La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PuntoEdu: la storia di un modello Dalla nascita alle prospettive di sviluppo Seminario di formazione sui processi innovativi Montecatini 29 settembre –

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PuntoEdu: la storia di un modello Dalla nascita alle prospettive di sviluppo Seminario di formazione sui processi innovativi Montecatini 29 settembre –"— Transcript della presentazione:

1 PuntoEdu: la storia di un modello Dalla nascita alle prospettive di sviluppo Seminario di formazione sui processi innovativi Montecatini 29 settembre – 2 ottobre 2003

2 insegnanti il primo anno (1999/2000) ; insegnanti il secondo anno (2000/2001) insegnanti il primo anno (1999/2000) ; insegnanti il secondo anno (2000/2001) utenti nell’ultimo anno (su circa accessi al sito ) utenti nell’ultimo anno (su circa accessi al sito ) esperienze condivise on line con il sistema GOLD esperienze condivise on line con il sistema GOLD Le iscrizioni Le visite giornaliere Le esperienze inserite Funzioni Obiettivo L’antenato di PuntoEdu

3 Funzioni Obiettivo L’antenato di PuntoEdu Fasce orarie di collegamento

4 Funzioni Obiettivo Per la prima volta insegnanti hanno utilizzato le nuove tecnologie In si sono iscritti ai forum ed hanno partecipato a aule virtuali. La creazione di un’ampia area FAQ che ha contribuito al miglioramento del sistema. Tra l’ottobre 2000 e il maggio 2001 sono stati raccolti giudizi positivi sulle attività nelle aree forum [Indagine qualitativa condotta dal gruppo ricerca formato dall’Università La Sapienza di Roma, CNR di Roma e IRRE del Lazio] Risultati positivi dell’esperienza

5 Contenuti dell’aula di studio troppo generici e poco interattivi. Forum poco utilizzati dagli insegnanti di alcune province. Le domande poste a volte non hanno trovato interlocutori, causando l’abbandono delle esperienze. Disallineamento tra formazione on-line e formazione in servizio. I provveditorati hanno organizzato gli interventi frontali in totale autonomia coinvolgendo spesso esperti esterni alla scuola non istruiti sull’esperienza on-line. Funzioni Obiettivo Punti critici dell’esperienza

6 Costruire un ambiente di apprendimento, aperto e flessibile che garantisca autonomia e personalizzazione nella fruizione on line. Realizzare componenti interattive fortemente integrate con i diversi ambienti di lavoro e con i momenti in presenza con i tutor. Creare un ambiente collegato ad esperienze e prodotti della didattica in ambito internazionale. Offrire un’esperienza diretta che renda l’insegnante consapevole delle potenzialità delle nuove tecnologie a servizio di una maggiore flessibilità didattica. Far acquisire la capacità di utilizzare le conoscenze disponibili come risorsa per il proprio lavoro. Condividere le “risorse” realizzate dalla scuola, dal mondo della ricerca e anche dalle associazioni professionali. Formazione neo-assunti (a.s. 2001/2002) Obiettivi dell’esperienza

7 Difficoltà degli insegnanti nell’uso della rete (utilizzo del computer e collegamento internet) Difficoltà degli insegnanti nell’uso della rete (utilizzo del computer e collegamento internet) Help desk telefonico Costituzione di un riferimento provinciale Coinvolgimento degli insegnanti Funzione Obiettivo, del tecnico di laboratorio o di un insegnante della scuola in modo ufficiale, attraverso il capo d’istituto (coinvolgimento diretto della scuola) Help desk telefonico Costituzione di un riferimento provinciale Coinvolgimento degli insegnanti Funzione Obiettivo, del tecnico di laboratorio o di un insegnante della scuola in modo ufficiale, attraverso il capo d’istituto (coinvolgimento diretto della scuola) Soluzioni Formazione neo-assunti (a.s. 2001/2002) Punti critici dell’esperienza

8 Individuazione dei tutor per i momenti in presenza e loro formazione Gestione regionale dell’ individuazione dei tutor sulla base di indicazioni nazionali. Incontri nazionali e decentrati con i tutor per discutere contenuti, metodologie e modalità operative. Collaborazione con le associazioni professionali e con le università. Adozione di un modello flessibile. Gestione regionale dell’ individuazione dei tutor sulla base di indicazioni nazionali. Incontri nazionali e decentrati con i tutor per discutere contenuti, metodologie e modalità operative. Collaborazione con le associazioni professionali e con le università. Adozione di un modello flessibile. Soluzioni Formazione neo-assunti (a.s. 2001/2002) Punti critici dell’esperienza

9 Difficoltà nell’utilizzo dei diversi ambienti e software presenti nel sito Difficoltà nell’utilizzo dei diversi ambienti e software presenti nel sito Interfaccia grafica e modalità di navigazione compatibili con i criteri standard di usabilità e accessibilità. Programmi in italiano con help in linea. Elenco dei prerequisiti hardware e software. Adozione di soluzioni open source. Interfaccia grafica e modalità di navigazione compatibili con i criteri standard di usabilità e accessibilità. Programmi in italiano con help in linea. Elenco dei prerequisiti hardware e software. Adozione di soluzioni open source. Soluzioni Formazione neo-assunti (a.s. 2001/2002) Punti critici dell’esperienza

10 Controllo qualitativo dei contenuti Individuazione delle capacità e competenze specifiche. Affidamento segmentato e non complessivo su tematiche specifiche e coinvolgimento dei docenti. Sviluppo di ambienti diversi per valorizzare le migliori esperienze delle scuole. Collegamento dell’attività di formazione on-line con l’esperienza e con l’ambiente educativo del mondo della scuola. Individuazione delle capacità e competenze specifiche. Affidamento segmentato e non complessivo su tematiche specifiche e coinvolgimento dei docenti. Sviluppo di ambienti diversi per valorizzare le migliori esperienze delle scuole. Collegamento dell’attività di formazione on-line con l’esperienza e con l’ambiente educativo del mondo della scuola. Soluzioni Formazione neo-assunti (a.s. 2001/2002) Punti critici dell’esperienza

11 I corsisti hanno giudicato complessivamente positiva l’esperienza formativa di PuntoEdu. il 90.76% ha dato una valutazione positiva all’esperienza: % ottimo; % buono; % sufficiente. il 97.26% ritiene che l’ambiente di apprendimento on line debba rimanere aperto e continuare ad essere aggiornato; l’ 89.35% ritiene utile ripetere un’esperienza di e-learning durante la propria carriera professionale; il ritiene che debba essere estesa a tutti i docenti. Formazione neo-assunti (a.s. 2001/2002) Valutazione dell’esperienza

12

13 Alcune difficoltà nell’utilizzo dei mezzi informatici (proposta di un corso propedeutico di alfabetizzazione volontario) Giudizio positivo sulla scelta di un percorso individuale Alcune difficoltà ad affrontare 25 ore di formazione on-line. Proposta ad estendere il corso a tutto l’anno scolastico. Giudizio positivo sui corsi e materiali, in particolare su laboratori e forum. Proposta di griglie di valutazione per l’attività docente e per l’apprendimento degli studenti Ampliamento dei supporti per la programmazione didattica e la preparazione dell’attività da svolgere in classe. Formazione neo-assunti (a.s. 2001/2002) Considerazioni di un tutortutor

14 Alcune difficoltà nell’uso delle tecnologie Poche postazioni di computer e di connessioni Internet nella sede di lavoro Necessità di una fase preliminare di alfabetizzazione tecnologica Necessità di una fase preliminare di alfabetizzazione tecnologica Valutazione delle risorse tecnologiche disponibili Tempi brevi dell’esperienza di apprendimento Maggior tempo per sperimentare le proposte emerse durante gli incontri in presenza e nella classe virtuale Maggior tempo per sperimentare le proposte emerse durante gli incontri in presenza e nella classe virtuale PuntoEdu Punti critici

15 Corsi Accrescere l’interattività Proporre attività realizzabili nei tempi previsti dal percorso di formazione on-line Proporre attività realizzabili nei tempi previsti dal percorso di formazione on-line Forum PuntoEdu Punti critici Laboratori

16 Qualità dei forum dati di fine maggio

17 Qualità dei forum AreaThreadMessaggi inviati Messaggi dei moderatori Quadro della riforma N° forum Riforma area inglese N° forum Riforma area informatica N° forum For TIC percorso A N° forum For TIC percorso B N° forum Neoassunti N° forum dati di fine maggio

18 Flessibilità del modello PuntoEdu I diversi utilizzi che sono stati fatti di PuntoEdu: Docenti Neoassunti, Sperimentazione della riforma, For TIC – formazione tecnologica (percorso formativo A, B e C), Funzioni Obiettivo, dimostrano la capacità del modello di aderire alle esigenze specifiche dei diversi progetti. In particolare, la flessibilità del modello è stata sperimentata per quanto riguarda: tracciamento dell’attività sistema dei crediti target di riferimento funzioni predominanti caratterizzazione di tutte le componenti

19 Chi usa PuntoEdu MIUR - Iniziative nazionali rivolte alla formazione dei docenti, all’eda o agli studenti; iniziative internazionali. Uffici scolastici regionali/IRRE - Iniziative regionali/locali e internazionali, sia proprie, sia in accordo con le regioni, enti locali etc… INDIRE - Iniziative di formazione su aspetti legati alla propria mission (documentazione, sviluppo ed applicazione delle ICT, risultati delle ricerche…) anche in collaborazione con altri partners pubblici e privati Altre istituzioni pubbliche (Università, enti pubblici etc…)

20 Le regole dell’utilizzo MIUR ed Uffici scolastici regionali: affidamento (con indicazione di obiettivi, target, risorse e ruoli) Altre istituzioni: convenzioni con INDIRE ed eventualmente con uffici scolastici/IRRE per la gestione del modello in presenza

21 Studi di caso Attività per i laboratori/gestione laboratori interattivi Corsi Forum Risorse Biblioteca delle conoscenze Collegamenti internazionali I contenuti

22 La principale (anche se non unica) risorsa informativa di riferimento per costruire studi di caso è il sistema nazionale di Documentazione (GOLD).GOLD Questo archivio, regionalizzato ed aperto a tutte le scuole, costituisce la rete di segnalazione e documentazione che ha l’obiettivo di fare emergere le best practices. Studi di caso

23 I contenuti Uffici scolastici regionali e IRRE Materiali per i laboratori/ gestione Laboratori interattivi A cura di: Università ed esperti anche internazionali

24 I contenuti Corsi Esperti scientificamente accreditati: vengono individuati dal comitato scientifico nominato da INDIRE in accordo con gli enti affidatari. A cura di:

25 I contenuti Forum associazioni disciplinari e professionali, esperti, autori di corsi e/o laboratori, eventuali esperti locali o internazionali. A cura di:

26 I contenuti Risorse associazioni disciplinari/professionali L’area risorse si sviluppa con il contributo di: diversi attori del sistema

27 I contenuti si sviluppa attraverso i contributi dei partecipanti (rappresenta un possibile serbatoio di idee per l’area laboratori) Biblioteca delle conoscenze

28 I contenuti vengono assicurati tramite EUNEUN (l’Italia ha la presidenza del CDA del consorzio) Collegamenti internazionali

29 I tutor per le iniziative in affidamento MIUR vengono selezionati dagli uffici scolastici regionali per le iniziative regionali/locali o promosse da indire si tenderà ad utilizzare tutor che hanno già fatto esperienza la formazione sarà curata da INDIRE insieme da un pool di Università italiane che riconosceranno dei crediti universitari

30 Iscrizioni e gestione degli accessi Le funzioni saranno decentrate (scuole/tutor) e gli uffici scolastici regionali avranno funzioni di controllo e di intervento diretto

31 Monitoraggio valutazione della qualità dell’intervento monitoraggio continuo e feedback controllo e verifica delle diverse funzionalità

32 Aree regionali All’interno di iniziative nazionali sarà sempre attiva un’area riservata alle regioni con totale autonomia di sviluppo

33 Sviluppo tecnico INDIRE curerà lo sviluppo sia del modello di formazione che delle funzioni tecniche sulla base delle indicazioni che emergeranno dal monitoraggio e dalle indicazioni dei partners.

34 Dimensione internazionale Educare alla cittadinanza attiva in un quadro transnazionale Educazione scientifica e tecnologica Progetto Pilota europeo 1 Formazione degli insegnanti e qualità dei processi di apprendimento


Scaricare ppt "PuntoEdu: la storia di un modello Dalla nascita alle prospettive di sviluppo Seminario di formazione sui processi innovativi Montecatini 29 settembre –"

Presentazioni simili


Annunci Google