La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Karaoke Scuola dell’Infanzia Monte D’Oro Gruppi 5 anni Genn- maggio 2012 Progetto provinciale finanziato dalla Regione (svolto in 16 scuole della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Karaoke Scuola dell’Infanzia Monte D’Oro Gruppi 5 anni Genn- maggio 2012 Progetto provinciale finanziato dalla Regione (svolto in 16 scuole della."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Karaoke Scuola dell’Infanzia Monte D’Oro Gruppi 5 anni Genn- maggio 2012 Progetto provinciale finanziato dalla Regione (svolto in 16 scuole della provincia di Verona infanzia e primarie)

2 Responsabili- Tutor del Progetto Francesco De Marco Roberto Grison Insegnanti attive nel Progetto: -Paola Pagani -Maria Mineo -Carmela Piscopo -Tiziana Tinazzi -Ivana Benedetti -Rosa De Guidi -Nadia Bortolameazzi Bambini Coinvolti: -Gruppo intersezione 5 anni A -Gruppo intersezione 5 anni C

3 Finalità Progetto Karaoke Finalità: -Promuovere la lettura attraverso la musica, la multimedialità, la sollecitazione pluri-sensoriale ed il coinvolgimento emotivo (metodo della ricerca-azione) PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA: -promuovere l’attenzione e l’osservazione di alcune semplici parole associate ad un’immagine -riconoscimento di alcune lettere (far notare ai bambini che ad alcuni simboli corrisponde un suono) -creare un ambiente nel quale il bambino con disabilità trovi una cura educativa da parte di tutto il corpo docente (indicazioni ministeriali) -facilitare la condivisione del lavoro tra docenti curricolari e di sostegno - creare un ambiente inclusivo per i bambini con disabilità - sviluppare la creatività, curiosità, immaginazione dei bambini.

4 Aggiungeremo… -facilitare l’apprendimento di contenuti (numeri, colori, forme, concetti topologici) e contenuti specifici al progetto (es. canzoni sull’acqua, ecologia). -incrementare l’autostima attraverso l’ attenzione esclusiva di ognuno all’interno di un gruppo (canzone cantata da ogni bambino col passaggio del microfono) In sintesi - il progetto vuole sviluppare un approccio didattico innovativo e sperimentale nell'insegnamento della lettura, facilitando l'integrazione dei bambini con disabilità. PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA: osservazione di alcune lettere- parole associate all’immagine e facilitazione degli apprendimenti.

5 Mezzi: un pc portatile, un videoproiettore e casse preamplificate Un cd con i player vanbasco e karafun e una serie di file.kar per il karaoke..

6 Predisposizione aula: individuare e predisporre un ambiente/aula idonea per l’attività, possibilmente insonorizzata o comunque non disturbata. Abbiamo predisposto dei materassi per i bambini ed allestito l’aula appendendo alcuni peluche. Abbiamo pensato all’utilizzo di una tenda come separé, ma deve essere ignifuga.

7 Metodologia: i docenti sperimentano l’utilizzo del karaoke attraverso un lavoro di ricerca-azione in classi dove sono inseriti bambini con disabilità e non, per favorire: L’ascolto - la lettura - la motivazione - la socializzazione - la comunicazione e il dialogo interpersonale - il comportamento Tempi : Gennaio-Maggio 2012 L’intervento con la strumentazione è di 1 incontro la settimana di un’ora. Le attività si sviluppano poi in altri momenti dell’intersezione (1-2 pomeriggi la settimana, a seconda degli altri progetti in atto).

8 FASI DI LAVORO - ascolto della video-canzone in gruppo (Solo immagini) -Ri-ascoltiamo la canzone negli incontri successivi, provandone anche il ritmo con le mani -Visione della canzone con testo ( alcune immagini sono accompagnate dal nome) -Visione della canzone col testo per intero, che si illumina seguendo la canzone -La cantiamo in gruppo -La cantiamo col microfono a coppie o in gruppo disposti su una fila passandoci il microfono -Rielaborazione in sezione dell’esperienza

9 Divisi a gruppi cantiamo insieme ad un compagno… Dotati di due microfoni ci siamo organizzati nel cantare a coppie, questo anche per ovviare le attese e favorire una maggiore partecipazione di tutti…

10 IN CLASSE… Attività-giochi in sezione… Ricopiare le lettere delle vocali nella stessa sequenza del video Ricordiamo le parole della canzone “Le vocali “ e ne cerchiamo le vocali col colore corrispondente alle vocali Ricerca delle lettere sui giornali (gioco di taglio- incollo) Riconoscimento e copiatura delle vocali del proprio nome e cognome Riconoscimento delle parole che iniziano con la stessa vocale Ricostruiamo alcune parole con il gioco delle lettere di legno Costruiamo il libro con le sequenze della canzone “La pecora nel bosco”.

11

12

13 INVENTIAMO GIOCHI… -COL CORPO MIMIAMO LE VOCALI… -CANTIAMO A STAFFETTA : PASSANDOCI IL MICROFONO -CON LE LETTERE POSSIAMO FARE IL GIOCO DEL FAZZOLETTO/ RUBA BANDIERA Divido i bambini in due squadre formate dalle risposte domande rispetto alla canzone ABC “A come….” A seconda delle risposte ad ognuno viene assegnata una lettera disegnata ed indossata, servirà per il gioco del fazzoletto. L’insegnante gestisce il gioco “chiamando le lettere”. -CACCIA ALLE LETTERE: Disponiamo le lettere in diversi luoghi della sezione ed invitiamo i bambini a ritrovarle

14 Gioco della scatola Con la canzone ABC costruiamo la scatola dell’alfabeto in cui si cerca l’immagine corrispondente alla lettera

15 Costruiamo dei grandi Pc come quello del Karaoke Li porteremo alla scuola primaria dove l’anno prossimo li ritroveremo

16 Esperienza di continuità con la Primaria “Betteloni”

17 Col karaoke possiamo cantare assieme… Cantiamo -La canzone delle Vocali -La pecora nel Bosco -La canzone dell’ alfabeto -I bambini fanno oh, la canzone che canteremo assieme alla festa d’istituto.

18 Lasciamo il nostro segno alla Scuola Primaria Betteloni

19 Video esperienza di Karaoke Cantiamo le canzoni: LE VOCALI, LA PECORA NEL BOSCO, ABC, LA DANZA DEL SERPENTE, I NUMERI. Ci vuole un fiore I giorni della settimana

20 Verifica osservazioni del gruppo Osservazione Iniziale: Entusiasmo per i video Curiosità ed entusiasmo per i giochi delle ombre cinesi Imbarazzo e timidezza al primo approccio col microfono anche per il bambino diversamente abile. Anche i bambini più esuberanti, nel momento di protagonismo hanno mostrato una sorta di timidezza, e questo evidenzia quanto l'iperattività nasconda delle fragilità, che possono essere aiutate con momenti di valorizzazione del bambino attraverso esperienze di autostima come questi.

21 Osservazione finale I bambini accettano con entusiasmo i giochi proposti, anche i più timidi e iperattivi mostrano grande interesse e coinvolgimento nell’uso del microfono Rispetto all’inizio è migliorata la capacità di seguire visivamente il testo della canzone in questa fase in cui hanno imparato le canzoni, hanno maggiore confidenza con lo strumento microfono, hanno quindi superato l’imbarazzo e la titubanza iniziale, sembrano provare soddisfazione della loro performance. I bambini riportano gli apprendimenti nell’esperienza quotidiana, spontaneamente in situazioni di gioco: “Maestra guarda il pane è a forma di O!”. “In questo mese ci sono 3 vocali!”, “Maestra lo sai che il mio nome ha 3 vocali!”. “Le vocali sono 5 come i nostri anni”. “Maestra senti la rima: “E come elementare che si và per imparare”, “D come dentifricio che si mette anche in ufficio”. C’è stata anche l'osservazione di un genitore: "Impara tante cose col Karaoke".


Scaricare ppt "Progetto Karaoke Scuola dell’Infanzia Monte D’Oro Gruppi 5 anni Genn- maggio 2012 Progetto provinciale finanziato dalla Regione (svolto in 16 scuole della."

Presentazioni simili


Annunci Google