La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I Bimbi di una Scuola Materna raccontano con i loro disegni e parole la PAROLA DI DIO nel gruppo ci sono gli artisti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I Bimbi di una Scuola Materna raccontano con i loro disegni e parole la PAROLA DI DIO nel gruppo ci sono gli artisti."— Transcript della presentazione:

1

2 I Bimbi di una Scuola Materna raccontano con i loro disegni e parole la PAROLA DI DIO nel gruppo ci sono gli artisti

3 In principio Il Signore ha creato il cielo e la terra. Poi due luci grandi, Il sole per il giorno e la luna e le stelle per la notte. Nella terra è nata l’erba poi i fiori le piante. Gli uccelli hanno cominciato a volare. E il mare si è riempito di tanti pesci Il Signore ha visto come era tutto bello, poi ha detto: “Faccio l’uomo che mi somigli”. ( Genesi 1,26 ) IL SIGNORE HA CREATO TUTTO BELLO!

4 La Madonna stava guardando un libro e mentre leggeva veniva dalla finestra una luce e sentì una voce che disse: “Tu dovrai essere la mamma di GESÙ. La Madonna dice allora: “Io ?“ e la voce rispose: “Si, perché sei la donna più gentile, più buona e il Signore vuole che tu sia la mamma di GESÙ“ ( Luca 1,26-37 ) L’ Angelo va annunciare a Maria

5 È passato un bel po’ di tempo e Maria si è sentita male, allora con Giuseppe stavano cercando un posto per fare nascere Gesù. Allora Giuseppe dice a Maria: “Nessuno ci vuole “Allora le dice una Signora che là ci sono delle grotte. “Se vuoi andare là !“ Così Giuseppe e Maria con il suo somarino sono andati alla grotta. E dopo un po’ e nato Gesù. I pastori sono andati a trovarlo, poi anche i re Magi dopo…! ( Luca 2,1,7 )

6 Gesù e stato piccolino come noi, poi è cresciuto, è stato molto tempo con la sua mamma e papà per prepararsi a parlare con i suoi amici e con tutti. Dopo andava in giro a parlare e ascoltare quello che dicevano gli altri di Lui. Poi raccontava delle “parabole” che sono molto importanti perché ci insegnano a essere buoni. Faceva poi anche dei miracoli (Luca 2,52 )

7 Giovanni Battista era nel fiume che battezzava quelli che lo volevano È arrivato Gesù, anche lui si è voluto battezzare. ( Matteo 3,13 )

8 Gesù voleva stare spesso con i bambini ma i suoi amici non volevano perché credevano che lo disturbassero. Ma invece Gesù dice: “Non disturbano i bambini, perché gli devo raccontare la mia storia” “Se non diventate anche voi come i bambini, non vi prendo nella mia casa“ ( Matteo 10, )

9 Gesù ha raccontato questo fatto. Un pastore aveva tante pecore e ne ha perso una. Allora andò a cercare nella montagna in mezzo ai cespugli; finalmente la trovò, le usciva tutto il sangue, poverina! Il pastore l‘ha curata e dopo l’ha portata dalle altre pecorine e gli ha detto di non farlo più. ( LUCA 15, 4-7 )

10 Gesù ha raccontato di un figlio un po’ birichino e di un papà molto buono. Il figlio un giorno voleva scappare e gli ha detto: “Dammi tutti i soldi” e il papà poverino, era disperato, allora glieli dà e va via. Finché non ha finito i soldi sta bene, ma dopo comincia la fame, la sete e prova a pensare cosa può fare. Pensa a ritornare a casa e chiedere perdono al papà. E il papà è molto felice e gli fa una grande festa e dice che non deve più scappare ( Luca 15, ) Il figlio che va via di casa

11 Gesù ha raccontato una parabola “C’era un signore che seminava il grano; è venuto il vento e ha soffiato il grano, un po’ l’ha fatto andare vicino ai sassi, un po’ vicino ai cespugli e mentre seminava c’era il sole e molta semente è andata nella terra, così poteva nascere il grano” ( Luca 8, 4 -8 ) Il Seminatore va a seminare

12 Un giorno un soldato va chiedere a Gesù di guarire un suo servo. Gesù allora voleva andare in casa sua, ma il Soldato gli ha detto: “Dì solo una parola, che il mio servo guarirà” Dopo sono venuti degli amici del soldato e gli hanno detto che era guarito il suo servo. ( Matteo 8, 6-13 )

13 I suoi amici erano ritornati con la barca vuota, avevano provato a pescare tutta la notte, perché di notte si prendano più pesci, però non avevano preso neanche un pesciolino. Allora sono ritornati a casa non contenti, allora dice Gesù: “Gettate le reti, questa volta i pesci li prenderete“ Allora dice Pietro: ”Abbiamo provato a pescare tutta la notte e non abbiamo preso niente”. Allora dice Gesù: “Se ascoltate le mie parole, io farò il miracolo” ( Luca 5,4-8 )

14 Gesù era con i suoi apostoli a fare una cena e dopo è venuto Pietro che ha detto: “C’è un signore che ha bisogno perché gli è morta la sua bimba e Tu puoi fare un miracolo”. Gesù risponde che non è vero che è morta, ma dorme! Allora va a vedere e gli dicono: “È l’ha dentro”. Gesù ripete che non è morta, va in casa e la chiama per nome e la bimba si alza e Gesù la porta fuori dal suo papà “ ( Marco 5,21 – 41)

15 Gesù andava spesso a riposarsi con i suoi amici su un monte dove c’era un giardino con tante piante. Ma quella sera è andato a pregare prima di essere preso per andare in croce. ( Luca 22, 39 – 46 )

16 Avevano preso Gesù, l’hanno messo in prigione, l’hanno frustato e preso in giro e gli hanno messo una corona di spine e poi gli hanno messo un pezzo di legno sulle spalle, poi tutta la gente veniva a vedere, a metterlo in croce, insieme ad altri due. La Madonna piangeva e Gesù gli ha affidato Giovanni. ( Marco 15,23 -27) LA CROCIFISSIONE

17 Gesù dopo che morto, la sua mamma Maria insieme a Maria Maddalena e altre persone, l’hanno messo dentro ad una tomba chiusa! Dopo alcuni giorni Maria Maddalena è andata a vedere la tomba, ma Gesù non c’era più, allora era disperata e ha incominciato a cercarlo e a piangere. Ma Gesù era risorto. ( Marco 16,1-6 ) Maria Maddalena va alla tomba

18 Gesù dopo che era morto è risorto,allora va a trovare i suoi amici, Pietro, Giovanni, Matteo e gli altri e prima di salire al cielo, gli dice che dovevano andare a dire a tutta la gente i miracoli che aveva fatto, dire quello che aveva detto a loro, per ricordare Gesù e per fargli credere in lui. Così un giorno moriremo, ma risorgeremo nel cielo con il Signore ( Giovanni 20, 1-10 ) Gesù appare ai suoi amici

19 La GIOIA e la BELLEZZA dei colori Sono un invito ad aprirci alla PAROLA “GESÙ AMAVA TANTO I BAMBINI” “LASCIATE CHE I BIMBI VENGANO A ME” Elaborazione:


Scaricare ppt "I Bimbi di una Scuola Materna raccontano con i loro disegni e parole la PAROLA DI DIO nel gruppo ci sono gli artisti."

Presentazioni simili


Annunci Google