La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Implementazione dell’applicativo Log.I.S. (Logistic Information System) Ancona, 6 settembre 2000.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Implementazione dell’applicativo Log.I.S. (Logistic Information System) Ancona, 6 settembre 2000."— Transcript della presentazione:

1 Implementazione dell’applicativo Log.I.S. (Logistic Information System) Ancona, 6 settembre 2000

2 2 Contenuti della presentazione - NOTE DI CARATTERE GENERALE: Che cos’è LogIS. A che cosa serve e a chi si rivolge. Da quali applicazioni modulari è composto. Quali funzioni complementari integra al suo interno. Quali benefici apporta ai suoi utilizzatori. Quale architettura di rete presuppone. Quale tecnologia utilizza. - STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI: Analisi delle funzionalità. Sviluppo del SW. Verifica e test del SW. Distribuzione dell’Hardware. Installazioni presso gli utenti.

3 3 Che cos’è LogIS LogIS è un ambiente applicativo software sviluppato da Teleporto Adriatico S.r.l., società specializzata in telematica portuale. L’attività è stata resa possibile grazie ad un finanziamento, su base triennale, della Regione Veneto in ambito Obiettivo 2 della Comunità Europea (porti di Venezia e Chioggia).

4 4 A che cosa serve LogIS è - prima di tutto - uno strumento di comunicazione, ovvero un tipico prodotto di Information and Communication Technology. Per mezzo di esso, TPA si ripropone di mettere in relazione tra di loro, lungo un canale sicuro e riservato di trasmissione, abituali business partners operanti nel settore della portualità e della logistica in genere. La finalità ultima è dunque quella di concorrere alla realizzazione di tanti sistemi telematici quanti sono i centri logistici (ad es. dell’area adriatica), l’uno collegato all’altro.

5 5 A chi si rivolge (1/3) LogIS è uno strumento riservato a tutti quei soggetti appartenenti alle varie comunità di utenti che operano attualmente presso i porti, in prospettiva presso anche interporti, autoporti, aeroporti, magazzini generali e centri di distribuzione. Per ogni tipologia di utente, LogIS prevede un certo numero di specifiche ed esclusive funzionalità. Da rilevare l’esistenza di due possibili tipi di relazioni: 1. relazioni tra operatori dello stesso centro logistico (ad es. un ETA nave, da agenzia marittima a terminalista); 2. relazioni tra operatori di diversi centri logistici (ad es. un report giornaliero sul movimento containers, da terminal interportuale a agenzia marittima).

6 6 A chi si rivolge (2/3) Porto Interporto

7 7 A chi si rivolge (3/3) Principali tipologie di operatori ed istituzioni coinvolte: - NEI PORTI, agenzie marittime, case di spedizioni, terminalisti, spedizionieri doganali, autotrasportatori, Ferrovie, Capitaneria di Porto, Dogane, Piloti, Rimorchiatori, Ormeggiatori, Guardie ai Fuochi, Polizia di Frontiera, Guardia di Finanza,etc.; - NEGLI INTERPORTI - NEGLI AEROPORTI - NEI MAGAZZINI GENERALI

8 8 Le applicazioni modulari (1/4) LogIS provvede a fornire un ampio set di documenti strutturati che ripropongono, in formato digitale, la tipica modulistica caratterizzante le attività degli operatori del trasporto e delle spedizioni (ad es. la polizza di carico, l’ordine di posizionamento, l’ETA nave, la richiesta di introduzione, etc.). A causa dell’elevato numero di questi documenti è stato necessario procedere ad una categorizzazione di massima, necessaria per una corretta progettazione e realizzazione del prodotto. In particolare, si insiste sul concetto di modularità nel senso che le funzionalità offerte variano, al variare della tipologia di utente coinvolto.

9 9 Le applicazioni modulari (2/4) In sede di analisi sono stati individuati due fondamentali ambienti gestionali: 1.un insieme di applicazioni per LA GESTIONE DELLA NAVE; 2.un insieme di applicazioni per la GESTIONE DELLA MERCE (ovviamente il termine merce è inteso nella sua più larga accezione; l’impostazione modulare permetterà comunque di distinguere almeno tra: merce secca alla rinfusa, merce varia, containers, RO-RO).

10 10 Le applicazioni modulari (3/4) Principali moduli per la gestione della nave: - Proforma esborsi; - Pratica di arrivo nave; - Gestione accosti; - Movimento navi in entrata; - Servizi alle navi in stazionamento; - Movimento navi in porto; - Chiusura pratica di partenza; - Movimento navi in partenza; - Chiusura conto esborsi.

11 11 Le applicazioni modulari (4/4) Principali moduli per la gestione della merce (in container): - Richieste di quotazioni; - Booking; - Logistica per la gestione dei containers; - Rapporti con gli autotrasportatori e con le ferrovie; - Richieste e report circa entrata uscita containers; - Operazioni doganali di import ed export; - Loading list ed istruzioni al terminal containers; - Polizza di carico; - Cargo manifest.

12 12 Funzioni complementari (1/2) INTEGRAZIONE CON LA FIRMA DIGITALE: Il pacchetto di Teleporto Adriatico è predisposto per integrare la firma digitale, strumento necessario per fornire validità legale a tutti i documenti telematici per i quali si renda necessario.Il pacchetto di Teleporto Adriatico è predisposto per integrare la firma digitale, strumento necessario per fornire validità legale a tutti i documenti telematici per i quali si renda necessario.

13 13 Funzioni complementari (2/2) GATEWAY VERSO IL CIRCUITO INTER-BANCARIO: Teleporto Adriatico intende svolgere funzioni di gateway verso i circuiti finanziari, per permettere agli utenti di effettuare pagamenti “on line”;Teleporto Adriatico intende svolgere funzioni di gateway verso i circuiti finanziari, per permettere agli utenti di effettuare pagamenti “on line”; L’obbiettivo, di carattere strategico, è quello di rendere possibile il completo “ciclo” di un servizio: dal suo ordine (da parte di un cliente), al relativo pagamento.L’obbiettivo, di carattere strategico, è quello di rendere possibile il completo “ciclo” di un servizio: dal suo ordine (da parte di un cliente), al relativo pagamento. Gateway bancario Istituto Finanziario Circuiti finanziari TPA

14 14 Principali benefici (1/2) Prima di menzionare i concreti benefici derivanti dalla adozione di LogIS, vale la pena evidenziare il primo valore che, in generale, rappresenta la vera valenza strategica dell’iniziativa di TPA, ovvero: la possibilità di offrire un unico strumento in grado di rendere possibili le relazioni tra un operatore del trasporto e delle spedizioni con suoi omologhi del suo stesso centro logistico, altre agli altri, nonché di offrire “uscite” verso i sistemi di realtà che incidono in modo determinante lungo la catena logistica delle merci, quali le Capitanerie di Porto, le Dogane, le Ferrovie dello Stato, etc.

15 15 Principali benefici (2/2) Benefici in grado di ridurre i costi operativi aziendali nonché di elevare le qualità dei rispettivi servizi: - riduzione dei tempi del personale (per la gestione di archivi cartacei; per raccogliere le informazioni; per la imputazione di dati nei sistemi informativi; per andare fisicamente a consegnare documenti); - riduzione dei costi di comunicazione; - affidabilità (riduzione numero errori; aggiornamento delle informazioni); - nuovi servizi per la clientela (offerta di una base di dati alla clientela dell’operatore); - apertura all’hinterland del centro logistico (capacità di promuoversi presso nuovi clienti).

16 16 L’architettura di rete L’architettura di rete prevede tre livelli: - Infrastruttura di Telecomunicazione (livelli di connettività e trasporto); - Piattaforma (standard) Lotus Notes - Domino. - Applicazioni modulari in base alla tipologia di utente (livello di applicazione).

17 17 La tecnologia utilizzata Lotus Notes REPLICATION WEB PUBLISHING WORK FLOW DOMINO DOCUMENT MANAGEMENT & REPOSITORY SECURITY INTEGRATION STANDARDS

18 18 Stato di avanzamento dei lavori PRINCIPALI ATTIVITA’ IN CORSO: 1.Analisi ed individuazione delle funzionalità. 2.Sviluppo della applicazione software. 3.Test e verifica software. 4.Distribuzione di hardware. 5.Installazioni presso gli utenti.


Scaricare ppt "Implementazione dell’applicativo Log.I.S. (Logistic Information System) Ancona, 6 settembre 2000."

Presentazioni simili


Annunci Google