La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

08.09.2008Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 1 Il nuovo obbligo di istruzione: cosa cambia nella scuola?

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "08.09.2008Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 1 Il nuovo obbligo di istruzione: cosa cambia nella scuola?"— Transcript della presentazione:

1 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 1 Il nuovo obbligo di istruzione: cosa cambia nella scuola?

2 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 2

3 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 3 La scuola passato e futuro La scuola è il luogo in cui il presente è elaborato nell’intreccio tra passato e futuro, tra memoria e progetto

4 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 4 posto al centro pensare e realizzare persone che vivono qui e ora orizzonti di significato Lo studente è posto al centro dell’azione educativa in tutti i suoi aspetti: cognitivi, affettivi, relazionali, corporei, estetici, etici, spirituali, religiosi. In questa prospettiva i docenti dovranno pensare e realizzare i loro progetti educativi e didattici non per individui astratti, ma per persone che vivono qui e ora, che sollevano precise domande esistenziali, che vanno alla ricerca di orizzonti di significato.

5 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 5 Il sistema educativo deve formare cittadini in grado di partecipare consapevolmente partecipare consapevolmente alla costruzione di collettività più nazionale, quella europea, ampie e composite, siano esse quella nazionale, quella europea, quella mondiale. cittadinanza molto più ricca La finalità è una cittadinanza che certo permane coesa e vincolata ai valori fondanti della tradizione nazionale, ma che può essere alimentata da una varietà di espressioni ed esperienze personali molto più ricca che in passato. La nostra scuola, inoltre, deve formare cittadini italiani che siano nello stesso tempo cittadini dell’Europa e del mondo. stimola impara meglio crearla continuamente insieme “La promozione e lo sviluppo di ogni persona stimola in maniera vicendevole la promozione e lo sviluppo delle altre persone: ognuno impara meglio nella relazione con gli altri. Non basta convivere nella società, ma questa società bisogna crearla continuamente insieme”

6 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 6 condivisione di quei valori “In quanto comunità educante, la scuola genera una diffusa convivialità relazionale, intessuta di linguaggi affettivi ed emotivi, ed è anche in grado di promuovere la condivisione di quei valori che fanno sentire i membri della società come parte di una comunità vera e viva. apprendere essere La scuola affianca al compito dell’insegnare ad apprendere quello dell’insegnare ad essere.”

7 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 7 quadro di riferimento contestualizzare “Le indicazioni costituiscono il quadro di riferimento per la progettazione curricolare affidata alle scuole. Sono un testo aperto, che la comunità professionale è chiamata ad assumere e a contestualizzare, elaborando specifiche scelte relative a contenuti, metodi, organizzazione e valutazione. processo La costruzione del curricolo è il processo attraverso il quale si sviluppano e organizzano la ricerca e l’innovazione educativa.” 12

8 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 8 fronteggiare efficacemente “fronteggiare efficacemente richieste e compiti complessi comporta non solo il possesso di conoscenze ed abilità, ma anche emozioni e atteggiamenti adeguati a una efficace gestione di tali comportamenti. cognitive, ma anche componenti motivazionali, etiche, sociali, risultati di apprendimento (conoscenze e abilità), sistemi di valori e credenze ……” “Pertanto la nozione di competenza include componenti cognitive, ma anche componenti motivazionali, etiche, sociali, risultati di apprendimento (conoscenze e abilità), sistemi di valori e credenze ……” (OECD,2002) 13

9 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 9 strumenti connessioni “Le discipline sono strumenti del pensiero, mezzi di educazione; non sono territori chiusi, ma sono legati da profonde connessioni.”

10 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 10 Valorizzare Valorizzare l’esperienza e le conoscenze degli alunni. Attuare Attuare interventi adeguati nei riguardi delle diversità Favorire Favorire l’esplorazione e la scoperta Incoraggiare Incoraggiare l’apprendimento collaborativo. Promuovere Promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere.

11 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 11

12 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 12 differenzatra il programma e il curricolo E’ evidente la differenza tra il programma e il curricolo: il programma Il curricolo complesso processo la via il programma indica un insieme di contenuti definiti centralmente: a essi il docente doveva riferirsi per il suo insegnamento (…) Il curricolo parte anch’esso dai contenuti, ma delinea l’articolato e complesso processo delle tappe e delle scansioni dell’apprendimento. I contenuti stessi divengono così non tanto la guida dell’insegnante, quanto la via per far conseguire alle allieve e agli allievi conoscenze solidamente assimilate e durature nel tempo. professionalitàtutto il suo spazio autonomia processo di insegnamento/apprendimento E’ qui che la professionalità del docente trova tutto il suo spazio poiché può esplicarsi nel nuovo quadro di libertà culturale e progettuale, di flessibilità organizzativa e didattica garantito dall’autonomia (…) E’ l’azione didattica che risolve il curricolo in un processo di insegnamento/apprendimento teso a una formazione non solo solidamente compiuta, ma anche umanamente coinvolgente. In tal senso, esso è al centro della nuova scuola: ne interpreta le finalità e le traduce nei contesti delle pratiche educative.

13 Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 13 La competenza alla quale la scuola di base mira è, prima di tutto, generale e riferita all’essere persona e cittadino responsabile, nei confronti di se stesso, degli altri, della città (polis) e dell’ambiente in cui vive. essa concorre con gli strumenti che le sono propri Non è solo alla scuola che compete la responsabilità educativa né solo nella scuola avvengono i percorsi dell’apprendimento, ma essa concorre con gli strumenti che le sono propri e che sono gli strumenti della cultura. Le attività e le discipline di cui la scuola si avvale, mentre forniscono strumenti metodologici, mappe concettuali e chiavi di comprensione specifiche della realtà, rappresentano esse stesse potenti mezzi di educazione.


Scaricare ppt "08.09.2008Prof. Ermenegildo Ferrari - CIDI - Milano 1 Il nuovo obbligo di istruzione: cosa cambia nella scuola?"

Presentazioni simili


Annunci Google