La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3° TRIMESTRE 2014 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 5 LUGLIO 2014 SABATO 5 LUGLIO 2014 IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE CELESTE IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3° TRIMESTRE 2014 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 5 LUGLIO 2014 SABATO 5 LUGLIO 2014 IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE CELESTE IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE."— Transcript della presentazione:

1 3° TRIMESTRE 2014 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 5 LUGLIO 2014 SABATO 5 LUGLIO 2014 IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE CELESTE IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE CELESTE

2 “Nondimeno, o Eterno, tu sei nostro padre; noi siamo l’argilla; tu, colui che ci formi; e noi siamo tutti opera delle tue mani.” (Isaia 64:8) Benchè nell’Antico Testamento troviamo un’ampia rivelazione del carattere di Dio, in poche occasioni è chiamato “padre”. Quando Gesù volle ampliare questa rivelazione, c’insegnò a chiamare Dio: “Padre celeste” (Matteo 6:14). PADRE E’ un Dio vicino, che ci ama, ha cura di noi e si preoccupa per noi. (Matteo 7:9-11). PADRE E’ un Dio vicino, che ci ama, ha cura di noi e si preoccupa per noi. (Matteo 7:9-11). CELESTE E’ in Cielo, dove riceve l’adorazione di migliaia di angeli. Dobbiamo rispettarlo, riverirlo e lodarlo. (Apocalisse 5:13). CELESTE E’ in Cielo, dove riceve l’adorazione di migliaia di angeli. Dobbiamo rispettarlo, riverirlo e lodarlo. (Apocalisse 5:13).

3 “[Cristo] c’insegnò a rivolgerci al Supremo Governante dell’universo con un nuovo nome: “Padre nostro”. Questa è la vera relazione che lui desidera avere con noi, e quando le labbra umane lo pronunciano con sincerità, è come musica alle orecchie di Dio. Cristo ci guida al trono di Dio mediante un cammino nuovo e vivente che ci conduce all’amore paterno” E.G.W. (Review and Herald, 11 Settembre 1894)

4 “E questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.” (Giovanni 17:3) Cosa dobbiamo conoscere di Dio, secondo Geremia 9:23-24?

5 “Vedete di quale amore ci ha dato il Padre, perché siamo chiamati figliuoli di Dio! E tali siamo. Per questo il mondo non ci conosce: perché non ha conosciuto lui.” (1ª Giovanni 3:1) Qual’è la più grande prova d’amore che ci ha dato il Padre? “Poiché Iddio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figliuolo, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.” (Giovanni 3:16) Quando Gesù volle mostrarci quanto ci ama il Padre, ce lo insegnò attraverso la tenera cura del pastore per le sue pecore, la sollecitudine con la quale la donna cercò la sua moneta, e l’amore abnegato col quale il padre riabbracciò il figliolo perduto. (Luca 15) Per amore, il Padre diede il Dono più prezioso: la vita del suo amato Figlio.

6 “Non siate dunque con ansietà solleciti, dicendo: Che mangeremo? che berremo? o di che ci vestiremo? Poiché sono i pagani che ricercano tutte queste cose; e il Padre vostro celeste sa che avete bisogno di tutte queste cose.” (Matteo 6:31-32) Senza dare importanza alle circostanze, l’amore del Padre è costante e immutabile. Il nostro Padre celeste è sempre attento per soddisfare le nostre necessità con tutti i mezzi possibili. Lui c’invita a non affannarci per supplire le nostre necessità, poichè Lui è disposto a supplirle completamente.

7 “Gesù presentò il Padre come Qualcuno a cui possiamo dare la nostra fiducia presentandogli le nostre necessità. Quando siamo intimoriti davanti a Dio e siamo oppressi dal pensiero della sua gloria e maestà, il Padre ci indica Cristo come suo rappresentante. Quello che vedete rivelato in Gesù: tenerezza, compassione e amore, è il riflesso degli attributi del Padre. La croce del Calvario rivela all’uomo l’amore di Dio. Cristo rappresenta il Sovrano dell’universo come un Dio d’amore. Per bocca del profeta Egli disse: «Con amore eterno ti ho amato; pertanto, ti prolungherò la mia misericordia»” E.G.W. (En los lugares celestiales, 12 de enero)

8 “quanto più il sangue di Cristo che mediante lo Spirito eterno ha offerto se stesso puro d’ogni colpa a Dio, purificherà la vostra coscienza dalle opere morte per servire all’Iddio vivente?” (Ebrei 9:14) Gesù insegnò che la Deità è costituita da tre Persone divine: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Le tre Persone ebbero la loro parte nel piano di salvezza, e li vediamo interagire nei momenti cruciali della nascita (Luca 1:26-35), battesimo (Luca 3:21-22) e crocifissione (Ebrei 9:14) di Gesù. Gesù spiegò che vi è totale armonia e cooperazione tra le tre Persone divine, in modo che l’Una glorifica l’Altra.

9 “Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, poteri infiniti e onniscenti, ricevono coloro che veramente entrano nella relazione del patto con Dio. Essi sono presenti ad ogni battesimo per ricevere i candidati che hanno rinunciato al mondo e hanno ricevuto Cristo nel tempio dell’anima. Questi candidati entrano nella famiglia di Dio e i loro nomi sono scritti nel libro della vita dell’Agnello” E.G.W. (CBA su Romani 6:4)


Scaricare ppt "3° TRIMESTRE 2014 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO SABATO 5 LUGLIO 2014 SABATO 5 LUGLIO 2014 IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE CELESTE IL NOSTRO AMOREVOLE PADRE."

Presentazioni simili


Annunci Google