La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le PMI e gli obblighi ambientali: piano formativo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le PMI e gli obblighi ambientali: piano formativo."— Transcript della presentazione:

1 Le PMI e gli obblighi ambientali: piano formativo

2 Il piano formativo  Finalità Illustrare gli adempimenti normativi applicabili alle imprese per gli aspetti ambientali di interesse. Informare circa gli strumenti di gestione volontari delle problematiche «ambiente, energia, sicurezza» mediante i quali ottimizzare la gestione interna e migliorare l’immagine sul mercato.  Destinatari Personale operativo, personale amministrativo, dirigenti.  Obiettivi Migliorare la conoscenza e dimestichezza nelle tematiche di interesse, garantire il soddisfacimento degli adempimenti legislativi, fornire indicazioni circa l’opportunità di aderire a strumenti di gestione delle problematiche aziendali. FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza 2

3 Normativa ambientale  Argomento Check-up di conformità normativa al TU ambientale e s.m.i. ed alle altre norme applicabili (due diligence)  Descrizione illustrazione del quadro generale del D.Lgs.152/06 e smi per indicare l’insieme degli adempimenti normati in capo alle imprese, termini e definizioni dei principali argomenti di interesse, i vari aspetti ambientali disciplinati, le pratiche amministrative (autorizzazioni alle emissioni in atmosfera, agli scarichi idrici, gestione rifiuti, impatto acustico, ecc.) ed i rimandi alla legislazione regionale, le autorità di controllo.  Durata 4 ore 3 FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza

4 La gestione dei rifiuti prodotti  Argomento Gli adempimenti per il produttore del rifiuto e la sua responsabilità nel conferimento a terzi.  Descrizione Termini e definizioni attinenti la gestione dei rifiuti pericolosi e non, sottolineando la responsabilità del produttore/detentore nella separazione per tipologie, nella caratterizzazione, nel conferimento, nella gestione amministrativa. Dalla raccolta differenziata al Sistri, dalla registrazione dei rifiuti prodotti al controllo della destinazione finale.  Durata 6 ore 4 FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza

5 Le emissioni in atmosfera  Argomento Gli adempimenti normativi connessi alle emissioni in atmosfera prodotte da impianti civili o industriali.  Descrizione Termini e definizioni attinenti le emissioni in atmosfera, la loro origine e tipologia. Gli obblighi di autorizzazione o comunicazione, i monitoraggi periodici, le registrazioni e le analisi qualitative per il rispetto dei limiti di legge.  Durata 4 ore 5 FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza

6 Gli adempimenti per gli edifici  Argomento I principali adempimenti da conoscere e soddisfare relativamente agli edifici, sedi di uffici e magazzini, ed agli apparati a loro servizio.  Descrizione Spesso sottovalutati dal punto della conformità normativa, edifici, impianti ed apparecchiature in essi presenti devono rispondere a prescrizioni normative anche di tipo ambientale. Individuare gli adempimenti, i soggetti responsabili, le registrazioni e le scadenze connesse a tali adempimenti, consente di tenere sotto controllo e monitorare regolarmente anche le prestazioni.  Durata 6 ore 6 FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza

7 L’efficienza energetica degli edifici  Argomento Le indicazioni per l’efficienza energetica negli edifici e gli obblighi per il raggiungimento degli obiettivi nazionali e sovranazionali del quasi superato «20-20-20».  Descrizione Dalla L.10/91 al D.Lgs.192/2005 e successive modifiche fino alla situazione attuale dell’attestato di prestazione energetica nelle nuove costruzioni e nelle compravendite. Indicazioni per la razionalizzazione dei consumi e l’ottenimento dei conseguenti risparmi economici.  Durata 4 ore 7 FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza

8 Normative ad adesione volontaria  Argomenti Il Sistema di gestione ambientale secondo la UNI EN ISO 14001 ed il Regolamento UE 1221/2009 EMAS. Il Sistema di gestione della sicurezza sul lavoro secondo la OHSAS 18001. Il Sistema di gestione dell’energia secondo la ISO 50001. La Responsabilità sociale d’impresa secondo la SA 8000 e le linee guida ISO 26000. Audit interni e di terza parte in coerenza con la ISO 19011.  Descrizione Illustrazione dei riferimenti internazionali per la gestione volontaria di aspetti critici dei processi aziendali.  Durata 8 ore 8 FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza

9 Il green procurement  Argomenti I requisiti ambientali che caratterizzano prodotti e servizi, anche per la partecipazione alle gare delle pubbliche amministrazioni.  Descrizione Illustrazione dei concetti fondamentali del Green public procurement, del Piano d’azione nazionale, dei Criteri minimi ambientali per tipologie di prodotti e servizi, della legge di stabilità 2014, delle specifiche tecniche da inserire nelle offerte tecniche, i vari marchi ed etichette ambientali che attestano le caratteristiche ambientali di prodotti e servizi. Esempi e casi pratici.  Durata 4 ore 9 FEDERLAZIO. Ufficio Ambiente e Sicurezza

10 Per ulteriori informazioni: contattare FEDERLAZIO – Ufficio Ambiente e Sicurezza Tel. 06549121 – fax 065914253 ambiente@federlazio.it Oppure chiedere di essere contattati utilizzando il sottoindicato modulo che va compilato e trasmesso alla Federlazio 10 PIANO FORMATIVO PER LE PMI SULLE TEMATICHE AMBIENTALI – richiesta informazioni CognomeNome Azienda IndirizzoCapCittà Tel.fax mailSocio Federlazio: SI NO


Scaricare ppt "Le PMI e gli obblighi ambientali: piano formativo."

Presentazioni simili


Annunci Google