La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Perché occuparsi di COUNSELLING?. In questa confusa alba del 3° Millennio, nascono e si diffondono nuovi bisogni che necessitano di nuove risposte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Perché occuparsi di COUNSELLING?. In questa confusa alba del 3° Millennio, nascono e si diffondono nuovi bisogni che necessitano di nuove risposte."— Transcript della presentazione:

1 Perché occuparsi di COUNSELLING?

2 In questa confusa alba del 3° Millennio, nascono e si diffondono nuovi bisogni che necessitano di nuove risposte.

3 E’ un’attività di AIUTO ALLA PERSONA -o all’ORGANIZZAZIONE- basata sull’ascolto attivo e proattivo e sull’applicazione di tecniche specifiche. l’aumento della felicità percepita dal cliente. Ha come MISSION l’aumento della felicità percepita dal cliente. Non richiede alcun tipo di laurea ma una preparazione specifica, sostenuta da una forte motivazione personale. 3 Cos’è COUNSELLING? 1/2

4 Dopo un corso e superato l’esame, si viene automaticamente iscritti all’Associazione relativa. 4 Legge n°1934 approvata dalla Camera dei Deputati il 17 Aprile 2012 e dal Senato il 15 Novembre 2012 riconosce la funzione di garanzia nei confronti dell’utenza e valorizza le competenze dei professionisti associativi E’ riconosciuto in Italia dalla Legge n°1934 approvata dalla Camera dei Deputati il 17 Aprile 2012 e dal Senato il 15 Novembre 2012 per il riconoscimento delle Associazioni Professionali, alle quali “riconosce la funzione di garanzia nei confronti dell’utenza e valorizza le competenze dei professionisti associativi”. Cos’è COUNSELLING? 2/2

5 Obiettivo della frequenza di un corso di Counselling - 1/2 professione unica o principale Il 35% degli allievi lo fa diventare la propria professione unica o principale (spesso abbinata alla formazione). professione secondaria Il 35% degli allievi ne fa la propria professione secondaria, abbinata alla/e attività principale/i. percorso di crescita personale Il 30% degli allievi ne fa un percorso di crescita personale, oltre che professionale. Uno strumento per una migliore comprensione di sé e degli altri, da utilizzarsi nelle relazioni con se stessi, con gli altri ed a favore di chiunque. 5

6 Tutti i partecipanti beneficiano di una crescita personale e della risposta a molti quesiti. 6 un’alternativa a questo Universo principalmente materialistico In particolare quello della ricerca di un’alternativa a questo Universo principalmente materialistico. Obiettivo della frequenza di un corso di Counselling - 2/2

7 Maslow e il COUNSELLING oggi in Italia - 1/5 La nota “scala di Maslow” dei bisogni dell’essere umano, contempla 5 livelli, ognuno dei quali viene affrontato non appena il bisogno precedente è stato soddisfatto. L’ideale sarebbe allora trovare un’attività che, gradualmente, soddisfi tutti i bisogni, ma questo oggi, in Italia pur essendo possibile, è, talvolta, difficile. 7

8 Maslow e il COUNSELLING oggi in Italia - 2/5 Ne consegue che dovremo dividere in due la scala di Maslow, come spiegato nelle prossime slide. 8

9 Maslow e il COUNSELLING oggi in Italia - 3/5 9 primari secondari I primi 2 livelli: sono quelli primari e secondari (cibo, protezione, abitazione, sesso ecc. ecc.), cioè legati alla sopravvivenza OGGI (primari) ed in FUTURO (secondari)… Vengono soddisfatti da attività che chiameremo “alimentari”, cioè destinate alla sopravvivenza fisica.

10 Maslow e il COUNSELLING oggi in Italia - 4/5 10 appartenenz riconoscimento autorealizzazione Gli altri 3 livelli: sono quelli di appartenenza, (far parte di un gruppo di persone), riconoscimento (veder riconosciuto l’apporto positivo del nostro contributo) e autorealizzazione (fare ciò per cui siamo nati e che ci dà soddisfazione). Questi possono, invece, essere soddisfatti da attività della mente e dell’anima.

11 11 Maslow e il COUNSELLING oggi in Italia - 5/5 I primi 2 livelli: il counselling aiuta a trovare ed esprimere le risorse che sono in ognuno di noi per riuscire, con proprie forze “potenziate”, a migliorare la nostra “sopravvivenza”… Gli altri 3 livelli:...migliorando la consapevolezza dei meccanismi di funzionamento delle “menti” e della loro interazione, inevitabilmente migliora la conoscenza e comprensione di se e degli altri… …si diventa quindi più consapevoli della propria “essenza”, capacità di riconoscere bisogni e desideri e dei limiti della propria “personalità” (schemi pensiero, convinzioni e credenze acquisite e spesso inconsce)

12 Quanto può essere importante? Risolvere un problema psicologico o caratteriale nostro o di altri mediante queste tecniche? A livello personale, relazionale o lavorativo quanti contributi possiamo dare alla felicità dell’individuo? COUNSELLING patologie Il COUNSELLING non è Psicoterapia o Psichiatria. Non si occupa di “patologie”, ma solo di aiutare noi stessi ed i clienti ad essere più felici. 12

13 13 Viale Bruno Buozzi, 5/7 – Roma Telefono: r.a. Telefax:


Scaricare ppt "Perché occuparsi di COUNSELLING?. In questa confusa alba del 3° Millennio, nascono e si diffondono nuovi bisogni che necessitano di nuove risposte."

Presentazioni simili


Annunci Google