La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Maria Bilal Daniele Xhesika 1, 2, 3, … motivi per divertirsi con la scuola Gruppo di Alternativa - a. s. 2013/2014 - Prof.ssa M. Simone.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Maria Bilal Daniele Xhesika 1, 2, 3, … motivi per divertirsi con la scuola Gruppo di Alternativa - a. s. 2013/2014 - Prof.ssa M. Simone."— Transcript della presentazione:

1 Maria Bilal Daniele Xhesika 1, 2, 3, … motivi per divertirsi con la scuola Gruppo di Alternativa - a. s. 2013/ Prof.ssa M. Simone

2 Indice Barzellette e colmi – pag. 1 per i ragazzi che vogliono ridere Giochi e vignette – pag. 11 per i ragazzi che vogliono divertirsi Indovinelli – pag. 27 per i ragazzi che vogliono scoprire Filastrocche - pag. 33 per i ragazzi che vogliono conoscere

3

4 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. La maestra chiede ad un alunno: “Dimmi quanti occhi abbiamo? Lui ci pensa un attimo, poi risponde: “Quattro!” Ma no! Assurdo! Grida la maestra. L’alunno insiste: “Quattro, signora maestra: due lei e due io!” 1

5 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. Il professore chiede alla classe: ”sapete cos’ è l’H2SO4?” -“Io lo so è… è ce l’ho proprio sulla punta della lingua…” Il professore un po' preoccupato risponde: -“E allora sputalo subito che è acido solforico…” 2

6 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. La maestra all’alunno: “Perché hai scritto il tuo tema con una calligrafia così minuscola?” Celo Ciento Accua Aqquila Quore 0 Mamma mia Luigi !!!!!!!!!! Quanti errori !!! “Speravo, signora maestra, che gli errori si vedessero di meno.” 3

7 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita 4

8 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. Pierino dice alla maestra:-può punire un alunno per una cosa che non ha fatto?- La maestra :-certo che no!!! Pierino: 5

9 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. Bambini, come vorreste che fosse la vostra scuola? Rispondono in coro gli scolari: 6

10 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. Che cosa dice il libro di aritmetica a quello di geometria? Certo che ne abbiamo di problemi!! 7

11 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. La maestra chiede a un alunno: “Dimmi il nome di un rettile” “Un Cobra” “Bravo, ed ora dimmi il nome di un altro rettile” E l’alunno: “Un’altro cobra!” 8

12 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. Il colmo per un Uovo? Lavorare… 9

13 Amo l'amore amo la vita amo la scuola quando è finita. Il colmo per una Zanzara? Andare a Mosca in vespa 10

14 11 Giochi

15 In questo gioco l'obiettivo è mettere in fila (orizzontale, verticale o diagonale) un certo numero (quattro nel gioco base, e da qui il suo nome) di proprie pedine; ma l'elemento fondamentale del gioco, che lo rende del tutto originale, è la forza di gravità: la scacchiera è posta in verticale fra i giocatori, e le pedine vengono fatte cadere lungo una griglia verticale, in modo tale che una pedina inserita in una certa colonna va sempre a occupare la posizione libera situata più in basso nella colonna stessa. Infine, c'è da sottolineare come Forza 4 sia un gioco "risolto“. Con questa definizione si intendono tutti quei giochi i quali hanno una sequenza di mosse pre-calcolate che, se eseguite, portano inevitabilmente alla vittoria di uno dei concorrenti. In Forza 4 il giocatore che comincia la partita ed esegue tutte le mosse "giuste" arriverà inevitabilmente a vincere l'incontro. Ogni alunno così può sfidare il compagno di classe. Forza quattro 11

16 Corsa nel sacco Riscoprire gli alti valori del gioco tradizionale. La corsa con i sacchi consiste nel saltare dentro dei sacchi e chi arriva ultimo perde, vince ovviamente chi arriva per primo. Anche in questo gioco i compagni di classe si possono sfidare tra loro. Questo gioco può essere svolto all’aria aperta o in palestra. 12

17 13 La campana Il giocatore lancia nella prima casella un tappo o un piccolo sassolino. Il giocatore quindi saltella su un solo piede di casella in casella lungo tutto il percorso, ma senza mai entrare nel riquadro in cui è presente il suo contrassegno. Le caselle possono essere toccate solo con un piede, ma i blocchi di due caselle affiancate consentono di appoggiare contemporaneamente entrambi i piedi (uno in ciascuna casella). Raggiunto lo scomparto finale, il giocatore può fermarsi per poi voltarsi, effettuando mezzo giro, e rifare il percorso a ritroso, sempre rispettando la regole. Giunto in corrispondenza del riquadro che contiene il proprio contrassegno, il giocatore lo deve raccogliere senza perdere l'equilibrio e completare il percorso tornando al punto di partenza. Se nel percorrere il tracciato il giocatore pesta una linea, non visita la casella dovuta o perde l'equilibrio, il turno passa al giocatore successivo. Quando sarà nuovamente il suo turno, il primo partecipante riprenderà il gioco dal punto in cui si era interrotto. Dopo aver completato con successo il percorso di andata e ritorno, il giocatore lancia la sua pietra nella casella numero due e così via. Vince chi per primo visita con il proprio contrassegno tutte le caselle, completando ogni volta il percorso. Il gioco può coinvolgere tutti i compagni di classe, divisi in squadre.

18 La sedia Per fare questo gioco bisogna formare Per fare questo gioco bisogna formare una sedia con le mani strette alle braccia di un compagno e una sedia con le mani strette alle braccia di un compagno e portare un altro compagno sopra. Questo gioco si faceva dicendo una filastrocca: - Sulla seggiolina di Santa Lucia piove e piove e fa freddo piove e piove e fa freddo … 14

19 I buraddittini Per giocare ai “buraddittini” è necessario disegnare, colorare e ritagliare dei piccoli burattini di carta da mettere nelle dita. Per questo motivo si chiamano buraddittini. Ogni bambino li colora come preferisce. Con un pezzo di cartoncino blu si formano degli anelli per incollare i buraddittini ritagliati alle dita. Poi si infilati nelle dita e si gioca mimando delle scenette. 15

20 11 Vignette

21 16

22 17

23 18

24 19

25 20

26 21

27 22

28 24

29 25

30 26

31

32 Che cosa fa un ragno nello zucchero? Lo zucchero filato. 27

33 Cosa fa un ragno nello zucchero? Lo zucchero filato Cosa ordina una pecora in una birreria? Una beeeeeeecks 28

34 Cosa fa un ragno nello zucchero? Lo zucchero filato Cos’ha il toro sotto il mento ? Il tor…mento 29

35 Cosa fa un ragno nello zucchero? Lo zucchero filato Cosa fa un serpente su un giornale ? Striscia la notizia ! 30

36 Cosa fa un ragno nello zucchero? Lo zucchero filato Sai cosa fa un cammello che lavora tanto Sgobba ! 31

37 In estate, in che mare va a fare il bagno il canguro? Nel mar Supio ! 32

38

39 Bimbo, bimbetta, la scuola vi aspetta. Ci son tanti bambini, spensierati e birichini; si siedono ai banchi e quando sono stanchi di scrivere e studiare si mettono a cantare: “Giro giro tondo com’è bello il mondo! Chi lo vuol conquistare a scuola deve andare. In cielo sta il sole, nel prato le viole, sull’albero le pere, il latte nel bicchiere, la rondinella vola, i bimbi vanno a scuola!!!!!!!!!!!!

40 Maestra, insegnami il fiore ed il frutto. Col tempo, ti insegnerò tutto. Insegnami fino al profondo dei mari. Ti insegno fin dove tu impari. Insegnami il cielo, più su che si può. Ti insegno fin dove io so. E dove non sai? Da lì andiamo insieme. Maestra e scolaro, un albero e un seme. Insegno ed imparo, insieme perché io insegno se imparo con te

41 I bambini vanno a scuola zitti, zitti, senza parola... Con lo zaino e il cappello, quando piove con l'ombrello. Poi si siedono nei banchi, ma son tristi e sempre stanchi. Quando suona il campanello, senti il solito ritornello gridan tutti "e' finita", e tutti corron all'uscita" 33 35

42 Vorrei una Scuola Vorrei una Scuola tutta di cioccolato, con il tetto di zucchero filato. Vorrei una Scuola fatta di fiori, con uccelli e farfalle di mille colori. Vorrei la Scuola più grande per me, ma la mia Scuola è la più bella che c'è

43 Felice di andare a scuola Vado a Scuola, vedo amici, gioco, parlo, imparo, rido, pi ù si è, pi ù si è felici: degli amici io mi fido. La maestra ha bei capelli è un'amica un po' pi ù grande lei ci insegna, lei risponde alle domande. vado a Scuola, vedo cose, le disegno con colori, sento storie misteriose, e alla fine torno fuori

44 A tutti va il nostro saluto ed un lieto benvenuto al bambino e al genitore che hanno forse il batticuore una carezza e una stretta di mano ed insieme andremo lontano qui a scuola sotto un unico tetto piano piano passetto passetto. Le maestre salutano così la mattina di ogni dì! 33 38

45 Un anno è già passato, ed io sono più grande... di cose nuove e belle, ne ho fatte proprio tante! Adesso siamo a giugno, ed in vacanza andrò, cos ì più riposato a settembre tornerò


Scaricare ppt "Maria Bilal Daniele Xhesika 1, 2, 3, … motivi per divertirsi con la scuola Gruppo di Alternativa - a. s. 2013/2014 - Prof.ssa M. Simone."

Presentazioni simili


Annunci Google