La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2 Dal 2007-2013 al 2014-2020 Gioventù in Azione PROGRAMMI INTERNAZIONALI PER L’ISTRUZIONE SUPERIORE Erasmus mundus, Tempus, Alfa, Edulink, Programmi bilaterali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2 Dal 2007-2013 al 2014-2020 Gioventù in Azione PROGRAMMI INTERNAZIONALI PER L’ISTRUZIONE SUPERIORE Erasmus mundus, Tempus, Alfa, Edulink, Programmi bilaterali."— Transcript della presentazione:

1

2 2 Dal al Gioventù in Azione PROGRAMMI INTERNAZIONALI PER L’ISTRUZIONE SUPERIORE Erasmus mundus, Tempus, Alfa, Edulink, Programmi bilaterali LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo Grundtvig Trasversale Jean Monnet Programmi esistenti Un unico programma integrato per istruzione, formazione, gioventù e sport

3 3 Dai programmi settoriali … agli ambiti di intervento istruzione scolastica tutti i tipi di istruzione superiore nei paesi del programma tutti i tipi di istruzione superiore tra i paesi del programma e i paesi partner istruzione e formazione professionale apprendimento degli adulti apprendimento non formale e informale nel settore gioventù attività sportive

4

5 5 da LLP - Leonardo da Vinci a Erasmus + Mobilità IVT Mobilità VETPRO Mobilità PLM* (*solo neo diplomati) Partenariati Multilaterali Progetti TOI Progetti DOI Reti transnazionali Attività chiave 1: Mobilità individuale di apprendimento Attività Chiave 2: Partenariati Strategici

6 6 I numeri di Leonardo

7 7 I numeri di Erasmus+ - Ambito VET 22% VET 22% del budget totale (oltre € 14 miliardi per 7 anni) destinato alla VET studenti europei in formazione professionale e apprendisti partenariati strategici organismi coinvolti

8 8

9 9 Obiettivo: Accrescere le opportunità di formazione in un altro Paese del Programma di studenti e tirocinanti VET, finalizzate a far acquisire le abilità necessarie per favorire la transizione verso il mondo del lavoro Obiettivo: Accrescere le opportunità di formazione in un altro Paese del Programma di studenti e tirocinanti VET, finalizzate a far acquisire le abilità necessarie per favorire la transizione verso il mondo del lavoro KA 1- VET Learners Cosa c’è da fare… Svolgimento di un’esperienza di lavoro/apprendimento all’estero sia presso i luoghi di lavoro che istituti VET Tirocinio formativo all’estero presso imprese, altri contesti di lavoro (organismi pubblici, NGO, etc.) scuole o centri di formazione professionale che prevedono apprendimento in contesti lavorativi ( work-based learning ) Cosa c’è da fare… Svolgimento di un’esperienza di lavoro/apprendimento all’estero sia presso i luoghi di lavoro che istituti VET Tirocinio formativo all’estero presso imprese, altri contesti di lavoro (organismi pubblici, NGO, etc.) scuole o centri di formazione professionale che prevedono apprendimento in contesti lavorativi ( work-based learning ) Durata della mobilità: Da 2 settimane fino a massimo di 12 mesi, escluso il tempo del viaggio Durata del progetto: 1 o 2 anni Durata della mobilità: Da 2 settimane fino a massimo di 12 mesi, escluso il tempo del viaggio Durata del progetto: 1 o 2 anni A chi si rivolge: Ad apprendisti e studenti inseriti in percorsi VET e neo diplomati/ qualificati A chi si rivolge: Ad apprendisti e studenti inseriti in percorsi VET e neo diplomati/ qualificati

10 10 A chi si rivolge: docenti, formatori, personale amministrativo e dirigenti Al personale degli organismi che operano nell’ambito VET o che si occupano di VET (docenti, formatori, personale amministrativo e dirigenti, etc). L’azione teaching/training assignments è aperta anche allo staff delle imprese, del settore pubblico e alle organizzazioni della società civile A chi si rivolge: docenti, formatori, personale amministrativo e dirigenti Al personale degli organismi che operano nell’ambito VET o che si occupano di VET (docenti, formatori, personale amministrativo e dirigenti, etc). L’azione teaching/training assignments è aperta anche allo staff delle imprese, del settore pubblico e alle organizzazioni della società civile KA1 -VET Staff Cosa c’è da fare… esperienze di lavoro job shadowing Staff training: sostegno allo sviluppo professionale dello staff VET attraverso esperienze di lavoro e di job shadowing all’estero in impresa o in organismi VET Teaching/training assignments: svolti da docenti presso istituti di formazione professionale all’estero, ma anche dallo staff delle imprese presso altre imprese o organismi di istruzione e formazione all’estero Cosa c’è da fare… esperienze di lavoro job shadowing Staff training: sostegno allo sviluppo professionale dello staff VET attraverso esperienze di lavoro e di job shadowing all’estero in impresa o in organismi VET Teaching/training assignments: svolti da docenti presso istituti di formazione professionale all’estero, ma anche dallo staff delle imprese presso altre imprese o organismi di istruzione e formazione all’estero Durata della mobilità: Da 2 giorni fino a massimo di 2 mesi, escluso il tempo di viaggio Durata del progetto: 1 o 2 anni Durata della mobilità: Da 2 giorni fino a massimo di 2 mesi, escluso il tempo di viaggio Durata del progetto: 1 o 2 anni Obiettivo: Aggiornare/acquisire conoscenze pratiche e/o abilità pedagogiche dei professionisti in uno dei Paesi del Programma Obiettivo: Aggiornare/acquisire conoscenze pratiche e/o abilità pedagogiche dei professionisti in uno dei Paesi del Programma

11 11 KA 1- VET Chi può presentare proposte Un’organizzazione operante nell’ambito dell’istruzione e formazione professionale (VET organisation) Un’organizzazione operante nell’ambito dell’istruzione e formazione professionale (VET organisation) Il coordinatore di un National VET Consortium (con almeno 3 VET organisation dello stesso Paese)

12 12  organismo pubblico o privato attivo nel campo dell’istruzione e formazione professionale (definito come organismo VET)  organismo pubblico o privato attivo nel mercato del lavoro o nei settori dell’istruzione, della formazione o della gioventù KA 1- VET Organismi Partecipanti

13 13 KA 1- VET La Transnazionalità! Un’attività di mobilità è transnazionale e deve coinvolgere 2 organizzazioni partecipanti di differenti Paesi del Programma ovvero almeno uno d’invio e almeno uno ricevente

14 14 KA1 –VET Aspetti Finanziari

15 15 KA 1- VET Nuovo sistema di finanziamento Caratteristiche: una maggiore semplificazione amministrativa drastica riduzione dei costi reali utilizzo di scale di costi unitari semplificazione nel calcolo delle sovvenzioni Vantaggi:  Minore margine di errore per i beneficiari  Minore carico di lavoro nella rendicontazione dei progetti

16 16 KA 1- VET Voci di costo VET Staff Scale di costi unitari  Viaggio  Supporto agli individui  Supporto organizzativo Costi reali  Bisogni speciali VET Learners Scale di costi unitari  Viaggio  Supporto agli individui  Supporto organizzativo  Supporto linguistico (eventuale) Costi reali  Bisogni speciali  Costi eccezionali

17 KA1- VET Criteri di valutazione

18 Rilevanza del progetto rispetto agli obiettivi dell’Azione (max 30 punti - min 15) Qualità della proposta in termini di progettazione e implementazione (max 40 punti – min 20) Impatto, disseminazione e sostenibilità della proposta (max 30 punti - min 15) N.B.La candidatura dovrà ottenere un punteggio complessivo minimo di 60 punti e per ogni dimensione di valutazione aver totalizzato almeno la metà del punteggio previsto KA 1- VET criteri di valutazione (Learners e Staff) 18

19

20 20 KA 2 – VET Partenariati Strategici OBIETTIVO: Promuovere la cooperazione fra organismi e istituzioni che operano nell’ambito dell’istruzione e della formazione o in altri settori rilevanti finalizzati allo sviluppo e all’implementazione di iniziative congiunte e volte a sostenere l’apprendimento reciproco e lo scambio delle esperienze OBIETTIVO: Promuovere la cooperazione fra organismi e istituzioni che operano nell’ambito dell’istruzione e della formazione o in altri settori rilevanti finalizzati allo sviluppo e all’implementazione di iniziative congiunte e volte a sostenere l’apprendimento reciproco e lo scambio delle esperienze Cosa c’è da fare… Sviluppo e trasferimento di pratiche innovative Cooperazione con attori diversi e networking Validazione delle competenze Mobilità Promozione dell’imprenditorialità, dell’inclusione e della partecipazione dei giovani Cosa c’è da fare… Sviluppo e trasferimento di pratiche innovative Cooperazione con attori diversi e networking Validazione delle competenze Mobilità Promozione dell’imprenditorialità, dell’inclusione e della partecipazione dei giovani

21 KA 2 - VET Finalità KA 2 - VET Finalità cooperare al fine di favorire lo sviluppo, il trasferimento e/o l’ implementazione e la diffusione di pratiche innovative a livello organizzativo, locale, regionale, nazionale o europeo favorire lo sviluppo e la modernizzazione degli organismi coinvolti nonché delle politiche a livello europeo, nazionale e regionale 21

22 22 KA 2 – VET Numero di organismi e di Paesi KA 2 – VET Numero di organismi e di Paesi Minimo 3 organizzazioni 3 diversi Paesi del Programma Minimo 3 organizzazioni 3 diversi Paesi del Programma Possibilità di inserire anche partner afferenti alla politica europea di vicinato ma solo se la loro partecipazione apporta reale valore aggiunto all’iniziativa progettuale Possibilità di inserire anche partner afferenti alla politica europea di vicinato ma solo se la loro partecipazione apporta reale valore aggiunto all’iniziativa progettuale

23 KA 2 – VET Chi può presentare una candidatura KA 2 – VET Chi può presentare una candidatura Ogni organizzazione pubblica/privata eleggibile appartenente ad uno dei Paesi del programma 23 La candidatura verrà presentata dal solo applicant all’Agenzia nazionale del Paese di appartenenza Gli organismi partner non devono inviare la candidatura alla propria Agenzia Uno stesso partenariato può presentare soltanto una candidatura 23

24 24 KA 2 - VET Durata di un Partenariato strategico Un progetto di Partenariato Strategico ha una durata o di 24 mesi o di 36 mesi Non sono possibili durate intermedie La durata dovrà essere coerente con gli obiettivi e le attività previste nel progetto Nessuna eventuale richiesta di estensione alla durata progettuale (massimo 6 mesi) potrà determinare il superamento dei 3 anni

25  Rafforzamento della cooperazione tra organismi finalizzato allo scambio di pratiche ;  Promozione dello sviluppo, della sperimentazione e/o implementazione di pratiche innovative nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù;  Supporto al riconoscimento e validazione delle conoscenze, delle competenze e delle abilità acquisite attraverso esperienze di apprendimento formale, non-formale ed informale;  Cooperazione tra Autorità regionali finalizzate alla promozione dello sviluppo dei sistemi di istruzione, formazione e gioventù e alla loro integrazione in azioni di sviluppo locale e regionale;  Iniziative transnazionali a supporto delle abilità e delle capacità imprenditoriali, per incoraggiare la cittadinanza attiva e l’imprenditorialità (inclusa l’imprenditorialità sociale). 25 KA 2 – VET Attività di un Partenariato strategico

26 26 KA 2 – VET Mobilità transnazionale KA 2 – VET Mobilità transnazionale Mobilità individuale per insegnamento, formazione o apprendimento se danno valore aggiunto al progetto. L’attività deve realizzarsi nei Paesi degli organismi coinvolti nel Partenariato. Si dovrà dimostrare che le attività di mobilità siano necessarie al raggiungimento degli obiettivi e dei risultati del progetto Mobilità di breve termine (5 gg a 2 mesi)  Insegnamento e formazione staff  Mobilità per operatori giovanili  Mobilità per studio degli alunni Mobilità di lungo termine (da 2 a 12 mesi)  Eventi di formazione congiunta per staff  Mobilità mista (virtuale e fisica) dei discenti  Attività di progetto congiunte fra gruppi di alunni  Programmi intensivi per i discenti

27 27  Progetti settoriali rivolti ad obiettivi politici, sfide e bisogni di settori specifici (es. istruzione superiore, formazione professionale VET, istruzione scolastica, educazione degli adulti, gioventù) Un formulario specifico per le proposte di progetto VET  Progetti transettoriali finalizzati a promuovere la cooperazione tra settori diversi (es. rilevanti per più settori e/o con organizzazioni provenienti da vari campi) Un formulario specifico per le proposte transettoriali da presentare all’AN del settore prevalente KA2 - VET Partenariato strategico:settoriale e transettoriale

28 28 KA 2 - VET Tipologie di partenariati KA 2 - VET Tipologie di partenariati Sulla base degli obiettivi del progetto, degli organismi coinvolti, dell’ impatto atteso e di altri elementi che caratterizzano l’iniziativa, è possibile distinguere diverse tipologie di Partenariato strategico: Progetti di cooperazione finalizzati, ad esempio, allo scambio di esperienze, prassi, ecc. Progetti più sofisticati finalizzati allo sviluppo e allo scambio di prodotti e output innovativi La distinzione è rilevante perché determina una diversa composizione del budget

29 29 KA 2 - VET Un’unica azione per tanti progetti modulari ATTIVITÀ/ VOCI DI BILANCIO PARTENARIATI STRATEGICI SETTORIALI/TRANSETTORIALI SEMPLICI PARTENARIATI STRATEGICI SETTORIALI/TRANSETTORIALI COMPLESSI Gestione del progetto e implementazione XX Riunioni transnazionali di progetto XX Mobilità transnazionale X X Prodotti/Risultati intellettuali X Eventi di diffusione X Costi eccezionali X

30 30 KA2 –VET Aspetti Finanziari

31 31 KA 2- VET Nuovo sistema di finanziamento Caratteristiche: una maggiore semplificazione amministrativa drastica riduzione dei costi reali utilizzo di scale di costi unitari semplificazione nel calcolo delle sovvenzioni Vantaggi:  Minore margine di errore per i beneficiari  Minore carico di lavoro nella rendicontazione dei progetti

32 KA 2 - VET Le voci di costo del Piano finanziario  Gestione del progetto e implementazione  Riunioni transnazionali di progetto  Prodotti/Risultati intellettuali  Eventi di diffusione  Costi eccezionali (costi reali al 75%)  Supporto a bisogni speciali (costi reali al 100%) 32

33 KA2 Criteri di valutazione

34 KA 2 – VET Aree di rilevanza nella progettazione  Pertinenza del progetto max 30 punti – min 15  Qualità della concezione e dell’attuazione del progetto max 20 punti – min 10  Qualità del gruppo di progetto e degli accordi di cooperazione max 20 punti – min 10  Incidenza e divulgazione max 30 punti – min 15 N.B. La candidatura dovrà ottenere un punteggio complessivo minimo di 60 punti e per ogni dimensione di valutazione aver totalizzato almeno la metà del punteggio previsto 34

35 Modalità di presentazione della candidatura: KA1 e KA2

36 I passi preliminari per la presentazione di un progetto Erasmus+ ACCOUNT ECAS REGISTRAZIONE URF PIC E-FORM 36

37 Documentazione di riferimento Regolamento (UE) n. 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11/12/2013 che istituisce Erasmus+ Invito a presentare proposte Erasmus+ Programme Guide Application Form (e-form) Manuale per l’autentificazione in ECAS Manuale per la Registrazione URF Technical guidelines for completing application e-Forms Guide for Experts on Quality Assessment Modello Mandato (Mandate Template ) 37

38 L’ISFOL e l’Europa: ERASMUS+ e non solo  Agenzia nazionale Erasmus+ Ambito VET  Refernet Italia  Euroguidance Italia  Reference Point nazionale EQAVET  Eurodesk  Gruppo nazionale esperti ECVET  Centro nazionale EUROPASS Italia (NEC)  Punto nazionale di coordinamento EQF  Coordinatore nazionale per l’implementazione dell’Agenda europea per l’Adult Learning 38

39 39 Agenzia Erasmus+ ISFOL è anche su: Clicca su MI PIACE https://www.facebook.com/ErasmusplusISFOL Agenzia Erasmus+Isfol Clicca su diventa nostro AgenziaErasmus+Isfol e sarai aggiornato in tempo reale su eventi, attività, news, ecc.!!!

40 40 Grazie per l’attenzione ! Contatti: Agenzia Nazionale ERASMUS+ISFOL c/o Isfol Corso d’Italia 33, R Tel: Informazioni: -plus_en


Scaricare ppt "2 Dal 2007-2013 al 2014-2020 Gioventù in Azione PROGRAMMI INTERNAZIONALI PER L’ISTRUZIONE SUPERIORE Erasmus mundus, Tempus, Alfa, Edulink, Programmi bilaterali."

Presentazioni simili


Annunci Google