La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Testo: Marco 1, 12-15. I domenica di Quaresima –B-. Commenti e presentazione: M.Asun Gutiérrez. Musica: Beethoven. Quartetto 13 con fiati “Convertitevi:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Testo: Marco 1, 12-15. I domenica di Quaresima –B-. Commenti e presentazione: M.Asun Gutiérrez. Musica: Beethoven. Quartetto 13 con fiati “Convertitevi:"— Transcript della presentazione:

1

2 Testo: Marco 1, I domenica di Quaresima –B-. Commenti e presentazione: M.Asun Gutiérrez. Musica: Beethoven. Quartetto 13 con fiati “Convertitevi: il Regno di Dio è vicino”. Che cosa dicono queste parole ad un uomo o a una donna dei nostri giorni?. Noi la pensiamo come qualcosa di costoso e poco gradevole: una rottura che ci darebbe una vita poco attraente e desiderabile. Ma è proprio così? Niente ci attira verso una chiamata alla conversione. Noi la pensiamo come qualcosa di costoso e poco gradevole: una rottura che ci darebbe una vita poco attraente e desiderabile. Ma è proprio così? Il verbo greco che si traduce in “convertirsi” significa in realtà “cominciare a pensare”, “rivedere lo stile della nostra vita”, “regolare la prospettiva”. Le parole di Gesù potrebbero essere comprese così: “Guardate se avete qualcosa da rivedere e qualcosa da riaggiustare nel vostro modo di pensare e di agire affinché si compia il progetto di Dio di una vita più umana”. Convertirci è “liberare la vita” eliminando paure, egoismi, tensioni e schiavitù che ci impediscono di crescere in modo sano e armonioso. “Convertitevi e credete alla Buona Notizia”, ci invita a scoprire la conversione come un passaggio verso una vita più piena e gratificante. José Antonio Pagola. La Via aperta da Gesú.

3 Marco 1, Marco 1, Subito dopo lo Spirito lo sospinse nel deserto; Lo Spirito è “protagonista” nella vita di Gesù. Lo Spirito che é sceso su di Lui durante il battesimo, lo spinge ora nel deserto. Non si tratta di una supposizione, é, invece, quanto rientra nel Piano di Dio. Ges§ si muoverà sempre “mosso dallo Spirito”. Lo può portare al Tabor o lo può portare al Getsemani. Sempre come lo Spirito decide. Il deserto è luogo di ricerca, di discernimento, di austerità, di ascolto, di riposo, di preghiera, di incontro con se stessi e con Dio. Luogo di misericordia e di amore: “Mi ricordo di te, dell’affetto della tua giovinezza, dell’amore del tempo di fidanzamento, quando mi seguivi nel deserto” (Ger 2,2) Sarebbe una opportunità, in questo tempo di Quaresima procurarci un po’ di deserto? Stabilire momenti per riflettere in silenzio, cercando l’incontro con noi stessi e con Dio?

4 e nel deserto rimase per quaranta giorni, tentato da Satana. Stava tra le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Marco parla delle tentazioni di Gesù in modo sobrio e breve. E’ bene sentire le tentazioni come prove. Gesù le ha vissute. Suppone: sensibilità di fronte a Dio e di fronte al prossimo. Crea attenzione allo Spirito. Sforzo permanente di conversione. Ascolto della Parola. Bisogno di preghiera costante. Ci aiuta a conoscerci meglio, a crescere, a essere più concreti, più pazienti e prudenti, più umili, più capaci di comprendere, più compassionevoli, più bisognosi di Dio.

5 Dopo che Giovanni fu messo in prigione, Gesù si recò in Galilea, predicando il vangelo di Dio Il messaggio e la vita di Gesù é Buona e Nuova Notizia. Puro regalo, fonte di vita, sollievo e letizia, annuncio che Dio cerca e libera noi. Per trasmettere la Buona Notizia é essenziale la gioia, la gioiosa convinzione di colui che la annuncia, affinché produca felicità in quanti la ricevono. Nel Vangelo di Marco, Galilea ha un significato speciale. In Galilea, terra di persone pagane, impure ed emarginate, si fa presente, come prima volta, la Buona Notizia. Galilea é il luogo dove Lui si riconsegna ai discepoli dopo la risurrezione. Può vedere gustare Gesù solo chi ritorna in Galilea. Egli si rivolge alle persone più bisognose per diffondere il suo annuncio. Galilea

6 e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; ravvedetevi e credete al vangelo». Il regno di Dio é il sogno di Gesú, il nucleo del suo messaggio, del suo insegnamento e della sua attivià, ma anche é il sogno di tutta l’umanità. Significa che la pace, la giustizia, la solidarietà, l’amore regnano tra gli uomini e nella creazione. Gesù parla del Regno come di una notizia di gioia, una realtà allo stesso tempo presente e futura. E’ per noi un impegno e un dono mentre ne riceviamo l’incarico. Per annunciare e costruire il Regno, il nostro posto è con Gesù, dove si giocano le attenzioni di Dio: i figli e le figlie più bisognosi.

7 Convertitevi e credete al Vangelo. “Convertitevi” é il primo messaggio di Gesù. Convertirsi è cambiare ritmo, prendere un’altra direzione, mutare visione del mondo. La nostra risposta alla offerta del Regno e alla Buona Notizia é un atteggiamento di fede e di conversione. L‘annuncio del Regno chiede un cambiamento. Non é possibile mantenere le vecchie strutture di personalità o mentali, sociali, religiose... Questo Gesù é; e ci offre: giustizia, pace, verità, compassione, amore, vita. Le vecchie strutture non servono per accogliere la Buona Nuova di Gesú.

8 Sii benedetto, Padre, per questo tempo così opportuno, per la conversione e l’incontro, che Tu concedi gratuitamente a tutti i tuoi figli e figlie che camminano disorientati lungo le strade della vita. Sii benedetto, Padre, perché chiami ogni uomo e ogni donna, qualunque ne sia la storia e la vita, a cominciare ogni giorno, in modo più personale e cosciente, il suo impegno di seguire Gesù, tuo Figlio e nostro fratello. Sii benedetto, Padre, che ci strappi dai nostri dolci sogni, così vaporosi e infecondi, per interpellarci sull’essenziale, per liberarci dalle nostre false sicurezze, per mettere allo scoperto i nostri idoli nascosti che tanto difendiamo e cerchiamo di giustificare. Sii benedetto, Padre, che ci doni il tuo Spirito, l’unico che ci può convertire, l’unico che ci può dare un cuore di figli, l’unico che può penetrare nei nostri pensieri, l’unico che ci può guidare nei sentieri del Vangelo, l’unico che può rendere possibile il nostro ritorno al tuo seno. Sii benedetto, Padre, per questo tempo così propizio! Ulibarri Fl.


Scaricare ppt "Testo: Marco 1, 12-15. I domenica di Quaresima –B-. Commenti e presentazione: M.Asun Gutiérrez. Musica: Beethoven. Quartetto 13 con fiati “Convertitevi:"

Presentazioni simili


Annunci Google