La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diverse forme di training cognitivi permettono di migliorare i deficit di lettura  studi di risonanza magnetica mostrano che l’allenamento di abilità.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diverse forme di training cognitivi permettono di migliorare i deficit di lettura  studi di risonanza magnetica mostrano che l’allenamento di abilità."— Transcript della presentazione:

1

2 Diverse forme di training cognitivi permettono di migliorare i deficit di lettura  studi di risonanza magnetica mostrano che l’allenamento di abilità motorie producono cambiamenti strutturali nelle aree cerebrali associate con l’elaborazione e la memorizzazione di stimoli visivi in movimento  un prolungato e intenso allenamento della memorizzazione di nozioni e concetti sembra indurre cambiamenti strutturali nelle aree coinvolte con la codifica, il consolidamento, il recupero delle informazioni in memoria (ippocampo e corteccia parietale posteriore)

3  “Efficacy of an intervention to improve fluency in children with developmental dyslexia in a regular orthography”  “Short-and long-term benefitis of cognitive training”

4 Fluenza verbale?  produzione verbale scorrevole  priva di discontinuità,  Prosodia regolare  Velocità sufficientemente rapida  Assenza di sforzo fisico e mentale

5 Scopo: ricerca di un metodo di lettura che faciliti l'identificazione di sillabe in bambini italiani con dislessia per aiutarli a costruire rappresentazioni ortografiche di sillabe per raggiungere più velocemente e in modo automatico il riconoscimento delle parole ( Carreiras, Alvares, & De Vega 1993;Carreiras & Grainger, 2004)

6 “SUBSYLLABIC”:  Due versioni  1. Auto-somministrata (SP) 2. Identificazione automatica di sillabe (AUT)  Queste versioni sono state comparate con un secondo metodo: Linguistic method  basato sulla consapevolezza fonemica, lettura assistita e altri esercizi psicolinguistici.

7  63 bambini (41 maschi, 22 femmine), prima e seconda classe elementare  i partecipanti sono stati scelti sulla base di precisi criteri per una diagnosi di dislessia in accordo con il DSM-IV 3 gruppi :  1 : the linguistic  2: the subsyllabic group divisi in: SP Self- paced e AUT automatic

8 La prima parte dello studio ha previsto:  un pre-test  una fase di formazione,  un post-test una settimana dopo l'ultimo giorno di allenamento.

9  Fluidità  espressa in sillabe al secondo  precisione  in percentuali di errore violando le corrispondenza tra ortografia e fonetica

10 METODO LINGUISTICO   Frequenza: in clinica due volte a settimana per 45 min.  Trattamento: diversi esercizi per migliorare la fusione fonemica e di sintesi e la lettura di parole isolate e testi semplici, con feedback in caso di errori,  ma non esercizi sistematici per riconoscere sillabe isolate o in un insieme di parole.

11 METODI SUBSYLABIC   Frequenza: clinica una volta alla settimana durante il primo mese e una volta ogni due settimane nel restante periodo.  Terapeuta ha insegnato ai partecipanti ed i loro genitori gli esercizi da fare a casa per almeno minuti al giorno per 5 giorni alla settimana.  Gli esercizi consistevano nel leggere il testo utilizzando speciali Lettori o software WinABC

12  Il partecipante è stato invitato a leggere il testo il più velocemente e precisamente possibile in base alle sue possibilità ( attenzione al suo contenuto)  Errori di lettura sono stati registrati da un assistente e utilizzati per successivi feedback.  Se il partecipante ha raggiunto l'obiettivo di scioltezza(fluenza) con un accettabile numero di errori, il terapeuta incrementa la velocità gradualmente, aggiungendo 0,2 sillabe /al secondo a ogni incremento.

13 ACCURATEZZA Il metodo subsyllabic SP e il metodo linguistic hanno ottenuto un simile ma più piccolo incremento, ma ancora a livello tipico. INCREMENTI NELLA SCIOLTEZZA : I metodi linguistic and subsyllabic SP hanno ottenuto lo stesso miglioramento, sebbene il primo dopo una media di 5 mesi e quest'ultimo dopo una media di 3 mesi di trattamento. Risultati migliori in entrambi: metodo subsyllabic

14  L’ Intelligenza fluida (GF): capacità di ragionare in modo astratto e di risolvere problemi nuovi  Non è statica, ma influenzabile a seguito di training cognitivi-  come quello dedicato alla Memoria Di Lavoro: sistema cognitivo che permette di memorizzare e modificare un limite di informazioni nel corso di un breve periodo essenziale per una vasta gamma di compiti cognitivi complessi ( lettura, ragionamento generale e risoluzione dei problemi)  Correlata con una moltitudine di attività compresa quella scolastica

15  adattare gli interventi di training di ML di adulti a bambini  incrementare le capacità cognitive (capacità di trasferimento da un dominio all’altro)

16  62 bambini  Gruppo Sperimentale :addestrati su un compito n-back spaziale  serie di stimoli presentati in diverse punti sullo schermo del computer uno alla volta  decidere se lo stimolo apparso è uguale ad uno apparso nella stessa posizione di quello presentato n volte prima nella sequenza.  Gruppo Di Controllo: addestrati su un compito che richiede di rispondere a domande di cultura generale e di vocabolario (competenze relative al Ic=intelligenza cristallizzata)

17  significativo miglioramento nel gruppo sperimentale  no miglioramento significativo delle prestazioni nel gruppo di controllo  maggiore è la guadagno formazione, maggiore è il trasferimento

18 GRUPPO SPERIMENTALE Basso Beneficio Dalla Alto Beneficio Formazione Dalla Formazione Non miglioramento miglioramento Differenze significative con il tempo, No differenze legate a sesso età e numero di sessione di formazione

19 Secondo voi ……. Perché alcuni bambini non riescono a migliorare il compito di formazione e non riescono a mostrare il trasferimento di compiti di ragionamento?

20  mancanza di interesse durante l’allenamento  difficoltà ad affrontare le frustrazioni del compito in quanto è diventato più impegnativo  i bambini che hanno migliorato meno durante la formazione n -back classificano il gioco come più difficile e faticoso  i bambini che sono migliorati sostanzialmente, valutato il gioco invece come impegnativo ma non schiacciante

21  Le nostre funzioni cognitive : attenzione, memoria, linguaggio, ecc. non sono entità statiche ma plastiche  modificabili tramite l’esperienza, l’apprendimento e training cognitivi.  Inoltre anche l ’aspetto emotivo sembra incidere su tali apprendimenti


Scaricare ppt "Diverse forme di training cognitivi permettono di migliorare i deficit di lettura  studi di risonanza magnetica mostrano che l’allenamento di abilità."

Presentazioni simili


Annunci Google