La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FORME ESPRESSIVE DELLA PUBBLICITA’ L’uso della parola e delle figure retoriche visive.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FORME ESPRESSIVE DELLA PUBBLICITA’ L’uso della parola e delle figure retoriche visive."— Transcript della presentazione:

1 FORME ESPRESSIVE DELLA PUBBLICITA’ L’uso della parola e delle figure retoriche visive

2 Si possono distinguere 2 categorie di messaggi pubblicitari 1.indirizzata alla testa – copy strategy basata su logica e razionalità (benefit e reason why) 2. indirizzata al cuore - copy strategy basata su emozione che enfatizza il brand character

3 Esempio di copy strategy razionale, reason why e benefit

4 Grafico del processo comunicativo (Livolsi)

5 Camai, da Umberto Eco, La struttura assente, 1968 PAY OFF Anche voi potete far girar la testa ad un uomo così… con Camai. Perché Camai è la saponetta cosmetica preziosa per la carnagione, ricca di seducente profumo Francese. Un profumo costosis- simo, irresistibile. Affidatevi a Camai… Quel fascino che fa girar la testa.

6 1. PARTE TESTUALE SLOGAN GIOCHI DI PAROLA

7 PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO

8 Impiego di espedienti linguistici come la rima, l ’ assonanza, la ripetizione Rima, assonanza ripetizioni

9 USO DI AGGETTIVI POSSESSIVI

10 USO DI SUPERLATIVI ASSOLUTI

11 USO DI AFFERMAZIONI ASSOLUTE

12 INVENZIONE DI VERBI INESISTENTI

13 ESORTAZIONI, CONSIGLI, IMPERATIVI

14 RASSICURAZIONI SUL PRODOTTO

15 PROMESSE

16 USO LIBERO DI FRASI CONTRADDITTORIE

17 Un tipo speciale di logo: LA GRIFFE

18 2. PARTE VISIVA LE FIGURE RETORICHE

19 La figura retorica è la “distanza tra segno e senso, come spazio interno del linguaggio G. Genette, Figure. Retorica e strutturalismo, Einaudi, Torino, 1996

20 La retorica è un processo di CONNOTAZIONE, che si aggiunge in modo supplementare al significato denotativo. DENOTAZIONE  Senso immediato CONNOTAZIONE  Senso secondo

21 Cfr. Stefano Magistrettti, “Retorica e pubblicità” in Marco Lombardi, a cura di, Il nuovo manuale di tecniche pubblicitarie. Il senso e il valore della pubblicità, Franco Angeli, Milano LE FIGURE RETORICHE Oggi con il termine retorica si intende un insieme di tecniche dI narrazione e spiegazione. La retorica definisce una serie di figure aventi proprietà di connotazione. Queste figure ricorrono nel linguaggio quotidiano, così come in quello letterario o artistico. La sola differenza è che nella quotidianità non vi è coscienza, infatti di rado chi grida “arbitro cornuto” sa che sta usando una metafora e un’iperbole. Io posso dire in 2 modi diversi la stessa cosa: a me piace il vino, oppure Ogni tanto mi bevo un bel bicchierino Storia La retorica – nel suo senso tradizionale di disciplina che si occupa del discorso - nasce a Siracusa nel V secolo a.C. I processi davanti ai giudici stimolano gli avvocati a studiare le caratteristiche del discorso persuasivo. Si sviluppa poi in Attica con i grandi sofisti. La divisione tradizionale della retorica mostra come l’atto persuasivo veniva concepito

22 1. INVENTIO> trovare cosa dire, ricerca degli esempi 2. DISPOSITIO > messa in ordine: esordio, narrazione, resoconto degli argomenti, perorazione, finale 3. ELOCUTIO > esporre con ornamento un discorso (interessa l’espressione, stile) 4. ACTIO> recitazione e memoria (ricordo)

23 1. ANTONOMASIA Dal greco, nome al posto di, E’ una figura semantica essenziale in pubblicità poiché la persona raffigurata si pone al posto di tutto il pubblico dei destinatari. Questo mette in atto non solo meccanismi retorici, ma anche processi identificativi e introiettivi, Esempio: modello, attore o testimonial.

24 Annuncio Algida anni ‘80

25 Annuncio per Espresso Lavazza,testimonial: Clooney e Malkovich

26 FORMULE PER RIDURRE O ACCRESCERE UN OGGETTO O CONCETTO

27 2. LITOTE Dal termine greco che significa semplice. Attenuazione del pensiero, allo scopo di far intendere più di quanto si dice, è un understatement. E’ un messaggio a favore del succo d’arancia, ma la vera semantica del messaggio di pubblicità sociale è ben più coinvolgente, il testo mostra un understatement, messo a confronto con un’immagine brutale. Si crea un ambiguità, che il destinatario deve decodificare attraverso il payoff “morte-alcool” vs “non alcool-vita”

28 Annuncio sociale dell’azianda automobilistica Vauxhall, 1995 Ag. LOWE Howard-spink, Regno Unito

29 Iperbole: Campagna del Maggiolino del copywriter Bill Bernbach

30 3. IPERBOLE Dal termine greco Yperbole che sta per lancio sopra Quando si mette in evidenza qualcosa in modo esagerato Es. - Ho una montagna di bucato da lavare - Sei lunga come la Quaresima

31 Iperbole: Nike e Sampras

32 Iperbole: prodotto Piselli surgelati

33 Iperbole: prodotto di prestigio: Cartier Sovradimensionamento marchio e prodotto

34 Iperbole: prodotto Schweppes – iperbole ironica

35 Claes Oldenburg, Spoonbridge and Cherry, 1988


Scaricare ppt "FORME ESPRESSIVE DELLA PUBBLICITA’ L’uso della parola e delle figure retoriche visive."

Presentazioni simili


Annunci Google