La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

POLO QUALITA’ USR CAMPANIA e le associazioni “Cinema e Diritti” ed “Ecole Cinéma” presentano il LABORATORIO DI RICERCA – AZIONE “Filmaker del reale” una.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "POLO QUALITA’ USR CAMPANIA e le associazioni “Cinema e Diritti” ed “Ecole Cinéma” presentano il LABORATORIO DI RICERCA – AZIONE “Filmaker del reale” una."— Transcript della presentazione:

1 POLO QUALITA’ USR CAMPANIA e le associazioni “Cinema e Diritti” ed “Ecole Cinéma” presentano il LABORATORIO DI RICERCA – AZIONE “Filmaker del reale” una proposta formativa orientata alle professioni dell’audiovisivo Napoli, gennaio/febbraio 2014

2 LA FORMAZIONE DIGITALE, UN’ OCCASIONE PROFESSIONALIZZANTE: IL DOCUMENTARIO COME STRUMENTO EDUCATIVO Obiettivi generali: adeguamento Strategia Europa 2020, la funzione della Scuola nella costruzione delle identità locali e multiculturali attraverso la “didattica per immagini” Buone Prassi: promuovere l’acquisizione di “competenze chiave” per lo sviluppo di nuove figure professionali Strumenti: il Cinema Documentario come strumento Didattico Focus: educare alla crescita intelligente, inclusiva e sostenibile (con attenzione agli allievi con Bisogni Educativi Speciali e Disabilità)

3 Il Cinema dei Diritti Umani come strumento didattico È una categoria del cinema, dedicata ai temi sociali e agli effetti delle trasformazioni globali, con particolare attenzione alle condizioni di vita delle minoranze, di migranti, poveri, emarginati, disoccupati, carcerati, minori, donne e delle categorie a rischio, per denunciare gli abusi e tutelare i diritti fondamentali del genere umano, in difesa della memoria collettiva e del patrimonio naturale, in nome della dignità e dell’eguaglianza.

4 Il corso “Filmaker del reale” contenuti specifici (A) 1.Formazione tecnica digitale e scrittura creativa, informazione sui Diritti Umani, produzione video e disseminazione 2.Le nuove competenze digitali per la professione del Filmaker del Reale - il regista e lo studente: dalla sperimentazione alla professione - simulazioni di impresa a cura di giovani registi napoletani affermati in campo internazionale

5 Il corso “Filmaker del reale” contenuti specifici (B) 3.La validazione dei percorsi, indicatori di qualità e standard di apprendimento 4.La diffusione dei prodotti digitali nei circuiti di promozione nazionali e internazionali: Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – School Edition, Human Rights Film Network, Festival Cine de Derechos Humanos di Buenos Aires (Argentina), Festival del Cinema Italiano “Terre di Cinema” di Tremblay (Francia)

6 Il corso “Filmaker del reale” obiettivi generali (A) Incoraggiare i giovani alla formazione professionale nelle discipline audiovisive e digitali: esprimere il loro punto di vista usando il linguaggio del cinema, introducendoli alla professione di documentarista Orientare l’interesse descrittivo dei giovani verso il proprio territorio, sviluppando la lettura critica dei fenomeni sociali e giovanili ed indirizzando l’analisi verso i bisogni e le reali necessità della propria comunità e della propria generazione

7 Il corso “Filmaker del reale” obiettivi generali (B) Realizzare scambi culturali tra istituti e comunità, attori sociali del territorio, istituzioni del contesto di appartenenza e scuole di altri Paesi Rendere la Didattica attrattiva e utile alla sperimentazione delle proprie competenze e dei propri talenti, abbattendo qualunque tipo di barriera culturale o fisica (temi della integrazione culturale, di genere, delle disabilità), per ogni singolo allievo ed anche in relazione a giovani con Bisogni Educativi Speciali

8 La struttura del corso 30 ore divise in 12 lezioni di 2,5 ore Fase 1 Conoscenza reciproca e individuazione obiettivi Fase 2 Analisi della realtà e approccio alla tecnologia Fase 3 Progettazione e realizzazione di un breve audiovisivo (spot, documentario, cortometraggio)

9 La struttura del corso Accoglienza e costruzione dei gruppi di lavoro Gli strumenti di lavoro e le tecnologie L’analisi della realtà e il desiderio di raccontare Presentazione delle professioni del cinema documentario: soggettista, sceneggiatore, operatore, regista, montatore Il passaggio dall’idea all’opera: la stesura del Progetto Il senso del colore, delle sequenze, della musica La produzione e la post-produzione (riprese, audio, montaggio, titoli etc)

10 Il percorso creativo ACCOGLIENZA, ANALISI REALTA’ E SCELTA OBIETTIVI INTRODUZIONE AL LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO E ALLE TECNOLOGIE MULTIMEDIALI ANALISI DELLA REALTA’ E COSTRUZIONE DEL RACCONTO PROGETTO E REALIZZAZIONE DELL’OPERA MULTIMEDIALE SOGGETTO IDEA KNOW HOW SCENEGGIATURA RIPRESE REGIA PRODUZIONE CLASSE

11 Seminario sulla metodologia francese per docenti e studenti 25 Anni di esperienza francese nella formazione pedagogica e nell’educazione all’immagine; I dispositivi “École au Cinema” per le elementari e “Liceé et Cinema” per le superiori La sinergia tra Ministero, Regioni e CNC (centri nazionali di cinematografia) Il metodo del sottotitolo: rielaborare le immagini e scrivere i testi in tempo reale L’esperienza del Liceo Sugér di St. Denis - Paris

12 Prospettive di diffusione e scambio attraverso reti internazionali I filmati prodotti durante i corsi potranno essere diffusi nelle Scuole aderenti alle iniziative di disseminazione che saranno proposte in itinere ed anche attraverso la Rete del Partenariato Internazionale già attivo (Festival del Cinema dei DD.UU. di Napoli – School Edition - Festival “Terre de Cinema” (Tremblay en France), Festival DerHumALC di Buenos Aires, Human Rights Film Network

13 IL PARTENARIATO INTERNAZIONALE Ministero della Istruzione, Università e Ricerca – Uff. Scolastico Reg. Campania – Polo Qualità di Napoli; Institut Français de Naples, Napoli Associazione “Cinema e Diritti”, Napoli Associazione «École Cinéma», Napoli Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli Festival «Terra di Cinema», Tremblay en France Liceo Suger, St. Denis, (Paris) Festival de Cine de Derechos Humanos, Buenos Aires Human Rights Film Network, Amsterdam

14 …… a proposito del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

15 Il Festival…. è una manifestazione culturale di carattere internazionale, senza scopi di lucro, fondata nel 2008 dall’associazione “Cinema e Diritti” per diffondere il dibattito sui Diritti Umani attraverso il linguaggio del cinema. E’ organizzato da una rete di attivisti e di associazioni che si occupano di problemi sociali e di cinema, che offrono volontariamente il loro impegno. La Sesta edizione (5-13 dicembre 2013) è stata partecipata da oltre spettatori.

16 Il Festival…. è stato ammesso nel 2009 nella Human Rights Film Network la rete che include 40 città del mondo che celebrano i Festival del Cinema dei Diritti Umani che ha base ad Amsterdam ed è sponsorizzata da Amnesty International e Human Rights Watch

17 Il Festival…. è inoltre promotore del Master di II livello “Filmaker dei Diritti Umani”, nato dalla cooperazione delle Università di Salerno e Suor Orsola Benincasa con gli atenei di Lanus e San Martin (Buenos Aires, Argentina) I corsi e gli stage inizieranno nell’estate del 2014, dureranno due anni e saranno aperti ad un massimo di 30 studenti che svolgeranno la formazione, teorica e pratica, nei due Paesi. Il bando sarà aperto a fine febbraio p.v.

18 Grazie dell’attenzione Arrivederci al Festival di Napoli, School Edition (24-28 marzo 2014)


Scaricare ppt "POLO QUALITA’ USR CAMPANIA e le associazioni “Cinema e Diritti” ed “Ecole Cinéma” presentano il LABORATORIO DI RICERCA – AZIONE “Filmaker del reale” una."

Presentazioni simili


Annunci Google