La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Officina Famiglia ForumPA 12 maggio 2011. Il Dipartimento delle Politiche per la Famiglia raccoglie da tempo sollecitazioni che evidenziano l’esigenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Officina Famiglia ForumPA 12 maggio 2011. Il Dipartimento delle Politiche per la Famiglia raccoglie da tempo sollecitazioni che evidenziano l’esigenza."— Transcript della presentazione:

1 Officina Famiglia ForumPA 12 maggio 2011

2 Il Dipartimento delle Politiche per la Famiglia raccoglie da tempo sollecitazioni che evidenziano l’esigenza di mettere a disposizione di tutti gli operatori impegnati sulle politiche della famiglia ai diversi livelli di governo, strumenti atti a garantire un’ampia circolazione di informazioni sulle migliori pratiche esistenti e a sollecitare funzionali dinamiche “di rete” tra questi attori. La genesi Officina Famiglia

3 Il Dipartimento per le Politiche della Famiglia ha deciso di promuovere Officina Famiglia con lo scopo di rispondere a queste esigenze, per attivare una comunità di pratica tra gli operatori pubblici impegnati nelle politiche familiari presso le Amministrazioni di tutti i livelli di governo. L’iniziativa nasce in una logica cooperativa bottom up, in quanto promossa sotto l’egida dell’Osservatorio Nazionale sulla Famiglia, nel quale sono rappresentati tutti i livelli di governo, le parti sociali, l’associazionismo familiare, il terzo settore. L’iniziativa Officina Famiglia

4 Officina Famiglia si prefigge di realizzare azioni di networking tra gli attori della comunità, con quattro finalità principali: 1.Diffondere le conoscenze 2.Rafforzare le competenze 3.Diffondere e trasferire le best practices 4.Creare momenti di scambio e di condivisione Officina Famiglia Linee di intervento

5 Officina Famiglia, nei mesi a venire, intende offrire diversi servizi, finalizzati alla facilitazione dell’azione di networking: 1.un questionario di assessment delle pratiche esistenti 2.un data base di buone pratiche 3.strumenti di diffusione delle conoscenze (manuali, linee guida, materiali) 4.azioni di formazione e percorsi di action learning 5.attività di trasferimento delle buone pratiche (gemellaggi, modellizzazioni) 6.momenti di sviluppo concettuale (workshop, nomenclatori, forum, wiki) Il tutto valendosi di un sito web del programma, che rappresenterà il catalizzatore della comunità di pratica Officina Famiglia Le azioni

6 Officina Famiglia Diffondere le conoscenze Rafforzare le competenze Diffondere e trasferire le best practices Creare momenti di scambio e di condivisione manuali questionario di assessment data base di buone pratiche linee guida formazione gemellaggi workshop percorsi di action learning nomenclatori wiki SITO WEB Le azioni forum

7 manuali operativi e linee guida, che, sulla base delle esperienze di successo già esistenti, forniscano indicazioni, consolidino metodologie, offrano soluzioni concretamente praticabili. materiali operativi, organizzati per tipologia, per costruire una knowledge base del programma. Le domande: è avvertita una necessità in questo senso? che forma e che dimensione dare agli strumenti di conoscenza? è utile una base dati di atti da mutuare (carte di servizi, questionari di customer satisfaction, delibere…) quali altri strumenti possono essere utili per fissare le conoscenze operative? Officina Famiglia Le azioni Diffondere le conoscenze

8 azioni di formazione su contenuti specifici o su metodologie trasversali programmi di action learning, volti a diffondere le conoscenze nel mentre si sviluppano le azioni di miglioramento dei servizi Le domande: la formazione è ancora uno strumento utile a livellare verso l’alto le pratiche? a che condizioni la formazione si rivela utile? È preferibile una formazione per singole tipologie di servizi (i nidi, l’assistenza domiciliare, la conciliazione..) o per metodologie trasversali (la customer satisfaction, la misurazione dei rendimenti..) sono preferibili classiche azioni di formazione o programmi di action learning? quali altri strumenti possono favorire il consolidamento delle competenze? Officina Famiglia Le azioni Rafforzare le competenze

9 questionario di assessment sulle condizioni organizzative necessarie per lo sviluppo di efficaci servizi per la famiglia da parte dei soggetti istituzionali (amministrazioni centrali, regioni, enti locali e loro eventuali enti strumentali di natura pubblica) Il questionario verrà reso disponibile all’interno di un’area riservata del sito, cui si accede con un’auto candidatura, formalizzata attraverso la presentazione di un progetto inerente le politiche familiari. Officina Famiglia Le azioni Diffondere e trasferire le best practices

10 Officina Famiglia Le azioni EFFICIENZA EFFICACIA STRATEGIA STAKEHOLDERS QUALITÀ DEGLI INTERVENTI Diffondere e trasferire le best practices

11 Officina Famiglia Le azioni EFFICIENZA EFFICACIA STAKEHOLDERS STRATEGIA COMPLESSIVO Diffondere e trasferire le best practices

12 I contenuti delle ‘Esperienze’ selezionate attraverso il questionario di assessment sono trasferiti in area pubblica e, sul sito web, sono distinte in tre livelli: Vetrina delle Eccellenze Buone pratiche Galleria delle esperienze Gli utenti potranno consultare le principali informazioni del progetto, accedere alla documentazione allegata, approfondire le condizioni di successo. Officina Famiglia Le azioni Diffondere e trasferire le best practices

13 Lo staff del Dipartimento realizzerà un’ulteriore analisi per le esperienze più significative tesa a evidenziare: Le condizioni di contesto Le condizioni organizzative I fattori abilitanti I fattori critici I fattori di successo L’analisi SWOT In questo modo sarà possibile avere a disposizione una visione organizzativa dell’iniziativa, al fine di trasferire i contenuti nella banca dati messa a disposizione via web, per permettere a tutti gli utenti di ricercare le esperienze che reputano più significative. Officina Famiglia Le azioni Diffondere e trasferire le best practices

14 DB delle buone pratiche come catalogo di soluzioni replicabili gemellaggi tra amministrazioni, iniziativa ad oggi già attivata nell’ambito del programma AGIRE POR del FESR, a titolarità del MISE. nel tempo questo strumento potrebbe essere mutuato dal Programma e personalizzato nella forma e nei contenuti con risorse nazionali azioni di modellizzazione, per definire modalità tipo di svolgimento di determinati servizi standardizzabili Le domande: un DB di buone pratiche può avere una efficacia effettiva per la replicabilità? che tipo di restituzione delle pratiche sul sito favorisce la replicabilità? è possibile immaginare modellizzazioni di servizi standardizzabili? quali altri strumenti possono favorire la diffusione delle migliori pratiche? Officina Famiglia Le azioni Diffondere e trasferire le best practices

15 workshop tematici, da realizzare periodicamente su base territoriale, con riferimento a questioni problematiche (la sussidiarietà, le pratiche di governance, la misurazione dei rendimenti…). allineamento concettuale e terminologico (nomenclatori, wiki…) Le domande: è avvertita la necessità di un allineamento di concetti e terminologia per sviluppare una reale comunità di pratica su queste politiche? per costruire dal basso una effettiva condivisione lo strumento dei workshop può essere utile? A che condizioni? sono utili strumenti informatici di chiarimento terminologico e concettuale (wiki)? quali altri strumenti possono favorire una effettiva condivisione di concetti e strumenti all’interno della comunità di pratica? Officina Famiglia Le azioni Creare momenti di scambio e condivisione

16 Le azioni e i servizi proposti nell’ambito di Officina Famiglia troveranno posto nell’ambito del sito web Alla home page si accede da una sezione del sito del Dipartimento delle politiche per la famiglia. Il sito avrà tuttavia una sua specifica identità visiva. Conterrà delle news e delle sezioni che racchiudono i diversi servizi Al sito si potrà accedere da giugno Sin da subito si può contattare lo staff del programma alla mail Officina Famiglia Il sito web

17 RSS Chi siamoObiettiviServiziContatti Home > Guida al sito Mappa Chi siamo MappaContattiGuida al sitoRSS News Iniziative Archivio Familiarmente al prossimo ForumPA La banca dati delle esperienze All’interno del sito è disponibile una banca dati che raccoglie le esperienze più significative in ambito di politiche per la famiglia. La sezione permette anche di consultare gli allegati progettuali Premio amico della famiglia: al via le candidature Anche quest’anno il Dipartimento politiche per la famiglia mette a disposizione il prestigioso riconoscimento riservato agli enti che si sono distinti con azioni inerenti questi temi Realizzati nuovi gemellaggi Continuano a crescere i gemellaggi tra amministrazioni sul territorio, gli accordi di scambio tra le parti stanno consentendo lo scambio di diverse esperienze, utili allo sviluppo di politiche efficaci Si terrà a Roma il prossimo 12 maggio, nell’ambito di ForumPA, l’evento di lancio dell’iniziativa Officina Famiglia. I partecipanti saranno chiamati a un confronto sulle linee di sviluppo del progetto Collana editoriale Wiki Workshop Condivisione Servizi Valutazione progetti Formazione Banca dati esperienze Focus Newsletter Materiali Approfondimenti Forum Premio amico della famiglia Gemellaggi Iniziative Dipartimento In evidenza Al via i seminari di formazione Officina Famiglia Il sito web Officina Famiglia

18 RSS Chi siamoObiettiviServiziContatti Home > Guida al sito Mappa Chi siamo MappaContattiGuida al sitoRSS News Iniziative Archivio Familiarmente al prossimo ForumPA La banca dati delle esperienze All’interno del sito è disponibile una banca dati che raccoglie le esperienze più significative in ambito di politiche per la famiglia. La sezione permette anche di consultare gli allegati progettuali Premio amico della famiglia: al via le candidature Anche quest’anno il Dipartimento politiche per la famiglia mette a disposizione il prestigioso riconoscimento riservato agli enti che si sono distinti con azioni inerenti questi temi Realizzati nuovi gemellaggi Continuano a crescere i gemellaggi tra amministrazioni sul territorio, gli accordi di scambio tra le parti stanno consentendo lo scambio di diverse esperienze, utili allo sviluppo di politiche efficaci Si terrà a Roma il prossimo 12 maggio, nell’ambito di ForumPA, l’evento di lancio dell’iniziativa Officina Famiglia. I partecipanti saranno chiamati a un confronto sulle linee di sviluppo del progetto Premio amico della famiglia Gemellaggi Iniziative Dipartimento In evidenza Al via i seminari di formazione Officina Famiglia Il sito al lancio Officina Famiglia Servizi Valutazione progetti Formazione Banca dati esperienze Focus Newsletter Approfondimenti

19 Officina Famiglia ForumPA 12 maggio 2011 FAMILIARMENTE

20 Familiarmente è la prima iniziativa di Officina Famiglia. Nell’ambito della giornata si vuole raccogliere l’opinione di tutti i partecipanti sulle azioni di networking proposte. La metodologia adottata dovrebbe consentire di: 1.ottenere un feedback sugli assi operativi prioritari proposti sulle 4 aree di intervento (la formazione, la manualistica operativa, la riflessione concettuale attraverso workshop nomenclatori e wiki, ecc.) 2.lasciare ai partecipanti uno spazio per indicare proposte integrative, con l’obiettivo di recepire altri assi operativi per l’iniziativa. In quest’ottica la giornata vuole rappresentare anche un primo momento di confronto tra i futuri membri, al fine di individuare gli strumenti più appropriati che possano facilitare il consolidamento della nascente comunità di pratica. Presentazione FAMILIARMENTE

21 A ognuna delle aree di intervento sono dedicati uno o due tavoli di discussione. Per iniziare il lavoro i partecipanti individuano il moderatore del tavolo, ovvero la persona che si occuperà di gestire gli interventi e tenere traccia dei contenuti della discussione. Fatta la scelta, i partecipanti ricevono il materiale di supporto dai facilitatori e sono pronti a partire. Il materiale di supporto comprende una breve traccia di discussione, che fornisce una prospettiva di confronto. Il moderatore legge la traccia agli altri membri del tavolo e poi gestisce gli interventi. Il lavoro ai tavoli si protrae nel complesso per 60 minuti. I tavoli di discussione FAMILIARMENTE

22 La discussione al tavolo è articolata in due step, la durata di ogni step sarà libera. Per ognuno dei due si farà un giro di interventi che consentirà a tutti i componenti di esprimere la propria opinione. Al termine gli esiti del confronto verranno razionalizzati in un report, che sintetizza i risultati emersi dal lavoro della giornata. Alla compilazione del report è dedicata mezz’ora. Il report è compilato al tavolo con l’ausilio del computer e il supporto del facilitatore del tavolo, che si occuperà di trascrivere i contenuti nel file elettronico. Le attività del tavolo FAMILIARMENTE

23 I singoli report confluiranno nell’Instant paper Il documento verrà presentato nella plenaria del pomeriggio, che prenderà il via alle Alle 16 tutti i partecipanti potranno ritirare al tavolo di registrazione, all’ingresso della sala, una copia cartacea del documento L’Instant paper FAMILIARMENTE

24 Il via ai lavori e lo stop viene dato dal tavolo della presidenza Buon lavoro! Prima di iniziare FAMILIARMENTE


Scaricare ppt "Officina Famiglia ForumPA 12 maggio 2011. Il Dipartimento delle Politiche per la Famiglia raccoglie da tempo sollecitazioni che evidenziano l’esigenza."

Presentazioni simili


Annunci Google