La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

a cura del dr. Fausto DE PAOLIS Nardò li 20 Gennaio 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "a cura del dr. Fausto DE PAOLIS Nardò li 20 Gennaio 2014."— Transcript della presentazione:

1

2 a cura del dr. Fausto DE PAOLIS Nardò li 20 Gennaio 2014

3 QUALI OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO PER I GIOVANI? AUTOIMPIEGO (Lavoro Autonomo e Microimpresa) AUTOIMPRENDOTORIALITA’ (Produzione di beni e servizi alle imprese e Fornitura di servizi) SMART&START

4 AUTOIMPIEGO Prestito d’onore A CHI SI RIVOLGE? Questa agevolazione è rivolta a persone fisiche che intendono avviare un'attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: maggiorenne alla data di presentazione della domanda non occupato alla data di presentazione della domanda residente nel territorio nazionale

5 ATTIVITÀ FINANZIABILI Le iniziative agevolabili possono riguardare qualsiasi settore. Sono escluse solo le seguenti attività: - Produzione primaria di prodotti agricoli - Pesca e acquacoltura L'investimento complessivo non può superare i Euro IVA esclusa.

6 LE AGEVOLAZIONI Le agevolazioni finanziarie concedibili sono: per gli investimenti: un finanziamento a tasso agevolato e un contributo a fondo perduto che, complessivamente, coprono il 100% degli investimenti ammissibili per la gestione: un contributo a fondo perduto per le spese relative al primo anno di attività. Il contributo a tasso agevolato per gli investimenti è pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie concedibili (investimento + gestione) e non può superare l'importo di euro. Il contributo a fondo perduto per gli investimenti è pari alla differenza tra l'ammontare degli investimenti ritenuti ammissibili e l'importo del finanziamento a tasso agevolato. Il contributo a fondo perduto per le spese di gestione sostenute nel primo anno di attività non può in ogni caso superare l'ammontare di euro. Il totale dei contributi a fondo perduto (investimenti + gestione) è pertanto pari al 50% delle agevolazioni complessivamente concesse.

7 SPESE AMMISSIBILI per l’investimento attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti; beni immateriali a utilità pluriennale; ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti. per la gestione materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti; utenze e canoni di locazione per immobili; oneri finanziari; prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati.

8 Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un’attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone (sas / snc). Sono pertanto ESCLUSE le ditte individuali, le società di capitali, le cooperative, le società di fatto e le società aventi un unico socio. Per presentare la domanda, almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno la metà delle quote, deve essere: - maggiorenne alla data di presentazione della domanda - non occupato alla data di presentazione della domanda - residente nel territorio nazionale MICROIMPRESA A CHI SI RIVOLGE

9 Le iniziative possono riguardare la produzione di beni e la fornitura di servizi (il commercio è escluso). Inoltre non sono agevolabili : - Produzione primaria di prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato CE - Pesca e acquacoltura Sono inoltre esclusi gli aiuti destinati all’acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi. L'investimento complessivo non può superare i Euro Iva esclusa. ATTIVITÀ FINANZIABILI

10 LE AGEVOLAZIONI (Esempio) Per una iniziativa con un investimento ammissibile pari a € e spese ammissibili per la gestione pari a € , sono erogabili le seguenti agevolazioni : - finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti = € ,00 - contributo a fondo perduto per gli investimenti = € ,00 - contributo a fondo perduto per la gestione = € ,00

11 Sostiene la creazione di nuove società o l'ampliamento di società già esistenti facenti capo a "giovani". Invitalia finanzia investimenti fino a euro per iniziative nei seguenti settori: - produzione di beni in agricoltura, industria e artigianato - fornitura di servizi alle imprese Sono previsti contributi a fondo perduto e mutui a tasso agevolato. La copertura finanziaria può arrivare:nel Sud all'80-90% dell'investimento ammissibilenel Centro Nord al 60-70% dell'investimento. AUTOIMPRENDOTORIALITA ’ Produzione di beni e servizi alle imprese

12 LE AGEVOLAZIONI (Esempio) a) Totale costi investimento ammissibili investimento € ,00 b) Totale costi di gestione ammissibili € ,0 c) Totale investimento e gestione ammissibili € ,00 CALCOLO DEL CONTRIBUTO Base investimento e gestione per il calcolo del contributo € pari al 90% di c) Mutuo agevolato investimenti € ,00 Fondo perduto gestione € ,00 pari al 90% di d) Fondo perduto investimenti € ,00

13 INVESTIMENTI: - Studio di fattibilità - Opere edilizie - allacciamenti impianti, macchinari ed attrezzature - beni materiali ed immateriali ad utilità pluriennale (software, brevetti, ecc…) GESTIONE: - acquisto materie prime, semilavorati e prodotti finiti prestazione di servizi - oneri finanziari esclusi gli interessi relativi al mutuo SPESE AMMISSIBILI

14 Sono finanziabili le iniziative di start-up e di ampliamento finalizzate all’erogazione di servizi nei seguenti settori: - fruizione dei beni culturali (esclusi quelli statali) - turismo - manutenzione di opere civili e industriali - tutela ambientale - innovazione tecnologica - agricoltura - trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroindustriali. AUTOIMPRENDOTORIALITA ’ Fornitura di servizi

15 Programma SMART&START Smart&Start è la misura destinata a progetti imprenditoriali a carattere fortemente innovativo, promossi da nuove imprese ubicate nel Mezzogiorno. >> SMART prevede contributi a copertura dei costi di gestione dei primi anni di attività, per le nuove imprese, che propongono modelli di business innovativi sotto il profilo organizzativo o produttivo, oppure orientati a raggiungere nuovi mercati o a intercettare nuovi fabbisogni. >> START prevede contributi a sostegno delle spese di investimento iniziali, per le nuove imprese che intendono operare nell’economia digitale e/o valorizzare economicamente i risultati della ricerca, pubblica e privata. I due incentivi – Smart e Start – sono cumulabili, fino ad un massimo di € in quattro anni, per ogni impresa beneficiaria.

16 Misura SMART Ogni società può ricevere un contributo annuo fino a euro, per un ammontare complessivo fino a euro in quattro anni. Per le domande presentate da “start-up innovative” il contributo complessivo può essere elevato fino a un importo massimo di euro. CONTRIBUTO E COSTI AMMISSIBILI Il contributo è pari ad una percentuale, variabile tra il 15% e il 35%, dei costi annualmente sostenuti per: oneri finanziari, personale dipendente, canoni di affitto, canoni di leasing e ammortamento di impianti, attrezzature e macchinari tecnologici e tecnico-scientifici

17 Ogni società può ricevere un contributo A FONDO PERDUTO fino ad un massimo di euro. Il contributo è pari al 65% delle spese per investimenti ammissibili; tale percentuale è elevabile fino al 75% per le società costituite esclusivamente da giovani (under 36) e/o da donne. SPESE AMMISSIBILI: - impianti, attrezzature, macchinari tecnologici o tecnico- scientifici e componenti hardware e software - brevetti e licenze, certificazioni, know-how e conoscenze tecniche - progettazione, sviluppo, personalizzazione e collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al progetto di investimento e relativi interventi correttivi e adeguativi. Misura START

18 GRAZIE PER L’ATTENZIONE e BUONA SERATA A TUTTI


Scaricare ppt "a cura del dr. Fausto DE PAOLIS Nardò li 20 Gennaio 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google