La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli studi di Cosenza Corso di laurea in Scienze della formazione primaria Corso di elementi di psicometria applicati alla didattica “LO SVILUPPO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli studi di Cosenza Corso di laurea in Scienze della formazione primaria Corso di elementi di psicometria applicati alla didattica “LO SVILUPPO."— Transcript della presentazione:

1 Università degli studi di Cosenza Corso di laurea in Scienze della formazione primaria Corso di elementi di psicometria applicati alla didattica “LO SVILUPPO COGNITIVO E I NUMERI ” Prof.ssa: Eleonora Bilotta Studentessa Manuela Russo Anno accademico: 2013/2014 matr

2 “ L’APPRENDIMENTO DEI NUMERI NEI BAMBINI ” INDICE: Parole chiave Introduzione Materiali e metodi Risultati Discussione Conclusioni Bibliografia

3 PAROLE CHIAVE 1.Bambini scuola dell’infanzia 2. test 3. apprendimento dei numeri 4.sviluppo cognitivo.

4 INTRODUZIONE  Il punto di centrale di questo è : “come arrivano i bambini all’acquisizione del numero?”  Imparare i numeri ed elaborare delle informazioni fanno emergere che lo sviluppo cognitivo è una funzione lineare di esperienza.  Lo sviluppo è un progressivo equilibrarsi, un passaggio continuo da uno stato di minore equilibrio ad uno di equilibrio superiore. (Piaget, 1964).

5 INTRODUZIONE  Stadi di Piaget: Stadio senso – motorio (dalla nascita ai due anni circa); · Stadio pre – operatorio (dai due ai sette anni); · Stadio operatorio concreto (dai sette ai dodici anni circa); · Stadio operatorio formale (dai dodici anni a tutta l’età adulta).  Fra i suoi innumerevoli studi Piaget si interessò anche alla formazione del simbolo numerico nei bambini.  Recentemente Rochel Gelman e C.R.Gallistel, nei loro studi si sono concentrati sulle conoscenze matematiche dei bambini in età prescolare.

6 INTRODUZIONE  Secondo Gelman & Gallistel l’abilità del contare è governata da 5 principi: 1.‘principio uno-uno’; 2. ‘principio dell'ordine stabile’; 3. ‘principio della cardinalità’; 4.‘principio di astrazione’; 5.‘principio di irrilevanza dell’ordine’ ;

7 MATERIALI E METODI OBBIETTIVO: indagare sullo sviluppo cognitivo dei bambini, nelle diverse età, attraverso test riguardanti il campo d’esperienza “ La conoscenza del mondo”. SOGGETTI: test rivolto a 20 bambini di cui 11 maschi e 9 femmine, di età variabile dai 2 anni e mezzo ai 5, frequentanti la scuola dell’infanzia.

8 MATERIALI E METODI MATERIALI: test forniti dal la docente. METODO: Somministrazione del test, scoring dei risultati e generazione del report psicologico.

9 RISULTATI Tabella 1. numero soggetti,età, sesso e relativa media

10 RISULTATI Grafico 2. Grafico a barre della media dei soggetti

11 RISULTATI La competenza media della classe è soddisfacente. Grafico 3. Grafico a torta della competenza media della classe.

12 DISCUSSIONE Lo studio riportato qui sopra ha messo in evidenza che: Il soggetto 6, di 2 anni e mezzo comprendeva i numeri fino a 3 e riconosceva solo la forma geometrica del cerchio; I soggetti 4,5,8 e 15, di 3 anni comprendevano e rispondevano correttamente ai test sui numeri da 1 a 5 e a quelli relativi ad alcune forme

13 DISCUSSIONE I soggetti 7, 12 e 19, di 4 anni rispondevano con maggiore facilità e velocità ai test sui numeri fino a 5 e sulle forme geometriche I soggetti 1,2,3,9,10,11,13,14,16,17,18,20, di 5 anni hanno risposto in modo corretto e velocemente ai test sui numeri da 1 a 10, sulle forme geometriche anche quelle più complesse, e ai test sulle misure e sugli spazi. Non sapevano rispondere ai test sui numeri superiori a 10.

14 CONCLUSIONI Dalla seguente indagine è emerso che: la maggior parte dei bambini conosce bene i numeri da 1 a 10; hanno una buona conoscenza delle forme geometriche e del concetto di misura e spazio; i soggetti osservati arrivano alla conoscenza di questi elementi solo attraverso diverse fasi di sviluppo.

15 BIBLIOGRAFIA Rochel Gelman e C.R.Gallistel, 1978 “The child’s understanding of number”. Articoli scientifici Daniela Lucangeli, Patrizio Tressoldi & Anna Maria Re, 2012, Path to Numbers Writing: A Longitudinal Study with Children from 3.5 to 5.5 Years Old. Rochel Gelman, 2002, Cognitive Development. Rochel Gelman,1999, Cognitive Development, The Mit Encyclopedia of the cognitive sciences. Siti consultati


Scaricare ppt "Università degli studi di Cosenza Corso di laurea in Scienze della formazione primaria Corso di elementi di psicometria applicati alla didattica “LO SVILUPPO."

Presentazioni simili


Annunci Google