La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La SICUREZZA nelle attività. La sicurezza è fatta di:  Prevenzione: Attrezzatura di prevenzione (Cartelli, Nastro segnaletico, …) Addestramento (Estote.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La SICUREZZA nelle attività. La sicurezza è fatta di:  Prevenzione: Attrezzatura di prevenzione (Cartelli, Nastro segnaletico, …) Addestramento (Estote."— Transcript della presentazione:

1 La SICUREZZA nelle attività

2 La sicurezza è fatta di:  Prevenzione: Attrezzatura di prevenzione (Cartelli, Nastro segnaletico, …) Addestramento (Estote Parati!) Sopralluoghi Messa in sicurezza dei luoghi  Azione: Attrezzatura di soccorso (Cassetta PS, Bruco, Estintori, …) Attivazione soccorso avanzato (VV.F., 118, ecc.) Primo soccorso Mitigazione dell’evento (Ove possibile)

3 Le regole d’oro prima delle V.dB.: Presenza di estintori nella struttura Presenza e segnalazione di vie di fuga Individuazione del punto di raccolta Eventuali pericoli nelle aree esterne Controllare impianto elettrico Pale battifuoco/sabbia nella zona bivacco Comunicazione presenza alle autorità Pronto soccorso piu’ vicino? Controllo cassetta pronto soccorso Controllo efficienza radio Localizzare gli interruttori di servizio (Quadro elettrico, rubinetto del gas esterno, bombole, acqua)

4 Il Bruco Il Bruco è un sistema di sfollamento sicuro ed ordinato utilizzando uno strumento tecnico (Bruco per l’appunto) che permette di tenere insieme tutti gli appartenenti ad una camerata, garantendo che nessuno resti indietro o si perda nella confusione.

5 Evacuazione Camerata IL PRIMO DELLA LISTA SULL'APPELLO SARA' IL CAPO CAMERATA, L'ULTIMO DELLA LISTA INVECE IL VICE CAPO CAMERATA IL CAPO CAMERATA AVRA’ SEMPRE CON SE’ DURANTE LA NOTTE IL FOGLIO DELL’APPELLO E UNA TORCIA AVVISO VOCALE DI ABBANDONARE LA CAMERATA CAUSA SITUAZIONE DI PERICOLO: AL FUOCO, AL FUOCO TUTTI AL PUNTO DI RACCOLTA I DUE RESPONSABILI DELLA CAMERATA SI PREOCCUPERANNO DI FAR DEFLUIRE IN MANIERA ORDINATA E TUTTI INSIEME L'INTERA CAMERATA AVENDO PREMURA DI CONTROLLARE CHE NESSUNO SIA RIMASTO NEI BAGNI E CHE TUTTI SI SIANO SVEGLIATI ALL'USCITA DALLA CAMERATA SI SEGUIRA' IL CAPO CAMERATA CHE PERCORRERA’ IL PERCORSO DI EVACUAZIONE OPPORTUNATAMENTE SEGNALATO, FINO A RAGGIUNGERE IL PUNTO DI RACCOLTA. IL VICE CHIUDERA' LA FILA GIUNTI AL PUNTO DI RACCOLTA, IL CAPO CAMERATA EFFETTUERA' L'APPELLO

6 La cartellonistica Di seguito sono illustrati dei segnali visivi da utilizzare alle V.d.B. I disegni possono essere personalizzati a secondo dell’ambientazione, basta che si lasci inalterato il segnale che deve essere (solo lui) fosforescente al buio.

7 La cartellonistica Di seguito sono illustrati dei segnali visivi da utilizzare alle V.d.B. I disegni possono essere personalizzati a secondo dell’ambientazione, basta che si lasci inalterato il segnale che deve essere (solo lui) fosforescente al buio. Idea per un’attività: Il cartello pericolo con il troll, puo' essere usato per far cacciare una preda di “scacciapericoli” e individuare con il vecchio lupo i pericoli da segnalare.

8 Pericolo generico

9 Pericolo elettrico

10 Punto di raccolta

11 Percorso di sfollamento

12 Uscita d’emergenza

13 Lista cassa “tana sicura” -bruchi che coprono il n. di lupetti presenti al pernotto o attivita' -n.2 lampade di emergenza ricaricabili -n. 10 starlight per segnalare zone pericolose di notte -cartelli segnaletici fluorescenti plastificati per indicare i percorsi di sfollamento (personalizzati stile branco)minimo n.6 -cartelli uscite fluorescenti plastificati (personalizzati stile branco) minimo n.4 -cartelli punto di raccolta fluorescenti plastificati (personalizzati stile branco) minimo n.2 -nastro isolante per escludere manigli bruco dei bambini assenti e unire i bruchi per avere piu' maniglie -rotolo corda da serranda per creare barriera su letto a castello -n.2 rotoli nastro rosso e bianco per segnalare pericoli. -cartellini plastificati avviso pericoli (personalizzati ) minimo n.10 -martello+chiodini+puntine -fratini alta visibilita' (almeno uno per vecchio lupo)

14 Come intervenire? In caso si verifichi un evento pericoloso (incidente, incendio, fuga di gas, problemi all’impianto elettrico), come comportarsi? In genere è sempre bene prima di intervenire valutare bene la situazione e pensare all’incolumità delle persone (noi stessi compresi) Se possibile eliminare o mitigare la causa dell’evento ed affidarsi al soccorso avanzato

15 Sicurezza nel cammino Ricordiamoci che il codice della strada prevede che, quando si cammina sul ciglio di una via extraurbana bisogna: 1)Camminare sul lato sinistro 2)Indossare i giubbini catarifrangenti Alcuni accorgimenti: 1)Tenere le torce accese se si cammina di notte 2)Far indossare ai ragazzi delle fasce catarifrangenti al braccio 3)Sempre un adulto avanti alla fila e dietro la fila a pochi metri di distanza dal gruppo per segnalarne la presenza

16 Autonomia dei ragazzi Spesso sono i ragazzi (di qualunque età) a dover intervenire! 1)Addestrare i ragazzi alle situazioni di pericolo facendoli agire in sicurezza 2)Insegnare loro come si effettua una chiamata di soccorso 3)Far si che i ragazzi abbiano sempre con se le istruzioni base per intervenire (es. appendere negli angoli di sq./refettorio i numeri di pronto intervento)

17 Grazie La pattuglia antincendio Regione Lazio Settore Specializzazioni Per info e attività: Luca Pittori Simone Faustini


Scaricare ppt "La SICUREZZA nelle attività. La sicurezza è fatta di:  Prevenzione: Attrezzatura di prevenzione (Cartelli, Nastro segnaletico, …) Addestramento (Estote."

Presentazioni simili


Annunci Google