La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

secondo la Carta Europea dello Sport redatta dal Consiglio d’Europa (1992) Art. 2 comma 1 «Qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "secondo la Carta Europea dello Sport redatta dal Consiglio d’Europa (1992) Art. 2 comma 1 «Qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione."— Transcript della presentazione:

1

2

3 secondo la Carta Europea dello Sport redatta dal Consiglio d’Europa (1992) Art. 2 comma 1 «Qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione organizzata o non, abbia per obiettivo O l’ottenimento di risultati in competizioni di tutti i livelli»

4 Sviluppo psicomotorio Scarica l’aggressività e le frustrazioni Sollecita emozioni positive La convivenza civile La cooperazione Rispetto di sè, degli altri e dei materiali Facilita l’integrazione Aumenta l’autostima Rispetto delle regole L’accettazione della sconfitta Il valore dell’impegno (resilienza) Accresce la fiducia in sè stesso Previene le malattie, migliora il metabolismo

5

6

7

8 Zero-3 anni 3-6 anni 6-11 anni anni anni

9

10

11

12 BAMBINI 6/8 ANNIBAMBINI 9/11 ANNI GIOCO E FANTASIA FASE ORGANIZZATIVAADATTAMENTO FASE ORGAN. INTELLIGENZA CONCRETAETA’ DELLA RAGIONE FACILMENTE DISTRAIBILEMIGLIORA ATTENZIONE CARATTERE INSTABILECONSAPEVOLEZZA DI SE’ SOCIALITA’ EGOCENTRICASOCIALITA’ CONDIVISA DIFFICOLTA’ CON LE REGOLEACCETTAZIONE REGOLE MOTIVAZIONE B/TOBIETTIVI A L/T DESIDERA ESSERE GRATIFICATO CERCA APPROVAZIONE DA ADULTI

13 Propongo attività con OBIETTIVI A B/T per tenere viva l’attenzione Desidero che si divertano e che sviluppino al meglio le loro capacità fisiche e sociali Organizzo un allenamento alla loro portata tenendo conto dei loro limiti per evitare che i b. si scoraggino (evitare abbandono), Lo incoraggio a riprovare e a tenere duro

14 camminare, correre, saltare, rotolare, strisciare, afferrare, lanciare, tirare a sè, spingere, arrampicarsi Capacità coordinative Capacità condizionali Dai 12 anni in poi Fondamentali tecnici di uno sport. Open/closed skills, discrete/seriali/continue, fini/grosse, cognitive, motorie Sviluppo dei sensi: vista, tatto, udito, propriocezione

15 Sono periodi dello sviluppo individuale caratterizzati da un’ allenabilità molto favorevole per determinate capacità motorie o per certi compiti sportivi

16 Fasi dello sviluppo dove si assiste ad una stagnazione della capacità di coordinazione ma migliorano le capacità condizionali (rapidità, forza, resistenza)

17 Attitudine ad apprendere nuovi gesti. Memoria. Capacità di controllare e regolare la precisione del movimento. Mantenere corpo in equilibrio o di recuperarlo dopo un movimento. Capacità di coordinare due esercizi diversi: afferrare la palla e correre. Capacità di anticipare e reagire nel minor tempo possibile ad un segnale Saper cambiare la direzione di marcia, sapere le differenze sopra/sotto, indietro/avanti ecc. Capacità di interpretare in modo originale un movimento

18 Dipende dallo sviluppo nervoso. Non c’è differenza tra maschi e femmine finchè non emergono differenze nella forza Fase sensibile 6/13 Fino ai 12 anni si allena la forza rapida: di spinta/trazione Si sviluppa a seconda della massa muscolare. È differente tra maschi e femmine VIETATO L’ALLENAMENTO DELLA FORZA MUSCOLARE FINO AI 12 ANNI Aumenta con l’aumento del volume cardiaco e della capacità polmonare. Fase sensibile 10/18 anni. Periodo critico 6/10 anni Fase sensibile 5/8 anni poi decresce

19 Ho chiaro in mente i miei obiettivi? Li so condividere con chiarezza e fermezza senza timore di essere guidicato? Cosa voglio trasmettere? In cosa credo? C’è coerenza tra le mie emozioni, i miei pensieri e i miei comportamenti? Che esempio sono per i ragazzi? Riesco a capire il bambino che ho di fronte senza giudicarlo? Rispetto i suoi tempi?

20 Mi metto nei suoi panni, per comprendere le sue emozioni, chiedo il suo punto di vista, cerco un buon rapporto con i suoi genitori Mi interesso della sua vita extrasportiva, dei suoi interessi, lo metto a suo agio nella situazione nuova Esprimo comprensione per le sue emozioni e lo aiuto ad autocontrollarsi Uso un linguaggio semplice e comprensibile e faccio degli esempi per spiegare le attività. Chiedo che mi dimostrino di aver compreso (feedback)

21

22 Dott.ssa Serena Rosson Psicologo Psicoterapeuta


Scaricare ppt "secondo la Carta Europea dello Sport redatta dal Consiglio d’Europa (1992) Art. 2 comma 1 «Qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione."

Presentazioni simili


Annunci Google