La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COST BENEFIT ANALYSIS LIBRO DI TESTO: Introduction to Cost-Benefit Analysis, di Gines de Rus, Edward Elgar (2010)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COST BENEFIT ANALYSIS LIBRO DI TESTO: Introduction to Cost-Benefit Analysis, di Gines de Rus, Edward Elgar (2010)"— Transcript della presentazione:

1 COST BENEFIT ANALYSIS LIBRO DI TESTO: Introduction to Cost-Benefit Analysis, di Gines de Rus, Edward Elgar (2010)

2 Fasi della Analisi Costi-Benefici Fase 1. Definizione degli obiettivi e identificazione delle alternative più rilevanti Occorre rispondere alla domanda: il progetto sotto analisi rappresenta effettivamente il modo MIGLIORE per raggiungere l’obiettivo? Non è sufficiente dire che il surplus netto per la società è positivo, occorre valutare se sia il massimo possibile

3 Fasi della Analisi Costi-Benefici Fase 2. Identificazione dei Costi e dei Benefici Costi e benefici diretti e indiretti. Esempio di costi indiretti: la costruzione di una ferrovia determinerà una diminuzione del traffico automobilistico ed una riduzione degli introiti della società Autostrade, dei distributori di benzina e degli autogrill. Fino a che punto dobbiamo spingerci nella considerazione dei costi indiretti? Dobbiamo anche considerare, per esempio, gli eventuali effetti sulla industria automobilistica? Qual è inoltre il confine geografico / amministrativo che dobbiamo prendere in considerazione?

4 Fasi della Analisi Costi-Benefici Fase 3. Misurazione dei Costi e dei Benefici La misurazione avviene in termini monetari. Il progetto determinerà costi di costruzione, manutenzione etc. che possono essere ricavati dai prezzi di mercato (a meno che non ci siano effetti di «spiazzamento») Altri costi e benefici devono essere ricavati da curve di domanda (disponibilità a pagare) o di offerta (disponibilità ad accettare). Queste curve si ricavano da mercati «surrogati» con metodi di rilevazione delle preferenze RIVELATE o direttamente, attraverso l’uso di questionari, con metodi di rilevazione delle preferenze DICHIARATE.

5 Fasi della Analisi Costi-Benefici Fase 4. Aggregazione dei Costi e dei Benefici Attualizzazione dei dati: flussi di costi e benefici che si verificano in tempi diversi devono essere «tradotti» in una sola unità temporale (usualmente, al tempo attuale). Il confronto tra progetti diversi (o tra progetto e status quo) viene effettuato sul valore attualizzato (Valore Attuale Netto: VAN) I progetti pubblici in genere determinano una redistribuzione delle risorse. Se la società considera positivamente una redistribuzione delle risorse a favore di fasce della popolazione svantaggiate, allora occorre applicare dei pesi diversi ai benefici ottenuti ed ai costi sopportati da diverse fasce sociali. Il beneficio netto sociale sarà dato dalla somma dei benefici netti individuali ponderata per i pesi assegnati.

6 Fasi della Analisi Costi-Benefici Fase 5. Valutazione del rischio Analisi del rischio. Occorre tenere conto che soprattutto per flussi di costo e beneficio collocati avanti nel tempo non possiamo essere certi della grandezza monetaria assegnata, ma che ci sarà una certa distribuzione di probabilità intorno a quel valore. La valutazione del progetto deve tenere conto di questo rischio: progetti più rischiosi saranno coeteris paribus meno vantaggiosi di progetti meno rischiosi.

7 Fasi della Analisi Costi-Benefici Fase 6. Confronto con lo Scenario Base Lo scenario Base può essere lo Status Quo (situazione attuale, non si mette in opera nessun progetto). Oppure può essere uno Scenario Minimale, in cui si modifica la situazione attuale con un intervento minimo possibile.

8 Fasi della Analisi Costi-Benefici Fase 7. Analisi Finanziaria È possibile che un progetto produca un ritorno economico positivo dal punto di vista del benessere sociale, ma che dal punto di vista puramente finanziario sia in perdita. Per esempio la costruzione di un parco giochi ha un rientro finanziario negativo, dato che i costi di costruzione e gestione non sono coperti da entrate monetarie. Tuttavia i benefici sociali generati possono rendere conveniente il progetto. Occorre in ogni caso valutare la convenienza puramente finanziaria del progetto, anche per valutare la copertura finanziaria necessaria, oltre che per individuare eventuali partecipazioni alla copertura da parte degli utenti.

9

10

11

12


Scaricare ppt "COST BENEFIT ANALYSIS LIBRO DI TESTO: Introduction to Cost-Benefit Analysis, di Gines de Rus, Edward Elgar (2010)"

Presentazioni simili


Annunci Google