La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Programma Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Programma Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese."— Transcript della presentazione:

1 Programma Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese

2 Programma Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese

3 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 3 Cari Colleghi, le numerose revisioni del welfare, nel nostro ed in altri Paesi, hanno fortemente modificato la Sanità e, allinterno di essa, lassistenza farmaceutica. Inoltre, il Sistema Sanitario Nazionale è stato definitivamente superato dai Sistemi Sanitari Regionali imposti dal federalismo fiscale e dalle modifiche del Titolo V della Costituzione, che hanno prodotto soluzioni assistenziali quantitativamente e qualitativamente diverse, in molti casi alternative, e sostanzialmente disomogenee. Questi cambiamenti radicali, insieme al riordino della sanità disposto dalla legge 502/92 e dal DLgs 517/93 (con i quali viene avviata laziendalizzazione delle Aziende Sanitarie) che procede lentamente ed in modo spesso contraddittorio (smentendo, peraltro, molte delle finalità che il legislatore si era posto) hanno prodotto cambiamenti e discontinuità dellassistenza farmaceutica.

4 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 4 In questo scenario confuso e convulso lindustria farmaceutica non è riuscita a darsi una strategia ed una politica industriale stabile, alternando innovazioni organizzative avanzate con commercializzazioni estremamente aggressive, che sovente sono state oggetto di attenzioni mediatiche particolarmente severe, di interventi della magistratura e di indagini su vasta scala. Linformazione scientifica sui farmaci, quale espressione esterna dellindustria e di interfaccia tra divulgazione della ricerca, impiego terapeutico ed ente erogante, accentra su di sé tutte le contraddizioni del sistema e le esprime attraverso una molteplicità di forme contrattuali, organizzazioni interne e processi formativi, che snaturano o, quantomeno, modificano le espressioni professionali in termini qualitativi e, spesso, anche etici. La nostra attività è enormemente influenzata dai cambiamenti socio-sanitari, dalla assegnazione delle risorse, dal ricorso alle capacità impositive delle regioni e dalle misure di contenimento emanate, sempre e solo, sulla spesa farmaceutica.

5 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 5 Il passaggio dallassistenza farmaceutica a piè di lista degli anni precedenti ( con leggi di ripiano dei disavanzi e con conseguente crescita quasi garantita dei fatturati e della spesa) alla assistenza a tetto di spesa, rigido e con esclusiva copertura degli splafonamenti attraverso fondi regionali (che non ci sono), impone una particolare attenzione alle realtà territoriali, perché unici, reali centri decisionali ove si verifica la compatibilità delle erogazioni di beni e di servizi sanitari con le esigenze di bilancio. Le aziende farmaceutiche stentano ad adeguarsi alle nuove realtà e continuano (fino a quando ciò potrà ancora durare) a lavorare sul medico, trascurando il sistema e le sue ricadute sullassistenza farmaceutica ( ticket, liste negative, erogazioni del 1° ciclo terapeutico, distribuzione diretta, gare per equivalenti equipollenti, erogazione in doppio canale, limitazioni delle sperimentazioni cliniche, dellaccesso alle strutture, della consegna dei campioni gratuiti, etc.,etc.).

6 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 6 La risposta industriale più frequente è la lievitazione delle reti esterne e del numero degli informatori (inquadrati attraverso le forme contrattuali più svariate ed insieme più precarie) linserimento di numerose nuove figure professionali, la informatizzazione di tutti i dati in entrata e in uscita, la pianificazione rigida di tutte le attività, la deprofessionalizzazione dellinformazione scientifica sui farmaci. Gli Informatori e per loro conto lAIISF devono dare risposte alle nuove realtà, che, in quanto tali, non possono essere affrontate con metodi non più attuali, ma necessitano di cambiamenti strutturali e di strumenti di decentramento capaci di favorire il dialogo con i diversi livelli istituzionali, centrali e periferici ed, insieme, di interloquire con gli ordini professionali, con le parti sociali e con lindustria, utilizzando soluzioni agili, flessibili e tecnologicamente avanzati.

7 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 7 LAIISF ha mantenuto invariata nel tempo la sua organizzazione, caratterizzata da una centralizzazione forte, adatta a soddisfare, così come ha fatto nel passato, esigenze differenti, ma inadatta ormai ad interpretare e, quindi, a rappresentare le esigenze di una categoria sempre più giovane, che si misura con sistemi, organizzazioni interne e nuove professionalità prima inimmaginabili. Ritardare la riorganizzazione ed il rinnovamento dellAIISF in attesa, come più volte è avvenuto, dellapprovazione dellAlbo sarebbe un errore irrimediabile perché, qualunque siano i tempi di approvazione ed ancor più se saranno brevi ( e ci auguriamo siano brevissimi), sarà necessario potere disporre di una associazione ancora più efficiente, evitando di farci trovare impreparati o, peggio ancora, inadeguati. Sarà, infatti, particolarmente importante poter disporre di una associazione più efficiente nel periodo transitorio, che non sarà brevissimo, che intercorre tra lapprovazione dellAlbo e la sua reale costituzione.

8 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 8 LAIISF, quindi, sarà chiamata a svolgere un ruolo che potrebbe anche essere in parte diverso, ma che per numerosi anni sarà ancora insostituibile. E necessario, pertanto, una AIISF rinnovata, che abbia un progetto organizzativo ampio e che preveda una reimpostazione dei servizi, una gestione economica organizzata per centri di costo, che individui budget di spesa finalizzati con compensazioni periodiche, che riceva obiettivi precisi dal Consiglio Nazionale, che attivi organismi regionali di consultazione di gestione, potenziando gli organismi associativi regionali, che non disperda le esperienze e le capacità dei colleghi che, se pure non direttamente coinvolti nella gestione, possono ancora offrire un importante contributo. LAIISF non può restare uguale a se stessa, perché non è più uguale a se stesso il mondo di riferimento, perché lo scenario socio-sanitario è cambiato definitivamente, così come è cambiato il rapporto ISF/Azienda e, quindi, anche il Servizio di Informazione sui farmaci ad uso umano.

9 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 9 Il Progetto Organizzativo che Vi proponiamo vuole essere solo una linea di indirizzo che, se condivisa,potrà esser arricchita e migliorata con il contributo di tutti, al fine di renderla ancora più vicina alle esigenze degli informatori, tenendo sempre conto che si tratterà di un processo in continua evoluzione (fortemente condizionato da un legislatore ondivago) che modificherà la sua organizzazione ogni volta che le condizioni lo renderanno necessario. A nostro avviso, peraltro, bisogna intervenire immediatamente per arrestare la evidente disaffezione allAIISF, che da anni è in costante pericoloso aumento e che produce una preoccupante diminuzione percentuale degli iscritti, e per recuperare le già troppo numerose associazioni autonome che continuano a crescer e ad aumentare di numero.

10 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 10 Qualsiasi associazione ha diritto di rappresentanza, tuttavia, la sua rappresentatività e la forza delle posizioni proposte sarà diretta funzione del numero dei soggetti che rappresenta e, solo successivamente, anche della valenza delle posizioni assunte. Carlo Aloe, Giovanni Gori, Fabio Gregori, Alfredo Lambelet, Edoardo Mazzetto, Nino Sala, Enzo Savarese

11 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 11 Progetto Organizzativo 1.Organizzazione Nazionale 2.Organizzazione Regionale 3.Pubbliche relazioni e rapporti con il Parlamento 4.Organizzazione interna 5.Attività delle Sezioni Regionali 6.Attività delle Sezioni 7.Giornale 8.UIADM 1.Organizzazione Nazionale 2.Organizzazione Regionale 3.Pubbliche relazioni e rapporti con il Parlamento 4.Organizzazione interna 5.Attività delle Sezioni Regionali 6.Attività delle Sezioni 7.Giornale 8.UIADM

12 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Organizzazione Nazionale Progetto Organizzativo 1. Organizzazione Nazionale Ogni membro dellEsecutivo è affiancato da 2 collaboratori scelti tra i nominativi forniti dalle Sezioni RegionaliOgni membro dellEsecutivo è affiancato da 2 collaboratori scelti tra i nominativi forniti dalle Sezioni Regionali LEsecutivo Nazionale attribuisce le deleghe tra i consiglieri eletti e tra i membri della Consulta.LEsecutivo Nazionale attribuisce le deleghe tra i consiglieri eletti e tra i membri della Consulta. Ogni membro dellEsecutivo è affiancato da 2 collaboratori scelti tra i nominativi forniti dalle Sezioni RegionaliOgni membro dellEsecutivo è affiancato da 2 collaboratori scelti tra i nominativi forniti dalle Sezioni Regionali LEsecutivo Nazionale attribuisce le deleghe tra i consiglieri eletti e tra i membri della Consulta.LEsecutivo Nazionale attribuisce le deleghe tra i consiglieri eletti e tra i membri della Consulta.

13 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Organizzazione Regionale Progetto Organizzativo 2. Organizzazione Regionale Il Presidente Nazionale chiamerà a fare parte della Consulta un rappresentante indicato dalla RegioneIl Presidente Nazionale chiamerà a fare parte della Consulta un rappresentante indicato dalla Regione La Sezione Regionale sarà finanziata dallEsecutivo Nazionale, con fondo finalizzato, costituito dal 10% del totale delle quote nazionali percepite; Le Sezioni Regionali percepiranno l8% delle quote versate dalle proprie province allEsecutivo Nazionale. Il 2% delle quote del fondo finalizzato sarà devoluto alla promozione delle Sezioni Regionali non ancora costituite e alle Regioni in difficoltàLa Sezione Regionale sarà finanziata dallEsecutivo Nazionale, con fondo finalizzato, costituito dal 10% del totale delle quote nazionali percepite; Le Sezioni Regionali percepiranno l8% delle quote versate dalle proprie province allEsecutivo Nazionale. Il 2% delle quote del fondo finalizzato sarà devoluto alla promozione delle Sezioni Regionali non ancora costituite e alle Regioni in difficoltà

14 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Pubbliche relazioni e rapporti con il Parlamento Progetto Organizzativo 3. Pubbliche relazioni e rapporti con il Parlamento LEsecutivo Nazionale nomina il responsabile dei rapporti con i personaggi chiave - istituzionali e parlamentariLEsecutivo Nazionale nomina il responsabile dei rapporti con i personaggi chiave - istituzionali e parlamentari Il Responsabile dei rapporti con i personaggi chiave Riferisce allEsecutivo NazionaleIl Responsabile dei rapporti con i personaggi chiave Riferisce allEsecutivo Nazionale Opera in piena autonomia e con fondi finalizzatiOpera in piena autonomia e con fondi finalizzati

15 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Pubbliche relazioni e rapporti con il Parlamento Progetto Organizzativo 3. Pubbliche relazioni e rapporti con il Parlamento Settore autonomoSettore autonomo Budget finalizzatoBudget finalizzato Riferisce allEsecutivo NazionaleRiferisce allEsecutivo Nazionale

16 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 16

17 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Organizzazione Interna - Progetto Organizzativo 4. Organizzazione Interna - Priorità Informatizzazione di tutte le le Sezioni RegionaliInformatizzazione di tutte le le Sezioni Regionali Raccolta di tutti gli iscrittiRaccolta di tutti gli iscritti Intranet (sito efficiente con password per Sezioni Regionali e Provinciali)Intranet (sito efficiente con password per Sezioni Regionali e Provinciali) Centralizzazione dei Siti (LinK)Centralizzazione dei Siti (LinK) Dati Sede tutti accessibili con passwordDati Sede tutti accessibili con password Banche dati tutti accessibili con passwordBanche dati tutti accessibili con password Iscrizione anche via internet con carta di creditoIscrizione anche via internet con carta di credito Giornale telematico ad aggiornamento continuoGiornale telematico ad aggiornamento continuo

18 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 18 Aree Tematiche IstituzionaleIstituzionale IndustrialeIndustriale CulturaleCulturale SindacaleSindacale SocialeSociale

19 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 19 Esecutivo Nazionale- Area Tematica Istituzionale Rapporti con:Rapporti con: Ministero della SaluteMinistero della Salute Conferenza Stato/RegioniConferenza Stato/Regioni Associazione Nazionale DG di Aziende Sanitarie (Fiaso – Federsanità)Associazione Nazionale DG di Aziende Sanitarie (Fiaso – Federsanità) Associazione responsabili di distrettiAssociazione responsabili di distretti Ufficio del Garante della privacyUfficio del Garante della privacy NASNAS

20 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 20 Esecutivo Nazionale- Area Tematica Industriale FarmindustriaFarmindustria FedergenericiFedergenerici

21 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 21 Esecutivo Nazionale- Area Tematica Culturale Ordini ProfessionaliOrdini Professionali UniversitàUniversità Provider per ECMProvider per ECM MdS per ECMMdS per ECM Istituto Superiore di SanitàIstituto Superiore di Sanità

22 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 22 Esecutivo Nazionale- Area Tematica Sindacale Mantenere rapporti aperti con: Tutte le OOSS cui gli associati aderisconoTutte le OOSS cui gli associati aderiscono Sindacati mediciSindacati medici FederfarmaFederfarma ADFADF Sifo/SinafoSifo/Sinafo Ministero del LavoroMinistero del Lavoro

23 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 23 Esecutivo Nazionale- Area Tematica Sociale Parti sociali (sindacato pensionati, funzione pubblica, etc)Parti sociali (sindacato pensionati, funzione pubblica, etc) Tribunale del MalatoTribunale del Malato CRICRI Associazione consumatoriAssociazione consumatori

24 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 24 Esecutivo Nazionale- Area Tematica Cooperative di lavoroCooperative di lavoro Avvicinamento delle associazioni autonomeAvvicinamento delle associazioni autonome Pari opportunitàPari opportunità

25 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 25 Interventi Operativi Assegnare DelegheAssegnare Deleghe Nominare collaboratori Esecutivo NazionaleNominare collaboratori Esecutivo Nazionale Nominare componente pari opportunitàNominare componente pari opportunità Costituire ConsultaCostituire Consulta InformatizzazioneInformatizzazione Consiglio Nazionale Straordinario per Consiglio delle RegioniConsiglio Nazionale Straordinario per Consiglio delle Regioni

26 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Attività delle Sezioni Regionali Progetto Organizzativo 5. Attività delle Sezioni Regionali Attività interne: Rapporto con le figure apicali RegionaliRapporto con le figure apicali Regionali (Istituzionali, Sanitarie, Politiche,Ordini Professionali, Parti sociali, Tribunale del Malato) (Istituzionali, Sanitarie, Politiche,Ordini Professionali, Parti sociali, Tribunale del Malato) Attività esterne: Rapporti con lEsecutivo Nazionale (partecipazione Consulta, legame continuo attraverso collaboratori Esecutivo Nazionale)Rapporti con lEsecutivo Nazionale (partecipazione Consulta, legame continuo attraverso collaboratori Esecutivo Nazionale) Rapporti con le SezioniRapporti con le Sezioni

27 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Attività delle Sezioni Progetto Organizzativo 6. Attività delle Sezioni Compartecipazione allo sviluppo delle Sezioni RegionaliCompartecipazione allo sviluppo delle Sezioni Regionali Processi di formazione e aggiornamento dei colleghiProcessi di formazione e aggiornamento dei colleghi Rapporti con ASL/AO e responsabili di Servizi e di DistrettiRapporti con ASL/AO e responsabili di Servizi e di Distretti

28 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese Giornale Progetto Organizzativo 7. Giornale Algoritmi interamente informatizzatoAlgoritmi interamente informatizzato Versione cartacea = sintesi periodica del giornale informatizzatoVersione cartacea = sintesi periodica del giornale informatizzato Giornale telematico ad inserimento direttoGiornale telematico ad inserimento diretto Responsabilità della Informatizzazione delle SediResponsabilità della Informatizzazione delle Sedi

29 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 29 Attuale Situazione AIISF Iscrizioni dal 1984 al 2003Iscrizioni dal 1984 al 2003 dal 1993 al 2003 dal 1993 al 2003

30 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 30

31 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 31 Numero isf Andamento iscrizioni * * fonte: dr Nello Martini – intervista Sole 24 Ore Sanità

32 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 32

33 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 33

34 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 34 Andamento iscrizioni Numero isf

35 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 35 Attuale Situazione AIISF Bilancio 2003 : Misure di contenimentoMisure di contenimento Risultati Risultati

36 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 36 Previsione annunciata al Consiglio Nazionale 2003 Obiettivo Consiglio Nazionale 2003

37 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 37

38 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 38

39 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese UIADM Progetto Organizzativo 8. UIADM 1.Valutare costi adesione UIADM 2.Stabilire obiettivi AIISF in UIADM 3.Verificare raggiungimento obiettivi

40 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 40 Riorganizzazione Interna Interna Esterna Esterna

41 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 41 Riorganizzazione interna I.Aspetti Amministrativi II.Aspetti Logistico/Gestionali III.Aspetti Territoriali

42 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 42 Riorganizzazione interna I. Aspetti Amministrativi Attività FinanziariaAttività Finanziaria

43 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 43 Riorganizzazione interna Aspetti Amministrativi Riorganizzazione interna I. Aspetti Amministrativi Attività finanziaria Gestione Economica e centri di costoGestione Economica e centri di costo Finanziamento progetti/obiettivoFinanziamento progetti/obiettivo

44 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 44 Riorganizzazione interna Aspetti logistico-gestionali Riorganizzazione interna II. Aspetti logistico-gestionali Statuto più agileStatuto più agile Informatizzazione possibileInformatizzazione possibile Attività di Segreteria

45 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 45 Riorganizzazione interna Aspetti logistico-gestionali Riorganizzazione interna II. Aspetti logistico-gestionali Semplificare le procedureSemplificare le procedure alleggerimento centrale e periferico degli obblighi amministrativialleggerimento centrale e periferico degli obblighi amministrativi adeguare, ove possibile, gli adempimenti alle esigenze di informatizzazioneadeguare, ove possibile, gli adempimenti alle esigenze di informatizzazione Statuto più agile

46 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 46 Riorganizzazione interna Aspetti logistico-gestionali Riorganizzazione interna II. Aspetti logistico-gestionali Informatizzazione possibile Conciliare i carichi di lavoro di Segreteria con lattività lavorativaConciliare i carichi di lavoro di Segreteria con lattività lavorativa rendere accessibile e visibile allesterno le attività svolterendere accessibile e visibile allesterno le attività svolte rendere più agile e più efficace lattività dellesecutivorendere più agile e più efficace lattività dellesecutivo

47 Assisi 2004Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese 47 Riorganizzazione interna III. Attività territoriale Promuovere lassociazionismoPromuovere lassociazionismo promuovere lo sviluppo della professionalità dellassociatopromuovere lo sviluppo della professionalità dellassociato interpretare e coordinare le esigenze territoriali di struttura semplificando lattività burocratica territorialeinterpretare e coordinare le esigenze territoriali di struttura semplificando lattività burocratica territoriale

48 Conf. Stato-Regioni


Scaricare ppt "Programma Aloe, Gori, Gregori, Lambelet, Mazzetto, Sala, Savarese."

Presentazioni simili


Annunci Google