La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 GENTESOR DATA CONSULTING srl GENTESOR DATA CONSULTING srl.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 GENTESOR DATA CONSULTING srl GENTESOR DATA CONSULTING srl."— Transcript della presentazione:

1 1 GENTESOR DATA CONSULTING srl GENTESOR DATA CONSULTING srl

2 2 CHI SIAMO Professionisti provenienti dal mondo bancario Specialisti con esperienze “sul campo” nella gestione di Servizi di Tesoreria e Cassa per c/Enti Rappresentanza aziendale devoluta a professionalità con trascorsi incarichi di top management

3 3 Perché ci proponiamo Avvertita esigenza di coniugare strumenti informatici con dettati normativi di settore Sollecitazioni dal mercato Fornire, nella resa del servizio, supporti per l’espletamento della connessa funzione commerciale

4 4 I MEZZI Sperimentati processi Strumenti ed attività confacenti alle esigenze di settore

5 5 GLI OBIETTIVI/1 Ottimizzazione 1) Ottimizzazione fasi lavorative Economia 2) Economia di mezzi e risorse Miglioramento 3) Miglioramento degli standard di resa del servizio prestato 4) Adeguamento di supporti informatici, comunque predisposti dall’Ente, agli standards e tracciati della Banca Tesoriera –Es: ordinativi cd di massa

6 6 GLI OBIETTIVI/2 Offerta di un service per la gestione in outsourcing di tali servizi ovvero segmenti operativi di segmenti operativi ad essi connessi

7 7 I CONFINI DELLA COLLABORAZIONE Assistenza 2) Assistenza sugli aspetti normativi Razionalizzazione 1) Razionalizzazione dei processi organizzativi e di Automazione 4) Automazione dei processi in coerenza con i Sostegno 5) Sostegno all’ Area Business 3) Consulenza ed assistenza tecnica nel giudizio di conto presso le competenti sezioni della Corte sistemi informatici in uso lavorazione

8 8 A CHI CI RIVOLGIAMO Banche Banche affidatarie di servizi di Tesoreria e Cassa Società fornitrici di software-service Società fornitrici di software-service a Banche Tesoriere Enti Locali, Aziende Sanitarie, Enti morali

9 9 BANCHEBANCHE

10 10 IN CONCRETO Assistenza operativa Assistenza operativa nella gestione di servizi di Tesoreria e Cassa per conto Enti - in senso lato - sottoposti a regime di T.U. pura/mista tramite utilizzo di innovativa procedura tesoreria di “ultima generazione”

11 11 I CONTENUTI / 1 1. Trattasi di prodotto informatico con alta versatilità di utilizzo nelle diverse piattaforme tecnologiche, nonchè caratterizzato dall’adozione di innovative soluzioni che consentono significative economie di risorse e, nel contempo, drastiche riduzioni dei tempi di lavorazione per addetto; 2. nella procedura è stata convogliata ogni molteplice esigenza operativa inerente lo svolgimento del servizio; la procedura risulta in perfetta aderenza con il dettato normativo evolutosi nel tempo, nonché con le tematiche già oggetto di trattazione ABI ed attinenti Ordinativo Informatico e Finanza telematica P.A.;

12 12 I CONTENUTI 2 4. accanto alle esigenze di natura strettamente normoperative riflettenti la gestione del servizio, è tenuta in debita considerazione la necessità di fornire, nella resa, ogni utile supporto all’espletamento della connessa funzione commerciale: è infatti prodotta, per più adeguata valutazione dell’indotto, reportistica analitica dei flussi di pagamento suddivisa per famiglie di beneficiari e/o per singoli destinatari; 5. ad ulteriore corredo è prevista, per la prima volta, la produzione-in tempo reale- di elaborati di supporto tecnico consistente nella fornitura dati per: a. verbali di verifica Revisori dei conti; b. certificazione, in sede di pignoramenti, ai fini della dichiarazione di quantità a rendere, quale terzo, ex art 547 c.p.c.

13 13 I CONTENUTI / 3 6. caratteristiche tecniche: applicativo client/server sviluppato in BORLAND DELPHI con database centralizzato (SQL Server 2000) su piattaforma Windows; 7. in ambito di sicurezza i requisiti vengono curati opportunamente per : a. integrità dei dati lato Server b. accesso al software con identificazione utente lato client

14 14

15 15 Gestione del bilancio dell’Ente ed attività ad essa connesse Bilancio di previsione Conto del Tesoriere Bilancio globale Singole voci del Bilancio Sconfinamenti di Bilancio Variazioni voci di Bilancio

16 16 Gestione ed esecuzione degli ordinativi/1 esclusione delle sole attività regolate per cassa … nel rispetto delle modalità di estinzione previste, con ovvia esclusione delle sole attività regolate per cassa Carico ordinativi di incasso Carico ordinativi di pagamento Incasso reversali, annullamenti e storni Pagamento mandati

17 17 Gestione ed esecuzione degli ordinativi/2 Operazioni di girofondi con stampa di relativa modulistica Incassi e pagamenti in assenza di ordinativi - cd. carte contabili. Variazioni voci di bilancio per errata imputazione ordinativi di pagamento e/o incassi

18 18 Gestione partitari Generici Fondi con vincolo di destinazione Pignoramenti presso terzi e relativa gestione dei blocchi Evidenza di blocco fondi pendenti Registrazione di pagamenti effettuati a seguito di pignoramenti Successive regolarizzazioni Disponibilità su c/c postali

19 19 Elaborati di Supporto Tecnico In tempo reale, dati per la redazione dei verbali di verifica a cura dei revisori dei conti In tempo reale, produzione della certificazione per la dichiarazione di quantità a rendere ex art. 547 c.p.c.

20 20 Attivita’ di Sviluppo / 1 Rafforzare il radicamento sul territorio Ampliare le opportunità di business hanno indotto alla produzione di

21 21 Attività di Sviluppo / 2 Attività di Sviluppo / 2 Elaborati di Reportistica analitica Elaborati di Reportistica analitica dei flussi di pagamenti suddivisi per famiglie di beneficiari e/o per singoli destinatari

22 22 IL NUOVO/1 crescente interesse e impegno delle banche nel favorire l’ evoluzione dei servizi bancari telematici utilizzati da P.A progetto di traslare nel settore P.A. i servizi elettronici già largamente usufruiti dal corporate consapevolezza di essere inseriti in un contesto in cui la banca tesoriera/cassiera deve però svolgere funzioni e compiti normativamente sanciti

23 23 IL NUOVO /2 Rappresentano il quadro di riferimento in cui si inseriscono le iniziative bancarie adottate per lo sviluppo dei servizi telematici destinati alla P.A.

24 24 IL NUOVO /3 L’ordinativo informatico Tesoreria Telematica P.A. Sistemi di incasso e pagamento evoluti per la P.A. La materia ampiamente trattata in Circ. ABI serie tecnica n° 80 del 29/12/03 fissa n° 3 Progetti:

25 25 IL NUOVO / 4 La ns. Società ha adeguato le procedure per l'adozione dell’ ORDINATIVO INFORMATICO Secondo il protocollo, allegato alla citata circ. ABI,dettante le regole tecniche e lo standard per l'emissione dei documenti informatici relativi alla gestione dei servizi di tesoreria e cassa degli enti appartenenti al comparto pubblico, nonchè

26 26 IL NUOVO / 5 Nell’ambito del progetto Tesoreria Telematica P.A.: L’utilizzo delle diversificate codifiche previste dal SIOPE

27 27 EntiEnti ENTI

28 28 Database Gestione di database (es. archivi utenze di massa) Elaborazioni per esigenze interne (es. cessionari per factoring) Elaborazioni per inoltro al proprio Tesoriere/Cassiere

29 29 Aspetti fiscali Predisposizione e gestione mod. 770 in qualità di sostituto d'imposta

30 30 Pignoramenti presso terzi/1 stretta interazione con la Banca Tesoriere esclusa l'attività di natura prettamente legale Gestione pignoramenti previa stretta interazione con la Banca Tesoriere, esclusa l'attività di natura prettamente legale. Istruttoria Regolarizzazione dei pagamenti Regolarizzazione dei pagamenti

31 31 Pignoramenti presso terzi/2 Eventuale consulenza in ordine a: delibera di impignorabilità - assunzione delibera di impignorabilità (ove consentita); certificazione ex sentenze 285/95 e 69/98 - certificazione ex sentenze 285/95 e 69/98 Corte Costituzionale

32 32 Società Fornitrici di software-service a Banche Tesoriere

33 33 Esame e valutazione Esame e valutazione per nostri interventi, quali attività integrative di quelle già assunte

34 34 Caratteristiche tecniche Si tratta di un applicativo Client-Server (sviluppato in Borland Delphi) con Data Base centralizzato (SQL Server 2000) su piattaforma Windows.

35 35 Sicurezza /1 I requisiti in ambito di sicurezza vengono curati opportunamente per 1) Integrità dei dati (lato Server) 2) Accesso al software con "identificazione utente" (lato Client)

36 36 Sicurezza /2 L'accesso al SW avverrà con autenticazione, unica per Data Base Ente, con la gestione dei vari livelli "utente". La sicurezza del Data Base è garantita dal DBMS (Data Base Management Systems) e dai suoi utenti.

37 37 I requisiti della piattaforma (HW-SW)/1 Hardware SERVER CPUIntel pentium 4 (1.8 Ghz) RAM1024 MB HARD DISK80 GB UATA SK RETEINTEL PRO 100

38 38 I requisiti della piattaforma HW-SW/2 CLIENT CPUIntel pentium 4 (1.8 Ghz) RAM256 MB HARD DISK40 GB SK RETEINTEL PRO 100

39 39 I requisiti della piattaforma HW-SW/3 SOFTWARE SERVER Windows2000 server (Service Pack 3) DBMSSQL Server 2000 (Service Pack 3)

40 40 I requisiti della piattaforma (HW-SW)/4 CLIENT Windows2000, XP n.b.:i valori indicati attengono ad una piattaforma minima per l’operatività di software

41 41 Grazie per l’attenzione!


Scaricare ppt "1 GENTESOR DATA CONSULTING srl GENTESOR DATA CONSULTING srl."

Presentazioni simili


Annunci Google