La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Procedure di sicurezza come parte integrante delle procedure di lavoro Corso di formazione in autoapprendimento guidato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Procedure di sicurezza come parte integrante delle procedure di lavoro Corso di formazione in autoapprendimento guidato."— Transcript della presentazione:

1 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Procedure di sicurezza come parte integrante delle procedure di lavoro Corso di formazione in autoapprendimento guidato per facilitatori per il rischio biologico

2 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti La responsabilità Ogni professionista sanitario ha una duplice responsabilità: –Propria (del proprio operato) –Di èquipe Risponde in ogni caso del livello di qualità delle prestazioni erogate

3 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti E’ del professionista che: –Definisce e dichiara i risultati del suo agire –Si impegna a perseguirli –Li determina –Ne risponde La responsabilità

4 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti I risultati sono la somma di: –progettazione –formalizzazione dei comportamenti » Attraverso –La standardizzazione dei processi di lavoro –La regolamentazione dei comportamenti I risultati

5 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Strumenti Linee guida Protocolli Procedure Istruzioni operative ………………………

6 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Strumenti Consentono di: –Migliorare lo sviluppo professionale –Elaborare linee di indirizzo assistenziali –Dichiarare i risultati da perseguire –Valutare gli interventi attuati –Utilizzare le risorse in modo ottimale

7 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti L’agire professionale Aggiornamento Esperienza personale Tradizione pratica Autorità Intuizione Normativa professionale Etica Formazione di base E sufficiente ?

8 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti L’agire professionale Pratica basata sull’evidenza, sulla prova di efficacia e sicurezza Pratica basata su un processo di analisi e valutazione per la comprensione dei fenomeni Evidence based practice

9 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Linee guida o raccomandazioni Insieme di indicazioni procedurali suggerite, prodotte attraverso un processo sistematico, finalizzate ad assistere gli operatori a decidere quali siano le modalità assistenziali più adeguate in specifiche circostanze.

10 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Documento scritto che descrive l’insieme di azioni professionali finalizzate ad un obiettivo. Definisce chi fa che cosa, come, dove, quando, perché e chi è responsabile Può essere contenuta nel protocollo Procedura

11 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Struttura di una procedura Oggetto Scopo/obiettivi Campo di applicazione Responsabilità Documenti di riferimento Definizione azioni in sequenza (chi fa cosa, come, dove, quando e perché) Bibliografia

12 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Protocollo/procedura Documento scritto che formalizza la successione di un insieme di azioni fisiche/mentali/verbali, con le quali l’operatore sanitario raggiunge un determinato obiettivo definito nell’ambito specifico.

13 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Protocollo/procedura: È un esercizio logico attraverso il quale ci si appropria in modo razionale della propria pratica, la si scompone in elementi + o – importanti, in cose note o meno conosciute, in momenti tecnici ed in atteggiamenti più soggettivi e personalizzati, la si valuta e la si modifica per renderla sempre più consona alle proprie esigenze professionali ed ai bisogni degli assistiti.

14 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Sono utili al riconoscimento professionale permettendo la formalizzazione del sapere e la conferma della scientificità delle cure e dell’assistenza. Aiutano a trasformare studi e conoscenze in comportamenti formalizzati responsabilizzando il gruppo che li elabora. I protocolli/procedure:

15 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Caratteristiche generali del protocollo/procedura chiaro;chiaro; applicabile (evitare di proporre cambiamenti non attuabili, l’utilizzazione di materiali o presidi non disponibili,…) applicabile (evitare di proporre cambiamenti non attuabili, l’utilizzazione di materiali o presidi non disponibili,…) basarsi su principi scientifici e proporre comportamenti definiti per iscritto che tengano conto dell’organizzazione dell’unità operativa;basarsi su principi scientifici e proporre comportamenti definiti per iscritto che tengano conto dell’organizzazione dell’unità operativa;

16 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Caratteristiche generali del protocollo/procedura essere orientato all’obiettivo (la focalizzazione sul risultato da ottenere facilita il professionista a scegliere “in libertà” tra le alternative proposte);essere orientato all’obiettivo (la focalizzazione sul risultato da ottenere facilita il professionista a scegliere “in libertà” tra le alternative proposte); essere in grado di far comprendere il perché di un comportamento proposto o del cambiamento; (solo comprendendo il motivo di una proposta si è in grado di adeguare gli interventi sulla base dei bisogni reali ai quali si deve dare una risposta, evitando di adottare comportamenti rigidi);essere in grado di far comprendere il perché di un comportamento proposto o del cambiamento; (solo comprendendo il motivo di una proposta si è in grado di adeguare gli interventi sulla base dei bisogni reali ai quali si deve dare una risposta, evitando di adottare comportamenti rigidi);

17 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti essere condiviso, discusso e accettato da tutti e non imposto ( questa modalità rappresenta la migliore garanzia per l’adesione e l’osservazione del protocollo da parte del gruppo che lo deve applicare, evitandone il fallimento );essere condiviso, discusso e accettato da tutti e non imposto ( questa modalità rappresenta la migliore garanzia per l’adesione e l’osservazione del protocollo da parte del gruppo che lo deve applicare, evitandone il fallimento ); essere modificabile ( con l’evolversi delle conoscenze devono adeguarsi anche i comportamenti. Se vengono definiti i principi scientifici in base ai quali si deve attuare un determinato comportamento, è più semplice anche giustificare le variazioni ed i comportamenti ).essere modificabile ( con l’evolversi delle conoscenze devono adeguarsi anche i comportamenti. Se vengono definiti i principi scientifici in base ai quali si deve attuare un determinato comportamento, è più semplice anche giustificare le variazioni ed i comportamenti ). Caratteristiche generali del protocollo/procedura

18 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Elementi di un protocollo/procedura standard di risultato: costituisce il criterio di orientamento che guida l’operatività del professionista e permette la valutazione della sua performance in relazione all’obiettivo; indicatori; materiale occorrente elencato in dettaglio e se possibile in successione d’uso; numero di operatori coinvolti;

19 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti tempi richiesti nell’esecuzione del protocollo (preparazione, attuazione e verifica); procedura operativa: ovvero le azioni da compiere elencate in sequenza logica indicando le motivazioni scientifiche (forza delle raccomandazioni e/o grading); smaltimento del materiale; flow-chart o diagramma di flusso inerente il protocollo e/o procedura operativa, in alternativa si possono utilizzare schede tecniche informative; Elementi di un protocollo/procedura

20 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti complicanze possibili indicando relative misure di sicurezza; bibliografia consultata; data di stesura e di revisione del protocollo/procedura; nominativi e qualifica dei componenti il gruppo di lavoro; timbro e firma di validazione formale del protocollo/procedura. Elementi di un protocollo/procedura

21 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Protocollo/procedura: indicazioni In presenza di Èquipe multiprofessionali In emergenza: aiuta ad agire rapidamente, efficientemente ed efficacemente Nelle situazioni nelle quali la scelta non può essere lasciata alla discrezionalità individuale Per l’introduzione di innovazioni Se le attività non rivestono il carattere della ruotinarietà Quando l’esecuzione di un atto richiede rigore

22 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Procedure e protocolli: finalità Omogeneizzare i comportamenti Valutare la qualità delle prestazioni erogate Garantire prestazioni corrette, innovative ed aggiornate Sviluppare la cultura dell’aggiornamento/formazione permanente Agevolare l’inserimento/integrazione dei neo assunti e degli studenti

23 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Favorire lo sviluppo professionale Appropriato e razionale uso delle risorse Diminuzione degli errori Responsabilizzare gli operatori (matrice) Semplificare la documentazione da registrare Favorire l’integrazione interprofessionale Procedure e protocolli: finalità

24 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Strumento valido solo nel contesto per il quale è stato elaborato Può incentivare la meccanicità dei comportamenti Deve essere revisionato al bisogno e comunque entro 1 anno Protocolli/procedure: precauzioni

25 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti 1.Redazione 2.Approvazione (validazione formale) 3.Diffusione ed Adozione 4.Verifica 5.Valutazione Attività per la costruzione del protocollo/procedura

26 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti 1.individuazione dell’argomento o della situazione problematica che deve essere migliorata; 2.costituzione e formalizzazione del gruppo di lavoro 3.ricerca evidenze scientifiche disponibili relative al tema del protocollo/procedura Fasi per la costruzione del protocollo/procedura

27 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Fasi per la costruzione del protocollo/procedura 4.analisi delle attività assistenziali esistenti (ci sono procedure e/o protocolli inerenti il tema trattato nelle UU. OO.?) per evidenziare le diversità di comportamento; 5.definizione degli obiettivi rispettando i criteri di: pertinenza, logicità, precisione, realizzabilità e misurabilità; 6.definizione dello standard di risultato che si vuole raggiungere (in base alla letteratura scientifica) ed identificazione degli indicatori;

28 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Fasi per la costruzione del protocollo/procedura 7.individuazione delle risorse materiali, umane e strutturali disponibili in quel contesto 8.definizione del processo di lavoro (attività e loro sequenza) e motivazioni scientifiche che sottendono alle tecniche; 9.definizione delle responsabilità degli operatori specificando in sequenza logica chi, fa cosa, come, quando e con quali risorse;

29 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Fasi per la costruzione del protocollo/procedura 10. raccomandazioni eventuali da osservare nell’applicazione del protocollo non previste nel- la procedura; 11. descrizione delle complicanze (cosa può generare la manovra); 12. individuazione delle modalità e tempi di verifica del protocollo/procedura (risorse, processo, risultato) e del livello di adesione da parte degli operatori (indicatori);

30 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Fasi per la costruzione del protocollo/procedura 13. individuazione della data di revisione; 14. verifica dei livelli di evidenza e raccomandazioni presenti nel protocollo/procedura;

31 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Fasi per la costruzione del protocollo/procedura 15. validazione del protocollo/procedura da parte della Direzione Sanitaria Aziendale 16. diffusione del protocollo/procedura attraverso un programma di implementazione all’interno dell’Azienda.

32 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Matrice delle Responsabilità Definisce i livelli di responsabilità correlati alle azioni che compongono la procedura. Di solito si usa questa legenda: R: responsabile azione C: collaboratore A: approvazione

33 Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Informa- zione Applica- zione procedura Revisione procedura Predispo- sizione scheda Approvazione procedura Archiviazione raccolta dati Uniformità nella fornitura dei presidi /prodotti per il trattamento delle lesioni Gruppo di Lavoro R RR C SAIORARAR Infermieri R R CoordinatoriRR R Dirigente UOR Farmaceutico R U.O. E Procurement R Direzione Sanitaria Aziendale R Attore attività Matrice delle responsabilità


Scaricare ppt "Giuseppe Corsi - Silvia Aniceti Procedure di sicurezza come parte integrante delle procedure di lavoro Corso di formazione in autoapprendimento guidato."

Presentazioni simili


Annunci Google