La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI I RAPPORTI CON LA COMMITTENZA, I PROGETTISTI, LA DIREZIONE DEI LAVORI, I RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI I RAPPORTI CON LA COMMITTENZA, I PROGETTISTI, LA DIREZIONE DEI LAVORI, I RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA."— Transcript della presentazione:

1 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI I RAPPORTI CON LA COMMITTENZA, I PROGETTISTI, LA DIREZIONE DEI LAVORI, I RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (Modulo metodologico organizzativo) ING. FRANCESCO OCCHICONE

2 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI LE FIGURE PROFESSIONALI (Modulo metodologico organizzativo) FIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DELL’OPERA FIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DELL’OPERAFIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DELL’OPERAFIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DELL’OPERA DI INGEGNERIA CIVILE DI INGEGNERIA CIVILE FIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA SICUREZZA CANTIERI FIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA SICUREZZA CANTIERIFIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA SICUREZZA CANTIERIFIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA SICUREZZA CANTIERI

3 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI FIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DELL’OPERA DI INGEGNERIA CIVILE PROGETTAZIONE INTEGRATA Responsabile Unico del procedimento (R.U.P) solo per le OO.PP (D.Lgs 163/06)Responsabile Unico del procedimento (R.U.P) solo per le OO.PP (D.Lgs 163/06) Geologo Progettista con competenze specialistiche in :Progettista con competenze specialistiche in : - Geotecnica - Architettura - Strutture - Impianti - Manutenzione ESECUZIONE DELL’OPERA Responsabile Unico del procedimento (R.U.P) solo per le OO.PP (D.Lgs 163/06 ) Direttore dei Lavori Ufficio Direzione Lavori solo per le OO. PP (D.Lgs 163/06)Ufficio Direzione Lavori solo per le OO. PP (D.Lgs 163/06) Collaudatore Statico Collaudatore in Corso d’Opera

4 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “PROGETTAZIONE INTEGRATA” - Responsabile Unico del Procedimento – (art. 10 D.Lgs 163 del 12 aprile 2006) 1. Per ogni singolo intervento da realizzarsi mediante un contratto pubblico, le amministrazioni aggiudicatrici nominano, ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241, un responsabile del procedimento, unico per le fasi della progettazione, dell'affidamento, dell'esecuzione. 2. Il responsabile del procedimento svolge tutti i compiti relativi alle procedure di affidamento previste dal presente codice, ivi compresi gli affidamenti in economia, e alla vigilanza sulla corretta esecuzione dei contratti, che non siano specificamente attribuiti ad altri organi o soggetti. 3. In particolare, il responsabile del procedimento, oltre ai compiti specificamente previsti da altre disposizioni del presente codice: a) formula proposte e fornisce dati e informazioni al fine della predisposizione del programma triennale dei lavori pubblici e dei relativi aggiornamenti annuali, nonche' al fine della predisposizione di ogni altro atto di programmazione di contratti pubblici di servizi e di forniture, e della predisposizione dell'avviso di preinformazione;

5 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “PROGETTAZIONE INTEGRATA” - Responsabile Unico del Procedimento – (art. 10 D.Lgs 163 del 12 aprile 2006) b) cura, in ciascuna fase di attuazione degli interventi, il controllo sui livelli di prestazione, di qualità e di prezzo determinati in coerenza alla copertura finanziaria e ai tempi di realizzazione dei programmi; c) cura il corretto e razionale svolgimento delle procedure; d) segnala eventuali disfunzioni, impedimenti, ritardi nell'attuazione degli interventi; e) accerta la libera disponibilità di aree e immobili necessari; f) fornisce all'amministrazione aggiudicatrice i dati e le informazioni relativi alle principali fasi di svolgimento dell'attuazione dell'intervento, necessari per l'attività di coordinamento, indirizzo e controllo di sua competenza; g) propone all'amministrazione aggiudicatrice la conclusione di un accordo di programma, ai sensi delle norme vigenti, quando si rende necessaria l'azione integrata e coordinata di diverse amministrazioni;

6 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “PROGETTAZIONE INTEGRATA” - Responsabile Unico del Procedimento – (art. 10 D.Lgs 163 del 12 aprile 2006) h) propone l'indizione, o, ove competente, indice la conferenza di servizi, ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241, quando sia necessario o utile per l'acquisizione di intese, pareri, concessioni, autorizzazioni, permessi, licenze, nulla osta, assensi, comunque denominati. 4. Il regolamento individua gli eventuali altri compiti del responsabile del procedimento, coordinando con essi i compiti del direttore dell'esecuzione del contratto e del direttore dei lavori, nonche' dei coordinatori in materia di salute e di sicurezza durante la progettazione e durante l'esecuzione, previsti dal decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 494 e dalle altre norme vigenti. 5. Il responsabile del procedimento deve possedere titolo di studio e competenza adeguati in relazione ai compiti per cui e' nominato. Per i lavori e i servizi attinenti all'ingegneria e all'architettura deve essere un tecnico. Per le amministrazioni aggiudicatrici deve essere un dipendente di ruolo. 6. Il regolamento determina i requisiti di professionalità richiesti al responsabile del procedimento; per i lavori determina l'importo massimo e la tipologia, per i quali il responsabile del procedimento può coincidere con il progettista. Le ipotesi di coincidenza tra responsabile del procedimento e direttore dell'esecuzione del contratto sono stabilite dal regolamento, in conformità all'articolo 119.

7 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “PROGETTAZIONE INTEGRATA” - Responsabile Unico del Procedimento – (art. 10 D.Lgs 163 del 12 aprile 2006) 7. Nel caso in cui l'organico delle amministrazioni aggiudicatrici presenti carenze accertate o in esso non sia compreso nessun soggetto in possesso della specifica professionalità necessaria per lo svolgimento dei compiti propri del responsabile del procedimento, secondo quanto attestato dal dirigente competente, i compiti di supporto all'attività del responsabile del procedimento possono essere affidati, con le procedure previste dal presente codice per l'affidamento di incarichi di servizi, ai soggetti aventi le specifiche competenze di carattere tecnico, economico finanziario, amministrativo, organizzativo, e legale, che abbiano stipulato adeguata polizza assicurativa a copertura dei rischi professionali. 8. Il nominativo del responsabile del procedimento e' indicato nel bando o avviso con cui si indice la gara per l'affidamento del contratto di lavori, servizi, forniture, ovvero, nelle procedure in cui non vi sia bando o avviso con cui si indice la gara, nell'invito a presentare un'offerta. 9. Le stazioni appaltanti che non sono pubbliche amministrazioni e enti pubblici, in conformità ai principi della legge 7 agosto 1990, n. 241, individuano, secondo i propri ordinamenti, uno o più soggetti cui affidare i compiti propri del responsabile del procedimento, limitatamente al rispetto delle norme del presente codice alla cui osservanza sono tenuti.

8 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “PROGETTAZIONE INTEGRATA” - Progettisti - PROGETTAZIONE OO. PP I PROGETTISTI CHE INTERVENGONO NEL PROGETTO INTEGRATO, REDIGONO RISPETTIVAMENTE E PER LE PROPRIE SPECIALIZZAZIONI, LE FASI PROGETTUALI IN OTTEMPERANZA DEI TRE LIVELLI DI PROGETTAZIONE E PER QUANTO CONTENUTO NELL’ART. 93 DEL D.LGS 163/06 E DEL REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DEI LAVORI PUBBLICI PROGETTAZIONE PER COMMITTENTI PRIVATI I PROGETTISTI CHE INTERVENGONO NELLA PROGETTAZIONE INTEGRATA, REDIGONO RISPETTIVAMENTE E PER LE PROPRIE SPECIALIZZAZIONI, LE FASI PROGETTUALI IN OTTEMPERANZA DEGLI STRUMENTI URBANISTICI (D.I.A., PERMESSO A COSTRUIRE ECC.) E NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE PRESTAZIONALI E PRESCRIZIONALI RIGUARDANTI TUTTE LE SPECIALIZZAZIONI INTERESSATE

9 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Direzione Lavori - ESECUZIONE LAVORI PER LE OO. PP UFFICIO DIREZIONE LAVORI DIRETTORE DEI LAVORI ESECUZIONE LAVORI PER COMMITTENTI PRIVATI DIRETTORE DEI LAVORI

10 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Ufficio Direzione Lavori - (ai sensi del D.Lgs 163/06 e D.P.R. 554/99) Prima della gara, le stazioni appaltanti, per il coordinamento, la direzione ed il controllo tecnico-contabile dell’esecuzione di ogni singolo intervento, istituiscono un Ufficio di Direzione Lavori, costituito da un direttore dei lavori ed eventualmente, in relazione alla dimensione e alla tipologia e categoria dell’intervento, da uno o più assistenti con funzioni di direttore operativo o di ispettore di cantiere.direttore dei lavori direttore operativo ispettore di cantiere Tale U. D. L. è preposto alla direzione ed al controllo tecnico, contabile ed amministrativo dell’esecuzione dell’intervento secondo le disposizioni già previste per la sola figura del D.L. e nel rispetto degli impegni contrattuali

11 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Direttore dei Lavori - (ai sensi del D.Lgs 163/06 e D.P.R. 554/99) Il Direttore dei Lavori ( D.L) : Deve curare che i lavori cui è preposto siano eseguiti a regola d’arte ed in conformità al progetto ed al contratto; Ha la responsabilità del coordinamento e della supervisione dell’attività di tutto l’Ufficio Direzione Lavori, ed interloquisce in via esclusiva con l’appaltatore in merito agli aspetti tecnici ed economici del contratto; Ha la specifica responsabilità dell’accettazione dei materiali, sulla base anche del controllo quantitativo e qualitativo degli accertamenti ufficiali delle specifiche caratteristiche meccaniche Verifica periodicamente il possesso e la regolarità da parte dell’appaltatore della documentazione prevista dalla Legge in materia di obblighi nei confronti dei dipendenti; Effettua la verifica di validità del programma di manutenzione, dei manuali d’uso e dei manuali di manutenzione, modificandone ed aggiornandone il contenuto

12 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Direttori Operativi - (ai sensi del D.Lgs 163/06 e D.P.R. 554/99) Il Direttore Operativo ( D.O) : L’assistente Direttore Operativo collabora con il Direttore dei Lavori nel verificare che le lavorazioni di singole parti dei lavori da realizzare siano eseguite regolarmente e nell’osservanza delle clausole contrattuali; Il Direttore Operativo risponde della propria attività affidata, direttamente al Direttore dei Lavori; Il Direttore dei Lavori potrà affidare al Direttore Operativo i seguenti compiti: - Verificare che l’Appaltatore svolga tutte le pratiche di legge relative alla denuncia dei calcoli delle strutture; - Programmare ed affidare le attività all’Ispettore di cantiere; - Curare l’aggiornamento del cronoprogramma dei lavori generale e di dettaglio informando la D.L. delle difformità rispetto alle previsioni e proponendo i necessari correttivi;

13 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Direttori Operativi - (ai sensi del D.Lgs 163/06 e D.P.R. 554/99) Il Direttore Operativo ( D.O) : Il Direttore dei Lavori potrà affidare al Direttore Operativo i seguenti compiti: - Assistere la D.L. nell’identificazione degli interventi necessari per eliminare difetti progettuali o esecutivi; - Individuare ed analizzare le cause che influiscono negativamente sulla qualità dei lavori e proponendo alla D.L. le adeguate azioni correttive; - Assistere i collaudatori nell’espletamento delle operazioni di collaudo; - Esaminare ed approvare il programma delle prove di collaudo e messa in servizio degli impianti; - Controllare, quando svolge anche le funzioni di Coordinatore per l’esecuzione dei lavori, il rispetto del P.S.C e P.O.S da parte dei Direttore di Cantiere; - Collaborare alla tenuta dei libri contabili;

14 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Ispettori di cantiere - (ai sensi del D.Lgs 163/06 e D.P.R. 554/99) L’ Ispettore di Cantiere ( I.C) : L’assistente Ispettore di Cantiere collabora con il Direttore dei Lavori nella sorveglianza dei lavori in conformità delle prescrizioni stabilite nel Capitolato Speciale d’Appalto; Il ruolo di ispettore di cantiere è assolta da una sola persona che esercita l’attività in un turno di lavoro; L’ispettore di cantiere è presente a tempo pieno durante il periodo di svolgimento dei lavori che richiedono controllo quotidiano, nonché durante le fasi di collaudo e delle eventuali manutenzioni; Il Direttore dei Lavori potrà affidare all’Ispettore di cantiere i seguenti compiti: - Verificare dei documenti di accompagnamento delle forniture dei materiali per il controllo della conformità alle prescrizioni ed approvazioni delle strutture di controllo in qualità dei fornitori;

15 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Ispettori di Cantiere - (ai sensi del D.Lgs 163/06 e D.P.R. 554/99) L’Ispettore di Cantiere ( I. C) : Il Direttore dei Lavori potrà affidare all’Ispettore di Cantiere i seguenti compiti: - Verificare, prima della messa in opera, che i materiali, le apparecchiature e gli impianti abbiano superato le fasi di collaudo prescritte dal controllo di qualità o dalle normative vigenti o dalle prescrizioni contrattuali in base alle quali sono stati costruiti; - l controllo delle attività dei subappaltatori; - il controllo sulla regolare esecuzione dei lavori con riguardo ai disegni ed alle specifiche tecniche contrattuali; - l’assistenza alle prove di laboratorio; - l’assistenza ai collaudi dei lavori ed alle prove di messa in esercizio ed accettazione degli impianti; - La predisposizione degli atti contabili quando siano stati incaricati dal D.L

16 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ESECUZIONE DELL’OPERA” - Direttore dei Lavori - Il Direttore dei Lavori ( D.L) : Deve curare che i lavori cui è preposto siano eseguiti a regola d’arte ed in conformità al progetto ed al contratto; Ha la responsabilità del coordinamento e della supervisione dell’attività di tutto l’Ufficio Direzione Lavori, ed interloquisce in via esclusiva con l’appaltatore in merito agli aspetti tecnici ed economici del contratto; Ha la specifica responsabilità dell’accettazione dei materiali, sulla base anche del controllo quantitativo e qualitativo degli accertamenti ufficiali delle specifiche caratteristiche meccaniche Verifica periodicamente il possesso e la regolarità da parte dell’appaltatore della documentazione prevista dalla Legge in materia di obblighi nei confronti dei dipendenti; Effettua la verifica di validità del programma di manutenzione, dei manuali d’uso e dei manuali di manutenzione, modificandone ed aggiornandone il contenuto.

17 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI FIGURE PROFESSIONALI CHE INTERVENGONO NELLA SICUREZZA CANTIERI COMMITTENTE Responsabile dei lavoriResponsabile dei lavori Coordinatore per la progettazioneCoordinatore per la progettazione Coordinatore per l’esecuzioneCoordinatore per l’esecuzione IMPRESA AFFIDATARIA Datore di lavoro R.S.P.P Preposto per la sicurezza Rappresentante dei lavoratori per la sicurezzaRappresentante dei lavoratori per la sicurezza Medico competente

18 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “ COMMITTENTE ” - Responsabile dei Lavori - COMMITTENTE PUBBLICO (IN ATTUAZIONE DEL D.Lgs. 163 del 12/04/06) La figura del Responsabile dei Lavori ai sensi dell’art. 89 del D.Lgs 81/08 è assolta dal Responsabile Unico del Procedimento COMMITTENTE PRIVATO Il Responsabile dei Lavori ai sensi dell’art. 89 del D.Lgs 81/08 è incaricato dal committente per la progettazione dell’opera e per la esecuzione: Il R.L. è quindi individuato se non espressamente incaricato nel committente privato dell’opera durante la redazione del progetto; Il R.L. è se non espressamente incaricato il committente privato durante la esecuzione dell’opera;

19 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 1. Il committente o il responsabile dei lavori, nelle fasi di progettazione dell’opera, si attiene ai principi e alle misure generali di tutela di cui all’articolo 15, in particolare:articolo 15 a) al momento delle scelte architettoniche, tecniche ed organizzative, onde pianificare i vari lavori o fasi di lavoro che si svolgeranno simultaneamente o successivamente; b) all'atto della previsione della durata di realizzazione di questi vari lavori o fasi di lavoro. 1-bis. Per i lavori pubblici l’attuazione di quanto previsto al comma 1 avviene nel rispetto dei compiti attribuiti al responsabile del procedimento e al progettista. 2. Il committente o il responsabile dei lavori, nella fase della progettazione dell'opera, prende in considerazione i documenti di cui all'articolo 91, comma 1, lettere a) e b).articolo 91, comma 1, lettere a) e b) 3. Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, il committente, anche nei casi di coincidenza con l'impresa esecutrice, o il responsabile dei lavori, contestualmente all'affidamento dell'incarico di progettazione, designa il coordinatore per la progettazione. “COMMITTENTE” - Responsabile dei Lavori OBBLIGHI (ART. 90 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 59 del d.lgs. n. 106 del 2009)

20 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 4. Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, il committente o il responsabile dei lavori, prima dell'affidamento dei lavori, designa il coordinatore per l'esecuzione dei lavori, in possesso dei requisiti di cui all'articolo La disposizione di cui al comma 4 si applica anche nel caso in cui, dopo l'affidamento dei lavori a un'unica impresa, l'esecuzione dei lavori o di parte di essi sia affidata a una o più imprese. 6. Il committente o il responsabile dei lavori, qualora in possesso dei requisiti di cui all'articolo 98, ha facoltà di svolgere le funzioni sia di coordinatore per la progettazione sia di coordinatore per l'esecuzione dei lavori. 7. Il committente o il responsabile dei lavori comunica alle imprese affidatarie, alle imprese esecutrici e ai lavoratori autonomi il nominativo del coordinatore per la progettazione e quello del coordinatore per l'esecuzione dei lavori. Tali nominativi sono indicati nel cartello di cantiere. 8. Il committente o il responsabile dei lavori ha facoltà di sostituire in qualsiasi momento, anche personalmente, se in possesso dei requisiti di cui all'articolo 98, i soggetti designati in attuazione dei commi 3 e 4. “COMMITTENTE” - Responsabile dei Lavori OBBLIGHI (ART. 90 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 59 del d.lgs. n. 106 del 2009)

21 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 9. Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad un'unica impresa o ad un lavoratore autonomo: a) verifica l'idoneità tecnico-professionale delle imprese affidatarie, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare, con le modalità di cui all'allegato XVII. Nei cantieri la cui entità presunta è inferiore a 200 uomini-giorno e i cui lavori non comportano rischi particolari di cui all’allegato XI, il requisito di cui al periodo che precede si considera soddisfatto mediante presentazione da parte delle imprese e dei lavoratori autonomi del certificato di iscrizione alla Camera di commercio, industria e artigianato e del documento unico di regolarità contributiva, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 16-bis, comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, corredato da autocertificazione in ordine al possesso degli altri requisiti previsti dall'allegato XVII; “COMMITTENTE” - Responsabile dei Lavori OBBLIGHI (ART. 90 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 59 del d.lgs. n. 106 del 2009)

22 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 9. Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad un'unica impresa o ad un lavoratore autonomo: b) chiede alle imprese esecutrici una dichiarazione dell'organico medio annuo, distinto per qualifica, corredata dagli estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), all'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro (INAIL) e alle casse edili, nonché una dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti. Nei cantieri la cui entità presunta è inferiore a 200 uomini-giorno e i cui lavori non comportano rischi particolari di cui all’allegato XI, il requisito di cui al periodo che precede si considera soddisfatto mediante presentazione da parte delle imprese del documento unico di regolarità contributiva e dell'autocertificazione relativa al contratto collettivo applicato; c) trasmette all’amministrazione concedente, prima dell’inizio dei lavori oggetto del permesso di costruire o della denuncia di inizio attività, copia della notifica preliminare di cui all’articolo 99, il documento unico di regolarità contributiva delle imprese e dei lavoratori autonomi, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 16-bis, comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e una dichiarazione attestante l’avvenuta verifica della ulteriore documentazione di cui alle lettere a) e b). “COMMITTENTE” - Responsabile dei Lavori OBBLIGHI (ART. 90 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 59 del d.lgs. n. 106 del 2009)

23 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 10. In assenza del piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100 o del fascicolo di cui all'articolo 91, comma 1, lettera b), quando previsti, oppure in assenza di notifica di cui all'articolo 99, quando prevista oppure in assenza del documento unico di regolarità contributiva delle imprese o dei lavoratori autonomi, è sospesa l'efficacia del titolo abilitativo. L'organo di vigilanza comunica l'inadempienza all'amministrazione concedente. 11. La disposizione di cui al comma 3 non si applica ai lavori privati non soggetti a permesso di costruire in base alla normativa vigente e comunque di importo inferiore ad euro In tal caso, le funzioni del coordinatore per la progettazione sono svolte dal coordinatore per la esecuzione dei lavori. (comma così sostituito dall'articolo 39, comma 1, legge n. 88 del 2009) “COMMITTENTE” - Responsabile dei Lavori OBBLIGHI (ART. 90 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 59 del d.lgs. n. 106 del 2009)

24 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Coordinatore della Progettazione” OBBLIGHI (ART. 91 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 60 del d.lgs. n. 106 del 2009) 1. Durante la progettazione dell'opera e comunque prima della richiesta di presentazione delle offerte, il coordinatore per la progettazione: a) redige il piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100, comma 1, i cui contenuti sono dettagliatamente specificati nell'allegato XV; b) predispone un fascicolo adattato alle caratteristiche dell’opera, i cui contenuti sono definiti all'allegato XVI, contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, tenendo conto delle specifiche norme di buona tecnica e dell'allegato II al documento UE 26 maggio Il fascicolo non è predisposto nel caso di lavori di manutenzione ordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera a) del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, di cui al d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380; b-bis) coordina l’applicazione delle disposizioni di cui all’articolo 90, comma 1. (lettera aggiunta dall'articolo 39, comma 1, legge n. 88 del 2009)

25 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 1. Durante la realizzazione dell'opera, il coordinatore per l'esecuzione dei lavori: (comma così modificato dall'articolo 61, comma 1, del d.lgs. n. 106 del 2009) a) verifica, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l'applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100 ove previsto e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro; b) verifica l'idoneità del piano operativo di sicurezza, da considerare come piano complementare di dettaglio del piano di sicurezza e coordinamento di cui all'articolo 100, assicurandone la coerenza con quest'ultimo, ove previsto, adegua il piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100 ove previsto, e il fascicolo di cui all'articolo 91, comma 1, lettera b), in relazione all'evoluzione dei lavori ed alle eventuali modifiche intervenute, valutando le proposte delle imprese esecutrici dirette a migliorare la sicurezza in cantiere, verifica che le imprese esecutrici adeguino, se necessario, i rispettivi piani operativi di sicurezza; c) organizza tra i datori di lavoro, ivi compresi i lavoratori autonomi, la cooperazione ed il coordinamento delle attività nonché la loro reciproca informazione ; “Coordinatore dell’Esecuzione” OBBLIGHI (ART. 92 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 61 del d.lgs. n. 106 del 2009)

26 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 1. Durante la realizzazione dell'opera, il coordinatore per l'esecuzione dei lavori: (comma così modificato dall'articolo 61, comma 1, del d.lgs. n. 106 del 2009) d) verifica l'attuazione di quanto previsto negli accordi tra le parti sociali al fine di realizzare il coordinamento tra i rappresentanti della sicurezza finalizzato al miglioramento della sicurezza in cantiere; e) segnala al committente o al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati, le inosservanze alle disposizioni degli articoli 94, 95, 96 e 97, comma 1, e alle prescrizioni del piano di cui all'articolo 100, ove previsto, e propone la sospensione dei lavori, l'allontanamento delle imprese o dei lavoratori autonomi dal cantiere, o la risoluzione del contratto. Nel caso in cui il committente o il responsabile dei lavori non adotti alcun provvedimento in merito alla segnalazione, senza fornire idonea motivazione, il coordinatore per l'esecuzione da' comunicazione dell'inadempienza alla azienda unità sanitaria locale e alla direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti; f) sospende, in caso di pericolo grave e imminente, direttamente riscontrato, le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti effettuati dalle imprese interessate. “Coordinatore dell’Esecuzione” OBBLIGHI (ART. 92 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 61 del d.lgs. n. 106 del 2009)

27 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI 2. Nei casi di cui all'articolo 90, comma 5, il coordinatore per l'esecuzione, oltre a svolgere i compiti di cui al comma 1, redige il piano di sicurezza e di coordinamento e predispone il fascicolo, di cui all'articolo 91, comma 1, lettere a) e b), fermo restando quanto previsto al secondo periodo della medesima lettera b). (comma così modificato dall'articolo 61, comma 2, del d.lgs. n. 106 del 2009) “Coordinatore dell’Esecuzione” OBBLIGHI (ART. 92 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 61 del d.lgs. n. 106 del 2009)

28 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “COMMITTENTE” - Responsabile dei Lavori RESPONSABILITA’ (ART. 93 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 62 del d.lgs. n. 106 del 2009) 1. Il committente è esonerato dalle responsabilità connesse all'adempimento degli obblighi limitatamente all'incarico conferito al responsabile dei lavori. (comma così modificato dall'articolo 62, del d.lgs. n. 106 del 2009) 2. La designazione del coordinatore per la progettazione e del coordinatore per l'esecuzione dei lavori, non esonera il committente o il responsabile dei lavori dalle responsabilità connesse alla verifica dell'adempimento degli obblighi di cui agli articoli 91, comma 1, e 92, comma 1, lettere a), b), c), d ed e).

29 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Lavoratoti Autonomi” OBBLIGHI (ART. 94 D.lgs /04/2008) 1. I lavoratori autonomi che esercitano la propria attività nei cantieri, fermo restando gli obblighi di cui al presente decreto legislativo, si adeguano alle indicazioni fornite dal coordinatore per l'esecuzione dei lavori, ai fini della sicurezza.

30 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI (articolo così modificato dall'articolo 63 del d.lgs. n. 106 del 2009) (articolo così modificato dall'articolo 63 del d.lgs. n. 106 del 2009) 1. I datori di lavoro delle imprese esecutrici, durante l'esecuzione dell'opera osservano le misure generali di tutela di cui all'articolo 15 e curano, ciascuno per la parte di competenza, in particolare: a) il mantenimento del cantiere in condizioni ordinate e di soddisfacente salubrità; b) la scelta dell'ubicazione di posti di lavoro tenendo conto delle condizioni di accesso a tali posti, definendo vie o zone di spostamento o di circolazione; c) le condizioni di movimentazione dei vari materiali; d) la manutenzione, il controllo prima dell'entrata in servizio e il controllo periodico degli apprestamenti, delle attrezzature di lavoro, degli impianti e dei dispositivi al fine di eliminare i difetti che possono pregiudicare la sicurezza e la salute dei lavoratori; e) la delimitazione e l'allestimento delle zone di stoccaggio e di deposito dei vari materiali, in particolare quando si tratta di materie e di sostanze pericolose; f) l'adeguamento, in funzione dell'evoluzione del cantiere, della durata effettiva da attribuire ai vari tipi di lavoro o fasi di lavoro; g) la cooperazione e il coordinamento tra datori di lavoro e lavoratori autonomi; h) le interazioni con le attività che avvengono sul luogo, all'interno o in prossimità del cantiere. “Datore di Lavoro” Misure Generali di tutela (ART. 95 D.lgs /04/2008)

31 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Datore di Lavoro-Dirigenti-Preposti” Obblighi (ART. 96 D.lgs /04/2008) 1. I datori di lavoro delle imprese affidatarie e delle imprese esecutrici, anche nel caso in cui nel cantiere operi una unica impresa, anche familiare o con meno di dieci addetti: a) adottano le misure conformi alle prescrizioni di cui all'allegato XIII; b) predispongono l'accesso e la recinzione del cantiere con modalità chiaramente visibili e individuabili; c) curano la disposizione o l'accatastamento di materiali o attrezzature in modo da evitarne il crollo o il ribaltamento; d) curano la protezione dei lavoratori contro le influenze atmosferiche che possono compromettere la loro sicurezza e la loro salute; e) curano le condizioni di rimozione dei materiali pericolosi, previo, se del caso, coordinamento con il committente o il responsabile dei lavori; f) curano che lo stoccaggio e l'evacuazione dei detriti e delle macerie avvengano correttamente; g) redigono il piano operativo di sicurezza di cui all'articolo 89, comma 1, lettera h). (articolo così modificato dall'articolo 64 del d.lgs. n. 106 del 2009)

32 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Datore di Lavoro-Dirigenti-Preposti” Obblighi (ART. 96 D.lgs /04/2008) 1-bis. La previsione di cui al comma 1, lettera g), non si applica alle mere forniture di materiali o attrezzature. In tali casi trovano comunque applicazione le disposizioni di cui all’articolo 26. (comma introdotto dall'articolo 64 del d.lgs. n. 106 del 2009) 2. L'accettazione da parte di ciascun datore di lavoro delle imprese del piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100, nonché la redazione del piano operativo di sicurezza costituiscono, limitatamente al singolo cantiere interessato, adempimento alle disposizioni di cui all'articolo 17 comma 1, lettera a), all’articolo 26, commi 1, lettera b), 2, 3, e 5, e all’articolo 29, comma 3.(comma cosi modificato dall'articolo 64 del d.lgs. n. 106 del 2009) (articolo così modificato dall'articolo 64 del d.lgs. n. 106 del 2009)

33 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Datore di Lavoro-Impresa Affidataria” Obblighi (ART. 97 D.lgs /04/2008) 1. Il datore di lavoro dell'impresa affidataria verifica le condizioni di sicurezza dei lavori affidati e l'applicazione delle disposizioni e delle prescrizioni del piano di sicurezza e coordinamento. 2. Gli obblighi derivanti dall'articolo 26, fatte salve le disposizioni di cui all'articolo 96, comma 2, sono riferiti anche al datore di lavoro dell'impresa affidataria. Per la verifica dell'idoneità tecnico professionale si fa riferimento alle modalità di cui all'allegato XVII. 3. Il datore di lavoro dell'impresa affidataria deve, inoltre: a) coordinare gli interventi di cui agli articoli 95 e 96; b) verificare la congruenza dei piani operativi di sicurezza (POS) delle imprese esecutrici rispetto al proprio, prima della trasmissione dei suddetti piani operativi di sicurezza al coordinatore per l'esecuzione. 3-bis. In relazione ai lavori affidati in subappalto, ove gli apprestamenti, gli impianti e le altre attività di cui al punto 4 dell’allegato XV siano effettuati dalle imprese esecutrici, l’impresa affidataria corrisponde ad esse senza alcun ribasso i relativi oneri della sicurezza. 3-ter) Per lo svolgimento delle attività di cui al presente articolo, il datore di lavoro dell’impresa affidataria, i dirigenti e i preposti devono essere in possesso di adeguata formazione. (commi aggiunti dall'articolo 65 del d.lgs. n. 106 del 2009) (articolo così modificato dall'articolo 65 del d.lgs. n. 106 del 2009)

34 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Notifica Preliminare” (ART. 99 D.lgs /04/2008) 1. Il committente o il responsabile dei lavori, prima dell'inizio dei lavori, trasmette all'azienda unità sanitaria locale e alla direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti la notifica preliminare elaborata conformemente all' ALLEGATO XII, nonché gli eventuali aggiornamenti nei seguenti casi: a) cantieri di cui all'articolo 90, comma 3; b) cantieri che, inizialmente non soggetti all'obbligo di notifica, ricadono nelle categorie di cui alla lettera a) per effetto di varianti sopravvenute in corso d'opera; c) cantieri in cui opera un'unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a duecento uomini-giorno. 2. Copia della notifica deve essere affissa in maniera visibile presso il cantiere e custodita a disposizione dell'organo di vigilanza territorialmente competente. 3. Gli organismi paritetici istituiti nel settore delle costruzioni in attuazione dell'articolo 51 possono chiedere copia dei dati relativi alle notifiche preliminari presso gli organi di vigilanza

35 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI NOTIFICA PRELIMINARE (ART. 99 D.lgs /04/2008) Data della comunicazione Indirizzo del cantiere Committente (i), nome (i) e indirizzo (i) Natura dell’opera Responsabile dei lavori, nome ed indirizzo Coordinatore della progettazione, nome ed indirizzo Coordinatore per l’esecuzione, nome ed indirizzo Data presunta d’inizio dei lavori in cantiere Durata presunta dei lavori Numero massimo presunto degli operatori sul cantiere Numero d’imprese e lavoratori autonomi previsti Identificazione, Codice fiscale o P.IVA delle imprese già selezionate Ammontare complessivo presunto dei lavori (in €)

36 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Piano di Sicurezza e Coordinamento” (ART. 100 D.lgs /04/2008) 1. Il piano è costituito da una relazione tecnica e prescrizioni correlate alla complessità dell'opera da realizzare ed alle eventuali fasi critiche del processo di costruzione, atte a prevenire o ridurre i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi i rischi particolari di cui all’ ALLEGATO XI, nonché la stima dei costi di cui al punto 4 dell’ ALLEGATO XV. Il piano di sicurezza e coordinamento (PSC) é corredato da tavole esplicative di progetto, relative agli aspetti della sicurezza, comprendenti almeno una planimetria sull’organizzazione del cantiere e, ove la particolarità dell'opera lo richieda, una tavola tecnica sugli scavi. I contenuti minimi del piano di sicurezza e di coordinamento e l’indicazione della stima dei costi della sicurezza sono definiti all’ ALLEGATO XV. 2. Il piano di sicurezza e coordinamento è parte integrante del contratto di appalto. 3. I datori di lavoro delle imprese esecutrici e i lavoratori autonomi sono tenuti ad attuare quanto previsto nel piano di cui al comma 1 e nel piano operativo di sicurezza. 4. I datori di lavoro delle imprese esecutrici mettono a disposizione dei rappresentanti per la sicurezza copia del piano di sicurezza e di coordinamento e del piano operativo di sicurezza almeno dieci giorni prima dell'inizio dei lavori. 5. L'impresa che si aggiudica i lavori ha facoltà di presentare al coordinatore per l'esecuzione proposte di integrazione al piano di sicurezza e di coordinamento, ove ritenga di poter meglio garantire la sicurezza nel cantiere sulla base della propria esperienza. In nessun caso le eventuali integrazioni possono giustificare modifiche o adeguamento dei prezzi pattuiti.

37 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Piano di Sicurezza e Coordinamento” (ART. 100 D.lgs /04/2008) (articolo così modificato dall'articolo 66 del d.lgs. n. 106 del 2009) 6. Le disposizioni del presente articolo non si applicano ai lavori la cui esecuzione immediata è necessaria per prevenire incidenti imminenti o per organizzare urgenti misure di salvataggio o per garantire la continuità in condizioni di emergenza nell'erogazione di servizi essenziali per la popolazione quali corrente elettrica, acqua, gas, reti di comunicazione. (comma modificato dall'articolo 66 del d.lgs. n. 106 del 2009) 6-bis. Il committente o il responsabile dei lavori, se nominato, assicura l’attuazione degli obblighi a carico del datore di lavoro dell’impresa affidataria previsti dall’articolo 97, comma 3-bis e 3-ter. Nel campo di applicazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e successive modificazioni, si applica l’articolo 118, comma 4, secondo periodo, del medesimo decreto legislativo. (comma aggiunto dall'articolo 66 del d.lgs. n. 106 del 2009)

38 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Obblighi di Trasmissione” (ART. 101 D.lgs /04/2008) 1. Il committente o il responsabile dei lavori trasmette il piano di sicurezza e di coordinamento a tutte le imprese invitate a presentare offerte per l'esecuzione dei lavori. In caso di appalto di opera pubblica si considera trasmissione la messa a disposizione del piano a tutti i concorrenti alla gara di appalto. 2. Prima dell'inizio dei lavori l'impresa affidataria trasmette il piano di cui al comma 1 alle imprese esecutrici e ai lavoratori autonomi. 3. Prima dell'inizio dei rispettivi lavori ciascuna impresa esecutrice trasmette il proprio piano operativo di sicurezza all’impresa affidataria, la quale, previa verifica della congruenza rispetto al proprio, lo trasmette al coordinatore per l’esecuzione. I lavori hanno inizio dopo l’esito positivo delle suddette verifiche che sono effettuate tempestivamente e comunque non oltre 15 giorni dall’avvenuta ricezione.

39 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Consultazione dei Rapp. Sicurezza” (ART. 102 D.lgs /04/2008) 1. Prima dell'accettazione del piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100 e delle modifiche significative apportate allo stesso, il datore di lavoro di ciascuna impresa esecutrice consulta il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e gli fornisce eventuali chiarimenti sul contenuto del piano. Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza ha facoltà di formulare proposte al riguardo. “Previsione livelli sonori” (ART. 103 D.lgs /04/2008) (abrogato dall'articolo 66 del d.lgs. n. 106 del 2009) E’ stato inserito all’interno del Titolo VIII Capo II

40 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Modalità attuative di particolari Obblighi” (ART. 104 D.lgs /04/2008) 1. Nei cantieri la cui durata presunta dei lavori è inferiore ai 200 giorni lavorativi, l'adempimento di quanto previsto dall'articolo 102 costituisce assolvimento dell'obbligo di riunione di cui all'articolo 35, salvo motivata richiesta del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. 2. Nei cantieri la cui durata presunta dei lavori è inferiore ai 200 giorni lavorativi, e ove sia prevista la sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41, la visita del medico competente agli ambienti di lavoro in cantieri aventi caratteristiche analoghe a quelli già visitati dallo stesso medico competente e gestiti dalle stesse imprese, è sostituita o integrata, a giudizio del medico competente, con l'esame di piani di sicurezza relativi ai cantieri in cui svolgono la loro attività i lavoratori soggetti alla sua sorveglianza. Il medico competente visita almeno una volta all’anno l’ambiente di lavoro in cui svolgono la loro attività i lavoratori soggetti alla sua sorveglianza. 3. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 37, i criteri e i contenuti per la formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti possono essere definiti dalle parti sociali in sede di contrattazione nazionale di categoria. 4. I datori di lavoro, quando è previsto nei contratti di affidamento dei lavori che il committente o il responsabile dei lavori organizzi apposito servizio di pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori, sono esonerati da quanto previsto dall'articolo 18, comma 1, lettera b).

41 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Attività Soggette” (ART. 105 D.lgs /04/2008) 1. Le norme del presente capo si applicano alle attività che, da chiunque esercitate e alle quali siano addetti lavoratori subordinati o autonomi, concernono la esecuzione dei lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali, comprese le linee e gli impianti elettrici, le opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche, di bonifica, sistemazione forestale e di sterro. Costituiscono, inoltre, lavori di costruzione edile o di ingegneria civile gli scavi, ed il montaggio e lo smontaggio di elementi prefabbricati utilizzati per la realizzazione di lavori edili o di ingegneria civile. Le norme del presente capo si applicano ai lavori in quota di cui al presente capo e ad in ogni altra attività lavorativa.

42 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Committenti e Responsabili dei lavori” SANZIONI (ART. 157 D.lgs /04/2008) 1.Il committente o il responsabile dei lavori sono puniti: a)con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione dell’articolo 90, commi 3, 4 e 5; a)con l’arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione degli articoli 90, comma 9, lettera a), 93, comma 2, e 100, comma 6-bis; a)con la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a euro per la violazione degli articoli 90, commi 7 e 9, lettera c), 101, comma 1, primo periodo. (articolo così sostituito dall'articolo 86 del d.lgs. n. 106 del 2009)

43 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Coordinatori” SANZIONI (ART. 158 D.lgs /04/2008) 1. Il coordinatore per la progettazione è punito con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione dell’articolo 91, comma Il coordinatore per l’esecuzione dei lavori è punito: a)con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione dell’articolo 92, commi 1, lettere a), b), c), e) ed f), e 2; b) con l’arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione dell’articolo 92, comma 1, lettera d). (articolo così sostituito dall'articolo 87 del d.lgs. n. 106 del 2009)

44 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Datori di lavoro-Dirigenti-Preposti” SANZIONI (ART. 159 D.lgs /04/2008) 1.Il datore di lavoro è punito con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione dell’articolo 96, comma 1, lettera g); si applica la pena dell’arresto da 4 a 8 mesi o l’ammenda da a euro se la violazione è commessa in cantieri temporanei o mobili in cui l’impresa svolga lavorazioni in presenza di rischi particolari, individuati in base all’allegato XI; si applica la pena dell’ammenda da a euro se il piano operativo di sicurezza è redatto in assenza di uno o più degli elementi di cui all’allegato XV. 2.Il datore di lavoro e il dirigente sono puniti: a) con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione degli articoli 97, comma 1, 100, comma 3, 111, commi 1, lettera a), e 6, 114, comma 1, 117, 118, 121, 122, 126, 128, comma 1, 145, commi 1 e 2 e 148; b) con l’arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da a euro per la violazione degli articoli 108, 112, 119, 123, 125, commi 1, 2 e 3, 127, 129, comma 1, 136, commi 1, 2, 3, 4, 5 e 6, 140, comma 3, 147, comma 1, 151, comma 1, 152, commi 1 e 2 e 154; c) con l’arresto sino a due mesi o con l’ammenda da 500 a euro per la violazione degli articoli 96, comma 1, lettere. a), b), c), d), e) ed f), e 97, commi 3 e 3-ter, nonché per la violazione delle disposizioni del capo II del presente titolo non altrimenti sanzionate; d) con la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a euro per la violazione degli articoli 100, comma 4, e 101, commi 2 e 3. (articolo così sostituito dall'articolo 88 del d.lgs. n. 106 del 2009)

45 Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI “Lavoratori” SANZIONI (ART. 160 D.lgs /04/2008) 1.1. I lavoratori autonomi sono puniti: a)con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda da 400 a euro per la violazione dell’articolo 100, comma 3; b) con l’arresto fino a un mese o con l’ammenda da 300 a 800 euro per la violazione dell’articolo 94; c) con l’arresto fino a un mese o con l’ammenda da 200 a 600 euro per la violazione degli articoli 124, 138, commi 3 e 4, 152, comma 2. (articolo così sostituito dall'articolo 89 del d.lgs. n. 106 del 2009)


Scaricare ppt "Corso di formazione SICUREZZA CANTIERI I RAPPORTI CON LA COMMITTENZA, I PROGETTISTI, LA DIREZIONE DEI LAVORI, I RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA."

Presentazioni simili


Annunci Google