La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Visti, permessi di soggiorno, legislazione inerente, diritti e doveri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Visti, permessi di soggiorno, legislazione inerente, diritti e doveri."— Transcript della presentazione:

1 Visti, permessi di soggiorno, legislazione inerente, diritti e doveri

2 Adozione, affari, cure mediche, diplomatico, familiare al seguito, gare sportive, invito, lavoro autonomo, lavoro subordinato, missione, motivi religiosi, reingresso, residenza elettiva, ricongiungimento familiare, studio, transito aeroportuale, transito, trasporto, turismo, vacanze-lavoro.

3 1) Turismo 2) Studio 3) Ricongiungimento familiare 4) Lavoro (I Visti sono validi per permanenze inferiori ai novanta giorni, cioè tre mesi)

4 Accordo di Schengen: Trattato sottoscritto nel 1985 dalla maggior parte dei paesi appartenenti all’Unione Europea ( 29 stati ). E’ stato introdotto nelle leggi europee attraverso il trattato di Amsterdam con la conseguente eliminazione dei controlli alle frontiere comuni e con l’introduzione del regime di libera circolazione.

5 I cittadini dell’area Schengen sono esenti da visto per un periodo inferiore ai 90 giorni. Devono comunque presentarsi entro 8 giorni dall’arrivo in Questura, per dichiarare la propria presenza su suolo italiano. Gran Bretagna e Irlanda non hanno aderito al trattato di Schengen. Norvegia, Islanda e Svizzera non fanno parte dell’Unione Europea ma hanno aderito a Schengen.

6 - Obbligatorio il visto di ingresso sul passaporto, da richiedere all’Ambasciata o al Consolato Italiano nel paese di provenienza; - Per un periodo più breve di 90 giorni è sufficiente un visto per turismo. - Per un periodo superiore ai 90 giorni entro 8 giorni dall’ingresso in Italia ci si deve recare in Questura e richiedere il permesso di soggiorno con motivazione identica a quella indicata sul visto di ingresso.

7 Documenti necessari: - Formulario per la domanda del visto di ingresso - Fototessera - Documento di viaggio valido - Dimostrazione disponibilità mezzi di trasporto propri - Disponibilità di alloggio - Dimostrazione disponibilità mezzi economici di sostentamento - Documentazione condizione socio-professionale - Assicurazione sanitaria con copertura minima euro

8 - Da richiedere all’Ambasciata Italiana nel paese di provenienza - Stesse modalità del visto per turismo - Ha durata pari a quella del corso che si intende seguire - Permette di lavorare con un contratto non superiore alle 20 ore settimanali (part-time)

9 - Lo può richiedere un parente di 1° grado con un permesso di soggiorno valido o con la cittadinanza italiana (padre, figlio, fratello, coniuge) - Questa persona deve recarsi allo Sportello Unico della Prefettura e richiedere un nullaosta da presentare con la documentazione - Ne segue un appuntamento in Prefettura

10 SUBORDINATO Il datore di lavoro deve presentare allo sportello unico per l’immigrazione: - Richiesta nominativa di nulla osta al lavoro; - Idonea documentazione relativa alle modalità d’alloggio per il lavoratore straniero; - La proposta di contratto di soggiorno; - Dichiarazione di impegno a comunicare ogni variazione concernente il rapporto di lavoro; (Segue le direttive del decreto flussi) AUTONOMO Il lavoratore straniero deve dimostrare: - Di disporre di risorse adeguate per l’esercizio dell’attività che intende intraprendere in Italia; - Di essere in possesso dei requisiti previsti dalla legge italiana per l’esercizio della singola attività; - Di essere in possesso di un’attestazione dell’autorità competente;

11 È una legge italiana attraverso la quale il Governo sancisce, ogni anno, il numero di cittadini stranieri, non comunitari, che possono entrare nel paese, suddivisi per paesi di provenienza o motivi di lavoro.

12  È il documento che attesta la presenza legale del cittadino extracomunitario in Italia;  deve essere richiesto entro otto giorni dall'ingresso in Italia dello straniero. La sua durata è differente a seconda delle motivazioni del soggiorno.Italia  per motivi di lavoro subordinato, la durata è quella del relativo contratto di lavoro (con un massimo di due anni, rinnovabile sino a che lo straniero conserva quello od un altro lavoro

13  per motivi di lavoro stagionale, la durata varia dai sei ai nove mesi (a seconda del tipo di lavoro svolto).  per ricongiungimento familiare ha la durata di due anni se il familiare a cui ci si ricongiunge ha un permesso biennale, altrimenti la minore durata del permesso del familiare fonte di sostentamento  per finalità di studio o formazione può avere durata fino ad un anno.

14  Altri tipi di permesso di soggiorno:  Per motivi Umanitari ( durata 1 anno);  Per motivi di asilo politico (durata 5 anni)  Per protezione sussidiaria (durata 3 anni)  Per motivi familiari, cure mediche, attesa occupazione, religione o culto, affari missione…

15 Da richiedere entro 8 giorni dall’arrivo per una permanenza superiore ai 90 giorni. Documenti necessari: - Modulo di richiesta - Passaporto - Fotocopia del documento stesso - 4 fototessere identiche e recenti - Un contrassegno telematico (marca da bollo) da 14,62 euro - Documentazione necessaria al tipo di permesso di soggiorno richiesto

16 Fasi per la richiesta di permesso di soggiorno: - Sportello Unico per l’Immigrazione (attribuzione codice fiscale). - Ufficio postale (si riceve il kit con password per controllare sul sito lo stato della propria pratica: - La Questura contatta il richiedente una volta completati gli aggiornamenti. - Durante l’attesa d’acquisizione del permesso di soggiorno bisogna iscriversi all’anagrafe del comune in cui si vive.

17 Introdotto nel 2009, impegna lo straniero a al raggiungimento di alcuni obiettivi, entro 2 anni: - Conoscere la Costituzione Italiana - Imparare la lingua italiana - Assolvere all’istruzione dei figli minori

18 Prevede un percorso di formazione e l’acquisizione di punti: Il minimo di punti da acquisire è 30, in due anni. Semplicemente firmando l’Accordo d’Integrazione se ne acquisiscono 16. Si possono perdere dei punti commettendo reati e violazioni.

19 - Devono essere iscritti nel permesso di soggiorno regolare di un genitore fino al compimento del quattordicesimo anno di età; - Se un minore entra nel paese in modo irregolare è comunque titolare di tutti i diritti garantiti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Fanciullo del 1989;

20 ACCOMPAGNATINON ACCOMPAGNATI  Hanno diritto all’istruzione e all’assistenza sanitaria  Hanno diritto a protezione, vitto e alloggio  Hanno diritto alla garanzia di non espulsione e di permesso di soggiorno  Hanno il diritto di richiedere asilo politico, coi requisiti adatti (fino al diciottesimo anno d’età)

21 Il permesso di soggiorno va obbligatoriamente mostrato ad ogni richiesta delle forze pubbliche e in ogni pratica in cui è necessario attestare la propria identità Il permesso di soggiorno non va mostrato per le prestazioni sanitarie, l’iscrizione dei propri figli all’anagrafe e l’iscrizione di questi ultimi a scuola

22  Modulo di richiesta  Passaporto  Fotocopia del documento stesso  4 fototessere identiche e recenti  Marca da bollo da 16,00 euro  Permesso di soggiorno in scadenza  Dimostrazione di disponibilità alloggio, lavoro e reddito minimo (se l’interessato non è a carico di un famigliare o un tutore)

23 Sono necessari: - gli stessi documenti per il rinnovo del permesso di soggiorno - la dimostrazione del proprio stato di famiglia - un reddito sufficiente alla composizione del nucleo famigliare E’ inoltre previsto un test di lingua italiana

24 - È concessa ai cittadini stranieri residenti in Italia regolarmente da almeno 10 anni, senza condanne penali; - Chi nasce in Italia da entrambi i genitori stranieri ottiene la cittadinanza se risiede, senza interruzioni, regolarmente, su suolo italiano fino al diciottesimo anno d’età (deve dichiarare di voler acquisire la cittadinanza prima del diciannovesimo anno d’età); - Chi si sposa con un/una cittadino/a italiano/a può richiedere la cittadinanza dopo 2 anni di residenza in Italia o dopo 3 anni di residenza all’estero (termini ridotti alla metà se i coniugi hanno avuto figli); - I figli minori che convivono col genitore che ha fatto domanda di cittadinanza, la acquisiscono automaticamente;


Scaricare ppt "Visti, permessi di soggiorno, legislazione inerente, diritti e doveri."

Presentazioni simili


Annunci Google