La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giles- Mollie!…Mollie! Dove sei? Ciao micia hai il nasino freddo. Mollie- Sono andata fuori a fare la spesa. Ma che hai scritto all’ingresso: Castel.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giles- Mollie!…Mollie! Dove sei? Ciao micia hai il nasino freddo. Mollie- Sono andata fuori a fare la spesa. Ma che hai scritto all’ingresso: Castel."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Giles- Mollie!…Mollie! Dove sei? Ciao micia hai il nasino freddo. Mollie- Sono andata fuori a fare la spesa. Ma che hai scritto all’ingresso: Castel del frate, pensione famigliare! Familiare si scrive senza la G! Giles- E’ vero che stupido. Ma ciò che conta e che l’atmosfera sia familiare.

4

5 Voce della radio- …e secondo Scotland Yard, il delitto ha avuto luogo a Paddington, in Culver street 24. La vittima era una certa Maureen Lyon. La polizia ricerca attivamente, per interrogarlo, un uomo visto nelle vicinanze all’ora del delitto. )…Indossava un cappotto scuro, (Giles da a Mollie il suo cappotto scuro)una sciarpa chiara, (Giles da a Mollie la sciarpa chiara) …e un cappello blu. Si raccomanda agli automobilisti la massima prudenza, si prevede che l’eccezionale nevicata proseguirà per varie ore, e in molte zone la temperatura scenderà sotto zero, specie sulle coste nordorientali della Scozia. Mollie- Ci mancava solo questa. Come vorrei che tutto cominciasse bene. Giles- Fifa eh? Scommetto che sei già pentita di non aver venduto la casa che ti ha lasciato la zia, invece di farti venire la folle idea di trasformarla in una pensione? Hai già destinato le camere? Mollie- Lo faccio adesso. Signora Barlow! Barlow- Eccomi. Mollie- Ascolta: Sorelle Boyle, camera con baldacchino. Maggiore Metcalf, camera grande. La divina Casewell e la sua agente Natalie Judd, camera a mattino. Signori Dolce e Gabbana camera delle querce. Barlow- Chissà che tipi saranno? Forse avreste dovuto farvi pagare in anticipo non crede signora? Mollie- Oh no, credo proprio di no.

6 Giles- vengono con i bagagli e se non pagano noi ce li teniamo. È semplicissimo. Barlow- avreste dovuto seguire un corso di tecnica alberghiera, siete così inesperti. In un modo o nell’altro state pur certi vi farete imbrogliare Magari nelle valigie avranno dei mattoni avvolti nella carta da giornale. Giles- Hanno dato tutti degli indirizzi molto distinti. Barlow- Potrebbero essere falsi e aver detto delle bugie. Giles- Proprio come a volte fanno i domestici che forniscono referenze false. Mollie- Ti prego Giles! Barlow- Magari qualcuno di loro è un criminale che fugge dalla polizia. Mollie- Ora basta vi prego. Hanno suonato vada ad aprire. Giles- Sono mezzo congelato, hai visto che neve c’è fuori? Vedrai che domani restiamo isolati. Mollie- Non preoccuparti abbiamo scorte a sufficienza nel caso si resti bloccati dalla neve.

7

8 Dolce e Gabbana- E’ permesso? Possiamo entrare? Gabbana- Un tempo esecrabile. IL nostro tassì ha dichiarato sciopero davanti al vostro cancello. Non se l’è sentita di affrontare il viale. Dolce- Niente spirito sportivo. Lei è la signora Ralston? Magnifico. Siamo i fratelli Dolce. Due architetti famosi. I Dolce e Gabbana dell’architettura. Mollie- Proprio come i famosi stilisti di moda italiani. Dolce- Esatto, sembra uno scherzo del destino, ma nostro padre fa di cognome Dolce e nostra madre Gabbana e siccome siamo degli artisti dell’architettura ci facciamo chiamare: i secondi Dolce e Gabbana! Gabbana- Sa? Lei non è per niente come l’immaginavo. Mi aspettavo, la vedova di un generale delle truppe indiane, brutta atrocemente austera con le sopracciglia attaccate e lo sguardo cattivo. Ecco proprio come questa signora. Dolce- Invece questa pensione è divina gusto impeccabile, credo che ci troveremo stupendamente, soprattutto con una signora bella come lei, of course. Gabbana- Avete anche un bel credenzone di mogano, grasso e violetto, con tanta frutta scolpita? Mollie- Si è in sala da pranzo. Dolce- Là dentro? dobbiamo assolutamente vederlo.

9 Dolce- Assolutamente perfetto! Gabbana- Rispettabilità granitica! Barlow- Vi faccio vedere la camera? Dolce- Spero ci sia un letto a baldacchino? Barlow- Invece non c’è. Gabbana- Lei è sposata signora Barlow? Barlow- Separata. Mio marito mi ha lasciata. Gabbana- Non avevo dubbi. Dolce- A noi piace sapere tutto del prossimo, la gente è così interessante non crede? Barlow- C’è chi lo è e chi non lo è! Dolce- Touché! Barlow- da questa parte.

10

11 Boyle1.2- E’questo Castel del frate? Boyle1- Siamo le sorelle Boyle. L’autista non se l’è sentita di affrontare il viale. Si è fermato al cancello. E’ stata un impresa trovare un tassì. Non avete mandato nessuno a prenderci alla stazione, a quanto pare. Mollie- Scusateci, non sapevamo che treno avreste preso. Boyle2- Bisognava mandare qualcuno a tutti i treni! Mio Dio che impertinente. Si sarebbe dovuto almeno spalare la neve dal viale d’ingresso. Che faciloneria! Boyle1- Che trascuratezza! Giles- (entrando) Piacere sono il signor Ralston. Boyle1- Lei è molto giovane per dirigere un’impresa di questo genere. Non avrà nessuna esperienza immagino. Boyle2- Mio Dio, dove siamo capitate. Boyle1- Una casa vecchia, spero non abbiate le tarme nel legno. Giles- Ma figuriamoci! Boyle2- Sapesse quanta gente non si rende conto di avere le tarme nel legno prima che sia troppo tardi. Giles- La casa è in perfette condizioni. Boyle1- Una mano di pittura non le farebbe male. Spero non ci siano scarafaggi… Boyle2- Cimici… Boyle1- Zecche… Boyle2- Topi… Giles- Prego da questa parte.

12

13 Barlow- Signora è arrivato il Maggiore Metcalf col suo esercito. Metcalf- Un due, un due, un due! Attenti! Riposo! Come va soldati? Soldato Maggiore fuori c’è un autentica bufera. Soldato Maggiore, abbiamo temuto di non farcela. Soldato Maggiore, se va avanti così domani mattina avremo un paio di metri di neve. Soldato Maggiore, rischiamo di restare isolati qui, chissà per quanto tempo. Mollie- Lei deve essere il Maggiore Metcalf? Metcalf- Signorsì. Loro sono i miei soldati e siamo qui per una esercitazione in montagna. Soldati siete stanchi? Soldati- Signorno! Metcalf- Avete freddo? Soldati- Signorno! Metcalf- Siete affamati? Soldati- Signorno! Metcalf- Avete paura di rimanere bloccati dalla neve? Soldati- Signorno! Metcalf- Nessuna paura signori qualunque cosa succeda i miei soldati sono addestrati per le situazioni più estreme. Giusto?

14 Soldati- Signorsì! Giles- Maggiore! Metcalf- Signorsì. Giles- Benvenuti. Volete vedere la camera? Metcalf e soldati- Signorsì. Barlow- Vi accompagno. Metcalf e soldati- Signorsì. Mollie- Avete qualche richiesta in particolare? Metcalf- Signor sì! possiamo fare una telefonata? Giles e Mollie- Signorsì! Barlow- prego da questa parte. Metcalf- Avanti marsh! Un due, un due, un due!

15

16 Parviciniv- C’è nessuno? Mollie- Prego si accomodi. Parviciniv- Mi scusi, io sono….dove sono io? Mollie- Questa è la pensione Castel del Frate. Parviciniv- Un rifugio grazie al cielo! La mia Rolls Royce si è capovoltata in banco di neve, neve in ogni luogo. Mi acceca. Non so dove sono. Forse, penso tra me, io muore assiderato. Poi prende mia piccola valigia e camminando tra la neve vede cancella. Io salvo, penso. Potete affittarmi una camera? Mollie- Certo. Parviciniv- Ci sono molti ospiti? Mollie- Per ora abbiamo tre camere occupate ma aspettiamo ancora i signori Casewell. E adesso lei. Parviciniv- Si io, l’ospite inatteso. Colui che non fu invitato. L’ospite giunto dal nulla, dalla tempesta. Suona drammatico, vero? Chi sono io? Voi non sapete. Da dove vengo? Io sono l’uomo del mistero. (ride) Giles- Come facciamo col suo bagaglio?

17

18 Parviciniv- No importa. Ho chiuso macchina molto sicuramente. Giles- Ma sarebbe meglio andare a prenderlo? Parviciniv- Niet, niet. Sono sicuro che in una notte così no ladri in giro. Io ho tutto quello che mi serve in mia piccola valigia. Il mio nome è Parviciniv sono lituano. Giles- E noi ci chiamiamo Giles e Mollie Ralston. Parviciniv- pensione Castel del frate, avete detto? Perfetto (ride) perfetto. (ride ancora)

19

20 Catherine- Buonasera a tutti sono la divina Catherine Casewell. Giles- non ci posso credere la divina Casewell nella nostra pensione. Per noi è un onore. Sono un appassionato dei suoi film io adoro il genere horror, non me ne perdo uno. Natalie- Molto lieto Natalie Judd sono l’agente della divina Casewell. La nostra macchina si è impantanata sulla strada qui davanti al cancello. Pare che finiremo bloccati dalla neve. Spero che abbiate una buona scorta di viveri. Mollie- Oh si in abbondanza. E in ogni caso potremo sempre mangiare le nostre galline. Catherine- Prima di mangiarci tra di noi, eh? Giles- Ha altri bagagli in macchina? Catherine- no viaggio leggera, ho portato giusto il necessario, ci sono solo le mie otto valige, tre borsoni e due beautycase.

21

22 Natalie- Cosa dice il giornale sulle previsioni del tempo nei prossimi giorni? Il tempo migliora. Giles- Non ne parla. Parla solo del delitto avvenuto ieri. Catherine- Un delitto? I delitti mi piacciono alla follia! Natalie- Ne ho sentito parlare. Pensano che sia stato un pazzo. Ci sono novità nelle indagini? Mollie- Pare di no. Vi accompagno in camera. Dolce e Gabbana- “ Il cielo è buio, l’aria tempestosa - presto nevicherà - e il pettirosso allora che farà? “ Dolce- Adoriamo le canzoncine infantili. Sempre così tragiche e sadiche. Gabbana- Per questo i bambini ne vanno pazzi.

23

24 Barlow- devo far da mangiare. Come immaginavo ci sono degli ospiti molto strani. Il Maggiore Metcalf è molto simpatico, la divina Casewell si da troppe arie e la sua agente mi sembra molto preoccupata non capisco di cosa, le sorelle Boyle invece sono due mostri di antipatia ma non mi fanno paura, quelli che proprio non sopporto sono quei due che si fanno chiamare Dolce e Gabbana, per non parlare dello straniero è un tipo davvero misterioso. Parviciniv- Faccia attenzione signora lei parla del lupo ed eccola in fabula. Barlow- Non l’avevo sentita entrare. Parviciniv- Io entro su punta di piedi. Nessuno sente me se io no voglio. Trovo questo divertente. Lei è senza dubbio cuoca deliziosa. Ma se posso dare buon consiglio non fidi troppo delle persone. Prenda me per esempio. Io comparisco dicendo che mia automobile si è cappottata. Ma cosa ne sa lei di me? Potrei essere ladro, uno che fugge alla polizia, un pazzo. (ride) cosa ci prepara di buono questa sera?

25 Barlow- Pensavo di fare un brodo di carne con pollo e come contorno puré di patate e come dessert una torta alla crema. Ma non so se va bene? Dolce- Ci permette di aiutarla? Perché non facciamo un’omelette? Ha qualche uovo? Barlow- No! Gabbana- E ha del sedano e una carota da aggiungere al brodo di carne? Barlow- No! Dolce- Ha un buon vino rosso? Barlow- No! Gabbana- Ho capito ci mostri gli ingrediente disponibili e sono sicuro che ci verrà un ispirazione.

26

27 Boyle 1- Considero disonesto non avvertirci che aprivano la pensione solo adesso. Metcalf- signora c’è un principio per ogni cosa! Soldato1- Signora la prima colazione era ottima, stamane! Soldato2- Caffè perfetto, uova strapazzate e marmellata di fragole fatta in casa! Soldato3- Signora spremuta d’arance, latte fresco e succo di mela. Soldato4- Torta al cioccolato, torta della nonna e pancake squisiti! Soldato5- Signora la signora Barlow fa tutto da se è un eccellente cuoca! Boyle 2- Dilettanti ci dovrebbe essere un personale adeguato. Soldato6- Anche il pranzo era ottimo signora! Boyle 1- Il brodo era sciapo. Soldato7- Ma il puré era ottimo signora! Boyle 2- Il riscaldamento lascia a desiderare, si gela in questa pensione. Soldato8- Anche i letti sono comodi, spero lo sia anche il vostro signora! Boyle 1- Macché! parlate così perché siete abituati a dormire su delle brande. Non capisco perché la camera migliore l’abbiano data a quei due giovanotti stravaganti. Soldato9- Sono arrivati prima di noi. Sa com’è: chi tardi arriva male alloggia. Boyle 2- Dall’annuncio sul giornale mi ero fatta un idea molto diversa di questo posto. Una comoda sala di lettura, un ambiente più vasto…con delle serate e altri piacevoli passatempi. E non una animazione fatta dai boyscout come se fossimo all’asilo nido.

28 Soldato10- Insomma preferivate un paradiso per vecchie befane. Boyle 1.2- Prego? Soldato11- Voleva dire che capisce perfettamente cosa intendete. Boyle1- Credo che non resteremo molto in questa pensione Parviciniv- Niet, lo credo anche io. Soldato12- Maggiore lo straniero è davvero un uomo bizzarro sembra uno squilibrato. Metcalf- che sia evaso dal manicomio? Mollie- Giles dove sei? Puoi spalare la neve dalla porta posteriore? Metcalf- non si preoccupi signora ci pensiamo noi! Forza soldati avanti marsh! Scena XII Entra la signora Barlow con uno spolverino. Barlow- Mi scusi. Catherine- Prego non si preoccupi. Dolce- Ma dico io che governante impossibile. Non sa che le pulizie vanno fatte la mattina presto. Gabbana- Immagino che la vita da artista sia molto più facile. Catherine- Beh non devo cucinare ne fare le pulizie. Giro il mondo e sono sempre in albergo.

29 Parviciniv- Rimanete molto in Inghilterra? Natalie- dipende devo occuparmi di una faccenda…quando avrò finito ripartirò. Parviciniv- per la Francia? Natalie- No Parviciniv- Per l’Italia? Natalie- Neanche. Entrano i soldati. Metcalf- forza ragazzi facciamo un po’ di ginnastica per riscaldarci. Boyle1.2- Che baccano vi dispiace andare fuori. Soldati tutti- Negativo fa troppo freddo. Boyle1.2- Ho capito ci troveremo un altro posto. Soldati Missione compiuta maggiore. Natalie- sarebbe? Metcalf- Tattica figliolo. Si era presa la sedia più comoda e adesso ci sono io. Soldati Bravo maggiore le ha fatte scappare. Soldato7- Maggiore quelle donne non mi piacciono per niente. Soldato8- Pensiamo a tutte le cose che possiamo fare per darle noia.

30 Soldato9- Vorrei tanto che se ne andassero da qui. Metcalf- Ben detto! Le sorelle Boyle sono insopportabili sarebbe meglio se andassero via. Natalie- Con questo tempo non credo proprio. Soldato10- Ma quando la neve si scioglierà… Natalie- Quando la neve si scioglierà chissà quante cose saranno successe. Catherine- Pensavo… Soldato11- Che tipo di pensieri signora?

31

32 Catherine- Al ghiaccio nella brocca in camera da letto, ai geloni aperti e sanguinanti, a una coperta, una sola e sbrindellata, a un bambino che trema di freddo e di paura… Soldato12- Signora lei è macabra…cos’è un romanzo dell’orrore? Catherine- Perché non sapeva che sono una attrice di film horror?

33

34 Giles- Pronto?… Si, qui è Castel del frate…che cosa? Io sono il proprietario, mi dica? Chi? La polizia? Come? Non arriverebbe mai siamo bloccati dalla neve. Pronto?…pronto?…(cade la linea) Ha chiamato il capitano Hogben della polizia dicono che tra poco arriverà qui un poliziotto un certo Sergente Trotter. Metcalf- Ha detto il Capitano Hogben della polizia? Giles- Sì. Metcalf, preoccupato fa per uscire. Mollie- Dove va signor Metcalf? Metcalf- (agitato) Devo fare una telefonata, torno subito. (esce insieme ai soldati) Natalie- Guai con la legge? Avete servito liquori senza licenza? Parviciniv- Non arriverà mai! Catherine- Ma cosa può essere successo? Mollie- Non ha voluto dirmelo. Sorelle Boyle1.2- Il maggiore Metcalf ha detto che sta arrivando la polizia si può sapere il perché? Giles-Non c’è da preoccuparsi nessuno può passare con questo tempo. Le strade sono tutte bloccate.

35 Trotter- Lei è il signor Ralston? Sergente Trotter della polizia di Berkshire, squadra investigativa. Giles- Molto lieto, vuole parlarmi in privato? Trotter- No. Se ci sono tutti è meglio. Giles- Tutti tranne il Maggiore Metcalf e i suoi soldati. Trotter- Con loro parleremo dopo. Giles- che cosa abbiamo fatto? Trotter- (leggendo su un taccuino) Fatto? Non avete fatto niente, si tratta di una cosa ben diversa. Di protezione della polizia. In relazione alla morte di Maurren Lyon. In Culver street 24. Conosceva la signora Lyon? Giles- no. Trotter- Forse non la conosceva come signora Lyon. Non era il suo vero nome. La donna assassinata in Culver street la signora Maureen Lyon, si chiamava in realtà, Maureen Stanning. Suo marito era un agricoltore e abitava alla fattoria del Montelungo a due passi da qui.

36

37 Avete già sentito parlare della fattoria del Montelungo? Il famoso caso del Montelungo ricordate? Dei tre bambini adottati dai Signori Stanning che stavano per morire per denutrizione. Gli Stanning sono stati condannati e messi in prigione. Ma la signora Stanning era da poco uscita. Sul luogo del delitto è stato trovato un taccuino. E sul taccuino c’erano due indirizzi. Uno era Culver Streeet 24. L’altro era Castel del frate cioè qui.

38

39 Boyle1- Coooosa? Sergente Trotter- Sì signora, e sotto i due indirizzi c’era scritto “tre topolini chiechi” questo è il primo, e un rigo di musica di un brano della cantilena infantile “tre topolini ciechi” che fa così…Ciechi ohimé, tutti e tre/ ai topini poverini/ col coltello l’ascia e il temperin/ la fattoressa tagliò via il codin… Ora sono venuti qui per la sicurezza dei presenti. Ma non posso neanche escludere che l’assassino si trovi qui tra di noi. Boyle2- Non mi dirà che qui..? Sergente Trotter- non vorrei spaventare le signore ma è proprio quello che temiamo. Le sorelle Boyle svengono. Dolce- Ma perché? Sergente Trotter- È appunto per scoprire il perché, che sono venuti qui. Gabbana- Ma è una storia folle! Sergente Trotter- Ora devo farvi qualche domanda. Chi di voi ha avuto a che fare con la faccenda Montelungo? (Nessuno risponde) Ho capito ve lo domanderemo dopo uno per uno. (al pubblico) Signori testimoni voi siete qui e avete assistito a tutto fin dall’inizio, quindi se qualcuno di voi ha dei sospetti sui presenti e giusto che dia una mano alle indagini in corso. Faremo una votazione per alzata di mano. Pronti? Alza la mano chi pensa che il colpevole sia…

40 Inizia una vera e propria votazione per alzata di mano. Sergente Trotter- Bene ed ora se permettete vorremo fare il giro della casa. Musica escono tutti, tranne Trotter che alza il ricevitore per fare una telefonata. Metcalf- Mi dispiace non può telefonare non c’è linea. Trotter- E da quando se prima ho telefonato dalla centrale. Metcalf- Ho cercato di chiamare subito dopo la sua telefonata ma il telefono era staccato. Forse sono caduti per la neve. Trotter- Sarà ma possono averli tagliati. Metcalf- Tagliati e chi può averlo fatto? Trotter- è quello che scopriremo. (escono) Boyle1- Finalmente sono andati tutti via. Boyle2- Vieni cara riposiamoci un pò. Boyle1- Dio mio ma cos’è questo buio. Boyle2- Ma chi ha spanto la luce? Boyle 1.2- Aiuto! Aiuto!

41

42

43


Scaricare ppt "Giles- Mollie!…Mollie! Dove sei? Ciao micia hai il nasino freddo. Mollie- Sono andata fuori a fare la spesa. Ma che hai scritto all’ingresso: Castel."

Presentazioni simili


Annunci Google