La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Decreto Legge Regionale ATO acqua e rifiuti I punti di debolezza della nuova politica regionale Movimento 5 Stelle di Genova.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Decreto Legge Regionale ATO acqua e rifiuti I punti di debolezza della nuova politica regionale Movimento 5 Stelle di Genova."— Transcript della presentazione:

1 Decreto Legge Regionale ATO acqua e rifiuti I punti di debolezza della nuova politica regionale Movimento 5 Stelle di Genova

2 Agenda 1.Situazione attuale e futura regione Liguria. 2.Esperienza della regione Marche. 3.Conseguenze del DDL Liguria. 4.Possibili azioni da fare. Movimento 5 Stelle di Genova

3 OGGI I comuni disciplinano la gestione dei rifiuti, la tutela igienico-sanitaria le modalità del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, le modalità del conferimento della raccolta differenziata al fine di garantire una gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovere il recupero degli stessi; DELEGANDO aziende partecpate o private

4 Con il DDL Ato Si ha uno spostamento decisionale ed operativo da livello comunale a regionale lasciando l’onere finanziario della gestione dei servizi ai comuni.

5 DOMANI Organizzazione Autorità di ambito (Liguria) Comitato di Ambito Ato GEAto SV Ato SP Ato IM

6 ATA Comitato d’Ambito L’Autorità d‘Ambito per il governo del ciclo dei rifiuti è la Regione Liguria, che opera attraverso un Comitato d’Ambito costituito da Presidente della regione Sindaco del capoluogo di regione Un sindaco di ogni ATO

7 Ata – Comitato d’ambito Funzioni Burlando savona La Spezia Imperia Genova Approva ed attua il Piano regionale di gestione rifiuti. individua gli Enti incaricati della gestione delle procedure per la realizzazione e/o l’affidamento della gestione degli impianti terminali di recupero o smaltimento di livello regionale. Definisce indicazione organizzative volte garantire gestioni unitarie

8 ATO I Comuni facenti parte delle singole aree territoriali omogenee provvederanno alle funzioni connesse all’organizzazione ed affidamento dei servizi in forma associata, individuando, ove necessario, un Comune capofila. cioè Nell’ato di Genova ci sono 67 comuni e si dovranno allineare al comune di Genova considerato CAPOFILA.

9 ATO – Rimangono funzioni marginali analisi del fabbisogno di servizio. i servizi minimi in relazione alle attività di spazzamento e agli standards di qualità della gestione del ciclo dei rifiuti. modalità di utilizzo delle infrastrutture di primo conferimento e di trattamento. eventuali compartecipazioni economiche statali alla Tares.

10 2 - La situazione del DDL Liguria Giunta Regionale approva DDL il 11/10/2013; Coordinamento congiunto Acqua e Rifiuti invia osservazioni su DDL e chiede audizione; Audizione in Commissione Ambiente il 02/12/2013; Invio proposte di emendamenti alla Regione; Il Disegno di Legge dovrà essere approvato in Consiglio Regionale PER ENTRARE IN VIGORE Movimento 5 Stelle di Genova

11 1.1 – Marche Cronologia DDL Delibera della Giunta Regionale. Approvazione dello Schema di Convenzione nei vari Comuni. Il Comune di Fermo si rifiuta di approvare lo Schema di Convenzione e presenta ricorso al Tar per l’annullamento delle delibere. La Regione usa lo strumento del commissariamento per firmare la Convenzione. Movimento 5 Stelle di Genova

12 1. 3 – Marche Passaggio delle competenze a)Inizio gestione di rifiuti da parte della Regione. b)l’ATA approva il piano d’ambito e delibera l’affidamento esterno dei servizi. c)I Comuni garantiscono risorse economiche e finanziarie all’ATA. Movimento 5 Stelle di Genova

13 Sintesi della sentenza Il TAR Marche accoglie ricorso, confermando che la convenzione è troppo coercitiva per i comuni, le cui funzioni fondamentali non risulterebbero garantite. Il TAR quindi conferma che le decisioni prese in ATA su pianificazione, raccolta, gestione e impiantistica dei rifiuti si devono basare su indirizzi preventivi dei Consigli Comunali. Movimento 5 Stelle di Genova

14 Sintesi della sentenza Deliberazioni già prese in ATA possono essere illegittime, in quanto prese da organismo costituito sulla base di una Convenzione invalidata ed annullata dal TAR. Movimento 5 Stelle di Genova

15 3 – Conseguenze attese Viene meno la rappresentanza dei Comuni in materia di gestione dei rifiuti. Nessuna partecipazione diretta del cittadino al potere decisionale e di controllo. La gestione in forma associata livella verso il basso le politiche organizzative dei Comuni attraverso il principio di allineamento al comune capofila. Movimento 5 Stelle di Genova

16 4 – Possibili azioni M5S Fare osservazioni al Piano regionale dei rifiuti entro il 24 marzo seguendo un certo iter formale. Contattare Sindaci, Assessori, Consiglieri comunali liguri, per identificare quelli disponibili a effettuare un ricorso al TAR tenendo presente l’esperienza delle Marche. Valutare altre soluzioni. Movimento 5 Stelle di Genova

17 IN DATA 28 DICEMBRE 2013 CON L’APPROVAZIONE DELLA LEGGE DI STABILITA’ DA PARTE DEL GOVERNO LETTA VIENE ABOLITO L ’ART. 9 DL 95/2012 CHE VIETA LA CREAZIONE DI AGENZIE CHE ESERCITINO FUNZIONI FONDAMENTALI SPETTANTI AI COMUNI. L’ARTICOLO DELLA LEGGE CHE AVEVA PERMESSO AL TAR DI CONSIDERARE ILLEGITTIMA LA LEGGE REGIONALE APPROVATA.


Scaricare ppt "Decreto Legge Regionale ATO acqua e rifiuti I punti di debolezza della nuova politica regionale Movimento 5 Stelle di Genova."

Presentazioni simili


Annunci Google