La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LIM Usare una lim in classe. Cosa ne faccio:  Visualizzare e annotare una presentazione  Usare il Sw Autore:  Annotare a penna (pagina 1)  Utilizzare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LIM Usare una lim in classe. Cosa ne faccio:  Visualizzare e annotare una presentazione  Usare il Sw Autore:  Annotare a penna (pagina 1)  Utilizzare."— Transcript della presentazione:

1 LIM Usare una lim in classe

2 Cosa ne faccio:  Visualizzare e annotare una presentazione  Usare il Sw Autore:  Annotare a penna (pagina 1)  Utilizzare lezione/esercizi creati il sw autore (parole semplici e composte)  Utilizzare lezioni multimediali Lezioni interattive sulla LIM (pagina 2) Lezioni on line sulla LIM: (pagina 3)  Avviare e annotare un video Da You tube : elated elated Da DVD  Utilizzare applicazioni Ad Hoc in flash: il setting la scala dell’universoil setting la scala dell’universo Geogebra l’albero di taletel’albero di talete

3 Livelli  Livello 0.0 (funzioni proiettore)  in sostituzione o come alternativa alla lavagna tradizionale.  Proiezione di filmati e DVD.  Proiezione di presentazioni realizzate dagli allievi o catturate dalla rete.  Livello 1.0 ( annotare e memorizzare)  in sostituzione o come alternativa alla lavagna tradizionale, cui segue la memorizzazione del lavoro.  Proiezione di filmati e DVD. Fermo immagine e uso di annotazioni.  Utilizzo di software per la produttività personale per insegnare. (realizzare di grafici con un foglio di calcolo.  Brainstorming.  Annotazione di presentazioni.  Utilizzo delle funzioni di messa in evidenza per la grammatica, le lingue straniere e per la matematica.  Memorizzazione dei passaggi di un problema di matematica e geometria. il Punto di vista della tecnologia

4 Livelli  Livello 2.0 (utilizzare LO)  Utilizzo di oggetti di apprendimento disponibili con i software autore della lavagna e loro integrazione in un software autore.  Utilizzo di software per la creazione di mappe concettuali.  Utilizzo di software dinamici per la geometria e la matematica.  Realizzazione di presentazioni da parte dei docenti e loro annotazione durante la lezione.  Livello 3.0 (Sviluppare LO)  Uso di un software autore per preparare le lezioni.  Utilizzo di software per la creazione di test da sottoporre agli allievi.  Realizzazione di LO in standard SCORM usando prodotti proprietari o open source.  Condivisione dei prodotti on line il Punto di vista della tecnologia

5 ..prima  Pensiamo alle caratteristiche indispensabili della tecnologia oggi  naturalizzazione. La Lim si naturalizza in quanto “nasconde” la tecnologia dentro lo strumento più “naturale” in una scuola. Questa naturalità si deve tradurre anche in una naturalità d’uso all’interno della classe: non deve essere qualcosa di eccezionale, custodita in un’aula dedicata, vincolata nell’accesso, ma strumento di lavoro quotidiano.  tattilità. Ciò che rende vincente un’interfaccia tattile è la facilità d’uso e la possibilità di interagire con essa in maniera immediata. i concetti devono diventare visbili, manipolabili, per facilitare la metariflessione, come il costruzionismo (Papert) e la embodied cognition (Gibbs) hanno da tempo indicato.  socialità. La Lim deve essere immaginata come uno spazio da condividere: Sulla LIM non scrive scrive solo l’insegnante

6 Un passo indietro  Nel 1965, Pasolini riflette sul rapporto tra cinema e letteratura.  “mentre l’operazione dello scrittore è un’invenzione stilistica, quella dell’autore cinematografico è prima linguistica e poi estetica”.  Cosa significa?  nel caso della letteratura la lingua con i suoi codici ha avuto tempo di definirsi e di fissarsi: l’autore si limita a fare un lavoro di tipo stilistico.  Nel caso del cinema occorre prima definire i codici (non esistono una grammatica e una sintassi dell’immagine date una volta per tutte), poi intervenire sul piano dello stile.

7 Un uso stilistico della LIM?  Privilegia la forma, si lascia catturare dagli effetti speciali. Il narcisismo del docente ne esce gratificato:  Ancora l’impiego della LIM a modelli conosciuti. Prima usavo la lavagna di ardesia per supportare la mia lezione frontale; poi ho scoperto di poterlo fare con dei Powerpoint; adesso potrò farlo anche meglio grazie alla LIM. Al fondo, però, non cambia nulla. I nuovi formati non comportano significative trasformazioni delle mie pratiche che restano le stesse e alla fine prevalgono.  fa correre il rischio di non rispettare l’ergonomia cognitiva. Oggetti multimediali troppo sofisticati, troppo ricchi di effetti, sovraccarichi di contenuti, non sono funzionali all’apprendimento: possono disorientare, distogliere l’attenzione dei ragazzi, spostare l’accento dal contenuto alla forma.

8 un uso linguistico della LIM?  riflettere sul sistema dei codici. Gli oggetti devono avere un carattere tattile. Costruire oggetti multimediali non è la stessa cosa che produrre un testo scritto o girare un filmato. Manipolare non è la stessa cosa che vedere o ascoltare. L’insegnante deve chiedersi come comunica la LIM e comportarsi di conseguenza.  riflettere sugli usi possibili della LIM. Immaginiamo questi usi come collocati su due continui. Il primo oscilla tra uso individuale (l’insegnante usa la LIM) e collaborativo (gli studenti usano la LIM); il secondo tra uso rappresentativo (la LIM come spazio su cui materializzare oggetti) e costruttivo (la LIM come spazio entro cui costruire oggetti).  interrogarsi su caratteri e funzionalità dei contenuti digitali in relazione agli altri contenuti e agli altri supporti. Quando usare la LIM e quando altri strumenti? E quali contenuti? E attraverso quali mix?


Scaricare ppt "LIM Usare una lim in classe. Cosa ne faccio:  Visualizzare e annotare una presentazione  Usare il Sw Autore:  Annotare a penna (pagina 1)  Utilizzare."

Presentazioni simili


Annunci Google