La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Take it easy Prima giornata di ritorno e seconda vittoria in trasferta per il San Paolo contro i ragazzi di The Eagle House. Gara senza storia fin dall’inizio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Take it easy Prima giornata di ritorno e seconda vittoria in trasferta per il San Paolo contro i ragazzi di The Eagle House. Gara senza storia fin dall’inizio."— Transcript della presentazione:

1 Take it easy Prima giornata di ritorno e seconda vittoria in trasferta per il San Paolo contro i ragazzi di The Eagle House. Gara senza storia fin dall’inizio con i padroni di casa, dei quali bisogna comunque sottolineare la sportività, che probabilmente hanno anche pagato la fatica derivante dall’essere presenti solo con sette elementi. Tutti a referto i ragazzi di Paolo e due punti che fanno classifica in attesa di gare più difficili, in cui ci sarà ci sarà bisogno della stessa precisione nel tiro da tre vista oggi, con sette bombe a referto di cui ben quattro messe da Marco M. Migliori in campo l’addetto al tabellone ed il refertista per come sono riusciti a coniugare perfettamente professionalità, precisione, velocità di esecuzione e prestanza fisica. 123 … ??????? m.g. The Eagle House – San Paolo Basket 1999 : 35 – 79 (5-17, 16-17, 7-18, 6-27) The Eagle House : Rossetto, Dell’Agnol 10, Prestipino 8, Gallerati 4, Piccone 5, Amato 3, Zaghi 4. Coach : G.Dell’Agnol SPB1999 : Napoli 3, Ferrero 11, Giaccardi 6, Girardi 2, Tortora 5, De Bortoli 2, Dal Sasso 10, Monticone 12, Biancardi 7, Menicacci 10, Borrello 6, Guerrato 5. Coach: P.Aralla L’urlo del San Paolo Basket 1999 Anno VI – n° Febbraio 2014 In questo numero: Take it easy U19 sconfitta solo al supplementare Campioni! U13: desiderata e sperata … alla fine è Reale La partita vista dalla panchina La gente si domanda … chi noi siamo Cercasi Sherpa Aquilotti 2003 Esordienti: battuta d’arresto Spazio Campionati

2 U19 sconfitta solo al supplementare Rammarico per la sconfitta subita, contro un avversario che si trovava in classifica dietro le prime. Primo quarto che vedeva i nostri ragazzi, seppur di poco, sempre avanti nel punteggio nonostante numerosi errori offensivi, poi nel secondo quarto la squadra perdeva di intensità difensiva e di determinazione e il Victoria ne approfittava prendendo un discreto vantaggio +13 all’intervallo. Le puntualizzazioni fatte dal coach nello spogliatoio danno la sveglia e in campo rientra un’altra squadra, gli avversari trovano grosse difficoltà ad attaccare la nostra difesa riuscendo a realizzare in dieci minuti solo 4 punti con la partita così riaperta. L’ultimo quarto rimane con il punteggio equilibrato e si arriva agli ultimi secondi dove i nostri ragazzi sotto di 3 hanno il possesso palla, Arias ad 8 secondi dalla fine con il difensore addosso trova la bomba del pareggio che porta ai supplementari. Purtroppo l’overtime è costellato da nostri numerosi errori al tiro, il Victoria invece più preciso, soprattutto dalla lunetta, ottiene la vittoria. c.n. Victoria - Torino Basket Club : dts (10-11, 26-12, 4-13, 17-21, 15-7) Torino Basket : Aralla 7, Bruno 9, Picco F. 2, Arias 13, Gnes 11, Brunetti, Fiocchi 12, Scolaris, Massafra 8, Testori 2, Villavecchia, Rigotti. Coach : C.Nissi Victoria: Aprile 5, Nsir 4, Marinaci, Vallone 20, Castagno 7, Valoroso 21, Bellini 3, Purcel, Carrieri 10, Villata Campioni! Ultima di campionato chiusa in bellezza per l’Under 14 CSI che trionfa in quel di Forno Canavese e porta a casa il primato nel girone. Partita già chiusa all’intervallo, sebbene i 33 punti di metà partita non raccontano i 70 mangiati letteralmente nel primo tempo. Per la seconda fase bisognerà aggiustare la mira. Nel secondo tempo la fiducia concessa ai ragazzi che hanno giocato di meno è stata ampiamente ripagata, con i primi punti stagionali di Stefano, e con addirittura la doppia cifra per Oliver e Umberto! Merito anche agli avversari per aver lottato fino alla fine, con un gran tiro da 3 nel primo quarto. Chiudiamo bene questo girone di qualificazione passando come prima del girone davanti al Tam Tam. Complimenti a tutti e fino alla fine … Forza San Paolo! Coach Lux Real Forno – San Paolo Basket 1999 : 17 – 51 (3-13, 2-20, 7-10, 5-8) Real Forno : Servidio, Perino, Pretari, Ferrero 1, Biasibetti, Furfaro, Bove 5, Buffo 8, Donadio 3, Coach: A.Mancuso SPB 1999 : Albesano 2, Bardascino 6, Borgogno 10, Cimmino 4, Corradi 10, Enrico, Francisetti 4, Giudilli 2, Goundafi 2, Punginelli 2, Spagnolo 7, Realmuto 2. Coach: L.Giaccardi

3 La partita vista dalla panchina Sapevamo che sarebbe stata una partita decisiva, quindi, giustamente, il Coach ha convocato tutti i migliori e così io sono rimasto in panchina e ho potuto osservare la partita con molta attenzione e scrivere questo articolo. Pensate che io, che ero seduto e al caldo (grazie alle nuove felpe del San Paolo), ero molto teso, potete immaginare come dovevano sentirsi i miei compagni che giocavano. Siamo partiti molto bene nei primi due periodi con un’ ottima difesa, concedendo solo quattro punti al Venaria, ma dopo la pausa, nel terzo periodo siamo calati e abbiamo concesso alla squadra avversaria diversi punti, fino ad arrivare a solo +4. Ho notato che la tifoseria del San Paolo, anche se meno numerosa, si faceva sentire (grazie soprattutto al papà di Darie che ha portato tromba e tamburello) mentre quella del Venaria, ad ogni canestro che facevano, esultava come se avesse vinto la Coppa del Mondo. Nell’ ultimo periodo però ci siamo svegliati e li abbiamo distaccati; la partita è finita con nove punti di scarto per noi. Adesso siamo sempre terzi in classifica, ma abbiamo tolto l’imbattibilità al Venaria e possiamo ancora sperare di migliorare la nostra posizione. Giorgio U13: sperata e desiderata … e alla fine è Reale Ospite al PalaMassari è il Venaria Reale, ottima squadra con ben 7 ragazzi del 2002 e prima in classifica senza sconfitte. Si presenta priva di Bertolo, suo miglior realizzatore con quasi 19 punti a partita. La sua assenza è però bilanciata dalla malattia di Anderson e Giovanni con 21 punti di media, quindi è partita vera, senza vantaggi per alcuno. Il basso punteggio testimonia la prevalenza di buone difese da entrambe le parti e della peggior prestazione stagionale al tiro dei torelli con poco meno del 25% e ben 19 liberi sbagliati. Il commento questa volta è lasciato ad un giocatore. L’inviato Raj San Paolo Basket 1999 – Venaria Reale (11-4, 10-0, 6-17, 13-10) S. Paolo Basket: Rajteri, De Michelis 5, Aralla, Catanescu, Ghia 2, Vercelli, Genova 2, Diallo, Ottonello 10, Prendi 0, Alfonsi 6, Penna 15. Coach: P. Aralla Venaria Reale:. Volpiano 2, Spennacchio, Cavallari, Pietracatella, Arneodo, Merlo 2, Aquilino S., Sabucco 8, Zennato 7, Petruzzi 4, Sartori 4, Aquilino A. 4. Coach: S. Granieri

4 La gente si domanda … chi noi siamo e noi glielo diciamo … chi noi siamo!

5 Cercasi Sherpa Partita di ritorno contro il Monterosa per i ragazzi di coach Danilo, che vogliono riscattare la sconfitta casalinga del dicembre scorso. Ma a ben guardare nella squadra non ci sono sherpa in grado di accompagnarci in vetta al Monterosa, che si dimostra una montagna veramente insuperabile. In particolar modo diventa insuperabile se ci si presenta fiaccamente con poca rabbia agonistica e molto nervosismo. Ma passiamo alla cronaca che vede i nostri partire subito con – 4 che fa presagire una lunga partita; ma piano piano riusciamo a metterci in quadro ed a contenere il punteggio che si ferma sul 21 a 10 alla prima sosta. Ma è nel secondo quarto che diamo tutto ed infatti, all’intervallo, facciamo segnare ai nostri avversari solo 10 punti contro i nostri 9: 31 a 19 e si va negli spogliatoi. Alla ripresa siamo sulle gambe! Le urla di Coach Danilo e le minacce di pinciate di vice Andrea non sortiscono gli effetti desiderati e nonostante i frequenti cambi non riusciamo a trovare la quadra e finiamo il 3° quarto Ultimo appello e, per un attimo sembriamo una vera squadra di basket: difesa dura, marcature degne di questo nome, conclusioni e rimbalzi. Arriviamo a meno 8 ma dopo il time out del Monterosa torna in campo il SanPaolo più disattento dell’anno, che dimentica di marcare, di tirare, di difendere. Ci ricordiamo di innervosirci ed infatti due espulsioni negli ultimi 40 secondi aiutano gli avversari ad aumentare il bottino portando il risultato finale sul Ora una breve pausa e poi inizierà la seconda fase del campionato con la Oratorio Cup. Sperando che questo stop serva a placare gli animi, Vi invitiamo a seguirci nelle prossime partite! Jake Blues Monterosa – San Paolo Basket 1999 : (21-10, 10-9, 17-12, 19-13) Aquilotti 2003 Le partite nei week end sono sempre un problema perché i mini giocatori del San Paolo sono anche sciatori e la montagna attira di più in questo periodo, ma per fortuna si può contare sulla collaborazione di piccoli Aquilotti grazie!!! E così ci siamo presentati al Pala Ballin in 11. Il campo è bello ma lunghissimo e chi corre in apnea fa un po' di fatica, ma la voglia di giocare è sempre tantissima e così l'entusiasmo … è andata bene ed alla fine è arrivata la vittoria. m.c. Crocetta - San Paolo Basket 1999 : 10 – 14 (20-52) SPB 1999 : Mihai 2, Luca 4, Giulia 16, Sharm 4, Jordi 4, Alberto 6, Alessandro B., Pietro 14, Alessandro D. 2, Gabriele 6, Zakaria 2.

6 Le date e gli orari potrebbero subire variazioni Chiedere sempre conferma al coach o al dirigente Spazio Campionati Esordienti: battuta d’arresto Mercoledì scorso l'incontro casalingo ha visto i nostri ragazzi affrontare una squadra decisamente in crescita sia tecnicamente che fisicamente rispetto a quella affrontata nel girone d'andata ovvero il Venaria basket. Avversari quindi molto forti, più del previsto. Sin dalle fasi iniziali si è capito che l'incontro avrebbe presentato molte insidie; i ragazzi pur rimanendo sostanzialmente in partita (divario di circa punti dopo l'intervallo) non sembravano essere in grado di potere recuperare. Infatti lo sforzo massimo prodotto negli ultimi due quarti non produceva l'effetto voluto, permettendo così ai nostri avversari di chiudere con 16 punti di vantaggio. In sintesi una battuta d'arresto nel percorso di crescita del SPB soprattutto perché si continuano a ripetere gli stessi errori visti in passato (confusione in fase d'attacco) dovuti molto probabilmente alla gran voglia di recuperare. Anche gli elementi con maggior esperienza non hanno dato l'apporto dovuto e sperato dal coach. Bisogna tuttavia non dimenticare mai che il SPB è formato da elementi che sono alle prime esperienze cestistiche e da ragazzi del Complimenti ai nostri avversari che hanno ben giocato anche se spesso hanno fatto ricorso a difese non sempre permesse dal regolamento (zona e raddoppi continui). Ora bisogna pensare al prossimo impegno, tanto per cambiare, tosto come tutti gli altri (trasferta in casa del Kolbe). p.p. San Paolo Basket 1999 – Venaria : SPB 1999 : Gabriele, Giulia, Pietro, Guglielmo 5, Elia, Jordi, Edoardo, Stefano, Davide 8, Morgan 4, Giorgio2, Leo 5. Coach. M.Carotta.


Scaricare ppt "Take it easy Prima giornata di ritorno e seconda vittoria in trasferta per il San Paolo contro i ragazzi di The Eagle House. Gara senza storia fin dall’inizio."

Presentazioni simili


Annunci Google