamento e la presentazione dei Programmi di Sviluppo Turistico per la valutazione e lattribuzione del riconoscimento dei Sistemi Turistici (art. 4 l.r. n. 15/2007 «Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo»), che ne definisce i contenuti fondamentali e prevede che il processo di programmazione dei sistemi turistici sia integrato dalla Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Regione Lombardia dintesa con la Provincia di Brescia con DGR n. 8/6532 del 30 gennaio 2008 avente ad oggetto lIndividuazione degli ambiti a vocazione e potenzialità turistica (art. 3 l.r. n. 15/2007 «Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo»), ha individuato quale ambito a potenzialità turistica lAmbito turistico Alta Valle Camonica. Infine, in data 2 dicembre 2008 con delibera n. 33 lUnione dei Comuni dellalta Valle Camonica ha avviato il procedimento di VAS per il PST 2009/2013 del Sistema Turistico interregionale Adamello. La fase di aggregazione del parternariato del Sistema Turistico interregionale Adamello

8 Principali strumenti di programmazione e Piani e Progetti attivati e in fase di attuazione in Alta Valle Camonica ( ) Il Programma di Sviluppo Turistico 2009/2013 (PST) intende favorire la correlazione e coerenza, lintegrazione e il completamento dei piani, programmi e progetti di sviluppo realizzati e/o avviati sul territorio nellultimo quinquennio 2004/2008 e, tra cui: 1.PISL Programma Integrato di Sviluppo Locale dellalta Valle Camonica promosso dallUnione dei Comuni dellAlta Valle Camonica, presentato in Regione Lombardia il 17 luglio 2002, approvato con Decreto n il 19/12/2003 prevedeva investimenti per oltre 200 milioni di euro di cui circa il 70/80% è stato realizzato. 2.Accordo di Programma Progetto integrato di sviluppo socio-economico del territorio dellAlta Valle Camonica sottoscritto a Milano il 16 febbraio 2005 ha previsto un investimento di quasi 40 milioni di euro di cui circa il 90% è stato realizzato. 3.Protocollo Interregionale per la valorizzazione del Comprensorio Adamello 2004/2006 sottoscritto nel 2004 da Regione Lombardia, Provincia Autonoma di Trento, Unione dei Comuni dellAlta Valle Camonica, Provincia di Brescia, Comunità di Valle Camonica e dal Comune di Vermiglio ha previsto un investimento di 2,2 milioni di euro. 4.Progetto Integrato Attuativo Adamello 2006 approvato con decreto regionale n del ha previsto un investimento complessivo di 4,1 milioni di euro di cui oltre il 90% è stato realizzato; 5.Progetto Interregionale: Itinerari della Grande Guerra – Un viaggio nella storia percorsi della Grande Guerra in Adamello approvato con decreto regionale n. 8/6022 del 5 dicembre 2007 prevede un investimento complessivo di ,00 mila euro. 6.Progetto a Regia regionale 2007/08: Realizzazione nuovo percorso ciclo – pedonale nel territorio dei Comini dellalta Valle Camonica approvato con D.g.r. n. 8/8510 del 26 novembre 2008, nellambito della procedura a Regia regionaleAttuazione dei programmi di sviluppo turistico (art. 4 l.r. n. 15/2007), prevede un investimento di 1,5 milioni di euro e un contributo di ,00 euro.

9 Principali Piani / Progetti Integrati programmati in Alta Valle Camonica ( ) Il Programma di Sviluppo Turistico 2009/2013 (PST) intende altresì favorire la correlazione e coerenza, lintegrazione e le sinergie fra i principali piani e progetti integrati di sviluppo programmati e già candidati a Regione Lombardia, tra cui: 1.Progetto Integrato dArea YTINERA: Ambiente e Cultura, Itinerari Turistici per un Turismo Sostenibile e di tutte le stagioni candidato sul POR Asse IV Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale - D.d.u.o. n del , prevede la realizzazione di 20 interventi per un investimento complessivo di circa 10,6 milioni di euro; 2.Progetto Integrato per lo sviluppo socio-economico e valorizzazione turistica- ambientale del territorio dellalta Valle Camonica candidato sul Fondo infrastrutture Obiettivo 2 Decreto n del 5 giugno 2009 prevede la realizzazione di 11 interventi per un investimento complessivo di circa 8,7 milioni di euro; 3.Progetto integrato per il completamento del sistema di trasporto pubblico, del sistema della mobilità e ammodernamento del comprensorio sciistico interregionale Adamello nel Comune di Ponte di Legno candidato nellambito della Manifestazione dinteresse per la presentazione di proposte di progetti integrati per la valorizzazione dei comprensori sciistici d.g.r. n. 8/10146 del 7 agosto 2009 prevede la realizzazione di 4 interventi per un investimento complessivo di circa 20,2 milioni di euro; Gli stessi Piani ed interventi previsti qualora non previsti nel precedente PST sono stati per tanto inseriti nel nuovo PST 2009/2013 Ulteriori sinergie e risultati in termini di sviluppo locale si attendono dai seguenti Piani e progetti già finanziati che si realizzeranno nel 2009/13: 1.Distretto Culturale di Valle Camonica: la Comunità Montana di Valle Camonica e lUnione dei comuni dellalta Valle Camonica, nellambito del Bando promosso da Fondazione Cariplo denominato Distretti Culturali di Lombardia, ha beneficiato nel marzo 2009 di un contributo di 3,9 milioni di euro per la realizzazione del Piano dIntervento triennale del Distretto Culturale di Valle Camonica 2.Piano di Sviluppo Locale del Gruppo dAzione Locale : lUnione dei Comuni dellalta Valle Camonica ha condiviso infatti il percorso di programmazione locale volto alla definizione della candidatura del Piano di Sviluppo Locale del Gruppo dAzione Locale di Valle Camonica e di Scalve secondo quanto previsto dallapproccio Leader dellAsse IV del PSR 2007/2013. Il Piano è stato recentemente finanziato da Regione Lombardia con un contributo di 4,1 Milioni di Euro.

10 Principali risultati turistici conseguiti nel periodo : incremento flussi turistici A fronte dei significativi risultati in termini di investimenti ovvero di Piani/Progetti integrati realizzati e avviati nel quinquennio 2004/2008, il sistema turistico ha conseguito significativi risultati in termini di incremento dei flussi turistici e incremento della dotazione ricettiva. Negli anni 2007 e 2008, in comparazione con i dati del precedente triennio 2004/2006 (Scheda di sintesi Ambito turistico Alta Valle Camonica DGR VIII/6532 del 30 gennaio 2008), si segnala in particolare come al potenziamento ed ampliamento del demanio sciabile abbia corrisposto una significativa crescita del turismo bianco nelle stagioni invernali tra il 2007/2009 come è emerso dai dati dei fatturati del consorzio Adamello ski (+15/20) calcolati sui reali passaggi ai tornelli degli impianti, mentre di converso, il turismo estivo, analogamente ad altre destinazioni alpine e a seguito del mutamento del mercato turistico in generale, anche in ragione delle minori risorse economiche investite e spese nel periodo 2004/2008, risulta da anni in contrazione. Significativo lincremento di turisti stranieri, +37%, che pari ad oltre le presenze, hanno rappresentato nel 2008, il 35% delle presenze complessive.. PERIODO ESERCIZI ALBERGHIERI ED EXTRALBERGHIERI I T A L I A N IS T R A N I E R I T O T A L E arriviPresenze arrivi presenze arrivipresenze Differenza assoluta 2006/ Variazione in % 2006/ ,80,034,941,85,311,5

11 Principali risultati turistici conseguiti nel periodo : incremento dotazione ricettiva Il sistema turistico ha conseguito altresì significativi risultati in termini di incremento della dotazione ricettiva. La dotazione ricettiva ha infatti registrato un incremento di strutture e posti letto fra il 2006 ed il 2008: + 6 strutture di cui 2 strutture alberghiere, 2 alloggi REC e 2 B&B; posti letto di cui 278 in strutture alberghiere e 294 in strutture extra alberghiere. CAPACITA' RICETTIVA RILEVATA AL CAPACITA' RICETTIVA RILEVATA AL CATEGORIAESERCIZILETTICAMERE CATEGORIAESERCIZILETTICAMERE Totale Alberghieri Totale Alberghieri Totale Complementari Totale Complementari Totale Extraalberghieri Totale Extraalberghieri Totale Generale Totale Generale

12 Obiettivi strategici e generali del Sistema Turistico OBIETTIVO strategico VALORIZZAZIONE, QUALIFICAZIONE E DIVERSIFICAZIONE DELLOFFERTA TURISTICA LOCALE E SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE 1. DIVERSIFICAZIONE, QUALIFICAZIONE E POTENZIAMENTO DELLE ATTRATTIVE SPORTIVE, AMBIENTALI E CULTURALI LOCALI 2. INCREMENTO E DESTAGIONALIZZAZIONE DELLE PRESENZE TURISTICHE LOCALI 3. IMPLEMENTAZIONE, QUALIFICAZIONE E DIVERSIFICAZIONE DELLOFFERTA RICETTIVA LOCALE Programma di Sviluppo Turistico 2009/2013 OBIETTIVI generali

13 Obiettivi operativi e Piani dAzione del Sistema Turistico OBIETTIVO GENERALE 1 1. DIVERSIFICAZIONE, QUALIFICAZIONE E POTENZIAMENTO DELLE ATTRATTIVA SPORTIVE, AMBIENTALI E CULTURALI LOCALI 1.1 DIVERSIFICARE, QUALIFICARE E POTENZIARE LE INFRASTRUTTURE SPORTIVE INVERNALI E ESTIVE 1.2 RIQUALIFICARE E VALORIZZARE IL SISTEMA DELLA MOBILITA E FRUIZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E NATURALE 1.3 SALVAGUARDARE E VALORIZZARE IL PATRIMONIO STORICO E NATURALE AL FINE DI MIGLIORARE LAPPEAL DEL COMPRENSORIO TURISTICO PIANO dAZIONE: Piano delle infrastrutture turistiche: 1.1 Piano del Turismo bianco 1.2 Piano del Turismo verde, attivo, culturale e ambientale 1.3 Piano della mobilità complementare OBIETTIVI operativi

14 Obiettivi operativi e Piani dazione del Sistema Turistico OBIETTIVO GENERALE 2 2. INCREMENTO E DESTAGIONALIZZAZIONE DELLE PRESENZE TURISTICHE LOCALI 2.1 INCREMENTARE FLUSSI TURISTICI TRAMITE MIRATE AZIONI PROMO- COMMERCIALI, MARKETING TERRITORIALE, ORGANIZZAZIONE EVENTI E MANIFESTAZIONI 2.2 DIVULGARE LINSIEME DEL PATRIMONIO TURISTICO PRESENTE E DISPONIBILE NELLAMBITO DEL COMPRENSORIO 2.3 PROMUOVERE LNTEGRAZIONE DELLE TIPOLOGIE DI TURISMO VALORIZZANDO NUOVE NICCHIE DI MERCATO IN GRADO DI DESTAGIONALIZZARE I FLUSSI TURISTICI PIANO dAZIONE Piano della comunicazione, promozione e commercializzazione turistica OBIETTIVI operativi

15 Obiettivi operativi e Piani dAzione del Sistema Turistico OBIETTIVO GENERALE 3 3. IMPLEMENTAZIONE, QUALIFICAZIONE E DIVERSIFICAZIONE DELLOFFERTA TURISTICA E RICETTIVA LOCALE 3.1 INCREMENTARE E QUALIFICARE LA DOTAZIONE RICETTIVA ALBERGHIERA LOCALE 3.2 DIVERSIFICARE LA DOTAZIONE RICETTIVA LOCALE 3. IMPLEMENTAZIONE, QUALIFICAZIONE E DIVERSIFICAZIONE DELLOFFERTA RICETTIVA LOCALE Piano dAzione Piano della qualificazione del sistema della ricettività e dellaccoglienza turistica OBIETTIVI operativi 3. IMPLEMENTAZIONE, QUALIFICAZIONE E DIVERSIFICAZIONE DELLOFFERTA RICETTIVA LOCALE 3.3 QUALIFICARE E INNOVARE IL SISTEMA DACCOGLIENZA LOCALE

16 Piano finanziario: ripartizione investimenti per Piani d Azione Linvestimento complessivo per il triennio 2010/2012 e composto da 131 proposte progettuali, ripartito sui diversi Piani dAzione è così articolato: 1. Piano della comunicazione, promozione e commercializzazione turistica pari a circa 6 milioni di euro equivalente a circa il 4% del totale; 2. Piano della valorizzazione delle infrastrutture turistiche pari a circa 85 milioni di euro equivalente a circa il 56% del totale, di cui: 2.1 Piano del turismo bianco circa 17 milioni; 2.2 Piano del turismo verde circa 42 milioni; 2.3 Piano della mobilità sostenibile e complementare circa 26 milioni; 3. Piano della qualificazione del sistema della ricettività e formazione locale pari a circa 60 milioni di euro equivalente a circa il 40% del totale.

17 Piano finanziario: ripartizione investimenti pubblici/privati Il PST, relativamente al triennio 2010/2012, prevede 131 proposte progettuali per un investimento complessivo di circa 151,1 milioni di euro, di cui: 78 di competenza pubblica, per un investimento pari a circa 73,9 milioni di euro corrispondente a circa il 48,9% del totale; 52 proposti da soggetti privati, per un investimento pari a circa 76,5 milioni di euro corrispondente a circa il 50,6% del totale; 1 in compartecipazione pubblico/privato, per un investimento pari a circa 0,6 milioni di euro corrispondente a circa il 0,4% del totale.

18 Piano finanziario: quadro di sintesi Programma di Sviluppo Turistico 2010/2012 FONTI FINANZIAMENTO INTERNE FONTI ESTERNE PIANO D'AZIONE SOGGETTO COORDINATORE DEL PIANO TEMPI DI ATTUAZIONE COSTO TOTALE % SU COSTO TOTALE PSTpubblicheprivate regionali / pubbliche altre / private 1. Piano della comunicazione, promozione e commercializzazione turistica Consorzio Adamello ski2010 / ,003, , , ,00 2. Piano della valorizzazione delle infrastrutture turistiche Unione dei Comuni dell'alta Valle Camonica 2010 / ,1056, , , , Piano del turismo bianco2010 / ,00 11, , , , Piano del turismo verde2010 / ,6027, , , , Piano della mobilit à sostenibile e complementare2010 / ,50 17, ,25 3. Piano della qualificazione del sistema della ricettivit à e formazione locale Associazione albergatori alta Valle Camonica2010 / ,3140, , ,86 TOTALI ,41 100, , , ,41

19 Luca Gnali Mauro Bertelli Informazioni Fabio Gregorini


Scaricare ppt "Aggiornamento PST ADAMELLO 2009/2013 SISTEMA TURISTICO INTERREGIONALE ADAMELLO 2009/2013 … per un turismo per tutte le stagioni Riconosciuto con D.G.R."

Presentazioni simili


Annunci Google