La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’UOMO E LE RISORSE NATURALI UNITÀ 4 ITINERARIO 1 1 RISORSE NATURALI RINNOVABILI acqua, aria, foreste, calore solare… NON RINNOVABILI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’UOMO E LE RISORSE NATURALI UNITÀ 4 ITINERARIO 1 1 RISORSE NATURALI RINNOVABILI acqua, aria, foreste, calore solare… NON RINNOVABILI."— Transcript della presentazione:

1 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’UOMO E LE RISORSE NATURALI UNITÀ 4 ITINERARIO 1 1 RISORSE NATURALI RINNOVABILI acqua, aria, foreste, calore solare… NON RINNOVABILI minerali, metalli, rocce, combustibili fossili… Si creano, si consumano ma si rigenerano in un periodo di tempo in media inferiore a quello della vita umana. RISORSE RINNOVABILI RISORSE NON RINNOVABILI Impiegano decine di milioni di anni per formarsi, un tempo molto più lungo di quello che l’uomo impiega per consumarle.

2 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’UOMO E LE RISORSE NATURALI UNITÀ 4 ITINERARIO 1 2 Gran parte dell’energia elettrica viene prodotta dalle centrali termoelettriche, che bruciano petrolio, gas naturale e carbone (risorse non rinnovabili). ENERGIAELETTRICA Una recente forma di produzione di energia elettrica è quella nucleare, realizzata in apposite centrali. RISCHI DIFFUSIONE 1. Pericolose fughe di radioattività dagli impianti. 2. Difficoltà di smaltire le scorie radioattive.

3 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’UOMO E LE RISORSE NATURALI UNITÀ 4 ITINERARIO 1 3 Le fonti energetiche ALTERNATIVE sono rinnovabili e non inquinanti. Comprendono in particolare l’energia: solare eolica geotermica utilizza il calore del Sole utilizza la forza del vento utilizza il calore della Terra Una centrale solare in California: produce elettricità trasformando in energia il calore del Sole. Anche i rifiuti possono diventare un’importante risorsa e non dobbiamo gettarli tutti insieme negli stessi contenitori: la raccolta differenziata e il successivo riciclaggio permettono infatti di recuperare risorse che altrimenti andrebbero perse.

4 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ IL LAVORO E I SETTORI DELL’ECONOMIA UNITÀ 4 ITINERARIO 2 SETTORE PRIMARIO SETTORE TERZIARIO SETTORE SECONDARIO 4

5 all’interno di stalle. in pascoli naturali all’aperto. grande impegno in termini di lavoro e di mezzi utilizzati: rese superiori. basse rese e scarso impiego di mezzi. L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ IL LAVORO E I SETTORI DELL’ECONOMIA UNITÀ 4 ITINERARIO 2 5 SETTORE PRIMARIO AGRICOLTURA ALLEVAMENTO estensiva intensiva estensivo intensivo

6 destinata ai grandi mercati e alle industrie conserviere; è praticata con grandi navi dotate di sofisticate strumentazioni. destinata all’autoconsumo o per rifornire mercati locali; è praticata con barche a remi, a vela o con motopescherecci. L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ IL LAVORO E I SETTORI DELL’ECONOMIA UNITÀ 4 ITINERARIO 2 6 SETTORE PRIMARIO PESCA SILVICOLTURA tradizionale moderna insieme delle attività connesse alla formazione, all’utilizzo e alla conservazione del patrimonio di boschi e foreste. Lo sfruttamento sempre più intenso delle foreste ha ridotto notevolmente la superficie di «polmoni verdi» come la foresta amazzonica.

7 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ IL LAVORO E I SETTORI DELL’ECONOMIA UNITÀ 4 ITINERARIO 2 7 SETTORE SECONDARIO L’INDUSTRIA è composta da molti settori produttivi. Le industrie di base (metallurgica e chimica) trasformano la materia prima in modo tale che le altre industrie possano utilizzarla per realizzare prodotti finiti. Spesso per realizzare un prodotto devono collaborare più settori, come nel caso dell’automobile: Motore, cerchioni, freni: industria metalmeccanica. Parabrezza e finestrini: industria del vetro. Fanali: industria del vetro, della plastica, settore elettrico. Copertoni: industria della gomma Carrozzeria: industria metalmeccanica.

8 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ IL LAVORO E I SETTORI DELL’ECONOMIA UNITÀ 4 ITINERARIO 2 8 SETTORE TERZIARIO Il settore terziario comprende tutte le attività che generano non beni materiali ma SERVIZI. Negli ultimi decenni, in tutti i Paesi economicamente avanzati il terziario è divenuto il settore economico più importante. SICUREZZA AMMINISTRAZIONEPUBBLICA ISTRUZIONE TURISMO ASSICURAZIONI EDITORIA CREDITO DIVERTIMENTOE SPETTACOLO TRASPORTIECOMUNICAZIONI SANITÀ COMMERCIO INFORMATICA LIBERAPROFESSIONE

9 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’ECONOMIA IN EUROPA E IN ITALIA UNITÀ 4 ITINERARIO 3 9 SETTORE PRIMARIO in EUROPA SETTORE PRIMARIO in ITALIA AGRICOLTURA ALLEVAMENTO Al primo posto i cereali (in particolare il frumento). Rilevanti sono anche le coltivazioni di vite, ulivi e agrumi nell’area mediterranea. Alberi da frutta, patate e barbabietole da zucchero sono diffusi in quasi tutte le regioni. In gran parte dell’Europa è diffuso l’allevamento di bovini, suini, ovini e animali da cortile. AGRICOLTURA Prevalgono cereali, legumi e barbabietole da zucchero. Molto diffuse anche le colture legnose come la vite e frutticoltura. ALLEVAMENTO Nella pianura Padana sono diffusi i bovini, mentre al centro-sud ovini e caprini. In tutto il paese si allevano anche suini. L’utilizzo del suolo in Italia.

10 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’ECONOMIA IN EUROPA E IN ITALIA UNITÀ 4 ITINERARIO 3 10 SETTORE SECONDARIO in EUROPA SETTORE SECONDARIO in ITALIA Le imprese industriali europee più importanti a livello mondiale hanno la sede principale in aree dell’Europa centro- settentrionale dove sono presenti: un’alta densità di popolazione efficienti reti di comunicazione giacimenti minerari un’antica tradizione industriale I distretti industriali si trovano prevalentemente nel Centro-Nord e sono composti da: La localizzazione dei distretti industriali italiani.

11 L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’ECONOMIA IN EUROPA E IN ITALIA UNITÀ 4 ITINERARIO 3 11 SETTORE TERZIARIO in EUROPA SETTORE TERZIARIO in ITALIA Europa occidentale Europa orientale Sviluppo di tutto il settore terziario, in cui sono impiegati la maggior parte dei cittadini. Grandi città all’avanguardia nel terziario avanzato e nella ricerca tecnologica. Dopo la caduta dei regimi comunisti il terziario si è sviluppato soprattutto nei settori del credito, del commercio e delle assicurazioni. Le attività del terziario sono concentrate soprattutto al Settentrione e nelle città. I trasporti, le telecomunicazioni, il commercio al dettaglio e internazionale sono in continua evoluzione. Il turismo ha un rilevante peso economico: dà lavoro a oltre 2 milioni di persone.


Scaricare ppt "L’UOMO E LE SUE ATTIVITÀ L’UOMO E LE RISORSE NATURALI UNITÀ 4 ITINERARIO 1 1 RISORSE NATURALI RINNOVABILI acqua, aria, foreste, calore solare… NON RINNOVABILI."

Presentazioni simili


Annunci Google