La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistema Interprovinciale Piceno: da progetto a servizio “Gli Opac e i sistemi informativi delle biblioteche marchigiane: stato dell’arte e progetti” Jesi,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistema Interprovinciale Piceno: da progetto a servizio “Gli Opac e i sistemi informativi delle biblioteche marchigiane: stato dell’arte e progetti” Jesi,"— Transcript della presentazione:

1 Sistema Interprovinciale Piceno: da progetto a servizio “Gli Opac e i sistemi informativi delle biblioteche marchigiane: stato dell’arte e progetti” Jesi, 9 giugno 2008 cristiana iommi

2 Indice Costituzione del sistema: cronologia, gestione, finanziamenti, articolazione Consapevolezza del servizio Attività dei bibliotecari Risultati raggiunti Obiettivi in prospettiva Conclusioni

3 Cronologia del sistema 2002: possibilità di accedere a finanziamenti straordinari 2004: protocollo d’intesa tra 19 biblioteche e la Provincia di Ascoli Piceno 2005: progettazione e realizzazione polo 2006: (gennaio) polo Sebina 2006: (marzo) polo SBN 2007: ingresso 2 nuove biblioteche

4 Gestione e finanziamenti del sistema GESTIONE Provincia di Ascoli Piceno Comitato tecnico Assemblea dei bibliotecari Biblioteche referenti sul territorio Responsabile del sistema Figure tecniche COPERTURA FINANZIARIA Provincia di Ascoli Piceno Quote dei Comuni partecipanti Finanziamenti Legge 75

5 Articolazione Il Polo si compone di 21 biblioteche: 17 bibl. appartenenti a Comuni (Ascoli Piceno, Castel di Lama, Colli del Tronto, Cupramarittima, Fermo, Grottammare, Grottazzolina, Monsampolo, Montegiorgio, Montegranaro, Offida, Petritoli, Porto S. Giorgio, Porto S. Elpidio, Ripatransone, S. Benedetto del Tronto, Sant’Elpidio a Mare), 2 bibl. appartenenti agli Istituto per la Storia del Movimento di liberazione nelle Marche di Ascoli e di Fermo, + bibl. Conservatorio e bibl. della Sibilla. (8 già presenti in progetti di cooperazione, le altre alla loro prima esperienza)

6 Da progetto a servizio ??? Nell’intento dei bibliotecari il sistema nasce con una connotazione di servizio, organizzato con organi di decisione e di coordinamento QUINDI: Il miglior servizio ad oggi possibile è quello di concepirci come servizio

7 Consapevolezza del servizio identità e maturità di intenti coscienza delle debolezze del sistema relazioni tra i bibliotecari (assemblea mensile) Consapevolezza di fornire un servizio diffuso sul territorio proponendosi agli utenti come una realtà professionale bibliotecaria cooperativa

8 Attività dei bibliotecari “fissare delle priorità” attività nella gestione delle collezioni nelle singole biblioteche azione sul catalogo ( di cui ca. condivisi in indice) incontri con gli utenti pubblicizzare il sistema (!!!) In sostanza agire su un lavoro tecnico quotidiano con momenti di visibilità pubblica

9 Attività dei bibliotecari Che cosa è l’assemblea dei bibliotecari ? ……. riunione mensile con pubblicazione del verbale aggiornamento sulle linee del Comitato tecnico elaborazione argomenti e strategie del lavoro, pianificazione di interventi, coordinamento e organizzazione attività, formazione, discussione critica e decisioni operative

10 Risultati tecnici raggiunti creazione servizi / miglioramento servizi miglioramento della connessione e server dedicato maggiore leggibilità dei dati come risultato della continua attività coordinata di bonifica sul catalogo in cooperazione tra le biblioteche secondo le proprie potenzialità attivazione dei servizi remoti utente in OPAC anagrafe lettori condivisa ( / ) tessera utente comune prestito interbibliotecario attivo nel gestionale sebina OPAC ragazzi ….

11 Risultati tecnici raggiunti creazione servizi / miglioramento servizi tessera utente

12 Risultati tecnici raggiunti creazione servizi / miglioramento servizi OPAC ragazzi: sponsor privato gestione dati ca. forte personalizzazione dell’interfaccia preparazione dei dati catalografici ad uno scarico mirato intensa attività di revisione e bonifica dei dati per un approccio facilitato dei nostri piccoli utenti adesione Nati per leggere

13 Manifesto della giornata

14 Teatro delle Energie (Grottammare): 9 maggio 2008

15

16

17

18

19

20 Risultati tecnici raggiunti creazione servizi / miglioramento servizi Sito del Sistema Interprovinciale Piceno -accessibilità e reattività (interazione) -dimensione pubblica (visibilità) -area riservata del bibliotecario (operatività) -Gestione autonoma dei contenuti del sito da parte del gestore ed in alcune sezioni dei bibliotecari -blog

21 Risultati tecnici raggiunti creazione servizi / miglioramento servizi pubblicizzare il sistema con: incontri periodici con le scuole che precedano le visite guidate, con creazione di percorsi giornate di presentazione dei servizi per creare sinergia con la comunità compleanno del Polo (novembre) open day (un sabato di novembre) iniziative mirate ad un’utenza specifica (es. ragazzi)

22 Obiettivi in prospettiva su cosa lavoreremo … revisione protocollo d’intesa e regolamento di polo reference on line strutturato arricchimento del sito manutenzione e miglioramento degli strumenti (catalografici ed informativi) preparazione all’ingresso di nuove biblioteche strategie per avvicinare l’utenza in modo costante ed avere un rapporto sinergico con la comunità su cosa vorremmo lavorare… gestione attività in cooperazione link multimediali libri per bambini

23 Conclusioni Come giovane comunità bibliotecaria con la presunzione di averlo creato investiamo sul potenziamento del servizio informativo. Come biblioteche di ente locale pensiamo di avere una percezione del territorio ma in realtà c’è un problema di comunicazione con la collettività e l’utenza potenziale Incontrando i “nuovi” utenti nelle diverse occasioni e presentando i servizi ci stupiamo della loro sorpresa nei confronti del nostro lavoro (anche di attività ormai consolidate) … dapprima ci esaltiamo ma poi riflettiamo e pensiamo ….

24 Conclusioni ….che spesso si vive di un’utenza affezionata ma molto ridotta nei confronti della potenziale ( utenti / abitanti; 17/26 biblioteche comunali) …. si hanno dei rapporti con l’utenza incostanti …. viviamo una delegittimazione continua del nostro lavoro all’interno delle amministrazioni che/perché sono le prime a non avere la percerzione del servizio QUINDI …

25 Conclusioni …. sulla base del fatto che non si possa pensare ad un servizio se esso non è conosciuto da chi ne vuole usufruire dobbiamo impegnarci più sulla comunicazione, sulla visibilità, concentrarci su priorità, selezionando una o più attività ed investendo sulla divulgazione di esse

26 Conclusioni tre gli obiettivi già esposti, nel 2008 … Sezioni e OPAC Ragazzi Prestito interbibliotecarioRevisione protocollo d’intesa Regolamento

27 Conclusioni nel 2009 Fine … sopravvivere alla divisione territoriale …


Scaricare ppt "Sistema Interprovinciale Piceno: da progetto a servizio “Gli Opac e i sistemi informativi delle biblioteche marchigiane: stato dell’arte e progetti” Jesi,"

Presentazioni simili


Annunci Google