La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gestione infermieristica del codice rosso in area critica, nei reparti di degenza e nei trasporti Novi Ligure, 9 aprile 2014 Aggiornamento linee guida.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gestione infermieristica del codice rosso in area critica, nei reparti di degenza e nei trasporti Novi Ligure, 9 aprile 2014 Aggiornamento linee guida."— Transcript della presentazione:

1 Gestione infermieristica del codice rosso in area critica, nei reparti di degenza e nei trasporti Novi Ligure, 9 aprile 2014 Aggiornamento linee guida RCP Dott. Sergio Agosti Cardiologo Ospedale Novi Ligure

2 Circulation. 2010; 122: S250-S275

3 Eliminata la fase GAS Confermata l’importanza dell’RCP di qualità Enfatizzata l’importanza delle compressioni Da A-B-C a C-B-A Almeno 100 cpr/min Almeno 5 cm di profondità SEMPLIFICAZION E!

4 Approach safely Check response Shout for help Open airway Check breathing Call chest compressions 2 rescue breaths LG 2005: versione precedente

5 RCP di alta qualità Frequenza minima di 100 compressioni minuto (prima “circa” 100) Profondità di compressioni di almeno 5 cm negli adulti (prima 4-5 cm) Retrazione toracica completa dopo ogni compressione Riduzione al minimo delle interruzioni nelle compressioni Eliminazione della ventilazione eccessiva

6 SOCCORRITORE LAICO 118 Procedura Hands-Only SEMPLIFICAZION E!

7 A-B-C C-B-A

8 Eliminata la fase “GAS” Dopo 30 compressioni il soccorritore apre le vie aeree della vittima e pratica 2 insufflazioni Numero delle compressioni eseguite è influenzato da: o frequenza delle compressioni o interruzioni (….GAS)

9 Eliminata la compressione cricoidea Non previene la distensione gastrica Non riduce rischio di rigurgito e apirazione Può ritardare o impedire il posizionamento di supporto di Ventilazione avanzato

10 Almeno 100/min Numero di compressioni

11 Rapporto compressioni-respirazione 302

12 Profondità delle compressioni Almeno 5 cm

13

14 TERAPIE ELETTRICHE

15 Sintesi principali modifiche Sempre maggiore importanza agli AED nei luoghi pubblici ed in ospedale Scarica e RCP come prima fase di intervento nell’arresto cardiaco Protocollo a 1 scarica e sequenza di 3 scariche per la FV Forme d’onda bifasiche e monofasiche Scariche a dose crescente e scariche a dose fissa a partire dalla seconda scarica Applicazione degli elettrodi Defibrillazione esterna in presenza di un ICD Cardioversione sincronizzata Circulation. 2010; 122: S250-S275

16 AED

17 Scarica e RCP come prima fase di intervento Tempo dall’evento di FV e la scarica < 3 min (iniziando con RCP) Motivazione : se la FV persiste per più di qualche minuto, nel miocardio si determina una condizione di carenza di ossigeno ed energia. Un breve periodo di compressioni toraciche può apportare ossigeno ed energia al cuore, aumentando la probabilità che una scarica possa eliminare la FV (defibrillazione) e ripristinare la circolazione spontanea

18 Protocollo di scarica Protocollo migliore: 1 scarica (vs 3 scariche) Meglio una scarica per volta seguita da RCP, piuttosto che più scariche in sequenza

19 Forme d’onda e livelli di energia nella defibrillazione BIFASICA: maggiore efficacia a parità di energia J Dose di energia consigliata dal produttore

20 Energia fissa e crescente Non è definito il valore di energia ottimale per la prima scarica o per quelle successive Se la scarica iniziale non è efficace, i livelli di energia successivi devono essere almeno equivalenti o superiori

21 Applicazione degli elettrodi La posizione antero-laterale degli elettrodi è considerata una collocazione ragionevole Posizioni alternative: Antero-posteriore Anteriore sn-interscapolare Anteriore dx-interscapolare

22 Defibrillazione in presenza di ICD Defibrillazione accettabile in: Antero-posteriore Antero-laterale Se possibile non posizionare elettrodi sopra PM o ICD ALMENO 2,5 CM

23 Cardioversione sincronizzata FA J Flutter atriale J TV monomorfa 100 J FV (max energia) TV polimorfa (max energia) SINO

24 GRAZIE PER L’ATTENZIONE Sito: Mail: Presentazione scaricabile tramite:


Scaricare ppt "Gestione infermieristica del codice rosso in area critica, nei reparti di degenza e nei trasporti Novi Ligure, 9 aprile 2014 Aggiornamento linee guida."

Presentazioni simili


Annunci Google