La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.N. rete: un curricolo in cantiere rete di scuole progetto I.N. rete misure di accompagnamento Indicazioni Nazionali - 2012 San Giovanni La Punta 27 marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.N. rete: un curricolo in cantiere rete di scuole progetto I.N. rete misure di accompagnamento Indicazioni Nazionali - 2012 San Giovanni La Punta 27 marzo."— Transcript della presentazione:

1 I.N. rete: un curricolo in cantiere rete di scuole progetto I.N. rete misure di accompagnamento Indicazioni Nazionali San Giovanni La Punta 27 marzo 2014

2 Cammina l’uomo quando sa bene dove andare Noi sappiamo dove andare? I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

3 15 pagine con carattere prescrittivo I traguardi di competenze Prescrittivo per le scuole non per l’alunno Elementi essenziali in cui le scuole si impegnano obbligatoriamente I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

4 30 pagine di buona pedagogia Gestione della classe Didattica di laboratorio Ambienti di apprendimento I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

5 40 pagine di esempi per singola disciplina Suggeriti da docenti Buone basi per un curricolo verticale Curricolo orientato alle competenze I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

6 Integrazione fra le discipline Coerenza Gioco di squadra Apprendimenti caratterizzati da forte attrattiva Creare ambienti di apprendimento I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

7 Scossa culturale Non solo formazione ma un percorso con attività di accompagnamento I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

8 ART Le Indicazioni nazionali, allegate al presente decreto, sostituiscono le Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati di cui agli allegati A, B, C e D del decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59, e le successive Indicazioni per il curricolo per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo d’istruzione di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 31 luglio I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

9 ART L’Amministrazione scolastica promuove azioni di formazione in servizio del personale della scuola e attiva un sistema di monitoraggio delle esperienze che consenta di raccogliere dati e osservazioni per il miglioramento dell’efficacia del sistema di istruzione e per successivi eventuali aggiornamenti delle Indicazioni stesse. I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

10 ART L’editoria scolastica adegua, a partire dalle adozioni per l’anno scolastico , i contenuti dei libri di testo destinati alle scuole del primo ciclo alle Indicazioni nazionali emanate con il presente regolamento. I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

11 In un tempo molto breve, abbiamo vissuto il passaggio da una società relativamente stabile a una società caratterizzata da molteplici cambiamenti e discontinuità. Questo nuovo scenario è ambivalente: per ogni persona, per ogni comunità, per ogni società si moltiplicano sia i rischi sia le opportunità. Gli ambienti in cui la scuola è immersa sono più ricchi di stimoli culturali, ma anche più contraddittori. Oggi l’apprendimento scolastico è solo una delle tante esperienze di formazione che i bambini e gli adolescenti vivono e per acquisire competenze specifiche spesso non vi è bisogno dei contesti scolastici. La scuola è perciò investita da una domanda che comprende, insieme, l’apprendimento e «il saper stare al mondo» e il «fare scuola» oggi significa mettere in relazione la complessità di modi radicalmente nuovi di apprendimento con un’opera quotidiana di guida, attenta al metodo, ai nuovi media e alla ricerca multi-dimensionale Al contempo significa curare e consolidare le competenze e i saperi di base, che sono irrinunciabili perché sono le fondamenta per l’uso consapevole del sapere diffuso I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

12 CENTRALITÀ DELLA PERSONA Le finalità della scuola devono essere definite a partire dalla persona che apprende, con l’originalità del suo percorso individuale e le aperture offerte dalla rete di relazioni che la legano alla famiglia e agli ambiti sociali. PER UN NUOVO UMANESIMO Le relazioni fra il microcosmo personale e il macrocosmo dell’umanità e del pianeta oggi devono essere intese in un duplice senso. Da un lato tutto ciò che accade nel mondo influenza la vita di ogni persona; dall’altro, ogni persona tiene nelle sue stesse mani una responsabilità unica e singolare nei confronti del futuro dell’umanità. La scuola può e deve educare a questa consapevolezza e a questa responsabilità i bambini e gli adolescenti, in tutte le fasi della loro formazione I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

13 DALLE INDICAZIONI AL CURRICOLO Il curricolo di istituto è espressione della libertà d’insegnamento e dell’autonomia scolastica e esplicita le scelte della comunità scolastica e l’identità dell’istituto. La costruzione del curricolo è il processo attraverso il quale si sviluppano e organizzano la ricerca e l’innovazione educativa. Ogni scuola predispone il curricolo all’interno del Piano dell’offerta formativa con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione, ai traguardi per lo sviluppo delle competenze, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina. A partire dal curricolo di istituto, i docenti individuano le esperienze di apprendimento più efficaci, le scelte didattiche più significative, le strategie più idonee, con attenzione all’integrazione fra le discipline e alla loro possibile aggregazione in aree I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

14 DALLE INDICAZIONI AL CURRICOLO il curricolo d’istituto rappresenta quindi un’occasione di ricerca da parte delle singole scuole chiamate ad individuare un percorso educativo e didattico, ad alta valenza formativa. Un percorso che si presenta poco lineare e ricco di possibili variazioni da decidere mentre lo si sta realizzando. Un percorso che richiede sicuramente la presenza di saperi e conoscenze disciplinari, ma anche di tematiche e problematiche inter o multidisciplinari. Un percorso che è motivo di richiamo anche per valori, atteggiamenti, comportamenti richiesti dalle competenze chiave di cittadinanza poste come elementi guida per la progettazione delle esperienze formative del primo ciclo e del biennio iniziale del secondo ciclo di istruzione I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

15 Al termine della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, vengono fissati i traguardi per lo sviluppo delle competenze relativi ai campi di esperienza ed alle discipline. Essi rappresentano dei riferimenti ineludibili per gli insegnanti, indicano piste culturali e didattiche da percorrere e aiutano a finalizzare l’azione educativa allo sviluppo integrale dell’allievo I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

16 Matematica e scienze nella scuola dell’infanzia pag Matematica al termine del primo ciclo pag esempi I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014

17 Progetto di FormAzione I.N. - rete I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 Su indicazione dei docenti l’attività di ricerca-azione sarà su: 1. programmazione delle attività annuali; 2. metodologie didattiche; 3. la didattica per competenze.

18 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 a.Bisogni formativi individuati dalla rete Individuare il valore aggiunto del curricolo verticale condiviso nei comprensivi quale strumento di qualificazione dell’offerta formativa correlata alle competenze in uscita. Organizzazione e coordinamento delle attività didattiche del curricolo verticale fra i diversi ordini di scuola. Assunzione di consapevolezza in ordine alla responsabilità condivisa tra i diversi ordini di scuola rispetto agli esiti da certificare al termine della scuola di base.

19 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 b. Laboratori di formazione-ricerca che si intende avviare Progettazione di curricoli verticali per le discipline: italiano e matematica. Definizione di unità di apprendimento con l’indicazione delle competenze da raggiungere e certificare in itinere ed al termine del percorso, attraverso l’intervento di didattiche per competenza e compiti di realtà.

20 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 Modalità organizzativa dei laboratori c. Modalità organizzativa dei laboratori (metodologia, conduzione, durata…) Il progetto si articolerà su n. 2 anni scolastici e riguarderà gli alunni e i docenti di tutto l’istituto con particolare riferimento ai docenti di italiano e matematica della scuola primaria e secondaria ed ai docenti della scuola dell’infanzia per i campi di esperienza specifici.

21 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 Modalità organizzativa dei laboratori c. Modalità organizzativa dei laboratori (metodologia, conduzione, durata…) Si prevede di organizzare: 3 Incontri seminariali rivolti ai docenti delle scuole sulle Indicazioni Nazionali così articolati: docenti di Infanzia, di scuola primaria e secondaria (italiano e matematica). Lavori di gruppo di tipo laboratoriale fra i docenti dei tre ordini di scuola dello stesso istituto e degli istituti della rete, supportati da tutor che elaboreranno un modello di curricolo verticale da sperimentare nelle classi scelte

22 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 Modalità organizzativa dei laboratori c. Modalità organizzativa dei laboratori (metodologia, conduzione, durata…) Gli incontri avranno una cadenza definita e serviranno alla verifica del lavoro ed alla progettazione del percorso di ricerca. Si prevedono n. 5 incontri di n. 2 ore per totali 10 ore distribuiti in 10 mesi di attività scolastiche.

23 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 d. Attività di sperimentazione in classe e sua articolazione ( tempi e modalità) Si sperimenteranno in classe i curricoli costruiti nei gruppi di lavoro con particolare attenzione alla didattica per competenze ed alle unità di apprendimento correlate ai due curricoli verticali. Nei gruppi di lavoro si presterà particolare attenzione oltre che ai contenuti, alla metodologia da utilizzare per rilevare criticità e superarle in funzione degli stili cognitivi e di apprendimento degli alunni/studenti. Il monitoraggio sarà costante e sarà realizzato attraverso un diario di bordo ed una rubrica valutativa da utilizzare per le verifiche periodiche. La valutazione sarà effettuata quadrimestralmente e servirà anche a comparare gli esiti delle classi coinvolte nella ricerca con quelli delle classi non sperimentali. Ulteriore parametro di confronto sarà quello dei dati INVALSI. Nei consigli di classe/interclasse/intersezione si avrà cura di valutare la ricaduta complessiva della sperimentazione sugli esiti complessivi delle classi/sezioni.

24 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 e. Azioni di disseminazione nelle scuole della rete delle esperienze realizzate Il curricolo sperimentale adottato nelle classi coinvolte nella ricerca e le relazioni periodiche sulla sperimentazione saranno redatte dai gruppi di lavoro e pubblicati in un’apposita area dei siti delle singole scuole. Inoltre in ogni singola scuola il lavoro sarà periodicamente illustrato ai collegi docenti.

25 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014 f. Modalità di documentazione del percorso formativo e di ricerca La documentazione sarà costituita dai contributi ai laboratori redatti in power-point e depositati sui siti delle scuole e da una pubblicazione stampata. La documentazione conterrà: l’illustrazione delle attività di sperimentazione, le caratteristiche delle classi coinvolte, il confronto dei dati sulle valutazioni fra le classi sperimentali e quelle di controllo, con particolare riferimento al bilancio delle competenze relativo alle discipline individuate nel progetto.

26 I.N. rete: un curricolo in cantiere 27 marzo 2014


Scaricare ppt "I.N. rete: un curricolo in cantiere rete di scuole progetto I.N. rete misure di accompagnamento Indicazioni Nazionali - 2012 San Giovanni La Punta 27 marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google