La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Formazione Professionale Il Security Manager Aziendale Destinatari del corso I manager (titolare, institore, direttore tecnico) degli Istituti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Formazione Professionale Il Security Manager Aziendale Destinatari del corso I manager (titolare, institore, direttore tecnico) degli Istituti."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Formazione Professionale Il Security Manager Aziendale Destinatari del corso I manager (titolare, institore, direttore tecnico) degli Istituti di Vigilanza Privata, che intendano conseguire il requisito professionale minimo richiesto dal decreto Maroni 1° Dicembre 2010 n. 269

2 Ministero dell'Interno Decreto 1° dicembre 2010, n. 269 Regolamento recante disciplina delle caratteristiche minime del progetto organizzativo e dei requisiti minimi di qualità degli istituti e dei servizi di cui agli articoli 256-bis e 257-bis del Regolamento di esecuzione del TULPS, nonchè dei requisiti professionali e di capacità tecnica richiesti per la direzione dei medesimi istituti e per lo svolgimento di incarichi organizzativi nell'ambito degli stessi istituti Art. 256-bis: attività di vigilanza e custodia di beni mobili e immobili per la legittima autotutela dei diritti patrimoniali ad essi inerenti, che non implichino l’esercizio di pubbliche funzioni o lo svolgimento di attività che disposizioni di legge o di regolamento riservano agli organi di polizia

3 Requisiti Professionali Minimi All. B – DM 269/2010 REQUISITI PROFESSIONALI MINIMI DEL TITOLARE DELLA LICENZA, DELL’INSTITORE, DEL DIRETTORE TECNICO 1. Il titolare della licenza, l’institore, il direttore tecnico di un istituto di vigilanza privata devono essere in possesso dei seguenti requisiti professionali: diploma di scuola media superiore; aver ricoperto documentate funzioni direttive nell’ambito di istituti di vigilanza privata, con alle dipendenze almeno venti guardie giurate, per un periodo di almeno tre anni, o delle Forze dell’ordine, con esperienza documentata nel settore della sicurezza privata, per un periodo di almeno cinque anni ed avere lasciato il servizio, senza demerito, da non meno di un anno e non più di quattro anni; ovvero aver conseguito master di livello universitario in materia di sicurezza privata che prevedano stage operativi presso istituti di vigilanza privata; Per gli istituti che operano con livello dimensionale 4 e ambiti territoriali 4 e 5 almeno una figura tra il titolare della licenza, l’institore e il direttore tecnico deve possedere il profilo professionale UNI 10459:1995 “Funzioni e profilo del professionista della security aziendale”.

4 MASTER DI LIVELLO UNIVERSITARIO l Ministero dell’Interno rispondendo a una richiesta di chiarimenti da parte dell’ASSIV, l’associazione delle imprese di vigilanza privata aderente a Confindustria chiarisce che non si tratta di Master accessibili solo da chi è già in possesso del diploma di laurea, visto che il titolo di studio previsto è invece il diploma di scuola media superiore. La parola Master – chiarisce il ministero – “si riferisce a corsi di livello universitario, cioè organizzati direttamente o con la collaborazione di atenei riconosciuti, che abbiano ad oggetto la sicurezza privata e che prevedano, obbligatoriamente, stage operativi presso istituti di vigilanza privata”.

5 Norma UNI Funzioni e profilo del professionista della Security Aziendale" il profilo di tale figura deve corrispondere a requisiti che interconnettono la preparazione scolastica (istruzione), il perfezionamento del sapere e del saper fare (formazione e addestramento) e l'esperienza lavorativa. A questo scopo egli deve possedere e mantenere nel tempo i suddetti requisiti, adeguatamente documentati. requisiti minimi legati alla formazione scolastica («diploma di scuola media superiore), più almeno 12 anni di esperienza lavorativa di cui almeno quattro nell’ambito della Security Aziendale (esterno od interno alle aziende) …… (omissis) il possesso di attestati di partecipazione a corsi di formazione ovvero di superamento di corsi di specializzazione riferiti alla funzione di security, sia in ambito civile che militare. …… (omissis) per quanto riguarda la formazione, la Norma richiede, per il Professionista della Security Aziendale la frequenza ed il superamento di un corso istituzionale di almeno 90 h relativo alle problematiche della pianificazione e della gestione della security aziendale, al fine del perfezionamento del sapere e delle competenze tecnico specialistiche

6 MODELLO DI EROGAZIONE DEL CORSO Corso di Formazione Professionale Il Security Manager Aziendale Rilascio Attestato di Partecipazione Qualificazione del Corso presso un Ente di Certificazione accreditato Qualificazione Corso e accredito delle sede universitaria come centro di esame valido ai fini della certificazione

7 END


Scaricare ppt "Corso di Formazione Professionale Il Security Manager Aziendale Destinatari del corso I manager (titolare, institore, direttore tecnico) degli Istituti."

Presentazioni simili


Annunci Google