La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Finanza Agevolata per lo Sviluppo dell’Impresa Ricerca Sviluppo Innovazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Finanza Agevolata per lo Sviluppo dell’Impresa Ricerca Sviluppo Innovazione."— Transcript della presentazione:

1 Finanza Agevolata per lo Sviluppo dell’Impresa Ricerca Sviluppo Innovazione

2 Strumenti e Opportunità Normativa U.E. (VI Programma Quadro Europeo) Normativa Nazionale (DM 593/00, L. 46/82, P.I.A.) Normativa regionale (L.R.E.R. 7/2002)

3 VI Programma Quadro

4 Strumenti del VI PQ (1)

5 Strumenti del VI PQ (3)

6 Strumenti del VI PQ (4)

7 Strumenti del VI PQ (5)

8 Bandi UE in scadenza (1) Bando CRAFT: attività di ricerca su tematiche orizzontali proposte da PMI Scadenza: 14 settembre 2005 Budget: 75 mio Euro

9 Bandi UE in scadenza (2) FP Transport-4: Invito tematico per l'area «Trasporti di superficie 3B». Scadenza: 1 Settembre 2005 Budget: IP o NoE  budget: 90 mio Euro STREP o CA  budget: 60 mio Euro

10 Programma Nazionale della Ricerca (1) I contributi per la ricerca e lo sviluppo tecnologico gestiti a livello nazionale hanno sostanzialmente due fonti. Per quanto riguarda il Piano Nazionale di Ricerca è il Governo Italiano che stanzia i fondi e decide sull'impiego. Per quanto riguarda i cosiddetti "fondi strutturali" è la Comunità Europea che stanzia le risorse che sono cofinanziate e gestite dai governi nazionali e regionali in base ad una programmazione raggiunta di comune accordo tra l'UE e questi ultimi.

11 PNR - FAR (1) Strumenti legislativi di maggiore interesse: D.M. n. 593 del 8 Agosto 2000 Art. 5: progetti industriali di R&S fino a 7,5 mio Euro Art. 14/c: commesse di ricerca (solo per PMI in aree depresse)

12 PNR - FAR (2) G.U. 24/02/2005: rifinanziato il FAR !

13 PNR – FAR – DM593 art. 5 (1) Scopo: finanziare progetti di R&S nelle imprese Beneficiari: Imprese produttrici di beni o di servizi Procedura valutativa: valutato da esperti del MIUR Durata: max 4 anni

14 PNR – FAR – DM593 art. 5 (2) Spese ammissibili per attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Precompetitivo* suddiviso nelle seguenti voci: Personale interno Spese Generali (a forfait 60% pers. int.) Consulenze e prestazioni di terzi Attrezzature e materiali Beni immateriali (brevetti, licenze, etc.) * I progetti devono essere a predominante quota di RI rispetto allo SP

15 PNR – FAR – DM593 art. 5 (3) Entità del contributo Per le attività di Ricerca Industriale: 20% in conto capitale 75% in credito agevolato Per le attività di Sviluppo Precompetitivo: 10% in conto capitale 70% in credito agevolato N.B. Credito agevolato: mutuo senza garanzie al tasso annuo fisso del 0,5%

16 PNR – FAR – DM593 art. 5 (4) Maggiorazioni concedibili* 10% per progetti di ricerca presentati da PMI 10% per le attività da svolgere in aree ob. 1 5% per le attività da svolgere nelle aree depresse (ob. 2 e 92-3/c tratt. Amsterdam) 10% per i progetti che prevedano lo svolgimento di una quota di attività non inferiore al 10% dell’intero valore del progetto stesso da parte di uno o più partner di altri Stati membri della UE o da parte di enti pubblici di ricerca e/o Università; * Le seguenti ulteriori agevolazioni, nella forma del contributo nella spesa, e nelle sopraelencate percentuali sui costi ammissibili sono ammesse fino ad un massimo del 25%

17 PNR – FAR – DM593 art. 14 (1) Scopo: finanziare commesse di ricreca industriale affidate da PMI a Università, Centri di ricerca o Laboratori di Ricerca accreditati presso il MIUR Beneficiari: PMI ubicate in aree depresse (ob. 1, ob. 2, 92-3/c tratt. Amsterdam) Procedura automatica: il progetto non viene valutato tecnicamente

18 PNR – FAR – DM593 art. 14 (2) Entità del contributo: L’agevolazione viene concessa nella misura del 50%, nella forma del credito d’imposta (IVA, IRPEG, IRPEF, IRAP), dell’importo dei contratti di ricerca, fino ad un massimo di 400 milioni di Lire ( Euro) all’anno per ogni soggetto beneficiario e comunque nel rispetto dei limiti previsti dalla vigente disciplina comunitaria sugli aiuti di Stato alla ricerca.

19 PNR – FAR – DM593 art. 14 (3) Bando annuale: dal 5 maggio alle ore 10,00 al 30 settembre alle ore 24,00 Nel 2004 ammessi soltanto i progetti presentati nei primi 5,8 secondi dall’apertura del bando… Budget annuale: 43 mio Euro

20 PNR - FIT Strumenti legislativi di maggiore interesse: L. 46/82 art. 14 P.I.A. (Pacchetti Integrati di Agevolazioni)

21 PNR – FIT – L. 46/82 art. 14 (1) Scopo: finanziare progetti di R&S con Sviluppo Precompetitivo prevalente rispetto alla Ricerca Industriale. Funzionamento pressoché identico al art. 5 DM 593/00

22 PNR – FIT – L. 46/82 art. 14 (2) D.M. del 7 aprile 2005 stanzia 244,2 mio Euro provenienti da cartolarizzazioni per ulteriori iniziative nel 2005 Atteso un bando tematico nell’estate 2005

23 PNR – FIT – P.I.A. (1) Scopo: finanziare le imprese che intendono promuovere iniziative organiche e complete riferite ad un programma di “sviluppo precompetitivo” ed al conseguente programma di investimenti per la “industrializzazione dei risultati” nell’ambito di proprie unità produttive ubicate nei territori obiettivo 1. Nell’ambito del prog. di S.P. è ammesso inserire un progetto di formazione.

24 PNR – FIT – P.I.A. (2) Beneficiari: imprese produttrici di beni e/o servizi ubicate in aree ob. 1 (Campania, Calabria, Basilicata, Puglia, Sicilia, Sardegna). Procedura: valutatica tramite gli esperti del MAP Durata dei progetti: max 4 anni Budget max del progetto 25 mio Euro

25 PNR – FIT – P.I.A. (3) Spese ammissibili per il progetto di Sviluppo Precompetitivo* suddiviso nelle seguenti voci: Personale interno Spese Generali (a forfait 60% pers. int.) Consulenze e prestazioni di terzi Attrezzature e materiali Beni immateriali (brevetti, licenze, etc.) * I progetti devono essere a predominante quota di SP rispetto alla RI

26 PNR – FIT – P.I.A. (4) Spese ammissibili per il progetto di Industrializzazione dei Risultati suddiviso nelle seguenti voci: Progettazione e studi di fattibilità (max 5%); Acquisizione delle aree e dei fabbricati da utilizzare esclusivamente per l'attività di sviluppo; Realizzazione di opere edili ed infrastrutturali da utilizzare esclusivamente per l'attività di sviluppo; Strumenti, attrezzature, impianti speciali di nuovo acquisto, utilizzati esclusivamente per l'attività ad eccezione degli autoveicoli salvo quelli specificamente attrezzati come laboratori mobili. Programmi informatici (solo per PMI); Brevetti concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi (per le grandi imprese fino al 25% degli investimenti ammissibili

27 PNR – FIT – P.I.A. (5) Entità del contributo Per il progetto di Sviluppo Precompetitivo: L'agevolazione consiste in un finanziamento agevolato pari al 60% dei costi riconosciuti ammissibili, integrato da un contributo alla spesa pari al valore necessario per il raggiungimento del 25% in Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL) Sono previste agevolazioni aggiuntive, nella forma di contributi alla spesa, per i programmi che soddisfino determinate condizioni. Il cumulo di dette agevolazioni aggiuntive non può superare il 25% ESL delle spese ammissibili riferite all’intero programma.

28 PNR – FIT – P.I.A. (7) Bando atteso per il 2006 Nell’ultimo bando (estate 2005) il budget disponibile è stato di 335,4 mio Euro)

29 PRRIITT – L.R.E.R. 7 Mis. 3.1.A (1) Il Caso della Regione Emilia Romagna: Il Programma Regionale per la Ricerca Industriale, Innovazione e Trasferimento Tecnologico: Legge Regionale Emilia Romagna n. 7 del 14 Maggio 2002: Misura 3.1 Azione A: Progetti di ricerca Industriale

30 PRRIITT – L.R.E.R. 7 Mis. 3.1.A (2) Scopo: finanziare progetti di R&S nelle imprese ubicate in Emilia Romagna Beneficiari: Imprese produttrici di beni o di servizi Procedura valutativa: valutato da esperti del MIUR Durata: min 1 anno, max 2 anni

31 PRRIITT – L.R.E.R. 7 Mis. 3.1.A (3) Spese ammissibili per attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Precompetitivo* suddiviso nelle seguenti voci: Personale interno Spese Generali (a forfait 10% altri costi) Consulenze e prestazioni di terzi Attrezzature e materiali Beni immateriali (brevetti, licenze, etc.)

32 PRRIITT – L.R.E.R. 7 Mis. 3.1.A (4)

33 PRRIITT – L.R.E.R. 7 Mis. 3.1.A (5) Entità del contributo: L’agevolazione è concessa in forma di contributi in conto capitale Per l’attività di ricerca industriale il contributo massimo concesso è comunque pari al 50% dei costi ammissibili. Per l’attività di sviluppo precompetitivo il contributo massimo concesso è comunque pari al 25% dei costi ammissibili. I progetti presentati da piccole e medie imprese possono beneficiare di un ulteriore contributo del 10%. E’ prevista una maggiorazione del contributo pari al 5% per le attività di ricerca e/o di sviluppo precompetitivo da svolgere nelle aree di cui all’art. 87, paragr. 3 lett a) del Trattato di Amsterdam, rientranti nel territorio regionale. I progetti devono avere una dimensione minima di €. La Regione cofinanzia i progetti fino ad un massimo di €.

34 PRRIITT – L.R.E.R. 7 Mis. 3.1.A (5) Budget disponibile: Per il periodo è fissato un budget di 30 mio Euro all’anno. E’ atteso (?) un bando per settembre 2005

35 CONCLUSIONI Molti strumenti di finanza agevolata e varie opportunità Nessuna misura di finanziamento consente di “guadagnare” Un buon progetto di sviluppo industriale può avere ottime chance di ottenere il contributo Soltanto un buon progetto di sviluppo industriale può trarre vero e significativo vantaggio dai contributi previsti dagli strumenti di finanza agevolatata.


Scaricare ppt "Finanza Agevolata per lo Sviluppo dell’Impresa Ricerca Sviluppo Innovazione."

Presentazioni simili


Annunci Google