La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Confindustria Marche Ancona 27 febbraio 2014 Le cadute dall’alto : una priorità per la sicurezza Dati ed analisi delle cause degli infortuni per caduta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Confindustria Marche Ancona 27 febbraio 2014 Le cadute dall’alto : una priorità per la sicurezza Dati ed analisi delle cause degli infortuni per caduta."— Transcript della presentazione:

1 Confindustria Marche Ancona 27 febbraio 2014 Le cadute dall’alto : una priorità per la sicurezza Dati ed analisi delle cause degli infortuni per caduta dall’alto Dott. Aldo Pettinari AV2 – SPSAL Senigallia

2 Grazie per l’attenzione Dati ed analisi delle cause degli infortuni per caduta dall’alto Confindustria Marche - Ancona 27 febbraio 2014 Dott. Aldo Pettinari AV2 – SPSAL Senigallia Dott. Genesio Scaloni AV2 – SISP Jesi Le cadute dall’alto: una priorità per la sicurezza

3

4 “Nonostante il calo evidente ed il trend positivo da molti anni, nel nostro paese gli infortuni sono ancora tanti, soprattutto quelli mortali, troppi per un paese civile …” “... permangono ancora forti contraddizioni e zone grigie nella applicazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro … occorre intensificare le azioni mirate in quei settori e in quelle realtà tuttora vulnerabili …” “… è richiesto l’impegno e la coesione di tutti gli attori Istituzionali e Sociali” Dalla relazione della Commissione Parlamentare di inchiesta sulle > del 15 gennaio 2013

5 Fonte: Nuovi Flussi Informativi

6 Tasso di incidenza per Regioni standardizzato alla popolazione lavorativa italiana Fonte: Nuovi Flussi Informativi

7

8 Infortuni Gravi / Non gravi Fonte: Nuovi Flussi Informativi

9 Trend infortunistico Marche Fonte Nuovi Flussi Informativi. Infortuni dell'industria, agricoltura e artigianato (esclusi colf, sportivi, studenti, itinere e incidenti stradali)

10 Regione Marche – cadute dall’alto Fonte: Nuovi Flussi Informativi

11 La consapevolezza che debbano essere messe in atto azioni preventive nei confronti degli infortuni è vecchia quanto la storia. “quando edificherai una casa nuova, farai un parapetto intorno al tuo tetto, per non attirare una colpa di sangue sulla tua casa, se qualcuno dovesse cadere dal tetto”. (Deuteronomio V° a.c.) Da allora molte cose sono cambiate, ma dai tetti si continua a cadere!

12 Da dove si cade? Da tetti, solai e coperture per sfondamento di superfici non calpestabili o per mancanza di difese perimetrali Le immagini sono tratte da materiale prodotto dalla U.O. psal – ASS4 fvg e ASL Milano

13 Da ponteggi, trabattelli, opere provvisionali, passerelle etc

14 … eppure dalle “nostre finestre” si continua ad osservare …

15 In cantiere si cade: Dalle scale a pioli

16 Scale portatili Una delle attrezzature di lavoro causa di infortunio spesso gravi e talvolta mortali Piccole imprese spesso titolari e soci Causa:  Uso improprio (scelta della scala per quel lavoro era corretta?)  Non fissata, appoggiata male  Modalità di lavoro Prevenzione: quando puoi usa altra attrezzatura (art. 111 e seg. D. Lgs. 81/08)

17 Tra le criticità: l’accesso in quota

18 A cosa serve questa scala?.. Riassumendo..

19 “naturalmente per salire in quota … con un po’ di brivido …

20 … per andare a lavorare su una struttura che può rompersi … in ogni momento”

21 Ma si può cadere in tanti altri modi

22 Non si cade solo in cantiere … … in agricoltura da scale a pioli sfondamento di coperture da alberi

23 Nell’industria (manutentori/installatori) da scale a pioli da impianti e macchinari Carrelli elevatori da materiale

24 Nel terziario e commercio (Frequenti anche se di gravità più contenuta) cadute da scala a pioli da posti di lavoro sopraelevati durante attività di pulizia, manutenzione, sistemazione di materiale Da mezzi per carico e scarico

25 … Per il resto si cade un po’ ovunque … basta un po’ di immaginazione

26 Il Sistema di Sorveglianza degli infortuni mortali e gravi Il Sistema Nazionale >[1] presso INAIL è alimentato dai casi di infortuni mortali e gravi che vengono indagati dai Servizi di Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro (SPSAL)[1] Utilizza un modello di analisi che studia le dinamiche infortunistiche individuando i fattori di rischio intervenuti ed analizzando le cause attraverso una loro lettura omogenea ed oggettiva. Il modello è orientato alla prevenzione per gli insegnamenti che consente di trarre dall’esame di quanto già accaduto [1][1]

27 Dal Sistema di Sorveglianza Nazionale “Infor.Mo” sugli infortuni mortali e gravi(*) Report Regione Marche (*)

28 Distribuzione degli eventi mortali

29 Confronto tra le principali modalità di accadimento in periodi diversi Caduta dall’alto50%40%32% Veicolo che esce dal suo percorso – ribaltamento 17%14%22% Caduta dall’alto di gravi 13%18%16% Totale 80%Totale 72%Totale 70%

30 - Coperture non portanti (lucernai, eternit) privi di camminamenti sicuri19,0%12 - Scale portatili (non vincolate, uso errato, errori di manovra)17,5%11 - Ponteggi, impalcature fisse, trabattelli (cinture non ancorate, manovre errate)14,3%9 - Impianti, carrelli elevatori (uso improprio, errori di manovra), altre attrezzature12,7%8 - Tetti e coperture (privi di protezioni)12,7%8 - Parti fisse di edifici e altre parti in quota7,9%5 - Buche, scavi, scarpate6,3%4 - Piante3,2%2 - Altro6,3%4 Agente materiale 31,7%

31 Analisi dei Fattori di rischio Fattore di rischioDeterminanti%Modulatori% Ambiente2724%28% Attività infortunato5852%14% Attività terzi44%00% DPI e abbigliamento11%2388% Materiali33%00% Utensili, macchine, impianti 1917%00%

32 Attività dell’infortunato – Problema di sicurezza Attività dell’infortunato58100% Missing23,5% Evento accidentale23,5% Altro errore di procedura4679% Uso improprio di attrezzatura35% Uso errato di attrezzatura59% Altro errore di procedura46100% Formazione / informazione / addestramento817% Pratica scorretta tollerata1635% Azione estemporanea12% Non compilato2146%

33 Ambiente - Problema di sicurezza (*) situazione già presente al momento dell’incidente Ambiente (*)27100% Assenza di …1970% Presenza di …830%

34 DPI – Problema di sicurezza(*) DPI23100% Mancato uso1983% DPI non fornito417% (*) I DPI non intervengono nella dinamica dell’ incidente ma possono attenuarne le conseguenze (danno).

35 Grazie per l’attenzione


Scaricare ppt "Confindustria Marche Ancona 27 febbraio 2014 Le cadute dall’alto : una priorità per la sicurezza Dati ed analisi delle cause degli infortuni per caduta."

Presentazioni simili


Annunci Google