La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ROMA MONARCHICA (753 – 509 a.C.). I SETTE RE DI ROMA ROMOLO NUMA POMPILIO TULLO OSTILIO ANCO MARZIO TARQUINIO PRISCO SERVIO TULLIO TARQUINIO SUPERBO 4.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ROMA MONARCHICA (753 – 509 a.C.). I SETTE RE DI ROMA ROMOLO NUMA POMPILIO TULLO OSTILIO ANCO MARZIO TARQUINIO PRISCO SERVIO TULLIO TARQUINIO SUPERBO 4."— Transcript della presentazione:

1 ROMA MONARCHICA (753 – 509 a.C.)

2 I SETTE RE DI ROMA ROMOLO NUMA POMPILIO TULLO OSTILIO ANCO MARZIO TARQUINIO PRISCO SERVIO TULLIO TARQUINIO SUPERBO 4 RE ROMANO-SABINI3 RE ETRUSCHI

3 ROMOLO FONDAZIONE DELLA CITTA’ RATTO DELLE SABINE DIVISIONE DELLA CITTA’ IN TRIBU’TRIBU ASSUNZIONE IN CIELO (QUIRINO) Parigi, Musée du Louvre Nicolas Poussin, Ratto delle Sabine Bologna, Palazzo Magnani A. Carracci, Romolo traccia il solco

4 NUMA POMPILIO RIFORMA DELLA RELIGIONERELIGIONE RIFORMA DEL CALENDARIOCALENDARIO

5 Il re Dotato di amministratore custode del potere imperium della giustizia la religio esecutivo era eletto dal Senato

6 SENATO Consiglio di senes potere giudiziario capi delle gentesgentes Famiglie aristocratiche con ascendente comune

7 PATRIZI Patres = Padri Gli appartenenti alle gentes Possesso delle terre Contatto con gli dei (riti) Costituzione esercito PLEBEI Plebs =      Moltitudine Il resto della popolazione libera NO governo città NO matrimoni misti

8 ORIGINE DEI PLEBEI 2 ipotesi Persone all’origine Immigrati più escluse dalla divisione recenti rispetto alla delle terre fondazione della città MANSIONI DEI PLEBEI Lavorare la terra Attività commerc. Clientes dei patrizi o artigianali

9 LE TRE TRIBU’ DI ROMOLO TITIES RAMNES LUCERES 10 curie 10 curie 10 curie (da co-viria = unione di uomini, ma solo patrizi)co-viria COMIZI CURIATI Per formare Per eleggere il Dichiarare la l’esercito di Senato, di guerra 3000 fanti e 300 senatori 300 cavalieri

10 1 CURIA 100 fanti + 10 cavalieri 10 senatori 30 CURIE 3000 fanti cavalieri 300 senatori

11 SACERDOTI “Coloro che compiono l’atto sacro”. Guidavano le funzioni religiose di carattere pubblico FEZIALI Interpreti delle norme dei rapporti con gli altri popoli: provvedevano a dichiarazioni di guerra e a stipula di trattati di pace FLAMINI Sacerdoti addetti alle singole divinità. Inizialmente erano solo 3, poi il loro numero crebbe fino a 15 FLAMINE MARZIALE Sacerdote addetto al culto di Marte FLAMINE DIALE Sacerdote addetto al culto di Giove FLAMINE QUIRINALE Sacerdote addetto al culto di Quirino SALII Sacerdoti di Marte, celebri per i loro cortei, in cui ese- guivano una danza detta tripudium VESTALI Sacerdotesse della dea Vesta, scelte tra le fanciulle nobili di età compresa fra i 6 e i 10 anni. Restavano in carica 30 anni e avevano l’obbligo della castità. Tenevano sempre acceso il fuoco di Vesta, che rappresentava l’unità dello Stato. AUGURI Sacerdoti interpreti dei segni riguardanti il volere delle divinità: segni celesti, volo uccelli, incidenti casuali ARUSPICI Sacerdoti di origine etrusca, traevano pre- sagi osservando le viscere degli animali, soprattutto il fegato, i polmoni e il cuore PONTEFICI Pons facere=Colui che costruisce un ponte verso gli dei; erano gli interpreti del diritto sacro PONTEFICE MASSIMO Il più importante dei pontefici. In età imperiale, questa figura coincise con l’imperatore SIBILLA CUMANA Sacerdotessa di Apollo col dono della pro- fezia. I suoi libri, i Libri Sibillini, conte- nenti gli oracoli sul futuro di Roma, erano custoditi nel tempio di Giove capitolino e consultati in caso di emergenza PATER FAMILIAS In casa, il padre era colui che celebrava i riti religiosi

12 Le 3 fasi del calendario romano ROMOLO Cicli lunari 10 mesi Marzo-dicembre NUMA POMPILIO 12 mesi Marzo-febbraio Mese intercalare GIULIO CESARE Anno solare 12 mesi Gennaio-dicembre Anno bisestile

13 Conquista di Albalonga, grazie al duello fra Orazi e Curiazi Roma, Campidoglio, Sala degli Orazi e Curiazi

14 Costruzione del primo ponte sul Tevere, il ponte Sulpicio, le cui assi di legno furono assemblate senza chiodi, ma solo con corde

15 Sua l’idea del tempio sul Campidoglio, dedicato alla triade Giove, Giunone, Minerva Costruzione della Cloaca Maxima, che consente la bonifica del territorio alle pendici del Palatino, laddove successivamente sarà impiantato il mercato, il Foro Boario Costruzione del primo Foro, corrispettivo latino dell’agorà della pòlis greca

16 Costruzione delle mura cittadine, dette “Mura serviane” Divisione della popolazione in 5 classi censitarie (timocrazia) – ma gli storici recenti negano questa tradizione e collocano la riforma censitaria nei primi anni della Repubblica Roma, Mura serviane

17 Esercizio tirannico del potere Esautoramento del senato dalla gestione della vita politica Cacciato da Roma per la violenza subita dall’aristocratica Lucrezia Sostenuto nella lotta contro Roma da Porsenna, lucumone di Chiusi

18 Roma repubblicana (509 – 27 a.C.) Nella sua fase primordiale, lo Stato romano fu REPUBBLICA ARISTOCRATICA perché solo i PATRIZI avevano incarichi

19 Non più rex, ma magistratus 2 CONSOLI 2-8 PRETORI 2-20 QUESTORI 2 CENSORI 4 EDILI

20 CARATTERISTICHE DELLE MAGISTRATURE ELETTIVE TEMPORANEE COLLEGIALI (ad eccezione della dittatura) GRATUITE RESPONSABILI

21 IL SENATO IN ETA’REPUBBLICANA Organo di controllo della vita politica romana I suoi membri erano scelti tra gli ex-magistrati Teoricamente dotato solo di funzione consultiva, ma i senatus consulta – i pareri del senato – richiesti dai magistrati venivano considerati leggi


Scaricare ppt "ROMA MONARCHICA (753 – 509 a.C.). I SETTE RE DI ROMA ROMOLO NUMA POMPILIO TULLO OSTILIO ANCO MARZIO TARQUINIO PRISCO SERVIO TULLIO TARQUINIO SUPERBO 4."

Presentazioni simili


Annunci Google