La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEGAMBIENTE ADDA-MARTESANA GORGONZOLA UN CONVEGNO SUL TEMA CERNUSCO SUL NAVIGLIO 10 marzo 2007 Circolo Ecologico la Ca’ Bianca IL TERRITORIO: UNA RISORSA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEGAMBIENTE ADDA-MARTESANA GORGONZOLA UN CONVEGNO SUL TEMA CERNUSCO SUL NAVIGLIO 10 marzo 2007 Circolo Ecologico la Ca’ Bianca IL TERRITORIO: UNA RISORSA."— Transcript della presentazione:

1 LEGAMBIENTE ADDA-MARTESANA GORGONZOLA UN CONVEGNO SUL TEMA CERNUSCO SUL NAVIGLIO 10 marzo 2007 Circolo Ecologico la Ca’ Bianca IL TERRITORIO: UNA RISORSA “FINITA” Il consumo del suolo nell’ADDA-MARTESANA

2 PROVINCIA DI MILANO SU (superficie urbanizzata) = 34% SE (superficie in espansione) = 23% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 42% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC (Mosaico informatizzato degli strumenti urbanistici comunali) 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

3 TERRITORIO ADDA-MARTESANA (28 Comuni) BASIANO, BELLINZAGO LOMBARDO, BUSSERO, CAMBIAGO, CARUGATE, CASSANO D’ADDA, CASSINA DE’ PECCHI, CERNUSCO SUL NAVIGLIO, GESSATE, GORGONZOLA, GREZZAGO, INZAGO, LISCATE, MASATE, MELZO, PESSANO CON BORNAGO, PIOLTELLO, POZZO D’ADDA, POZZUOLO MARTESANA, RODANO, SEGRATE, SETTALA, TRZZANO ROSA, TREZZO SULL’ADDA, TRUCCAZZANO, VAPRIO D’ADDA, VIGNATE, VIMODRONE COMUNI DELLA MARTESANA SU (superficie urbanizzata) = 28% SE (superficie in espansione) = 26% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 36% Superficie totale dei 28 comuni mq SU Superficie Urbanizzata mq SE Superficie Espansione mq SU+SE Totale superficie urbanizzabile mq I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC(Mosaico informatizzato degli strumenti urbanistici comunali) Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

4 Prima Fascia (COMUNI PIU’ VICINO A MILANO) VIMODRONE, SEGRATE, PIOLTELLO, CERNUSCO SUL NAVIGLIO, CARUGATE, CASSINA DE' PECCHI COMUNI VICINO A MILANO SU (superficie urbanizzata) = 49% SE (superficie in espansione) = 22% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 60% Superficie totale dei 6 comuni mq SU Superficie Urbanizzata 6 comuni mq SE Superficie Espansione 6 comuni mq SU+SE Totale superficie Urbanizzabile 6 comuni mq I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

5 Prima Fascia (COMUNI PIU’ VICINO A MILANO) Esempio di un Comune di prima fascia: VIMODRONE SU (superficie urbanizzata) = 49% SE (superficie in espansione) = 49% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 73% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

6 Comuni lungo la linea “MM2” VIMODRONE, CERNUSCO SUL NAVIGLIO, CASSINA DE’ PECCHI, BUSSERO, GORGONZOLA, GESSATE. SU (superficie urbanizzata) = 37% SE (superficie in espansione) = 41% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 52% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

7 Comuni lungo la linea “MM2” Esempio di un Comune lungo la linea “MM2”: GORGONZOLA SU (superficie urbanizzata) = 30% SE (superficie in espansione) = 83% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 55% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

8 Seconda Fascia (LUNGO O NELLE VICINANZE DELLA CERCA) MELZO, POZZUOLO MARTESANA, BELLINZAGO LOMBARDO, GESSATE, GORGONZOLA, PESSANO CON BORNAGO, BUSSERO, CAMBIAGO SU (superficie urbanizzata) = 25% SE (superficie in espansione) = 44% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 36% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

9 Seconda Fascia (LUNGO O NELLE VICINANZE DELLA CERCA) Esempio di un Comune di seconda fascia: MELZO SU (superficie urbanizzata) = 37% SE (superficie in espansione) = 19% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 44% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

10 Terza Fascia (COMUNI VICINO ALL’ADDA) TREZZO SULL’ADDA, VAPRIO D’ADDA, CASSANO D’ADDA, POZZO D’ADDA, TREZZANO ROSA, GREZZAGO, MASATE, BASIANO, INZAGO. SU (superficie urbanizzata) = 25% SE (superficie in espansione) = 22% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 31% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

11 Terza Fascia (COMUNI VICINO ALL’ADDA) Esempio di un Comune di terza fascia: TREZZANO ROSA SU (superficie urbanizzata) = 37% SE (superficie in espansione) = 24% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 46% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

12 Fascia Sud (COMUNI A SUD DELL’AREA ADDA-MARTESANA) RODANO, VIGNATE, LISCATE, SETTALA, TRUCCAZZANO SU (superficie urbanizzata) = 15% SE (superficie in espansione) = 23% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 19% COMUNI A SUD DELL’ADDA MARTESANA I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

13 Fascia Sud (COMUNI A SUD DELL’AREA ADDA-MARTESANA) Esempio di un Comune di terza fascia: VIGNATE SU (superficie urbanizzata) = 27% SE (superficie in espansione) = 10% SU+SE (Totale superficie urbanizzabile) = 30% I dati si riferiscono all'aggiornamento MISURC 12/09/2006. Si ricorda che ogni strumento urbanistico, variante PRG, PII, PGT, viene considerato nel MISURC solo ad avvenuta pubblicazione; inoltre il mero lavoro materiale di aggiornamento può subire alcune settimane di ritardo dalla pubblicazione dell'atto.

14 TERRITORIO ADDA-MARTESANA Rapporto tra Superficie Urbanizzabile SE e Urbanizzabile Residenziale SE/R nei 28 Comuni dell’Area Adda – Martesana Dati MISURC - GraficoGrafico

15 TERRITORIO ADDA-MARTESANA (28 Comuni) Dati MISURC

16 Prima Fascia (COMUNI PIU’ VICINO A MILANO) VIMODRONE, SEGRATE, PIOLTELLO, CERNUSCO SUL NAVIGLIO, CARUGATE, CASSINA DE‘ PECCHI. DI QUESTO PASSO IL TERRITORIO FINIRA’ TRA IL e IL Comuni lungo la linea “MM2” VIMODRONE, CERNUSCO SUL NAVIGLIO, CASSINA DE’ PECCHI, BUSSERO, GORGONZOLA, GESSATE. DI QUESTO PASSO IL TERRITORIO FINIRA’ TRA IL e IL Seconda Fascia (LUNGO O NELLE VICINANZE DELLA CERCA) MELZO, POZZUOLO MARTESANA, BELLINZAGO LOMBARDO, GESSATE, GORGONZOLA, PESSANO CON BORNAGO, BUSSERO, CAMBIAGO DI QUESTO PASSO IL TERRITORIO FINIRA’ ENTRO IL Terza Fascia (COMUNI VICINO ALL’ADDA) TREZZO SULL’ADDA, VAPRIO D’ADDA, CASSANO D’ADDA, POZZO D’ADDA, TREZZANO ROSA, GREZZAGO, MASATE, BASIANO, INZAGO. DI QUESTO PASSO IL TERRITORIO FINIRA’ ENTRO IL Territorio vincolato “Parco dell’Adda” Fascia Sud (COMUNI A SUD DELL’AREA ADDA-MARTESANA) RODANO, VIGNATE, LISCATE, SETTALA, TRUCCAZZANO Territorio vincolato “Parco Agricolo Sud” CONCLUSIONI

17 Le grandi aree metropolitane dei Paesi avanzati si sono tutte confrontate con la sfida della vivibilità, per la qualità della vita dei cittadini e la responsabilità verso le generazioni future. Il nostro territorio metropolitano è una città che vive un eccesso di concentrazione in quantità e qualità delle funzioni. Oggi però il livello della nostra area metropolitana è quello della città regione: città centrale e dispersione insediativa, che causerà la successiva conurbazione, la città infinita, già ora è causa di segregazione funzionale e sociale perdita di habitat naturali e di biodiversità perdita di paesaggio e di memoria della cultura locale omologazione dei territori, indebolimento della coesione sociale. incessante incremento della mobilità su gomma sovraconsumo di energia congestione delle infrastrutture stradali, impossibilità di adeguato trasporto collettivo elevato inquinamento ambientale maggiori oneri nella distribuzione dei servizi

18 La crescita del territorio urbanizzato Adda-Martesana si dimostra essere superiore a quella della popolazione (si veda il grafico)grafico CONTENIMENTO del CONSUMO di SUOLO: OBIETTIVO STRATEGICO Il patrimonio del suolo ce lo stiamo giocando, lo stiamo sprecando scegliendo un modello di urbanizzazione diffusa che ci porterà al collasso delle funzioni e delle relazioni della “città infinita” prima ancora che ne sia esaurito il suolo (flussi di merci-persone per una mobilità “insostenibile”). CONCLUSIONI

19 La Commissione Europea, nell’ambito della strategia tematica per la protezione del suolo, assegna ad esempio alla superficie agricola un ruolo di primaria importanza. Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio sostiene: Il suolo è una risorsa essenzialmente non rinnovabile e un sistema che svolge numerose funzioni e fornisce servizi essenziali per le attività umane e la sopravvivenza degli ecosistemi. Il suolo è sottoposto a pressioni ambientali sempre più forti in tutta la Comunità. Tutte queste attività stanno danneggiando la capacità del suolo di continuare a svolgere tutta l’ampia gamma di funzioni indispensabili che offre. Il suolo è una risorsa di interesse comune per la Comunità, se non s’interverrà per proteggerlo la sostenibilità e la competitività a lungo termine dell’Europa ne soffriranno. Il degrado del suolo incide, inoltre, anche su altri aspetti di interesse comune per la Comunità, come le acque, la salute umana, i cambiamenti climatici, la tutela della natura e della biodiversità e la sicurezza alimentare. La Commissione Europea individua nelle città i nodi e i poli di eccellenza territoriale, chiamandole ad assumere, nella stagione programmatoria , un ruolo propulsore dello sviluppo. CONCLUSIONI Come risponde l’Europa?

20 CONCLUSIONI Una politica che vuole fare delle città i più importanti centri di spesa dei fondi strutturali, guardando alle vocazionalità e opportunità locali, promuovendo reti di complementarietà con altre città, con nuovi criteri di approccio al governo delle trasformazioni urbane e territoriali, aprendo le porte alla cooperazione e alla partecipazione, al “fare sistema”. Come risponde l’Europa? In Germania, con un alto tasso di sviluppo, si è scelto di compattare l’espansione attorno ad alcune direttrici e polarità; la Germania ha fissato una soglia limite di consumo di suolo. Nel Regno Unito si è imposto un limite complessivo programmato di 15 ettari al giorno. In Francia si è intervenuto con una pianificazione strategica di area vasta, che impone ai comuni il divieto di urbanizzazione a distanza inferiore ai 15 km da una grande agglomerazione, vi è l’obbligo in caso d’urbanizzazione della previsione del trasporto pubblico. In Olanda ci si concentra sulle aree dense e immediatamente contigue per lo sviluppo, si lasciano visuali aperte e s’impongono prescrizioni anche progettuali. Come rispondono le Amministrazioni locali dell’Adda-Martesana?


Scaricare ppt "LEGAMBIENTE ADDA-MARTESANA GORGONZOLA UN CONVEGNO SUL TEMA CERNUSCO SUL NAVIGLIO 10 marzo 2007 Circolo Ecologico la Ca’ Bianca IL TERRITORIO: UNA RISORSA."

Presentazioni simili


Annunci Google