La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FONDIMPRESA Priorità Fondimpresa con lo 0,30 % dei contributi che le imprese versano all’INPS (in base alla legge 845/78) sostiene piani formativi aziendali,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FONDIMPRESA Priorità Fondimpresa con lo 0,30 % dei contributi che le imprese versano all’INPS (in base alla legge 845/78) sostiene piani formativi aziendali,"— Transcript della presentazione:

1 FONDIMPRESA Priorità Fondimpresa con lo 0,30 % dei contributi che le imprese versano all’INPS (in base alla legge 845/78) sostiene piani formativi aziendali, settoriali e territoriali concordati tra le parti sociali.

2 Le aziende aderenti possono presentare piani formativi, in forma singola o aggregata, utilizzando il rispettivo Conto Formazione (il 70% dello 0,30 versato e trasferito dallINPS al Fondo). A condizione che: sia sottoscritto l’Accordo tra le parti sociali sia assicurato un cofinanziamento aziendale di almeno 1/3 del costo complessivo del piano (tranne per i piani rivolti con lavoratori sospesi, avviso 4/2009, avviso 3/2009) ARTICOLAZIONE E FINALITA’ DEI FINANZIAMENTI CONTO FORMAZIONE

3 Il 26% è destinato a sostenere: attività previste da Piani Formativi condivisi, che coinvolgono imprese aderenti su tematiche di interesse comune, in ambito settoriale o territoriale (avvisi); ulteriori iniziative funzionali alla organizzazione e al funzionamento dei Piani Formativi, come attività di studio e ricerca. ARTICOLAZIONE E FINALITA’ DEI FINANZIAMENTI CONTO SISTEMA

4 Le principali fasi del processo di gestione dei Piani Conto Formazione L’azienda effettua la registrazione – area riservata

5 Organizzazione Fondimpresa è organizzata su due livelli: nazionale e regionale

6 Il livello Regionale Articolazioni Territoriali Assicura: La promozione dei Piani La raccolta della domanda La verifica di conformità Il monitoraggio delle attività

7 IL RUOLO DEL REFERENTE DI PIANO Redige e presenta all’Articolazione Territoriale/Fondimpresa il Piano Formativo Aziendale condiviso tra le Parti Sociali Gestisce le attività formative del Piano Predispone e presenta il rendiconto finale a Fondimpresa

8 IL RUOLO DELL’OPERATORE AT Istruisce e verifica la conformità dei Piani Formativi alle specifiche previste dalla Guida. Monitora le attività formative e valuta i risultati in collaborazione con Fondimpresa Attenzione: fa eccezione l’avviso 3/2009 Gestione diretta da parte di Fondimpresa Nazionale

9 IL RUOLO DI FONDIMPRESA Approva il Piano Formativo Aziendale a seguito di verifica della coerenza finanziaria Comunica all’azienda l’approvazione del Piano Collabora con l’Articolazione Territoriale per il monitoraggio e valuta i risultati Approva il rendiconto finale dell’azienda Eroga le risorse

10 DEFINIZIONI Piano formativo - programma organico di azioni formative concordate dalle Parti Sociali e rispondente a esigenze aziendali, settoriali, territoriali condivise. Azione - L’azione è l’unità minima di cui può comporsi un Piano formativo aziendale e si differenzia in base alla metodologia utilizzata (aula, seminari, action learning, FAD, affiancamento, training on the job, coaching).

11 Voucher formativo - Piano Aziendale Individuale Il Voucher formativo si sostanzia in un contributo al costo per la formazione di un lavoratore di una azienda aderente. Piano Formativo Aziendale - Piano Aziendale presentato da singole aziende operanti con una o più unità in una sola regione. Piano Formativo Aziendale Multiregionale - Piano Aziendale presentato da singole aziende operanti con più unità in regioni diverse. Piano Formativo Interaziendale – Piano interaziendale presentato da una pluralità di aziende tutte operanti in una sola regione. Piano Formativo Interaziendale Multiregionale - Piano interaziendale presentato da una pluralità di aziende operanti in più regioni. TIPOLOGIE DI PIANO FORMATIVO

12 CONTO FORMAZIONE DELIBERA CDA Oggetto Limite minimo per il costo complessivo dei piani formativi I piani formativi devono prevedere un finanziamento minimo di Fondimpresa pari a euro ed avere un valore complessivo, comprensivo della quota a carico dell’impresa, almeno pari a euro I piani che prevedono l’utilizzo esclusivo del voucher formativo devono prevedere un finanziamento minimo di Fondimpresa pari a 800 euro ed avere un valore complessivo, comprensivo della quota a carico dell’impresa, almeno pari a euro Salvo deroghe

13 CONTO FORMAZIONE – PRESENTAZIONE PIANO Formulario on-line per la presentazione del piano formativo condiviso, debitamente sottoscritto dal legale rappresentante Accordo sindacale sottoscritto Mandato collettivo con contestuale procura all’incasso Documentazione specificatamente richiesta dagli Avvisi 4/2009 e 3/2009

14 CONTO FORMAZIONE – MONITORAGGIO Calendario Elenco nominativi lavoratori partecipanti Registro azioni (ore effettive di presenza dei lavoratori) Anagrafiche lavoratori Quadro statistico lavoratori assunti legge 68/99 comitato di pilotaggio eventualmente costituito (solo per piani aziendali con almeno 300 lavoratori e piani interaziendali con almeno 500 lavoratori).

15 CONTO FORMAZIONE – RENDICONTAZIONE autocertificazione delle spese sostenute, sottoscritta dal legale rappresentante (o Suo delegato) e relativa copia del documento di riconoscimento; stampa dal software del rendiconto e del monitoraggio firmata dal legale rappresentante (o Suo delegato); certificazione sottoscritta dal revisore contabile, dal Presidente del collegio sindacale o da società di revisione; dichiarazione di insussistenza di cause di incompatibilità sottoscritta dal revisore contabile; nota di debito; copia dei verbali del comitato di pilotaggio eventualmente costituito (solo per piani aziendali con almeno 300 lavoratori e piani interaziendali con almeno 500 lavoratori). Documentazione specificatamente richiesta dagli Avvisi 4/2009 e 3/2009

16 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 Obiettivi: Favorire l’utilizzo del Conto formazione per le imprese aderenti di dimensioni minori che maturano accantonamenti annui di ridotta entità, attraverso la concessione di un contributo aggiuntivo destinato ad integrare le risorse finanziarie disponibili sul “Conto Formazione”, fino alla concorrenza di un finanziamento massimo per ciascun Piano pari a euro ,00. Totale Risorse Conto Sistema 4/2009: ,00 euro

17 CONTO FORMAZIONE Destinatari Avviso n.4/2009 contributo integrativo Operai, impiegati e quadri per i quali sussista l’obbligo del versamento del contributo integrativo - art. 25 legge n. 845/1978 (cosiddetto 0,30%), anche se collocati in regime di sospensione del rapporto di lavoro al momento della formazione.

18 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 Oggetto/beneficiari: condizioni di accesso per le aziende aderenti  adesione a Fondimpresa già efficace;  presenza di un saldo attivo sul proprio “conto formazione” presso Fondimpresa, risultante dalla somma degli importi effettivamente disponibili su tutte le matricole INPS per cui l’azienda ha aderito al Fondo;  aver maturato sul proprio “conto formazione”, nel periodo di adesione a Fondimpresa, un accantonamento medio annuo, al lordo degli eventuali utilizzi per piani formativi, non superiore a euro 8.000,00;  non avere ottenuto alcun finanziamento sull’Avviso n. 3/2009 di Fondimpresa e assumere l’impegno a non farne richiesta dopo la presentazione del Piano sul presente Avviso; Segue

19 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 Oggetto/beneficiari: condizioni di accesso per le aziende aderenti  L’azienda deve appartenere alla categoria comunitaria delle PMI e possesso dei requisiti per l’applicazione del regime di aiuti “de minimis”, di cui al Regolamento (CE) n. 1998/06, ovvero del regime di aiuti di importo limitato istituito con l’art. 3 della Direttiva emanata con il DPCM del 3 giugno 2009 (GURI n. 131 del ), che definisce un unico quadro di riferimento nazionale degli interventi di aiuto ai sensi della Comunicazione della Commissione Europea (2009/C16/01) – allegato 1;  L’azienda deve presentare il Piano formativo a valere sul “Conto Formazione aziendale”, nel quale viene richiesto il finanziamento aggiuntivo previsto dall’Avviso, entro il termine di scadenza;

20 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 e in generale Verifica accantonamento medio annuo Come viene calcolato l’accantonamento medio annuo : 1.L’accantonamento viene calcolato dal sistema informatico di Fondimpresa effettuando la media su base annua di tutte le quote dei versamenti effettuati dall’azienda aderente al Fondo tramite l’INPS, che sono state destinate al suo “conto formazione”, in relazione a tutte le sue posizioni contributive (matricole INPS). 2.Per le aziende la cui adesione è efficace da meno di un anno, l’importo dei versamenti maturandi viene determinato sulla base del parametro medio di 40 euro per ogni dipendente risultante dai dati forniti dall'INPS e trasferiti sul sistema informatico di Fondimpresa.

21 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 e in generale Contributo aggiuntivo Come si calcola il contributo aggiuntivo : Nel preventivo di spesa del Piano presentato sull’Avviso deve essere rispettata la seguente intensità massima del contributo aggiuntivo di Fondimpresa:  contributo aggiuntivo fino ad euro 4.000,00 per le aziende aderenti con “Totale Maturando” pari o inferiore a 4.000,00 euro;  contributo aggiuntivo non superiore al “Totale Maturando” dell’azienda proponente, fino ad un importo massimo di 8.000,00 euro, se il “Totale Maturando” è maggiore di 4.000,00 euro. Disponibile esistente all’atto della presentazione >0

22 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 e in generale Contributo aggiuntivo Come si calcola il contributo aggiuntivo : Nel rispetto dei limiti di intensità massima previsti, il contributo aggiuntivo del “conto di sistema” viene determinato dalla differenza tra il finanziamento totale richiesto per il Piano, fino ad un importo massimo di ,00 euro, e tutte le risorse accantonate dall’azienda sul proprio “conto formazione” alla data di presentazione del Piano, ivi comprese le disponibilità sugli accantonamenti maturandi, pari ad una annualità di contributi, come calcolate dal sistema informatico di gestione del “conto formazione”.

23

24 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 scadenze e risorse finanziarie  la presentazione dei piani formativi è prevista fino ad esaurimento delle risorse finanziarie di cui al comma seguente entro il 15 ottobre 2010;  le risorse destinate al finanziamento aggiuntivo dei Piani formativi aziendali sono complessivamente pari ad euro ,00, a valere sulle disponibilità del “Conto di Sistema” di cui all’art. 6, comma 2, lettera b), del Regolamento di Fondimpresa.

25 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 modalità di richiesta  la regolare “registrazione” delle imprese sul sistema informatico;  la presentazione dei piani formativi sul sistema informatico del Conto Formazione e richiesta tramite apposita funzione del contributo aggiuntivo, sulla base di quanto previsto nella Guida;http://pf.fondimpresa.it  la dichiarazione relativa all’applicazione del regime “de minimis” (allegato n. 1);  l’impegno a non revocare la propria adesione al Fondo fino alla rendicontazione del Piano finanziato.

26 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 Ambito di riferimento I Piani formativi finanziati possono interessare esclusivamente ambiti aziendali, anche con l’utilizzo dei voucher formativi. Il piano formativo può essere aziendale regionale e multiregionale, non interaziendale.

27 CONTO FORMAZIONE Avviso n.4/2009 deroghe alla Guida Voce C – Attività preparatorie e di accompagnamento Attività preparatorie e di accompagnamento” viene riconosciuta una percentuale massima di spesa del 30%, sul costo totale del Piano al netto delle spese per i voucher formativi.

28 CONTO FORMAZIONE Piani con ammortizzatori Disposizioni per il Legge 2/2009 La quota di cofinanziamento a carico delle aziende di appartenenza non è dovuta per i piani formativi condivisi presentati negli anni 2009 e 2010, con riferimento ai lavoratori collocati in cassa integrazione, ordinaria o straordinaria, in deroga e per l’edilizia o con contratto di solidarietà. Possono partecipare alle azioni formative avviate nel anche i lavoratori con contratto di apprendistato e di collaborazione a progetto che siano in possesso dei requisiti previsti dall'art. 19 del D.L. n. 185/2008 convertito nella L. n. 2/2009 e dai successivi provvedimenti attuativi.

29 CONTO FORMAZIONE Piani con ammortizzatori Disposizioni per il Le imprese aderenti possono:  presentare un piano formativo destinato, di norma, esclusivamente ai lavoratori interessati al regime di sospensione ed espressamente previsto da un accordo tra le parti sociali, con i relativi obiettivi di riqualificazione. segue

30 CONTO FORMAZIONE Piani con ammortizzatori Disposizioni per il  presentare un unico piano, se le modalità di applicazione del regime di sospensione non consente una programmazione formativa differenziata per il lavoratori in tale condizione. In tal caso:  le ore effettivamente svolte dai partecipanti sospesi, per i quali non è richiesto il cofinanziamento aziendale, dovranno essere rilevate ed attestate a conclusione dell’intervento formativo tramite piattaforma informatica ( vedi anche modello certificazione revisore piani );  la condivisione del piano con questa modalità di presentazione e gestione della formazione deve risultare dall’accordo sottoscritto con le rappresentanze sindacali. Ex: applicazione cig a rotazione. segue

31 CONTO FORMAZIONE Piani con ammortizzatori Disposizioni specifiche  presentare un piano formativo, dal momento in cui è stato sottoscritto l'accordo sindacale di condivisione, anche sulla base della richiesta di integrazione salariale. A tal fine, occorre l’autocertificazione con la quale il legale rappresentante dell'azienda proponente attesta, sotto la propria responsabilità, di aver richiesto all'Amministrazione competente (Inps/Ministero del Lavoro) l'integrazione salariale prevista dalla normativa vigente, specificando la data di presentazione della domanda e il periodo del trattamento.

32 CONTO FORMAZIONE PIANI CON AMMORTIZZATORI E1 Rimborso spese lavoratori sospesi: la voce comprende esclusivamente il rimborso spese, con gli eventuali oneri a carico dell’azienda, che l’impresa può erogare ai partecipanti Quando: Ciascuna azione formativa per i lavoratori in cassa integrazione, con contratto di solidarietà, apprendisti e collaboratori a progetto con i requisiti ex art. 19 della L. 2/2009, può avere una durata non superiore a 300 ore e deve distribuirsi nell’arco di tre mesi, salvo che nell’accordo di condivisione del Piano le parti sociali non motivino e condividano la necessità di una maggiore durata, entro un massimo di 400 ore e/o di quattro mesi In quale misura: L’importo massimo del rimborso ammissibile per lavoratore in cassa integrazione partecipante alla formazione, in ragione di ogni ora di durata dell’azione formativa, è pari a 1,5 euro, al lordo degli oneri a carico del lavoratore. In sede di rendiconto tale importo, insieme con gli oneri a carico dell’azienda, viene riconosciuto nell’ambito del contributo a carico di Fondimpresa solo per i lavoratori in cassa integrazione che hanno frequentato almeno l’80% delle ore di corso, salvo i casi di documentata forza maggiore o di assenza in funzione dell'applicazione di normative nazionali in materia di congedi parentali o maternità.

33 CONTO FORMAZIONE PIANI CON AMMORTIZZATORI E2 Altre spese per lavoratori sospesi: la voce comprende esclusivamente il rimborso spese per la copertura assicurativa relativa al periodo di formazione dei lavoratori in cassa integrazione, con contratto di solidarietà, con contratto di apprendistato e di collaborazione a progetto, in possesso dei requisiti ex art. 19 della L. 2/2009.

34 CONTO FORMAZIONE PIANI CON AMMORTIZZATORI Piani con ammortizzatori Rendicontazione In rendicontazione: Per le ore di formazione svolte dai lavoratori nel periodo in cui sono in servizio, l'azienda titolare del Piano dovrà provvedere alla copertura della quota ordinaria di cofinanziamento privato, nella misura di un terzo del costo complessivo rendicontato, rapportato alla percentuale di frequenza di tali dipendenti rispetto al totale ore allievo del piano. La liquidazione del rendiconto di piano potrà avvenire una volta che a Fondimpresa sia stato notificato, da parte dell'Azienda interessata, l'intervenuto provvedimento relativo al trattamento di integrazione salariale.

35 CONTO FORMAZIONE AVVISO 3/2009 Con l'Avviso 3/2009 Fondimpresa offre un nuovo sostegno alle imprese e ai lavoratori coinvolti nella situazione di crisi. Dal 15 ottobre 2009 al 15 ottobre 2010, fino a esaurimento delle risorse, le aziende aderenti al Fondo potranno presentare richiesta di piani formativi per aggiornare e riqualificare dipendenti in cassa integrazione o in regime di ammortizzatori sociali. La presentazione delle domande va fatta direttamente a Fondimpresa. Sono disponibili euro. Per ogni piano è previsto un contributo massimo di euro. L'azienda coprirà il 50% dei costi del piano presentato ricorrendo alle risorse del proprio Conto Formazione. E' quindi essenziale che ogni azienda che intenda partecipare abbia effettuato le procedure di registrazione

36 DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO homepage, sezioni Avvisi e “conto formazione” homepage, area “download”

37 CONTO FORMAZIONE Guida alla gestione e rendicontazione dei Piani Formativi Aziendali e relativi allegati On-line sono disponibili le form relative al processi di: Presentazione del Piano Monitoraggio del Piano Rendicontazione del Piano e alle attività ad essi connesse. STRUMENTI DI GESTIONE E CONTROLLO

38 CONTATTI Quesiti e/o informazioni: HELPDESK TECNICO Numero verde


Scaricare ppt "FONDIMPRESA Priorità Fondimpresa con lo 0,30 % dei contributi che le imprese versano all’INPS (in base alla legge 845/78) sostiene piani formativi aziendali,"

Presentazioni simili


Annunci Google