La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ecomuseum du Fier Monde, Montreal, Quèbec Dott,ssa Federica Fiore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ecomuseum du Fier Monde, Montreal, Quèbec Dott,ssa Federica Fiore."— Transcript della presentazione:

1 Ecomuseum du Fier Monde, Montreal, Quèbec Dott,ssa Federica Fiore

2 Montréal è la terza città francofona del mondo per popolazione, dopo Parigi e Kinshasa, in Congo. Ma la principale caratteristica della metropoli è proprio la varietà culturale e linguistica caratterizzata in primo luogo da una minoranza particolarmente forte di anglofoni, poi da numerose comunità di espressione diverse dall'inglese e dal francese; da notare una forte minoranza italiana di oltre abitanti nell'intera area metropolitana.ParigiKinshasa Congoingleseitaliana

3 Centre-Sud è oggi un quartiere di Montreal che consiste nelle parrocchie di S.te Marie e St.Jacques. Prossimo alla ferrovia e al San Lorenzo A Montreal è il più vecchio distretto operaio (birra, gomma, zucchero, tessili e legno ) Declino industriale e culturale (anni 70) Tra 1966 e 1980 la popolazione è diminuita approssimativamente del 50%; alla fine degli anni 80.

4 La posizione strategica du Centre-Sud, un asse di comunicazione vitale, gli costò l’integrità sacrificata al trasporto". L'attuale Centre-Sud è limitato da due autostrade principali sul nord e dal sud, da una linea di ferrovia sull'est e dall’ Università di Montreal e un trade center sull'ovest. Distruzione di aree residenziali convertendole a uffici e banche. I cittadini hanno messo in atto iniziative per neutralizzare questi progetti che erano causa di “placelessness” ossia “perdita del carattere distintivo dei luoghi”

5 E.Relph, Place and Placelessness, 1976 Secondo il geografo canadese la forza diffusa della comunicazione di massa, dei grandi affari, del sistema economico e politico ci sta assoggettando a perdere il senso del luogo (sense of place) come centro profondo dell’esistenza, producendo così ‘inautenticità’ nella nostra vita. E’ in questo che consiste il concetto di assenza del luogo (placelessness)

6 Obiettivi Formulati come segue nella fase iniziale del comitato del museo: attraverso la creazione di un ecomuseo mettere in mostra, interpretare e presentare lo heritage come strumento di formazione e di azione collettiva; Per generare uno spazio commerciale (mercato pubblico, ristoranti, negozi) dove la popolazione della vicinanza potrebbe incontrarsi; Per generare uno spazio che servirà da punto ricreativo e di incontro

7 Il progetto Maison du Fier-Monde inizia nel 1980 attraverso le Cooperative edilizie popolari "Habitation Communautaire Centre-Sud” e un gruppo di volontari, residenti che formano il comitato direttore dell’ecomuseo Nella primavera di 1981 ha portato alla prima esposizione storica sui consumi e sulle abitudini dei residenti Nel 1987 la Maison du Fier-Monde ha cominciato un progetto di lunga durata per realizzare un’esposizione in collaborazione con l'università de Quebèc a Montreal, in cui la Comunità doveva svolgere un ruolo attivo nella ricerca e nella scrittura

8 Patrimonio industriale: a Key to the Past Un po’ di storia.. Si è iniziata l’indagine sul passato industriale del Centro-Sud, prendendo atto dal declino e dalla dismissione attuale. Questo ha comportato la preparazione di un inventario degli edifici industriali del quartiere.

9

10

11

12 I Bagni pubblici erano situati nei quartieri operai di Montréal. Nel 1924 la città di Montréal ha a commissionato a J.-Omer Marchand di elaborare il progetto. La trasformazione del Bain Généreux in un museo è stata affidata all'architetto Felice Vaccaro.

13 Mostra permanente Tutti i santi giorni, le vittorie e le sconfitte di un sobborgo operaio. Tra il 1850 e il 1950, Montréal si sviluppa come metropoli del Canada, e il Centro-Sud quartiere è il cuore industriale. Viaggio indietro nel tempo attraverso la rivoluzione industriale dal fenomeno sociale complessivo ai minimi dettagli della vita quotidiana

14 Esposizioni temporanee 1. "Maison du Fier-Monde" (1981) 2. "Rue Olivier-Robert" (1982) 3. “I lavoratori nelle case” (1984) 4. "Tra la fabbrica e la cucina (dicembre November 1986) 5.“Un viaggio nel Centre-Sud” Il materiale di ricerca storica viene cercato nelle vie, nelle case, nei cassetti, nelle soffitte e nelle menti dei residenti del Centre-Sud.

15 Antenne la rue Olivier-Robert si è trasformata nella prima "antenna." Alcuni residenti si sono riuniti per ricercare la storia della via, in parte, analizzando i documenti, ma soprattutto interrogando la gente che ha vissuto là. I risultati sono stati un'esposizione pubblica e una presentazione multimediale. La storia del quartiere è diventata soggetto di un murales che gli artisti hanno realizzato in collaborazione con i residenti della rue Olivier- Robert.

16 Mostre temporanee recenti Enquête de paternitè Habiter une ville durable Le transport actif, le transport collectif et le développement durable Rester dans le centre-ville... quand on est pauvre? Des villes en transition vers la décroissance

17 Gay village Dal 1990 è diventato il sito in cui sono sorti locali, discoteche, centri commerciali, con servizi specificamente dedicati alla comunità omosessuale. Si è trasformato così in uno dei luoghi più glamour di Montrèal e meta turistica

18

19 MOSTRA D’ARTE - Il Corpo gay (2006) Con più di sessanta opere in mostra sui temi di rivendicazioni socio-politiche, le questioni di identità sulla rappresentazione dell'omosessualità maschile, e la diversità dei mezzi di comunicazione per spiegare le varie modalità di rappresentazione della sessualità gay nell’arte. Essa ruota intorno ai temi : Il corpo nascosto: il travestito, il cowboy …. Corpi in azione: la vita quotidiana La sofferenza del corpo: l'HIV Il corpo esibito

20


Scaricare ppt "Ecomuseum du Fier Monde, Montreal, Quèbec Dott,ssa Federica Fiore."

Presentazioni simili


Annunci Google