La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di formazione Abuso e maltrattamento in danno a minori in ambito sanitario : buona prassi per la rilevazione,segnalazione e trattamento Aula Magna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di formazione Abuso e maltrattamento in danno a minori in ambito sanitario : buona prassi per la rilevazione,segnalazione e trattamento Aula Magna."— Transcript della presentazione:

1 Corso di formazione Abuso e maltrattamento in danno a minori in ambito sanitario : buona prassi per la rilevazione,segnalazione e trattamento Aula Magna Facolta’ di Giurisprudenza 13/05/2009 Corso di formazione Abuso e maltrattamento in danno a minori in ambito sanitario : buona prassi per la rilevazione,segnalazione e trattamento Aula Magna Facolta’ di Giurisprudenza 13/05/2009 Dr Amadori Elisa Divisione Pediatrica Ospedale del Delta

2 Effetti del maltrattamento infantile sullo sviluppo cerebrale

3 La violenza all’infanzia OMS Bruxelles 3/10/2002 :primo rapporto mondiale su violenza e salute OMS Bruxelles 3/10/2002 :primo rapporto mondiale su violenza e salute La violenza e’ un problema primario di salute pubblica nel mondo intero e bisogna fare congrui investimenti in ogni nazione per prevenirla e curarne le conseguenze La violenza e’ un problema primario di salute pubblica nel mondo intero e bisogna fare congrui investimenti in ogni nazione per prevenirla e curarne le conseguenze

4 Novita’ culturale costituita dal riconoscimento dell’esistenza per gran parte dell’umanita’ di condizioni gravemente turbative del benessere e dei processi di sviluppo dovute a processi di trauma e vittimizzazione in Novita’ culturale costituita dal riconoscimento dell’esistenza per gran parte dell’umanita’ di condizioni gravemente turbative del benessere e dei processi di sviluppo dovute a processi di trauma e vittimizzazione in cui l’insidia risiede nelle relazioni preposte al benessere cui l’insidia risiede nelle relazioni preposte al benessere

5 Esperienze Sfavorevoli Infantili Insieme di situazioni vissute nell’infanzia che incidono significativamente sui processi di attaccamento e che si possono definire “incidenti di percorso” negativi piu’ o meno cronici rispetto all’ideale percorso evolutivo sia sul piano personale che relazionale Insieme di situazioni vissute nell’infanzia che incidono significativamente sui processi di attaccamento e che si possono definire “incidenti di percorso” negativi piu’ o meno cronici rispetto all’ideale percorso evolutivo sia sul piano personale che relazionale

6 E’ possibile soprattutto nei bambini piccoli che i circuiti neuroendocrini E’ possibile soprattutto nei bambini piccoli che i circuiti neuroendocrini attivati dal trauma divengano permanenti,alterando la plasticita’ cerebrale e condizionando la personalita’ del futuro adulto attivati dal trauma divengano permanenti,alterando la plasticita’ cerebrale e condizionando la personalita’ del futuro adulto

7 Cervello e mente  Mente:cognizione,emozione,comportamento  Cervello:struttura funzioni- cellule,sinapsi,neurotrasmettitori  Differenti aree cerebrali sono coinvolte in differenti funzioni mentali,con molteplici connessioni  Gia’conosciamo gli effetti sulla mente degli abusi  Piu’ nuovo il capitolo degli effetti sul cervello

8 Equivalente Cervello-Mente  Attivita’ del lobo frontale sinistro associata con il comportamento relazionale e le emozioni positive  Attivita’ del lobo frontale destro associata con il comportamento di evitamento e le emozioni negative  Corteccia prefrontale:regolazione emotiva,motivazione,progettazione

9 Sviluppo cerebrale  La maggior parte dei neuroni si formano e migrano nel periodo embrionale e prima fase di vita post natale.  La maggior crescita cerebrale e’ nel 1° anno,continua fino al 4°  Nei primi 2 aa overproduzione di assoni e dentriti,cell. gliali  Le sinapsi si collegano casualmente  Sequenza di sinaptogenesi geneticamente determinata nelle aree cerebrali e successiva selezione di sinapsi

10  L’esperienza determina quali sinapsi vengono selezionate  Periodi critici/sensibili per diverse aree cerebrali che restano aperte/recettive  Se non vi e’ esperienza durante questo periodo sensibile,la capacita’ per quella funzione e’ perduta  La natura dell’esperienza determinera’ quali sinapsi sopravviveranno

11  Lo sviluppo in relazione all’esperienza nuovo apprendimento nuovo apprendimento nuove sinapsi nuove sinapsi  Nuovo apprendimento/sinapsi non sostituisce le precedenti  Studi neurobiologici sullo sviluppo infantile affermano che l’esperienza da direttamente forma alle strutture cerebrali

12 Fattori Prenatali  Abuso di alcool  Abuso di droghe  Stress materno  Maltrattamento

13 Effetti sullo sviluppo cerebrale di -Estrema deprivazione -Esperienze distorte -Stress -Interazioni genetico-ambientali

14 Estrema deprivazione-trascuratezza  Probabile periodo critico per lo sviluppo del timore per l’estraneo<3anni  Se non si forma il legame di attacca- mento selettivo nei tre anni,i bambini potrebbero diventare disinibiti nel loro approccio agli estranei mento selettivo nei tre anni,i bambini potrebbero diventare disinibiti nel loro approccio agli estranei

15 OSSITOCINA E VASORESSINA  Associato a stress ridotto  Amore filiale  Cure materne  Attaccamento sicuro

16 RISPOSTA ALLO STRESS  Meccanismo di difesa fisiologico e psicologico  Necessario per la sopravvivenza  Variazioni individuali nella risposta allo stress,basati sulle differenze nel temperamento (genetica) e sulla esperienza pregressa

17 RISPOSTA ALLO STRESS  Sistema nervoso simpatico (immediata) adrenalina-noradrenalina :risposta di lotta e fuga (FF) adrenalina-noradrenalina :risposta di lotta e fuga (FF) aumento Pa,Fc,glicemia. aumento Pa,Fc,glicemia.  Riduzione vasopressina –ossitocina.  Sistema dei neurotrasmettitori  Asse ipotalomo -ipofisi-surrene

18 PERCORSO DELLO STRESS STRESS CORTECCIA PREFR. DOPAMINA DOPAMINA AMIGDALA AMIGDALA IPOTALAMO IPOTALAMO ASSE IIS ASSE IIS NORADRENALINA NORADRENALINA cortisolo cortisolo LOCUS CERULEUS

19 MECCANISMI DI COMPENSO Stress persistenti  cortisolo Stress persistenti  cortisolo depressione della reazione depressione della reazione sist.dopaminergico stress e adattamento allo stesso n.vago-sist.parasimpatico endorfine endorfine spegnimento della reazione FF spegnimento della reazione FF

20 COSTI DELLA RISPOSTA ALLO STRESS  Cortisolo  divisione cell.gliali  mielinizzazione mielinizzazione  Cortisolo  ridotta risposta immunitaria e infiammatoria  Ippocampo e verme danneggiati dal cortisolo (Ippocampo connesso alla memoria) (Ippocampo connesso alla memoria)

21 EFFETTI DELLA RISPOSTA ALLO STRESS Bambini con DTPS,abusati sessualmente a 2-6 aa,fisicamente a1-3aa +violenza domestica  Bambini con DTPS,abusati sessualmente a 2-6 aa,fisicamente a1-3aa +violenza domestica   Ridotto volume cerebrale alla RMN  Ridotto spessore della porzione media del corpo calloso  Inefficaci alcune aree dell’ippocampo  Anormalita’ correlate alla durata dell’abuso

22 VULNERABILITA’ GENETICA O RESILIENZA  La variabilita’ genetica determina in parte gli effetti dell’ambiente -Epigenetica -Epigenetica  Bambini vulnerabili agli effetti del maltrattamento -alta reattivita’ allo stress -alta reattivita’ allo stress -basso livello di espressione del gene che codifica l’enzima MAO che -basso livello di espressione del gene che codifica l’enzima MAO che interviene nel metabolismo dei neurotrasmettitori interviene nel metabolismo dei neurotrasmettitori  Resilienza genetica - assenza dell’aplotipoT.7del gene DRD4  fattore di resilienza - assenza dell’aplotipoT.7del gene DRD4  fattore di resilienza per l’attaccamento sicuro per l’attaccamento sicuro

23  L’epigenetica e’ lo studio dei cambiamenti nelle funzioni dei geni senza modificazioni nella sequenza del DNA influenzate dall’ambiente.  La metilazione del DNA puo’ modulare l’espressione rRNA e quindi della sintesi proteica  Studi Mc Gill University sui ratti e recenti sull’uomo

24 L’abuso infantile marca i geni ? “ E’ possibile che i cambiamenti nei marcatori epigenetici siano causati dall’esposizione ad abusi sessuali” “ E’ possibile che i cambiamenti nei marcatori epigenetici siano causati dall’esposizione ad abusi sessuali”

25 CONCLUSIONI CONCLUSIONI genetica esperienze stress Attaccamento sicuro Sviluppo cerebrale

26 “ SI DICE CHE IL TEMPO GUARISCA OGNI FERITA”. OGNI FERITA”. Il cacciatori di aquiloni K.Hosseini

27


Scaricare ppt "Corso di formazione Abuso e maltrattamento in danno a minori in ambito sanitario : buona prassi per la rilevazione,segnalazione e trattamento Aula Magna."

Presentazioni simili


Annunci Google