La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“ SICUREZZA SUL LAVORO IN EDILIZIA A BOLOGNA E PROVINCIA : DATI E RIFLESSIONI SUL 2013” Crisi del settore e ricostruzione post sisma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“ SICUREZZA SUL LAVORO IN EDILIZIA A BOLOGNA E PROVINCIA : DATI E RIFLESSIONI SUL 2013” Crisi del settore e ricostruzione post sisma."— Transcript della presentazione:

1 “ SICUREZZA SUL LAVORO IN EDILIZIA A BOLOGNA E PROVINCIA : DATI E RIFLESSIONI SUL 2013” Crisi del settore e ricostruzione post sisma

2 I LAVORATORI EDILI DELLE CASSE EDILI DI B OLOGNA Nell’ anno edile 2013 i lavoratori iscritti alle Casse Edili di Bologna sono stati in calo del 7% rispetto al Nello stesso anno edile i lavoratori “ movimentati ” dalle Casse Edili di Bologna sono stati anche questi in calo dell’8% rispetto al 2012.

3 L AVORATORI EDILI

4 L E NAZIONALITA PIU PRESENTI TRA I LAVORATORI STRANIERI I lavoratori stranieri iscritti alle Casse Edili di Bologna rappresentano circa il 40% sul totale dei lavoratori iscritti. Si sale al 42% se si considerano i lavoratori stranieri “movimentati”. Il dato è stabile rispetto a quello del Le comunità straniere più presenti nel settore in base ai dati delle Casse Edili di Bologna sono:  Rumena, 32%  Albanese, 18%  Marocchina, 10%  tutte le altre sono sotto al 10%.

5

6 G LI INFORTUNI REGISTRATI DALLE C ASSE E DILI DI B OLOGNA ANNO 2012/2013 Rispetto all’anno edile precedente, gli infortuni sono calati di 18 in numero assoluto. Gli infortuni fino a 3 giorni di prognosi sono il 12 % del totale infortuni 2013 ( stabili rispetto al 2012), mentre quelli da 4 a 90 giorni di prognosi rappresentano l’82% del totale infortuni 2013 e sono in lieve aumento. Gli infortuni gravi oltre i 90 giorni di prognosi rappresentano il 5 % sul totale degli infortuni 2013 ( stabili rispetto al 2012) Gli infortuni mortali rimangono stabili. Un caso registrato nel 2013 e rappresenta lo 0,13 % sul totale degli infortuni.

7 O RE LAVORATE E ORE LIQUIDATE PER INFORTUNIO DALLE C ASSE E DILI DI B OLOGNA Le ore lavorate nell’anno edile 2013 sono state , con un calo di rispetto alle ore lavorate nell’anno edile precedente, che erano state Le ore indennizzate per infortunio dalle Casse Edili nel 2013 sono state ( lo 0,94% sul totale delle ore lavorate). Nel 2013 c’è stato un infortunio ogni ore lavorate in leggero aumento rispetto al 2012 in cui c’è stato un infortunio ogni ore lavorate.

8 A ZIENDE E DILI DELLA PROVINCIA DI B OLOGNA IN BASE AI DATI DELLA C AMERA DI C OMMERCIO Nel 2013 sono state 759 le aziende edili che hanno aperto l’attività nella provincia di Bologna 8 erano 793 nel 2012) mentre 517 ( erano 675 nel 2012) hanno chiuso l’attività. Aumentano le aziende edili chiuse e calano le aziende edili aperte. Questo fenomeno è iniziato nel Il saldo complessivo è però ancora positivo aziende ( era di nel 2012). Per quanto riguarda le nuove aziende edili aperte vi è il valore più basso dal Le aziende edili chiuse sono state circa il 68% di quelle aperte.

9 A ZIENDE EDILI ISCRITTE ED ATTIVE PRESSO LA CCIAA A fine 2013 presso la CCIAA di Bologna e provincia erano iscritte e attive aziende edili. Nel 2012 erano Nel 2011 erano

10 T IPOLOGIA GIURIDICA Delle aziende aperte durante il , il 75% del totale, sono imprese individuali. Nel 2012 erano l’80%. Seguono con percentuali molto minori le S.r.l. con l’8,8%. Erano il 9% nel Delle aziende edili chiuse del 2013 le ditte individuali sono 458 l’88,5% del totale. Nel 2012 lo stesso dato era di 87%. C’è dunque una preponderanza di chiusura delle ditte individuali.

11 S TRANIERI TITOLARI DI AZIENDE EDILI IN PROVINCIA DI BOLOGNA Il 43, 3% delle nuove aziende edili individuali è stato aperto da un titolare straniero. Le nazioni più rappresentate rimangono come negli anni precedenti, la Romania, l’Albania, il Marocco e la Moldavia.

12 N ATURA GIURIDICA DELLE AZIENDE EDILI APERTE O CESSATE. La maggioranza di aperture e chiusure riguarda le ditte individuali. Sono 571 le ditte individuali aperte ( 75,23%) e 458 le ditte individuali cessate ( 88,59%) nel Le S.r.l. registrano 41 aziende come saldo positivo e le S.n.c. 19 aziende come saldo positivo. Il saldo totale tra aziende aperte e cessate è di +197

13 L’ EDILIZIA IN PROVINCIA DI B OLOGNA NEI MESI DI D ICEMBRE E N OVEMBRE Secondo il censimento ISTAT 2011 i regione ci sono edifici ( abitazioni ed edifici ad uso industriale ed agricolo). Nei mesi di Novembre e Dicembre 2013 sono state inviate 893 Notifiche Preliminari. Le Notifiche Preliminari superiori a 60 giorni sono state 453.

14 I PRINCIPALI COMMITTENTI Su 453 Notifiche Preliminari  28 sono state commissionate dai Comuni della Provincia di Bologna.  7 sono state commissionate dalla Provincia.  28 sono state commissionate da condomini per lavori edili di manutenzione ordinaria e straordinaria.  20 sono state commissionate dal gruppo HERA Spa per la realizzazione di lavori pubblici di diverse entità.  13 sono state commissionate da Cooperativa Risanamento.

15 C OORDINATORI SICUREZZA ATTIVI NEI MESI DI NOVEMBRE E DICEMBRE 2013 I principali coordinatori alla sicurezza in fase di esecuzione attivi: 231 compaiono da 1 a 2 N.P. 72 compaiono da 9 a 3 N.P. 4compaiono in più di 9 N.P.

16 L AVORATORI AUTONOMI PRESENTI NEI CANTIERI I lavoratori autonomi presenti nei cantieri a Novembre e Dicembre del 2013 sono così distribuiti:  Da 1 a 10 lavoratori autonomi: 791 cantieri  Sopra gli 11 lavoratori autonomi: 47 cantieri

17 T IPOLOGIE DI LAVORI Analizzando le tipologie di lavori segnalati nelle N.P. si ottengono questi risultati:  Nuova costruzione 99  Demolizione/smantellamento 61  Manutenzione/riparazione 473  Conservazione/risanamento 44  Ampliamento/trasformazione/rinnovamento 105  Come prevedibile i lavori di manutenzione sono la maggioranza con 622 cantieri su 839.

18 D ISTRIBUZIONE NEI COMUNI Comune di Bologna da solo rappresenta il 38,41% delle N.P. della provincia con 174 cantieri. Comune di Crevalcore rappresenta il 3,31% delle N.P. con 15 cantieri. Comune di S. Giovanni in Persiceto rappresenta il 3,97% delle N.P. con 18 cantieri. Comune di Imola rappresenta l’8,83% delle N.P. con 40 cantieri.


Scaricare ppt "“ SICUREZZA SUL LAVORO IN EDILIZIA A BOLOGNA E PROVINCIA : DATI E RIFLESSIONI SUL 2013” Crisi del settore e ricostruzione post sisma."

Presentazioni simili


Annunci Google