La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nei mezzi di comunicazione Presentazione d’italiano diretta da: Mona Hackel, Julie LeCleï, Chloé Linguanotto, Sara Pereïra et Arnaud Rosec.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nei mezzi di comunicazione Presentazione d’italiano diretta da: Mona Hackel, Julie LeCleï, Chloé Linguanotto, Sara Pereïra et Arnaud Rosec."— Transcript della presentazione:

1 Nei mezzi di comunicazione Presentazione d’italiano diretta da: Mona Hackel, Julie LeCleï, Chloé Linguanotto, Sara Pereïra et Arnaud Rosec

2 La Mafia italiana appare nella seconda metà del 19e secolo. Inoltre la Mafia ha molte regole, la più famosa è la regola dell' omertà, questa consiste a non dire quello che abbiamo visto, abbiamo ascoltato e dunque non parlare. Le gerarchie all’interno della mafia sono specifiche. Il padrino è il capo che prende tutte le dezioni. Tutti devono rispettarlo anche, il padrino ha anque degli associati per fare delle missioni. La mafia si sviluppa negli Stati Uniti. I mafiosi per fuggire dalla miseria, si sono installati principalmente in New York. La Mafia italiana

3 La mafia in televisione

4 Telejato In Sicilia, e piu precisamente a Cinisi nella provincia di Palermo, si trova la sede di un’emissione familiare chiamata Telejato. Ricordiamo che è un territorio dalle fortissime infiltrazioni mafiose. È stato creato nel Benché sia la piu piccola tv d’Italia, copre una gran parte del territorio Italiano (22 communi). L’obiettivo principale di questa tv consiste a svelare il sopruso della mafia e la corruzione politica.

5 “Siamo una redazione a conduzione familiare” Grazie Telejato, i mezzi italiani sono costretti a parlare della mafia. In effetti, prima, l’omertà era cosi grande che i nomi dei mafiosi arrestati erano solo riassunti con le loro iniziali. In compenso, il direttore Pino Maniaci spiega che le sue posizione è delicata, hanno molti nemici. Una grand parte dei giornalisti di Telejato hanno spesso ricevuto minacce anonime violente.

6 La mafia nel cinema

7 Il cinema italiano è mondialmente conosciuto, l’Italia ha fatto nascere molti registi conosciuti e ha anche rivelato i segreti della mafia sul grande schermo. Ma questo cinema ha anche sviluppato molti stereotipi della mafia per fare l’apologia o lottare contro. Vediamo due film che trattano della mafia con desolazione ma con diverse tecniche. Il cinema italiano

8 E un film di Francis Ford Coppola girato nel 1972, gli interpretti sono Marlon Brando, Al Pacino o ancora James Caan. Questo film è drammatico e tratta del tema della mafia (durante la seconda guerra), Marlon Brando ha il primo ruolo nel film, interpreta Don Vito Corleone, il padrino. Questo personaggio è stato creato prendendo per riferimento Al Capone, il famoso mafioso. Il Padrino

9 E un film di Matteo Garrone del 2008, gli interpreti sono Salavatore Abruzzese o ancora Salvatore Ruocco. Questo film è drammatico e tratta del tema della mafia nel cuore della città di Napoli. Questo film denuncia la violenza di quest’organizzazione. Gomorra

10 La gerarchia mafiosa Nel Padrino, la mafia è presentata come una famiglia. La nozione di gerarchia si svillupa intorno allo schema classico della famiglia. Il padre è a capo dell’organizzazione, poi viene i figli. Questo film maschera la violenza della mafia sotto una storia di famiglia romantica. Gomorra è un film all’antitesi del Padrino, è una lotta contro la mafia che mostra la violenza brutalmente. La nozione di gerarchia non’è veramente chiara perchè la mafia è presentata come una gang, ci sono gruppi, dei clan.

11 Modo di vestirsi Mafiosi « classici » che possiamo vedere nel Padrino, questo modo di vestirsi data del tempo dopo la seconda guerra, il costume è utilizzano come segno d’appartenenza. Mafiosi « moderni » del nostro tempo, fa parte del film Gomorra. Oggi, non ci sono dei vestiti particolari, solamente l’arma.

12 La mafia nella musica

13 Il cinema influenza la musica più particolarmente nei film che parlano della mafia. Per esempio I cento passi del 2000 diretto da Marco Tullio Giordana tratta delle storia di Peppino Impastato. Ha lottato contro la mafia crearando una radio, la Radio AUT e ha denunciato le azioni della mafia. Peppino sarà ucciso a causa della sua lotta anti-mafia. Il gruppo di musica "Modena city Ramblers" ha trattato film nella sua musica e vediamo come facciano una denucia della mafia

14 Nel video clip della canzone, Peppino con suo fratello camminano dalla loro casa alla casa del boss. Inoltre, Peppino Impastato è stato un protagonista che ha lottato contro la mafia. Ha creato un radio, la Radio AUT, e ha denunciato le azioni della mafia. Sfortunatamente, Peppino sarà ucciso a causa della sua lotta anti-mafia. I "Modena City Ramblers" hanno fatto una canzone per veicolare i loro pensieri rispetto alla mafia. La musica permette di veicolare un messaggio più facilmente perchè una canzone di tre minuti può essere ascoltata ancora e ancora su YouTube per esempio.

15  Introduzione sulla mafia: Arnaud Rosec  Introduzione sulla televisione, cinema e musica: Sara Pereïra  La mafia in televisione: Julie LeCleï  La mafia nel cinema: Mona Hackel  La mafia nella musica: Chloé Linguanotto Ma non la fine della lotta contro la mafia…


Scaricare ppt "Nei mezzi di comunicazione Presentazione d’italiano diretta da: Mona Hackel, Julie LeCleï, Chloé Linguanotto, Sara Pereïra et Arnaud Rosec."

Presentazioni simili


Annunci Google