La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Economia aziendale, Lett. L-Z a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Lezioni n. 3-4 Le operazioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Economia aziendale, Lett. L-Z a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Lezioni n. 3-4 Le operazioni."— Transcript della presentazione:

1 Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Economia aziendale, Lett. L-Z a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Lezioni n. 3-4 Le operazioni istituzionali

2 Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci 2 LE OPERAZIONI ISTITUZIONALI Operazioni relative: 1.Alla costituzione del capitale-valore a disposizione del soggetto operativo aziendale per l’impiego nelle combinazioni produttive aziendali 2.Alla variazione in aumento o in diminuzione dello stesso capitale per cause diverse dalla gestione aziendale. Costituzione società per azioni: Si determina un credito della società verso i soci per la sottoscrizione del capitale e un correlato incremento della ricchezza netta dell’impresa: -per conferimento di denaro contante; -per conferimento di beni in natura, diritti e/o obbligazioni espressi in forma di valori numerari e non numerari N.B. Influsso delle norme civili sulle rilevazioni di costituzione

3 Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci 3 Disciplina dei conferimenti Conferimento in denaro: Art c.c.: Il 25% del valore del capitale sottoscritto in denaro deve essere versato su un conto corrente vincolato fino all’avvenuta iscrizione della società nel registro delle imprese (entro 20 gg) Richiamo dei decimi residui da parte del legislatore al manifestarsi del fabbisogno finanziario connesso alla gestione. Conferimento in natura: Art c.c.: Il complesso dei beni in natura oggetto di conferimento deve essere valutato da un perito indipendente nominato dal presidente del tribunale competente per territorio rispetto alla sede legale dell’impresa. Conseguenze relative all’eventuale rettifica delle valutazioni del perito da parte degli amministratori.

4 Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci 4 Fasi della rilevazione: 1) individuazione delle variazioni indotte dalla rilevazione contabile Es.: operazione di costituzione di società in contanti Implicazioni dell’operazione Tipo di Variazione Oggetto di conto SezioneValori + crediti verso soci per sottoscrizione Numeraria assimilata attiva (V.N.A.A) Azionisti c/sottoscrizioni Dare Costituzione del capitale sociale Non numeraria positiva di capitale (V.NN.P.) Capitale socialeAvere ) Rilevazione articolo contabile a libro giornale D A Azionisti c/sottoscrizioni a Capitale sociale |

5 Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci 5 La revisione dei conferimenti in natura Art. 2343, comma 4 se dal controllo delle valutazioni “risulta che il valore dei beni o dei crediti conferiti era inferiore di oltre un quinto a quello per cui avvenne il conferimento, la società deve proporzionalmente ridurre il capitale sociale, annullando le azioni che risultano scoperte. Tuttavia il socio conferente può versare la differenza in denaro o recedere dalla società. Il socio recedente ha diritto alla restituzione del conferimento, qualora sia possibile, in tutto o in parte in natura.”

6 Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci 6 Aumenti di capitale modifica dell’atto costitutivo della società per azioni (con necessità di delibera da parte dall’assemblea straordinaria della S.p.A. Modalità di attuazione degli aumenti di capitale: 1.Aumenti di capitale a titolo gratuito: modifica della composizione delle parti ideali del patrimonio netto, (rilevazione di una permutazione economica che determina il passaggio di riserve disponibili a capitale sociale) 2. Aumenti di capitale a titolo oneroso: incremento del patrimonio netto della società tramite conferimenti analoghi a quelli precedentemente indicati in sede di costituzione della società (quindi attraverso conferimenti in denaro o di beni natura, crediti e/o complessi aziendali in funzionamento) Particolarità: indicazione nella deliberazione di aumento presa dalla assemblea straordinaria della società del termine entro il quale l’aumento di capitale deve essere sottoscritto da parte degli azionisti e della validità di una sottoscrizione solo parziale dell’aumento da parte dei soci entro tale data con conseguente esecuzione di un aumento di capitale inferiore rispetto a quello deliberato dall’assemblea

7 Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci 7 Particolarità degli aumenti di capitale Diritto di opzione (art c.c.); possibilità dei soci titolari delle azioni già in circolazione di decidere se sottoscrivere i nuovi titoli oggetto di emissione al fine di mantenere inalterata la propria quota di partecipazione al capitale sociale o se cedere a terzi il diritto a sottoscrivere, diminuendo conseguentemente la propria percentuale di partecipazione al capitale sociale. Le azioni di nuova emissione possono essere alla pari (cioè a un valore pari al valore nominale) o sopra la pari (cioè per un valore superiore al loro valore nominale, con formazione di un soprapprezzo di emissione, con funzione di limitare la sperequazione fra la quota di partecipazione dei vecchi azionisti e quella dei nuovi entranti) art. 2439, comma 1, C.C. versamento dell’intero ammontare del soprapprezzo all’atto della sottoscrizione ed accantonamento in una apposita riserva denominata “riserva soprapprezzo azioni”.


Scaricare ppt "Economia Aziendale a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Economia aziendale, Lett. L-Z a.a. 2013/2014 Dottor Stefano Santucci Lezioni n. 3-4 Le operazioni."

Presentazioni simili


Annunci Google