La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ogni cosa che facciamo influisce sull’ambiente  Il tipo di materiale che compriamo  Le modalità di gestione dei rifiuti e dei prodotti secondari  Il.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ogni cosa che facciamo influisce sull’ambiente  Il tipo di materiale che compriamo  Le modalità di gestione dei rifiuti e dei prodotti secondari  Il."— Transcript della presentazione:

1 Ogni cosa che facciamo influisce sull’ambiente  Il tipo di materiale che compriamo  Le modalità di gestione dei rifiuti e dei prodotti secondari  Il tipo di risorse energetiche utilizzate Ogni attività dell’Azienda produce un impatto ambientale di qualche tipo

2 Cos’è il Sistema di Gestione Ambientale? Dire quello che si intende fare Fare quello che si dice Dimostrare quello che si fa Perché l’attività dell’organizzazione rispetti l’ambiente!

3  Due norme di riferimento riconosciute internazionalmente: EMAS Analisi ambientale iniziale UNI EN ISO Politica ambientale Pianificazione Attuazione e funzionamento Controlli e azioni correttive Riesame della Direzione Dichiarazione Ambientale Le norme dei SGA Norma internazionale: UNI EN ISO 14001:2004 Norma europea: REGOLAMENTO CE 1221/2009

4 A cosa si applica un SGA?  Organizzazione:  Organizzazione: società, azienda, impresa, autorità o istituzione, o parte o combinazioni di esse, con o senza personalità giuridica pubblica o privata, che ha amministrazione e funzioni proprie (ISO).  Sito:  Sito: tutto il terreno, in una zona geografica precisa, sotto il controllo gestionale di un’organizzazione che comprende attività, prodotti e servizi. Esso include qualsiasi infrastruttura, impianto e materiali (EMAS).

5 Quali gli elementi essenziali del SGA?  Politica ambientale  Responsabilità definite  Consapevolezza degli impatti  Identificazione e risoluzione dei problemi  Individuazione delle opportunità di mitigare gli impatti  Procedure comprensibili per assicurare la conformità dei comportamenti  Registrazioni per permettere l’analisi delle prestazioni  Verifiche e riesami regolari per assicurare il funzionamento del sistema

6 Il ciclo dinamico del SGA e il suo principio ispiratore: il ciclo di Deming (PDCA) Politica Ambientale Pianificazione Attuazione ed attività operative Verifica ed azioni correttive Riesame della Direzione Documenta REGOLE ATTIVITA’

7 In sintesi…  Si parte da una ANALISI - Cosa facciamo? (quali attività – quale inquinamento) - Come lo facciamo? (specifiche – leggi ambientali) - Quali sono le cose da controllare? (attività critiche – inquinamenti importanti)  Cosa possiamo fare con il SGA? - Teniamo sotto controllo gli aspetti più critici - Miglioriamo gradualmente il lavoro e i risultati

8 Struttura tipica del SGA Politica ambientale Organizzazione e responsabilità Formazione e addestramento ManualeE procedure procedure Registro delle leggi e regolamenti Piani di Miglioramento Verificheeriesami Registro degli aspetti ambientali Obiettivietraguardi Documenti di registrazione

9 Alcune definizioni per capire il SGA

10  Sistema di gestione ambientale La parte del sistema di gestione generale che comprende la struttura organizzativa, le attività di pianificazione, le responsabilità, le prassi, le procedure, i processi, le risorse per elaborare, mettere in atto, conseguire, riesaminare e mantenere attiva la politica ambientale.  Ambiente Contesto nel quale una organizzazione opera, comprendente l’aria, l’acqua, il terreno, le risorse naturali, la flora, la fauna, gli esseri umani e le loro interrelazioni.  Aspetto ambientale Elemento di una attività, prodotto o servizio di un organizzazione che può interagire con l’ambiente.  Impatto ambientale Qualunque modificazione dell’ambiente, negativa o benefica, totale o parziale, conseguente ad attività, prodotti o servizi di un’organizzazione.

11  A seguito della presentazione dell’attività dell’impianto identificare il maggior numero di aspetti ambientali connessi all’attività e relativi impatti. Successivamente identificare le condizioni che li hanno generati.  2 gruppi  Tempo: 20 minuti Esercizio 1 Analisi degli aspetti e degli impatti correlati

12 Schema di un impianto di Termovalorizzazione

13 Alcune definizioni per capire il SGA  Obiettivi ambientali Il fine ultimo complessivo, derivato dalla politica ambientale, che un’organizzazione decide di perseguire e che è quantificato ove possibile.  Traguardi ambientali Dettagliata richiesta di prestazione, possibilmente quantificata, riferita a una parte o all’insieme di un’organizzazione, derivante dagli obiettivi ambientali e che bisogna fissare e realizzare per raggiungere questi obiettivi.  Prestazione ambientale Risultati misurabili del sistema di gestione ambientale, conseguenti al controllo esercitato dall’organizzazione sui propri aspetti ambientali, sulla base della sua politica ambientale, dei suoi obiettivi e dei suoi traguardi.  Politica ambientale Dichiarazione fatta da una organizzazione, delle sue intenzioni e dei suoi principi in relazione alla sua globale prestazione ambientale, che fornisce uno schema di riferimento per l’attività, e per la definizione degli obiettivi e dei traguardi in campo ambientale.

14 Documentazione del SGA Occorre organizzare un sistema documentato Manuale Procedure Istruzioni Documenti di registrazione Definisce organizzazione, responsabilità, obiettivi, struttura ed elementi del sistema Definisce «chi», «che cosa», «come» e «quando» Specifica il «come» nel dettaglio Dimostra «che cosa» e «come» sono cambiate le cose

15 Il SGA risponde ai requisiti? Per rispondere a questa domanda l’organizzazione deve stabilire un programma di AUDIT Processo di verifica sistematico e documentato per conoscere e valutare, con evidenza oggettiva, se il SGA è conforme ai criteri definiti e per comunicare i risultati di questo processo alla Direzione

16 Scopo degli audit è valutare se:  i requisiti delle norme di riferimento sono realmente attuati ai fini del rilascio del certificato.  i vari elementi di un SGA sono attuati e idonei a conseguire obiettivi e traguardi ambientali prefissati  le attività ed i risultati relativi all’ambiente si conformano alle prescrizioni stabilite Migliorare la prestazione ambientale analizzando i risultati degli audit in sede di Riesame della Direzione

17 Esistono tre tipi di audit: AUDIT DI PRIMA PARTE DI SECONDA PARTE DI TERZA PARTE Gruppo di verifica interno all’azienda Eseguiti su fornitori, partner aziendali, ecc. Enti di certificazione accreditati

18 Definizione di audit (3,1 iso19011) Processo sistematico, indipendente e documentato per ottenere EVIDENZE e valutare con obiettività, al fine di stabilire in quale misure i CRITERI DELL’AUDIT sono stati soddisfatti.

19 Cosa sono le EVIDENZE?  Registrazioni, dichiarazioni, altre informazioni rilevanti in base ai criteri dell’audit  Devono essere verificabili  Possono essere qualitative o quantitative E’ molto importante distinguere un FATTO da una DEDUZIONE !

20 Cosa sono i CRITERI dell’audit?  Politiche, procedure e requisiti a fronte dei quali vengono comparate le evidenze dell’audit.

21 Le risultanze dell’audit  Sono i risultati delle valutazioni delle evidenze dell’audit raccolte a fronte dei criteri dell’audit. CONFORMITA’ NON CONFORMITA’ POSSIBILITA’ DI MIGLIORAMENTO

22 …conclusioni dell’audit  E’ l’ esito di un audit fornito dal gruppo di audit dopo aver preso in esame gli obiettivi dell’audit e tutte le risultanze dell’audit. L’efficacia di un audit dipende da: Comportamento etico Imparzialità Adeguata professionalità Indipendenza Approccio basato sull’evidenza

23 Grazie a tutti per l’attenzione…. …a presto a Tecnoborgo!


Scaricare ppt "Ogni cosa che facciamo influisce sull’ambiente  Il tipo di materiale che compriamo  Le modalità di gestione dei rifiuti e dei prodotti secondari  Il."

Presentazioni simili


Annunci Google