La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORGANIZZAZIONE ATTIVITA DI RECUPERO in base O.M. 92/2007 PROPOSTE ELABORATE dal COMITATO TECNICO del 17 nov 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORGANIZZAZIONE ATTIVITA DI RECUPERO in base O.M. 92/2007 PROPOSTE ELABORATE dal COMITATO TECNICO del 17 nov 2011."— Transcript della presentazione:

1 ORGANIZZAZIONE ATTIVITA DI RECUPERO in base O.M. 92/2007 PROPOSTE ELABORATE dal COMITATO TECNICO del 17 nov 2011

2 OGGETTO del RECUPERO e della VERIFICA materia con insufficienza ( se unica valutazione) materia con insufficienza ( se unica valutazione) materia con insufficienza sia nello scritto che nellorale (se doppia valutazione) materia con insufficienza sia nello scritto che nellorale (se doppia valutazione) materia con GRAVE insufficienza o nello scritto o nellorale materia con GRAVE insufficienza o nello scritto o nellorale TUTTE queste materie devono essere oggetto di verifica attraverso prova documentata TUTTE queste materie devono essere oggetto di verifica attraverso prova documentata

3 ATTIVITA DI RECUPERO Problematiche a.s concentrazione prove di verifica concentrazione prove di verifica carico di lavoro degli studenti carico di lavoro degli studenti scarso utilizzo della modalità studio assistito scarso utilizzo della modalità studio assistito scarsa correlazione tra tipologia di intervento e/o impegno economico ed esiti del recupero scarsa correlazione tra tipologia di intervento e/o impegno economico ed esiti del recupero problematicità recupero in itinere problematicità recupero in itinere

4 ATTIVITA DI RECUPERO Aspetti positivi e nuove proposte efficacia dello sportello didattico e dello sportello obbligatorio efficacia dello sportello didattico e dello sportello obbligatorio razionalizzazione dellimpegno di spesa razionalizzazione dellimpegno di spesa studenti tutor studenti tutor

5 SOSTEGNO DISCIPLINARE Accesso allo sportello su richiesta volontaria dello studente o su indicazione dellinsegnante (in questo ultimo caso diventa obbligatorio per lo studente) Accesso allo sportello su richiesta volontaria dello studente o su indicazione dellinsegnante (in questo ultimo caso diventa obbligatorio per lo studente) Lo sportello non può essere effettuato per singoli studenti Lo sportello non può essere effettuato per singoli studenti Lo sportello indicato dallinsegnante può essere organizzato per classi parallele o per corso (con numero minimo di 5 studenti) Lo sportello indicato dallinsegnante può essere organizzato per classi parallele o per corso (con numero minimo di 5 studenti) La disponibilità dei docenti deve essere concordata in sede di Dipartimento La disponibilità dei docenti deve essere concordata in sede di Dipartimentodisponibilità dei docenti disponibilità dei docenti Il limite delle ore utilizzabili è stabilito dal Comitato Tecnico Il limite delle ore utilizzabili è stabilito dal Comitato Tecnicolimite delle ore limite delle ore

6 STUDIO ASSISTITO Si svolge in orario pomeridiano per gruppi ristretti di alunni con lassistenza/consulenza di docenti dellistituto (su proposta del Dipartimento) Si svolge in orario pomeridiano per gruppi ristretti di alunni con lassistenza/consulenza di docenti dellistituto (su proposta del Dipartimento) Classi interessate e materie: BIENNIO e TERZE Latino e Matematica Classi interessate e materie: BIENNIO e TERZE Latino e Matematica Periodicità: 1 pomeriggio settimanale per fascia di classe/materia Periodicità: 1 pomeriggio settimanale per fascia di classe/materia Retribuito come sportello disciplinare Retribuito come sportello disciplinare

7 ATTIVITA DI RECUPERO PROPOSTA settimana (30 gen – 4 feb) di pausa del programma per TUTTE le materie settimana (30 gen – 4 feb) di pausa del programma per TUTTE le materie (23-28 gen terze sociale) (23-28 gen terze sociale) attività in classe in questa settimana: lavoro cooperativo tra studenti fascia alta e studenti in difficoltà con la supervisione del docente attività in classe in questa settimana: lavoro cooperativo tra studenti fascia alta e studenti in difficoltà con la supervisione del docente possibilità di svolgere approfondimenti per le materie senza (o con pochi) alunni con carenze possibilità di svolgere approfondimenti per le materie senza (o con pochi) alunni con carenze

8 ATTIVITA DI RECUPERO PROPOSTA in NESSUNA materia viene assegnato lavoro pomeridiano da svolgere a casa in NESSUNA materia viene assegnato lavoro pomeridiano da svolgere a casa in quella settimana e nelle 2 successive corsi di recupero nelle materie con elevato numero di insufficienze (valgono criteri dello scorso anno) in quella settimana e nelle 2 successive corsi di recupero nelle materie con elevato numero di insufficienze (valgono criteri dello scorso anno) conferma delle attività di sportello e dello sportello obbligatorio conferma delle attività di sportello e dello sportello obbligatorio

9 ATTIVITA DI RECUPERO PROPOSTA conferma e potenziamento dello studio assistito (rivolto anche a studenti di altri anni di corso e ad altre materie) conferma e potenziamento dello studio assistito (rivolto anche a studenti di altri anni di corso e ad altre materie) possibilità di tutoraggio on-line da parte di studenti esperti con la supervisione del docente (sperimentazione su base volontaria da parte dei docenti) possibilità di tutoraggio on-line da parte di studenti esperti con la supervisione del docente (sperimentazione su base volontaria da parte dei docenti)

10 LE TIPOLOGIE di INTERVENTO Pausa didattica Pausa didattica Sostegno disciplinare (sportello didattico) Sostegno disciplinare (sportello didattico) Corsi di recupero Corsi di recupero Studio assistito Studio assistito Studio autonomo Studio autonomo Delle modalità adottate viene data comunicazione scritta alle famiglie, entro il 17 dicembre 2011

11 CORSI di RECUPERO Corsi di 6 ore per materia Corsi di 6 ore per materia Lezioni settimanali di 2 ore ciascuna Lezioni settimanali di 2 ore ciascuna Periodo: dal 30 gennaio 2012 Periodo: dal 30 gennaio 2012 Organizzati per classi parallele Organizzati per classi parallele gruppi classe con docente in comune gruppi classe con docente in comune compatibilità numero studenti compatibilità numero studenti Numero di alunni per corso: min 10 – max 15 Numero di alunni per corso: min 10 – max 15 (con eccezioni per il Liceo classico) (con eccezioni per il Liceo classico) Gli obiettivi del corso sono concordati con i docenti degli alunni Gli obiettivi del corso sono concordati con i docenti degli alunni Ogni alunno può frequentare al massimo 2 corsi Ogni alunno può frequentare al massimo 2 corsi Per matematica accorpamento degli studenti per livello (e anche tra indirizzo linguistico, sc.umane, classico) Per matematica accorpamento degli studenti per livello (e anche tra indirizzo linguistico, sc.umane, classico)

12 MODALITA ASSEGNAZIONE del/dei CORSO/I 1. Individuazione corsi da attivare con numero minimo di alunni, considerando lindirizzo e lanno di corso 2. Priorità per listituzione del corso: Scientifico: 3^ (matematica) - 3^ (latino) – 5^ (matematica) - 4^ (chimica) – 2^ (matematica - latino) – 1^ Scientifico: 3^ (matematica) - 3^ (latino) – 5^ (matematica) - 4^ (chimica) – 2^ (matematica - latino) – 1^ Classico: 1^ - 3^ - 5^ (latino – greco) Classico: 1^ - 3^ - 5^ (latino – greco) Sociale: 1^ - 3^ - 5^ - 2^ - 4^ Sociale: 1^ - 3^ - 5^ - 2^ - 4^ 3. Massimo numero di ore attivabili 130 (1/2 scientifico, 1/3 sociale, classico 1/6)

13 ATTIVITA DI RECUPERO PROPOSTA VERIFICHEVERIFICHE - entro 11 feb per materie senza indicazioni specifiche - entro 11 feb per materie senza indicazioni specifiche - entro 18 feb per materie con sportello obbligatorio - entro 18 feb per materie con sportello obbligatorio - entro 29 feb per materie nelle quali sono previsti corsi di recupero - entro 29 feb per materie nelle quali sono previsti corsi di recupero


Scaricare ppt "ORGANIZZAZIONE ATTIVITA DI RECUPERO in base O.M. 92/2007 PROPOSTE ELABORATE dal COMITATO TECNICO del 17 nov 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google