La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Comenius MATH IS LIFE. SETTEMBRE 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Comenius MATH IS LIFE. SETTEMBRE 2013."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Comenius MATH IS LIFE

2 SETTEMBRE 2013

3

4 Istruzione prescolastica Istruzione primariaIstruzione secondariaIstruzione superiore (I)(II)(III)IIIIIIIVVVIVIIVIIIIXXXIXIIXIIIIIIIIIIVVVI Scuola dell'infanzia Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Licei - Università - Alta formazione artistica, musicale e coreutica - Istituti tecnici superiori [3] [3] Istituti tecnici Istituti professionali Sistema Scolastico Italiano

5

6 CHI ACCOGLIE Bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni compiuti entro l’anno di scolastico di riferimento Bambini che compiono 3 anni di età entro il 30 aprile dell’anno scolastico di riferimento

7 ORARIO FUNZIONAMENTO 25 ORE SETTIMANALI 40 ORE SETTIMANALI POSSIBILITA’ DI ESTENDERE L’OFFERTA FINO A 50 ORE

8 L'istruzione primaria Comprende la scuola primaria, di durata quinquennale. divisa in 3 cicli, un anno singolo e due bienni

9  In ogni classe lavorano pi ù docenti  Ogni docente si occupa di un ’ area disciplinare linguistico-espressiva logico-matematica pi ù educazione al suono e alla musica, arte, educazione motoria L’insegnamento della religione cattolica o ora alternativa ( 2 h per ogni classe)

10 insegnamento dell’inglese 1 h in prima/ 2 h in seconda/ 3 in terza, quarta e quinta Non è previsto l’esame di passaggio alla scuola secondaria di 1° grado.

11 ORARIO FUNZIONAMENTO 27 ORE SETTIMANALI 30 ORE SETTIMANALI 40 ORE SETTIMANALI

12 L’istruzione secondaria comprende la scuola secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore) di durata triennale E la scuola secondaria di secondo grado (ex scuola media superiore) di durata quinquennale.

13 REVISIONE DELL’ASSETTO ORDINAMENTALE,ORGANIZZATIVO E DIDATTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Art. 5 Regolamento Legge 6 agosto 2008 n. 133

14 ORARIO ANNUALE OBBLIGATORIO 990 ORE ANNUE 29 ORE SETTIMANALI 33 ORE ANNUALI DESTINATE ATTIVITA’ DI APPROFONDIMENTO MATERIE LETTERARIE SETTIMANALI TOT. 30 ORE

15 QUADRO ORARIO  Italiano, Storia Geografia  Attività approfondimento in materie letterarie  Matematica e Scienze  Tecnologia  Inglese  Seconda Lingua comunitaria  Arte e immagine  Scienze motorie e sportive  Musica  Religione cattolica

16 alla fine del ciclo vi è

17 l'istruzione superiore comprende l'universit à l’alta formazione artistica, musicale e coreutica la formazione professionale.

18 ISTITUTO COMPRENSIVO VIA CASSIA KM 18,700

19 POPOLAZIONE SCOLASTICA INFANZIA AMALDI PRIMARIA AMALDI PRIMARIA SOGLIAN SECONDARIA AMALDI V.E SECONDARIA AMALDI 2 SEZIONI 3 A Tempo Pieno B Tempo Pieno C Tempo Ridotto TOT. ALUNNI 72 CLASSI 10 CORSO E Tempo Corto (I-II-III- IV-V) CORSO F Tempo Pieno (I-II-III-IV-V) TOT. ALUNNI 215 CLASSI 19 CORSO A Tempo Pieno a continuità verticale (I-II-III-IV-V) CORSO B Tempo Pieno (I-IIB-IIC-III-IV- V) CORSO C 1^2^5 T. P e 3^ 4 ^t. normale CORSO D Tempo Corto (I-II-III-VD) TOT. ALUNNI 413 CLASSI 6 CORSO D-E (I-II-III) TOT. ALUNNI 133 CLASSI 12 CORSO A (I-II-III) CORSO B (I-II-III) CORSO C (I-II-III) CORSO E (I-II-III) CORSO F (I-III) TOT. ALUNNI 273 TOTALE INFANZIAPRIMARIASECONDARIA ALUNNI TOTALE ISTITUTO COMPRENSIVO 1106

20 PERSONALE DOCENTE PER PLESSI Tempo det. Tempo ind. TOTALE INFANZIA AMALDI PRIMARIA AMALDI PRIMARIA SOGLIAN SECONDARIA AMALDI TOTALE 107 PERSONALE ATA Collaboratori scolastici13 Amministrativi 6 DSGA 1

21 Organigramma 2013/14 Dirigente Collaboratore Vicario Funzione Strumentale Personale Ata DGSA Assistenti Amministrativi Sito Web Distr 31° Collaboratore

22 LINEE P. O. F. MISSION: La nostra è una scuola che orienta offrendo fin dai primi anni di vita opportunità formative orientanti, dando a ciascuno la possibilità di misurarsi con il sapere e il saper fare attraverso il POTENZIAMENTO SCIENTIFICO AMBIENTALE TECNOLOGICO ARTISTICO ESPRESSIVO STORICO ANTROPOLOGICO

23 Per un curricolo continuo Asse Culturale dei linguaggi Asse Culturale matematico Asse Culturale scientifico tecnologico Asse Culturale storico sociale

24 LA STRUTTURA DEL CURRICOLO PREVEDE LA PROGRAMMAZIONE PER CONOSCENZE, ABILITA’ E COMPETENZE PRENDENDO A RIFERIMENTO LE 8 COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA DA ACQUISIRE AL TERMINE DELL’ISTRUZIONE OBBLIGATORIA PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE. ( 18 DICEMBRE 2006 PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO EUROPEO ) UN POF PER UNA SCUOLA CHE ORIENTA IN UN AMBIENTE DI APPRENDIMENTO ORGANIZZATO PER LABORATORI APERTO AL TERRITORIO E AI GENITORI

25 ATTUARE INTERVENTI ADEGUATI NEI RIGUARDI DELLA DIVERSITA’ PER FARE IN MODO CHE NON DIVENTI DISUGUAGLIANZA ( INDICAZIONI NAZIONALI, PARAGRAFO “ L’AMBIENTE DI APPRENDIMENTO”) ALFABETIZZAZIONE CULTURALE INTESA COME ACQUISIZIONE DI COMPETENZE E CONOSCENZE PER “CRESCERE”, “MANIFESTARSI”, “CONFRONTARSI” IN UN MONDO DI PARI.

26 Maggior importanza riveste la scuola per gli alunni stranieri che hanno la necessità di inserirsi all’interno della comunità scolastica, mantenendo la propria identità culturale. Compito della scuola è garantire l’inserimento producendo sicurezza e fiducia. STAR BENE A SCUOLA Intesa come possibilità di fruire in un ambiente educativo - educante, che offra a TUTTI la possibilità di considerare la scuola come punto di riferimento e garantisca le opportunità necessarie per potersi manifestare in maniera libera e creativa. “La scuola deve progettare e realizzare percorsi didattici specifici per rispondere ai bisogni educativi degli allievi”

27 CONTINUITÀ TRA I DIVERSI ORDINI DI SCUOLA PER SUPERARE IL SALTO EMOZIONALE ESISTENTE NEL PASSAGGIO DA UN GRADO DI SCUOLA A UN ALTRO I DOCENTI SI IMPEGNERANNO A FAR RAGGIUNGERE AGLI ALUNNI QUEI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CHE COSTITUIRANNO LE BASI DEL PERCORSO FORMATIVO IN UNA VISIONE UNITARIA. LA SCUOLA ORGANIZZA IL CURRICOLO CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLA CONTINUITÀ DALLA SCUOLA DELL’INFANZIA ALLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO, PASSANDO PER LA SCUOLA PRIMARIA E AVENDO COME COSTANTE RIFERIMENTO LE INDICAZIONI NAZIONALI. POTENZIAMENTI TRASVERSALI NEL CORSO DEGLI ANNI IL NOSTRO ISTITUTO HA PROGETTATO ED ATTUATO AD ANNI ALTERNI UNA SERIE DI POTENZIAMENTI TRASVERSALI AI 3 ASSI.

28 POTENZIAMENTO ARTISTICO ESPRESSIVO POTENZIAMENTO STORICO ANTROPOLOGICO POTENZIAMENTO SCIENTIFICO TECNOLOGICO

29 INFANZIAPRIMARIASECONDARIA PROGETTI PER RECUPERO REALIZZAZIONE POF CURA DEI TALENTI ALTRI PROGETTI PROGETTI SENZA FIS PROGETTI

30 PROGETTO ORIENTAMENTO Per rispondere ai bisogni orientativi dei ragazzi che concludono tra pochi mesi la scuola secondaria di I grado sono state previste le seguenti attività: 1. SOMMINISTRAZIONE DI QUESTIONARI AGLI STUDENTI PER STIMOLARE LA CRESCITA DELLE CONSAPEVOLEZZE LORO E DEI LORO GENITORI IN RIFERIMENTO ALLE LORO ATTITUDINI E TALENTI 2. GUIDA ALLA LETTURA CONSAPEVOLE DELLE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA FORMATIVO IN CUI ANDRANNO AD INSERIRSI 3. INCONTRI PER STUDENTI E FAMIGLIE CON GLI ISTITUTI SUPERIORI

31 OBIETTIVI DS La responsabilità sociale della Scuola è essenzialmente garantire il SUCCESSO FORMATIVO degli ALUNNI (DPR 275/1999) attraverso OBIETTIVI di MISSIONE. 1. MIGLIORAMENTO dei PROCESSI di INSEGNAMENTO- APPRENDIMENTO Scuola/Famiglia/Territorio Ordini di Scuola Saperi CONTINUITA’ FORMAZIONEAUTO-VALUTAZIONE Docenti

32 OBIETTIVI DS 2. SVILUPPO DELLE COMPETENZE CHIAVE EUROPEA Comunicazione nella madrelingua; Comunicazione nelle lingue straniere; Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia; Competenza digitale; Imparare ad imparare; Competenze sociali e civiche; Spirito di iniziativa e imprenditorialità; Consapevolezza ed espressione culturale. Maggiore implementazione delle T. I. C. nella didattica

33 OBIETTIVI DS 3. SVILUPPO IDENTITA’ e UNITA’ dell’ ISTITUZIONE 4. CULTURA ORGANIZZATIVA MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE E LE RELAZIONI INTERISTITUZIONALI con il XV MUNICIPIO INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO DELLE STRUTTURE SCOLASTICHE (D. Lgs. 81/2008)

34 A. PER UNA PARTNERSHIP EDUCATIVA TRA SCUOLA E FAMIGLIA ● CONDIVISIONE DEI VALORI ● FATTIVA COLLABORAZIONE DELLE PARTI ● RECIPROCO RISPETTO DELLE COMPETENZE B.PER IMPOSTARE LE PREMESSE PER UN BILANCIO SOCIALE RAPPORTO DI FIDUCIA E CONTINUITA’ SVILUPPO ARMONICO E SERENO DELLE ALUNNE E DEGLI ALUNNI PREVENZIONE E CURA DEL DISAGIO DEI MINORI


Scaricare ppt "Progetto Comenius MATH IS LIFE. SETTEMBRE 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google