La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1/22 MODELLI DI PREVISIONE Finanza Pubblica Economia Spesa Sociale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1/22 MODELLI DI PREVISIONE Finanza Pubblica Economia Spesa Sociale."— Transcript della presentazione:

1 1/22 MODELLI DI PREVISIONE Finanza Pubblica Economia Spesa Sociale

2 2/22 Principali studi e modelli esistenti Modello di previsione di medio-lungo periodo della Spesa Pensionistica e Sanitaria Modello disaggregato di Finanza Pubblica Modello integrato Finanza Pubblica - Variabili Macro Modello economico demografico multiregionale multisettoriale (IDEM) Modello della spesa di personale del pubblico impiego Modelli per la previsione dei flussi U.E. e Modello di impatto macro Sistema di indicatori strutturali delle Istituzioni Scolastiche (Athena) Rilevazione delle attività socio-assistenziali dei Comuni Modello di previsione di medio-lungo periodo delle Forze di Lavoro Progetto

3 3/22 Modello di Finanza Pubblica Fornire uno strumento per le decisioni di politica economica e per la valutazione dei loro effetti diretti F Rendere disponibili previsioni di base per i documenti ufficiali di rilevanza nazionale ed internazionale – RTC, DPEF, RPP, PSC F Permettere confronti in sede internazionale tramite i quadri della P.A. armonizzati F Monitorare con cadenza trimestrale il saldo della P.A. F Obiettivi Output del modello Conto Economico delle Amministrazioni Pubbliche (SEC 95) F Conti finanziari del Settore Statale e del Settore Pubblico F Conti settoriali (Sanità, Previdenza, ecc.) F

4 4/22 Schema del modello di Finanza Pubblica CONTO ECONOMICO AA.PP. PREST. SOCIALI CONTRIBUTIRETRIBUZ. ACQUISTI DI BENI E SERVIZI INTERESSI IMPOSTE DIRETTE IMPOSTE INDIRETTE ENTI DI PREVIDENZA AMMINISTR. CENTRALE AMMINISTR. LOCALE SETTORE STATALE SETTORE PUBBLICO Dati tecnici: 110 sottomodelli equazioni serie storiche II Dipartimento Gruppo Finanza Pubblica Variabili esogene Informazioni istituzionali Variabili esogene Informazioni istituzionali I Dipartimento Dir I Dir II Quadro macro Profilo tassi di interesse Ipotesi di copertura per strumenti finanziari Quadro macro Profilo tassi di interesse Ipotesi di copertura per strumenti finanziari

5 5/22 Modello integrato Finanza Pubblica - variabili macro Obiettivi Garantire la coerenza degli scenari macroeconomici utilizzati con le previsioni disaggregate di Finanza Pubblica F Fornire uno strumento utile alla valutazione degli effetti di misure di politica economica sull’economia e sulla Finanza Pubblica F Output del modello Previsioni variabili macroeconomiche: Conto Risorse e Impieghi Valore aggiunto e Occupazione Deflatori e Prezzi Redditi da lavoro e Retribuzioni … F

6 6/22 DOMANDA MONDIALE PREZZI MONDIALI CAMBI BILANCIA DEI PAGAMENTI PREZZI SALARI PRODUTTIVITA’ OCCUPAZIONE PREZZI SALARI PRODUTTIVITA’ OCCUPAZIONE DOMANDA FINALE REDDITO DISP. DOMANDA FINALE REDDITO DISP. MONETA E TASSI D’INTERESSE SALDI AMMIN. PUBBLICA PREST. SOCIALI CONTRIBUTIRETRIBUZ. ACQUISTI DI BENI E SERVIZI INTERESSI IMPOSTE DIRETTE IMPOSTE INDIRETTE ENTI DI PREVIDENZA AMMINISTR. CENTRALE AMMINISTR. LOCALE SETTORE STATALE SETTORE PUBBLICO Modello integrato Finanza Pubblica - variabili macro Dati tecnici: 285 equazioni – 490 serie storiche

7 7/22 Modello economico-demografico multiregionale multisettoriale Fornire previsioni economico - demografiche dettagliate a livello regionale e coerenti con il quadro previsivo nazionale Quantificare gli interventi di politica economica (per esempio gli investimenti pubblici) con impatti differenziati per regione e settori diversi (Olimpiadi Torino 2006) F F Obiettivi Output del modello Previsioni delle seguenti variabili: Conto Risorse e Impieghi Valore aggiunto e Occupazione (per branca e regione) Forze di Lavoro e tasso di disoccupazione Popolazione residente al 1/1 … F

8 8/22 DOMANDA FINALE MODELLO I-O REGIONALE Coefficienti tecnici Matrice T interscambi MODELLO I-O REGIONALE Coefficienti tecnici Matrice T interscambi PRODUTTIVITÀ PENDOLARISMO POPOLAZIONE FORZE DI LAVORO IMPORTAZIONI UNITÀ DI LAVORO PRODUZIONE VALORE AGGIUNTO OCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE FECONDITA’ MORTALITA’ MIGRAZIONI MODELLO I-O NAZIONALE Coefficienti tecnici MODELLO I-O NAZIONALE Coefficienti tecnici modello econometrico nazionale MODELLO DEMOGRAFICO MIGRAZIONI INTERNE Dati tecnici: 300 equazioni – 35 matrici di rango variabile fino a 340 X 340 Modello economico-demografico multiregionale multisettoriale

9 9/22 Modello costo del personale del Pubblico Impiego Definire una struttura di input delle ipotesi elastica e flessibile F Fornire previsioni a livello aggregato (comparto/contratto) ed a livello disaggregato (ente) per Università, SSN, Enti Locali, Forze Armate, Corpi di Polizia F Costruire indici sintetici della dinamica contrattuale (indice di salario) e della crescita professionale (indice di quantità) F Obiettivi Output del modello Costo del personale per ente F Indici di salario e di quantità per ente F

10 10/22 Modello costo del personale del Pubblico Impiego IPOTESI SU PANEL EQUAZIONE DEL COSTO IPOTESI EVOLUZIONE ORGANICO HP DINAMICA (EFFETTO ARRETRATI, ETC..) INDICE DI SALARIO MEDIO IW INDICE DI QUANTITA’ MEDIO IQ MENSILITA’ HP CRESCITA INTERNA (SCATTO DI ANZIANITA’) COSTO DEL PERSONALE PER ENTE RIPORTO ALL’UNIVERSO COSTO DEL PERSONALE PER ENTE RIPORTO ALL’UNIVERSO

11 11/22 Fornire strumenti quantitativi per l’analisi e la previsione dei flussi finanziari F Valutare l’impatto macroeconomico delle politiche comunitarie F Modelli per la previsione dei flussi U.E. e Modello di impatto macro Obiettivi Output del modello Previsioni annuali domande di pagamento F Previsioni annuali accrediti da U.E. F Previsioni trimestrali accrediti da U.E. F

12 12/22 Modelli per la previsione dei flussi U.E. Lo schema del modello previsionale II Dipartimento IGRUE C. Di Nuzzo Base dati Data Mart Finanziario sistema IGRUE Base dati Data Mart Finanziario sistema IGRUE Modello annuale Piani Finanziari Domande di pagamento e accrediti anni precedenti Previsioni trimestrali accrediti Previsioni di domanda trimestralizzate Previsioni annuali domande di pag. Previsioni annuali accrediti Modello trimestrale Domande di pagamento e accrediti trimestri precedenti

13 13/22 Riorganizzare i flussi informativi rilevanti del sistema scolastico e verificare la qualità del dato F Definire un modello teorico di ‘benchmark’ della realtà scolastica attraverso variabili di contesto e struttura F Costruire indicatori rappresentativi della realtà scolastica F Sistema di indicatori strutturali delle Istituzioni Scolastiche (Athena) Fornire uno strumento di analisi per il monitoraggio dei fenomeni scolastici a supporto dell’attività dei Revisori F Obiettivi Output del modello Indicatori teorici per singolo istituto basati su analisi provinciale: Alunni/Classi Docenti/Alunni Docenti/Classi F Distribuzione territoriale degli istituti definita rispetto allo scostamento dai valori teorici (individuazione anomalie) F

14 14/22 Schema del modello di Athena Variabili di struttura Alunni Docenti Disabili Stranieri Posti Cattedre Alunni Docenti Disabili Stranieri Posti Cattedre Alunni Equivalenti Docenti Equivalenti Disabili Equivalenti Stranieri Equivalenti Alunni Equivalenti Docenti Equivalenti Disabili Equivalenti Stranieri Equivalenti Trasformazione tempo pieno e part- time Variabili di Contesto Densità abitativa Istituti Omnicomprensivi Cattedre esterne Regioni Provincie Istituti annessi Locazione Montana Densità abitativa Istituti Omnicomprensivi Cattedre esterne Regioni Provincie Istituti annessi Locazione Montana Indicatori Alunni/Classi Docenti/Alunni Docenti/Classi Indicatori Teorici Alunni/Classi Docenti/Alunni Docenti/Classi Indicatori Teorici Alunni/Classi Docenti/Alunni Docenti/Classi SISTEMA DI EQUAZIONI INTEGRATO ANALISI DEI RESIDUI

15 15/22 Sistema di indicatori strutturali delle Istituzioni Scolastiche (Athena) II Dipartimento IGF Base dati MIUR/MEF Base dati MIUR/MEF LENS Uno strumento di analisi ‘navigare’ nella base dati sia per area geografica che per tipologia di insegnamento effettuare analisi a diversi livelli di profondità identificare aree critiche e di attenzione

16 16/22 Ispettorato Generale per la Spesa Sociale Monitoraggio e previsione della Spesa Sociale Spesa sanitaria pubblica (6,7%) Prestazioni sociali in denaro Spesa pubblica per pensioni (14,0%) Spesa sociale Altre prestazioni sociali in denaro (3,0%) (*) in parentesi tonda, i valori del 2005 in % del PIL Componenti della Spesa Sociale

17 17/22 Verifica della coerenza degli andamenti rilevati in corso d’anno con i valori di previsione F Ispettorato Generale per la Spesa Sociale Monitoraggio e previsione della Spesa Sociale Monitoraggio della spesa sociale Analisi dei dati di struttura sottostanti le dinamiche finanziarie e misurazione del contributo dei fattori esplicativi F Ricostruzione, a fine anno, dei risultati delle variabili oggetto di monitoraggio F Storicizzazione dei dati finanziari e di struttura, una volta riaccertati sulla base dei consuntivi F Output dell’attività di monitoraggio è fonte di interscambio dati con Istat nell’ambito di apposita convenzione F

18 18/22 Ispettorato Generale per la Spesa Sociale Monitoraggio e previsione della Spesa Sociale Modelli di previsione Tali modelli sono distinti, ma assolutamente coerenti nei parametri e nei risultati F Garantiscono un’accurata riproduzione della normativa vigente F Sono in grado di simulare gli effetti di modifiche normative F Modelli di previsione della Spesa Sociale di breve periododi medio-lungo periodo

19 19/22 Recepiscono le ipotesi macroeconomiche dei documenti programmatici F Ispettorato Generale per la Spesa Sociale Monitoraggio e previsione della Spesa Sociale Modelli di previsione di breve periodo Elaborano previsioni analitiche in coerenza con l’articolazione del quadro normativo-istituzionale F Le previsioni vengono inglobate nell’ambito dei Conti delle PA pubblicati nei diversi documenti di finanza pubblica F Ottimizzano, a fini previsivi, le informazioni desunte dall’attività di monitoraggio F Rendono esplicita l’interpretazione del dato finanziario in funzione delle variabili di struttura F Realizzano, per il periodo di previsione, un sistema informativo coerente ed analitico di supporto ad altre attività istituzionali (attività pre-legislativa) F

20 20/22 Ispettorato Generale per la Spesa Sociale Monitoraggio e previsione della Spesa Sociale Modelli di previsione di medio-lungo periodo della spesa sociale Demografia Mercato del lavoro PensioniSanità Altre prestazioni sociali in denaro Produttività

21 21/22 Effettuano previsioni su un orizzonte temporale di circa 50 anni F Ispettorato Generale per la Spesa Sociale Monitoraggio e previsione della Spesa Sociale Modelli di previsione di medio-lungo periodo Sono in grado di recepire differenti ipotesi di scenario demografico e macroeconomico F I risultati dei primi 10 anni di previsione sono coerenti con quelli dei modelli di breve periodo F Vengono aggiornati annualmente in occasione della predisposizione del DPEF F Sono utilizzati regolarmente per l’elaborazione di previsioni e simulazioni in ambito nazionale ed europeo F

22 22/22 Ispettorato Generale per la Spesa Sociale Monitoraggio e previsione della Spesa Sociale Rilevanza istituzionale delle previsioni di medio-lungo periodo Predisposizione di appositi box del DPEF sulle tendenze di medio-lungo periodo della spesa pensionistica e sanitaria F Elaborazione della sezione relativa alla sostenibilità di medio-lungo periodo del Documento di Aggiornamento del Programma di Stabilità dell’Italia F Previsioni e simulazioni effettuate, a livello UE, per conto dell’EPC-WGA (Economic Policy Committee – Working Group on Ageing) F Predisposizione del rapporto annuale sull’attività di previsione di medio-lungo periodo della RGS F


Scaricare ppt "1/22 MODELLI DI PREVISIONE Finanza Pubblica Economia Spesa Sociale."

Presentazioni simili


Annunci Google