La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3. LE DINAMICHE DI GRUPPO. INDICEINDICE 2. Che cos’è un gruppo; 3. il gruppo si caratterizza per; 4. il gruppo di lavoro; 5. evoluzione di un gruppo;

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3. LE DINAMICHE DI GRUPPO. INDICEINDICE 2. Che cos’è un gruppo; 3. il gruppo si caratterizza per; 4. il gruppo di lavoro; 5. evoluzione di un gruppo;"— Transcript della presentazione:

1 3. LE DINAMICHE DI GRUPPO

2 INDICEINDICE 2. Che cos’è un gruppo; 3. il gruppo si caratterizza per; 4. il gruppo di lavoro; 5. evoluzione di un gruppo; 6. difese di gruppo; 7. episodi di gruppo; 8. fenomeni di gruppo; 9. fasi di formazione e sviluppo di un gruppo; 15. coesione e motivi di appartenenza; 17. la comunicazione fa il gruppo; 18. elementi di una comunicazione efficace; 19. bibliografia. 1

3 “Il gruppo è qualcosa di più e di diverso dalla somma dei suoi membri: ha un struttura propria, fini peculiari e relazioni particolari con gli altri gruppi. Può definirsi come una totalità dinamica” Lewin, 1948 COS’E’ UN GRUPPO 2

4 IL GRUPPO SI CARATTERIZZA PER 3  Interdipendenza degli appartenenti;  ampiezza;  coesione interna;  caratteristiche peculiari della struttura;  obiettivi e modalità per raggiungerli.

5 IL GRUPPO DI LAVORO Un gruppo di lavoro è costituito da un insieme di individui con differenti ruoli, nella consapevolezza di dipendere l’uno dall’altro e di condividere gli stessi metodi, compiti ed obiettivi 4

6 EVOLUZIONE DI UN GRUPPO 5

7 DIFESE DI GRUPPO 6  Accoppiamento;  fuga nel passato;  fuga all’esterno;  fuga in avanti;  provocazione proiettiva;  confusione di ruolo;  formazione di sottogruppi;  personalizzazione dei conflitti.

8 EPISODI DI GRUPPO 7  Silenzi;  condensazione;  risonanza;  regressione;  transfert;  leadership fissa.

9 FENOMENI DI GRUPPO 8  Sala degli specchi;  socializzazione del linguaggio;  catena di associazione;  interdipendenza;  feedback;  equilibri;  presenza di capri espiatori;  leadership circolare;  accettazione delle differenze.

10 FORMING STORMING NORMING PERFORMING ADJOURNING FASI DI FORMAZIONE E SVILUPPO DI UN GRUPPO 9

11 FASI DI FORMAZIONE E SVILUPPO DI UN GRUPPO (2)  non sono chiari obiettivi, ruoli ed aspettative;  i componenti tastano il terreno relazionale;  i componenti dipendono dal leader;  i componenti utilizzano esperienze pregresse come punto di riferimento. 10 I FASE FORMING:

12 FASI DI FORMAZIONE E SVILUPPO DI UN GRUPPO (3)  conflitto e ribellione verso il leader;  ostilità reciproca tra i membri;  rifiuto del compito;  resistenze rispetto al formarsi del gruppo. 11 II FASE STORMING:

13 FASI DI FORMAZIONE E SVILUPPO DI UN GRUPPO (4)  clima positivamente orientato nei confronti del gruppo;  elaborazione di norme;  libera circolazione delle informazioni. 12 III FASE NORMING:

14 FASI DI FORMAZIONE E SVILUPPO DI UN GRUPPO (5)  risoluzione dei problemi di relazione;  focus sul compito;  focus sulla prestazione del gruppo. 13 IV FASE PERFORMING:

15 FASI DI FORMAZIONE E SVILUPPO DI UN GRUPPO (6)  fase finale del gruppo;  disimpegno emozionale;  completamento dei compiti;  fine dei ruoli. 14 V FASE ADJOURNING:

16 COESIONE E MOTIVI DI APPARTENENZA è l' intensità della relazione fra i membri del gruppo che tiene insieme lo stesso. Alcuni fattori che la determinano sono:  mutua attrazione tra i membri;  identificazione che ogni membro fa di sé col gruppo. 15

17 COESIONE E MOTIVI DI APPARTENENZA (2) Le motivazioni in base alle quali si percepisce la propria appartenenza ad un gruppo sono: vicinanza; somiglianza; identificazione. 16

18 LA COMUNICAZIONE FA IL GRUPPO permette il funzionamento del gruppo di lavoro garantendo lo scambio di informazioni finalizzato al raggiungimento degli obiettivi.  orienta le relazioni interpersonali;  partecipa al gioco dell’attrazione e dell’ostilità;  decide dell’accordo e del disaccordo;  alimenta la collaborazione e il conflitto; 17

19 ELEMENTI DI UNA COMUNICAZIONE EFFICACE La comunicazione non è efficace se non produce reciprocità, deve essere:  finalizzata;  pragmantica;  situazionale. 18

20 BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA 18


Scaricare ppt "3. LE DINAMICHE DI GRUPPO. INDICEINDICE 2. Che cos’è un gruppo; 3. il gruppo si caratterizza per; 4. il gruppo di lavoro; 5. evoluzione di un gruppo;"

Presentazioni simili


Annunci Google